Ama Roma continua a differenziare i sistemi di Raccolta Differenziata

Nei Municipio III (Castro Pretorio) e XVII (Prati) Ama Roma sperimenta un nuovo sistema duale di raccolta differenziata

di cuttv


Trotterellando da un quartiere ad un altro della capitale, una delle cose che salta agli occhi e al naso e il suo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti, differenziato più nelle modalità con le quali viene effettuato nei diversi quartieri, che nell’efficacia raggiunta dal piano di differenziazione e recupero dei rifiuti. Con una discarica che tira avanti fino alla mezzanotte del 31 dicembre, sperando di non raccogliere più le cose buttate negli anni a venire, cassonetti all’avanguardia che faranno presto la fine di tutti gli altri, anche la raccolta differenziata fornisce la sua parte di contributo al caos generato dai rifiuti.

Infatti, non solo la differenziata non è ancora estesa all’intero comune di Roma, ma con il nuovo sistema escogitato per il Municipio III (Castro Pretorio) e XVII (Prati), le modalità di raccolta diventano sempre più numerose, dal porta a porta vero e proprio (Massimina) al porta a porta integrato con le postazioni mobili (centro storico), passando per il sistema misto (Testaccio) che effettua il porta a porta per l’umido e l’indifferenziato e cassonetti stradali per la differenziata.

Per evitare di raccogliere sacchetti di umido e indifferenziato gettati in strada fuori orario di raccolta delle postazioni mobili (attive nei municipi IV, IX, X, XII, XV e XVIII), come accaduto in altri quartieri, il sistema che per ora sperimenteranno i Municipi III e XVII, raccoglie solo l’umido (scarti alimentari e organici) in postazioni fisse, il mattino (dalle 6.30 alle 11.30), e la sera (dalle 21 alle 2), mentre tutto il resto continua a finire nei cassonetti.

Al momento a misurarsi con il nuovo “sistema duale” di raccolta sono le 32.975 utenze domestiche e le 7.752 utenze commerciali del XVII Municipio, che invito a condividere con noi impressioni e progressi, nel mio quartiere il verde per i cassonetti è ancora il colore predominante, mentre blu e bianchi strapieni per giorni prima di essere svuotati e massacrati da chi li svuota, sono spesso inutilizzabili da chi vorrebbe almeno recuperare il recuperabile…