Cause contro le banche: boom a Milano

Cause boom contro le banche come ricordato dal presidente vicario della Corte d’Appello all’inaugurazione dell’anno giudiziario.

di remar

Cause contro le banche, è boom a Milano. Nel bel mezzo del caso obbligazionisti truffati dalle 4 banche italiane fallite e salvate con il bail in, fioccano nel capoluogo lombardo i procedimenti intentati contro gli istituti di credito e le società di intermediazione finanziaria che sono di numero rilevante come detto dal presidente vicario della Corte d’Appello Marta Chiara Malacarne nel suo intervento, ieri, all’inaugurazione dell’anno giudiziario.

In tutto sono 57 i procedimenti pendenti ha sottolineato il magistrato “oltre la metà dei quali prossimi alla definizione, aventi ad oggetto il tema di grande attualità della responsabilità fatta valere da singoli risparmiatori/investitori nei confronti di banche/promotori finanziari”.

A ciò si aggiungono anche i difetti di “informazione sulla adeguatezza degli investimenti rispetto alla qualifica dell’investitore (privato o operatore professionale), sia per la rischiosità dei prodotti proposti, sia per il difetto di causa in ipotesi di contratti derivati, per i quali il rischio non è bilanciato su entrambi i contraenti ma grava esclusivamente o prevalentemente sull’investitore”.

Ultime notizie su Banche

Tutto su Banche →