Messico drug war: fermato Jesus Alfredo Guzman, figlio del boss “El Chapo”

Le autorità messicane hanno arrestato il giovane Jesus Alfredo Guzman, figlio del ricco e temibile boss Joaquin “El Chapo” Guzman, capo del cartello di Sinaloa.

Le autorità messicane hanno messo a segno un duro colpo nei confronti del cartello di Sinaloa, il secondo gruppo di narcos più potente dopo quello dei Los Zetas. Jesus Alfredo Guzman Salazar, figlio del pericoloso e potente boss Joaquin “El Chapo” Guzman, è stato arrestato ieri mattina nello stato di Jalisco.

Il giovane, che si fa chiamare “El Gordo”, è considerato uno dei principali membri del cartello ed una delle figure chiave, insieme a suo padre, dell’intera organizzazione. Il suo arresto, questa è la speranza delle autorità locali, potrebbe essere il primo passo verso la cattura di “El Chapo”, ritenuto uno degli uomini più ricchi del mondo e latitante da anni.

Al momento della cattura, Guzman Salazar è stato trovato in possesso di due armi lunghe e due corte, quattro granate, 135 mila dollari americani, 295 mila pesos (circa 17 mila euro), due veicoli e carta d’identità che ha fugato ogni dubbio circa il suo nome e la sua famiglia di appartenenza. Con lui è finito in manette un altro membro del cartello, il 19enne Kevin Daniel Beltrán Ríos.

Via | La Verdad de Quintana Roo