Roma è eterna come l’amore ma i lucchetti restano solo a Ponte Milvio

Il Decoro di Roma libera la città dai lucchetti dell’amore, tranne a Ponte Milvio

di cuttv


La città sarà anche eterna come l’amore, ma la ramazza del decoro urbano di Roma Capitale non è tenera con i sentimentalismi abusivi, e dopo aver spazzato via 1.500 lucchetti da Ponte Sant’Angelo, è pronta ad usare le tenaglie anche sulla ferraglia che incatena ponti, ville e piazze storiche dell’Urbe.

Si presume che da Ponte Cestio a Fontana di Trevi, dove sembra che neanche il parroco della chiesa Santi Vincenzo e Anastasio sia riuscito a tenere a freno i lucchettari, la tronchese dell’ufficio Decoro e delle squadre Ama, coordinate dall’assessorato all’Ambiente, sarà implacabile, risparmiando solo Ponte Milvio, dove i lucchetti tirano giù lampioni più che innalzare i sentimenti tre metri sopra il cielo, ma evidentemente stanno a cuore a troppi, oltre che a Moccia.

Chi concorda sul fatto che un lucchetto può al massimo tenere al sicuro effetti personali come la bicicletta (e solo quando qualcuno non ha voglia di perderci un po’ di tempo) e gli unici legami che può tenere uniti sono quelli vacui, deve ringraziare dell’iniziativa l’assessore all’Ambiente Marco Visconti, che a quanto pare si è limitato ad accogliere le richiese di rimozione del fenomeno dilagante inoltrate al suo blog. Il sottosegretario ai Beni culturali Francesco Giro, crede che sia opportuno che i lucchetti spariscano anche da ponte Milvio ..

E che ci vuole .. sciocca io che ho sempre creduto che questo genere di corrispondenza finisse dispersa dalle parti del Polo insieme a quella indirizzata a Babbo Natale, anzi visto che è così facile e tutti i nostri assessori sembrano così desiderosi di fare quello che gli chiediamo, consiglio di cominciare a preparare le prossime missive da inoltrare.

Foto | Lucchetti dell’amore a Fontana di Trevi