Due euro o monete thailandesi? Occhio alla truffa

Federconsumatori invita tutti a prestare attenzione. Spesso invece dei due euro di resto i consumatori lamentano di aver ricevuto 10 bath thailandesi

Forse è meglio prestarci attenzione: 10 baht thailandesi valgono 25 centesimi e non due euro. Perché ve lo segnaliamo? Si sta verificando un brutto fenomeno, che sta danneggiando consumatori e commercianti. A lanciare l’allarme è stata anche Federconsumatori.

Sia a Roma sia a Napoli ci sono state molte segnalazioni alla Polizia di Stato, in cui ci si lamenta che delle monete da 10 baht del conio thailandese vengono scambiate per i nostri 2 euro. Ed è facile cadere in errore visto che sono molto simili. Così è avvenuto in alcuni supermercati, dove alcuni clienti hanno riscontrato tardivamente di aver preso come resto degli spiccioli dell’estremo oriente. Stessa cosa è avvenuta in zone turistiche della Capitale.

Il vicesegretario di Federconsumatori, Sergio Veroli, ha esortato a “stare molto attenti quando si fanno gli scambi di denaro e di valutare bene il resto, soprattutto in prossimità dei centri interessati da un grande afflusso di stranieri e turisti, perché è più facile che si verifichino truffe o errori“.