Yara Gambirasio, Guerinoni è il padre dell’assassino “Ignoto 1”

L’esame del DNA sul femore di Guerinoni conferma la paternità dell’autista con “Ignoto 1”, l’omicida di Yara Gambirasio

Le perizie e le “certezze” si susseguono con una regolarità incredibile nell’ambito del processo sull’omicidio di Yara Gambirasio: Giuseppe Guerinoni, l’autista di Gorno morto nel 1999 a 61 anni e il cui corpo era stato riesumato il 7 marzo 2013, è il padre biologico di «Ignoto 1», l’uomo che ha ucciso la ragazza.

La conferma si era già avuta da altre due perizie precedenti dell’Università di Tor Vergata; questa volta l’ulteriore conferma arriva dai risultati della perizia sul femore di Guerinoni (dal quale è stato estratto un campione di Dna) eseguita all’istituto di medicina legale di Milano dall’antropologa forense Cristina Cattaneo.

L’ultima relazione di Cristina Cattaneo non è stata ancora depositata ufficialmente sul tavolo del pm Letizia Ruggeri (verrà consegnata nei prossimi giorni), ma il magistrato che indaga sull’omicidio della 13enne di Brembate Sopra (Bg) ha già ricevuto alcune anticipazioni.

La relazione dimostrerebbe la coincidenza pressochè totale con la traccia genetica (minuscole macchioline di sangue) rilevata sui leggings e sugli slip di Yara: Giuseppe Guerinoni, dopo tre differenti perizie sul Dna, è veramente il padre dell’assassino, quell'”Ignoto 1″ come scritto nelle carte delle perizie.

Tuttavia l’identità di Ignoto 1, come del resto quella della madre (che potrebbe anche essere deceduta), restano infatti sconosciute: l’autista di Gorno Giuseppe Guerinoni, si scopre senza ombra di dubbio, aveva generato un figlio illegittimo che resta ignoto agli inquirenti.

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →