Brasile: caimani a guardia del narcotraffico

Gli alligatori sono un simbolo del potere dei narcotrafficanti brasiliani. Non è uno scherzo. Lo afferma Ronaldo Oliveira, capo del reparto furti auto di Rio de Janeiro, ma lo dimostra l’assurda storia raccontata da El Paìs.Ieri uno dei leader del narcotraffico di Rio de Janeiro è riuscito a sfuggire alla retata di 200 agenti di

di fabio



Gli alligatori sono un simbolo del potere dei narcotrafficanti brasiliani. Non è uno scherzo. Lo afferma Ronaldo Oliveira, capo del reparto furti auto di Rio de Janeiro, ma lo dimostra l’assurda storia raccontata da El Paìs.

Ieri uno dei leader del narcotraffico di Rio de Janeiro è riuscito a sfuggire alla retata di 200 agenti di polizia in una favela brasiliana nella comunità di Corèia, tra le più pericolose baraccopoli di Rio. L’operazione ha portato a tre arresti, mentre il leader – conosciuto come “Il Ragno” – è riuscito a scappare lasciando alla polizia due regalini.

All’interno della casa sono stati ritrovati due alligatoridi, caimani per la precisione, uno di 40 centimetri e l’altro di 80 simpaticamente messi a guardia del bottino di stupefacenti ed armi. 8 chili di marijuana, 5000 di cocaina, una mitragliatrice calibro 30, tre granate e due fucili semplici. La nuova frontiera del narcotraffico brasilero prevede il caimano da guardia, utilizzato per minacciare i vicini ed all’occorrenza per far sparire i cadaveri di trafficanti rivali o testimoni scomodi. Sempre da ciò che dichiara Oliveira:

quando i criminali di una banda catturano un trafficante rivale, lo uccidono dandolo in pasto ai caimani

E’ anche un modo per risparmiare sulla carne acquistata dal macellaio. Geniale. Che fine hanno fatto poi i due caimani? Dopo essere stati considerati come “nuove armi” in mano ai criminali sono stati trasferiti al Dipartimento di protezione ambientale che si occuperà di portarli al giardino zoologico. Ponendo fine alla loro onorabile carriera di spazzini della criminalità concorrente. Peccato.

Via | El Paìs
Foto | Iansand, Flickr