Attentati a Bruxelles: sterlina giù su accresciuti timori Brexit

Le vendite sulla sterlina sono state copiose, per ribassi superiori al punto percentuale sul biglietto verde e sull’euro.

di remar

Se le borse valori del vecchio continente non sono andate nel panico dopo gli attacchi terroristici di questa mattina a Bruxelles, il calo è moderato (Milano -1%), diversa è la situazione sul fronte valutario per la sterlina inglese che si deprezza pesantemente sia sul dollaro che sull’euro.

Le vendite sulla divisa britannica sono state copiose, per ribassi superiori a un punto percentuale sia sul biglietto verde che sull’euro. Nel primo pomeriggio il pound cala a 1.4220 dollari, dai 1.4350 di ieri, mentre il cambio con l’euro dagli 1,28 di ieri si attesta a 1,2671.

Il sentiment degli investitori è che un aumento dell’ostilità dell’opinione pubblica su immigrazione e profughi potrebbe far propendere l’elettorato inglese a favore della Brexit, cioè l’uscita dal Regno unito dall’Unione europea, al referendum che si terrà il 23 giugno prossimo. Una prospettiva del genere secondo molti analisti farebbe subire alla sterlina nuove svalutazioni.

Ultime notizie su Investire

Tutto su Investire →