Scherma | Elisa Di Francisca si conferma campionessa d’Europa e dedica la vittoria ad Alessia Polita

La jesina allenata da Giovanna Trillini ha bissato il successo di Sheffield 2011.

Cominciano positivamente gli Europei di Scherma 2013 in corso a Zagabria. Nella prima giornata è subito arrivato un oro nel fioretto individuale femminile e il bilancio sarebbe potuto essere ancora più positivo per l’Italia se non ci fosse stato uno scontro diretto tra azzurre nei Quarti. Elisa Di Francisca, campionessa  nel 2010 e vicecampionessa del mondo in carica, che agli Europei già aveva trionfato due anni fa a Sheffield, si è confermata la numero uno continentale vincendo l’oro dopo aver battuto in finale la russa Diana Yakoleva per 15-7.

La jesina ha voluto dedicare questa vittoria alla conterranea Alessia Polita, la motociclista che ha avuto un grave incidente sabato mattina a Misano Adriatico durante le prove del Campionato Italiano Velocità. Ecco le parole di Elisa:

“Avevo avvertito buone sensazioni sin dall’ultimo ritiro collegiale. È un successo molto importante per me. Non sarà l’oro olimpico ma è una vittoria che vale tantissimo. Non potevo sperare di avere viatico migliore viatico verso i Mondiali di Budapest in programma ad agosto. Dedico la vittoria ad Alessia Polita jesina come me!”

E al fianco di Elisa a festeggiare la vittoria c’è un’altra jesina, una delle più famose: Giovanna Trillini, che ora è maestro personale della campionessa olimpica in carica.
La Di Francisca nella prima giornata degli Europei ha superato la fase a gironi con cinque vittoria e una sola sconfitta, poi nel tabellone delle 32 ha eliminato la turca Karamete per 15-5, negli ottavi la francese Guyart per 15-9 e ai quarti si è trovata a rivivere la sfida che le è valsa l’oro olimpico, ossia l’assalto contro la sua compagna di squadra Arianna Errigo, battuta per 15-5. Poi in semifinale un altro successo sulla francese Thibus per 15-12 e infine il trionfo sulla russa Yakoleva.

Per quanto riguarda le altre azzurre, si sono fermate tutte ai Quarti. La Arrigo, dopo sei vittorie e nessuna sconfitta nel girone, ha vinto 15-2 sia contro la romena Boldor sia contro l’ungherese Katalin Varga, poi purtroppo si è ritrovata di fronte la Di Francisca.
Anche Carolina Erba ha superato la fase a gironi con sette vittorie, ha poi vinto 15-6 contro la belga Groslambert e 15-12 contro l’altra ungherese E. Varga, ma è stata infine sconfitta dalla tedesca Golubytskyi per 12-11 alla priorità.
Benedetta Durando, ottenute cinque vittorie e una sconfitta nel girone, si è imposta 11-10 sulla polacca Chlewinska, 15-14 sulla russa Korobeynikova, poi è stata eliminata 15-7 dalla francese Thibus.

Delusione nella spada maschile: gli azzurri Diego Confalonieri, Matteo Tagliariol, Paolo Pizzo ed Enrico Garozzo hanno tutti superato la fase a gironi rispettivamente con due, quattro, cinque e sei vittorie, poi Confalonieri è dovuto passare dal tabellone dei 128, vincendo 15-13 con il norvegese Torkildsen e venendo in seguito eliminato nel tabellone dei 64 dal russo Sukhov 15-12. Tagliariol ha superato il norvegese Ertzeid per 15-8 e l’estone Novosjolov 15-9, ma è stato poi fatto fuori agli ottavi dal francese Robeiri.
Pizzo ha superato il tabellone dei 64 battendo il norvegese Backer 15-11, ma ha perso nel tabellone dei 32 contro il russo Anokhin 15-12.
Garozzo è andato avanti fino ai quarti, vincendo prima con l’ucraino Karunchenko 15-11, poi con il polacco Cordeiro 15-8, ancora con il russo Anokhin 15-8 vendicando Pizzo, ma venendo infine eliminato dal francese Jerent a un passo dalla semifinale 15-13.

Elisa Di Francisca Campionessa d'Europa Zagabria 2013
Elisa Di Francisca Campionessa d’Europa Zagabria 2013 Elisa Di Francisca Campionessa d'Europa Zagabria 2013 Elisa Di Francisca Campionessa d'Europa Zagabria 2013 Elisa Di Francisca Campionessa d'Europa Zagabria 2013 Elisa Di Francisca Campionessa d'Europa Zagabria 2013 Elisa Di Francisca Campionessa d'Europa Zagabria 2013 Elisa Di Francisca Campionessa d'Europa Zagabria 2013

I Video di Blogo

Spot Pennelli Cinghiale 15sec