Leonardi re dei 100 sl ai Giochi del Mediterraneo, ma ai Mondiali gareggerà in staffetta

Il 22enne nuotatore milanese si è imposto nella finale dei 100 stile libero maschili con il tempo di 48″84 battendo il turco Kemal Arda Gurdal, ma a Barcellona gareggerà nella staffetta.

di antonio

Giornata ricca di successi per i colori italiani ai Giochi del Mediterraneo di Mersin2013. Nella valanga di medaglie spicca quella d’oro conquistata da Luca Leonardi nei 100 stile libero maschili. Il 22enne nuotatore milanese, che si allena a Bologna, si è imposto nella finale con il tempo di 48″84 battendo il turco Kemal Arda Gurdal (argento in 49″41) e l’altro azzurro Luca Dotto (bronzo in 49″72). L’italiano, però, ai Mondiali di Barcellona gareggerà solo nella staffetta che sarà composta presumibilmente da Luca Dotto, Marco Orsi e Filippo Magnini, mentre per i 100 sl il tempo limite fissato dalla Federazione Italiana Nuoto è di 48.60).

A fine gara Leonardi, autore anche del suo record personale, ha commentato con soddisfazione il suo risultato:

“Sono felice per la vittoria e per aver ottenuto il mio personale senza costumone. Sapevo di poter andare forte ed è la prima volta che battevo Dotto. Lui è più lontano di me dal massimo della forma, io sono più scarico. Al mondiale di Barcellona puntiamo ad una prestazione migliore rispetto a quella di Shanghai, nella staffetta. In una rassegna iridata sono tante le nazioni forti ma se tutti e quattro saremo al top potremo dire la nostra. Magnini? Resta il nostro capitano ed un punto di riferimento”.

Leonardi ha conquistato il gradino più alto del podio alla sua prima partecipazione ai Giochi del Mediterraneo. Ha debuttato agli europei assoluti nel 2010, prima a quelli in vasca lunga di Budapest dove è giunto quarto con la 4×100 m stile, poi a quelli in vasca corta di Eindhoven di novembre dove ha vinto la staffetta 4×50 m stile libero nuotando nelle batterie. Un mese dopo è stato finalista mondiale della 4×100 m stile anche ai mondiali in vasca corta di Dubai, giungendo quinto. “Complimenti a Leonardi, è stato bravissimo, io mi aspettavo di fare molto meglio, di nuotare in un 49 bassole parole di DottoOggi ho fatto troppa fatica, mi mancavano le energie nella bracciata“.