Taxi Roma: per l’EuroTest il servizio è “Poor” per voi?

Il servizio taxi di Roma per l’EuroTest è “Poor” come a Madrid, Praga, Vienna, Amsterdam e Lussemburgo, voi che voto gli date?

di cuttv


In attesa del responso imminente (forse) sul nuovo regolamento comunale dei taxi, siamo in tanti ad utilizzarli anche se esperienze personali e statistiche non sono certo incoraggianti. Chi li usa magari ride alle ovvietà, vissute, raccontate, denunciate per anni, e in fondo solo ribadite per l’ennesima volta dal responso dell’EuroTest 2011 realizzato dagli Automobile Club europei sui servizi offerti dai taxi di 22 grandi città europee.

Ovvietà come i consueti e salati giretti di Peppe intorno alla reale, il rispetto dei limiti di velocità e dei semafori rossi lasciato alla discrezione personale dell’autista, la guida ‘sportiva’ con turpiloquio folcloristico, o tutta la cortesia e riconoscenza espressa a chi percorre tratte brevi pur pagando uno sproposito.

Al massimo quello che potrebbe stupire è il livello di gradimento del test, che riconosce il servizio taxi offerto da una città come Roma addirittura “Poor”, quanto quello riscontrato in città come Madrid, Praga, Vienna, Amsterdam e Lussemburgo, in una scala che non riconosce il servizio taxi “Very Good” in nessuna città, e “Very Poor” solo nella slovena Lubiana.

E se è vero che città come Barcellona, Berlino, Colonia, Lisbona, Monaco, Parigi e Milano sono risultate “Good”, sono anche tante le città “Acceptable” come Salisburgo, Oslo, Rotterdam, Amburgo, Ginevra, Bruxelles, Zagabria e Zurigo. Come dire che quando si tratta di Taxi l’Europa sembra più Unita che su altri fronti. Per voi invece taxi e i tassinari romani che voto si meritano?