FP Cisl, commissariato il sindacato degli statali: presunte irregolarità nei tesseramenti

L’esecutivo Fp Cisl ha indicato come commissario per la federazione Maurizio Petriccioli, attuale segretario confederale della Cisl.

La Fp Cisl, la categoria degli statali del secondo sindacato italiano per numero di iscritti, è stata commissariata dopo un esecutivo fiume che ha azzerato i vertici del sindacato del pubblico impiego fin qui guidato da Giovanni Faverin. Sarà il segretario confederale Maurizio Petriccioli a gestire il commissariamento che è “passato” con 44 voti a favore e 16 contrari, cioè i due terzi previsti dallo Statuto per queste decisioni.

Il commissariamento arriva dopo la presunta violazione delle norme di tesseramento e contributive con cui si sarebbero gonfiati i dati sulle iscrizioni al sindacato dei lavoratori pubblici, almeno stando a quanto accertato da un’indagine interna alla Cisl su 70 federazioni territoriali della categoria degli statali, di cui solo 7 sarebbero risultate con le carte in regola in merito ai tesseramenti.

La votazione sì è svolta la scorsa notte al termine di una riunione di oltre sei ore; lo scarto tra le tessere dichiarate dalla categoria e i contributi effettivi ricevuti dalla confederazione dagli iscritti sarebbe di ben 70mila unità sulla base delle verifiche effettuate appunto dalla Cisl nella federazioni territoriali della categoria che rappresenta il pubblico impiego e che conterebbe oltre 300mila tesserati.