Rugby | Test Match 2013: Italia beffata dalla Scozia 30-29 all’ultimo minuto

L’Italia chiude il Castle Lager Series con tre sconfitte su tre partite.

Sembrava fatta quando già era suonata la sirena dell’ultima: gli azzurri del rugby erano avanti 29-23 sulla Scozia al Lotus Versfeld Stadium di Pretoria nell’ultimo match del torneo Castle Lager Series che ha avuto luogo nelle ultime tre settimane in Sudafrica. Il destino però è stato più che beffardo con i ragazzi di Brunel che hanno subìto la metà decisiva dopo l’80’ con conseguente trasformazione e hanno perso anche la partita contro la Scozia dopo le due batoste contro Sudafrica (44-10) e Samoa (39-10).
30-29 per gli scozzesi dunque e un unico punto di distacco che per Parisse e compagni brucia molto più del -34 contro gli Spingbrocks o del -19 contro i samoani.

La partita di oggi era iniziata molto bene per gli azzurri, andati in vantaggio dopo un minuto con una meta dell’esordiente Sarto seguita dalla trasformazione di Di Bernardo. Al 7′ però è arrivato subito il pareggio con la marcatura di Scott e la trasformazione di Laidlaw. Altri sette minuti e Di Bernardo riesce a riportare l’Italia in vantaggio con un calcio di punizione, ma dopo appena sessanta secondi Lamont va in meta, Laidlaw trasforma per il 14-10 scozzese sugli azzurri. Sempre Laidlaw firma poi il 17-10 per i suoi con un calcio di punizione al 20′.
Al 32′ una meta tecnica per l’Italia, ottenuta dopo una serie di mischie ordinate, viene trasformata da Di Bernardo e gli azzurri riacciuffano il pareggio sul 17-17. Laidlaw prova a chiudere il primo tempo in vantaggio con una punizione al 37′, ma due minuti dopo Di Bernardo lo imita e le squadre vanno negli spogliatoi sul 20-20.

Al rientro in campo la Scozia mette a segno con il solito Laidlaw una punizione dopo soli 20 secondi, poi però non riesce più ad ottenere un punto per tutta la ripresa, almeno fino all’80’… Nel frattempo l’Italia pareggia al 43′ con una punizione di Di Bernardo, poi passa in vantaggio al 58′ sempre grazie al piede destro del 33enne mediano di apertura, che al 67′ trasforma anche il suo quinto calcio di punizione della partita portando l’Italia sul 29-23.

Allo scadere, però, ecco la beffa. Dopo un lungo forcing, la Scozia riesce ad andare in meta con Strokosh e Laidlaw non fallisce la trasformazione, consentendo così ai suoi di vincere la partita per 30-29, mentre agli azzurri non resta che mangiarsi le mani e beccarsi l’ultimo posto della classifica del Castle Lager Series.

I Video di Blogo