I cento latitanti più pericolosi d’Italia: Giovanni Strangio, il killer di Duisburg

Giovanni Strangio nasce il 03/01/1979 a Siderno (RC) ed è ricercato dal 2007 per concorso in omicidio plurimo, nei suoi confronti sono state diramate ricerche in campo internazionale per l’arresto a fini estradizionali.E’ cognato di Paolo Nirta, latitante arrestato pochi giorni fa nell’ambito dell’inchiesta sulla strage di Duisburg in Germania del 2007. Strangio, immigrato da

di fabio

Giovanni Strangio nasce il 03/01/1979 a Siderno (RC) ed è ricercato dal 2007 per concorso in omicidio plurimo, nei suoi confronti sono state diramate ricerche in campo internazionale per l’arresto a fini estradizionali.

E’ cognato di Paolo Nirta, latitante arrestato pochi giorni fa nell’ambito dell’inchiesta sulla strage di Duisburg in Germania del 2007. Strangio, immigrato da anni in Germania è residente a Kaarst dove curava gli interessi della famiglia, è considerato a sua volta uno dei maggiori responsabili di quella vicenda, chiamata ormai la “strage di Ferragosto” avvenuta, per l’appunto, alle 2.24 di notte del 15 agosto 2007 davanti al ristorante “Da Bruno” a Duisburg e che causò la morte di sei persone. Cinque di queste erano originarie del piccolo paese di San Luca, il che fece rivolgere immediatamente le indagini nell’ambito di un regolamento di conti all’interno della faida di San Luca iniziata nel 1991 tra le ‘ndrine Nirta-Strangio ed i Pelle-Vottari. La mattanza avvenne per vendicare l’assassinio di Maria Strangio, moglie del capo di società Gianluca Nirta, uccisa a colpi di kalashnikov e pistola nel Natale 2006.

Durante i funerali della cugina Maria Strangio, Giovanni Strangio si aggirava placido nei pressi della Chiesa madre – Santa Maria della Pietà – con una pistola infilata nella cintola. Fu arrestato e processato, patteggiò la condanna ad un anno e mezzo ottenendo la sospensione condizionale della pena, per cui venne scarcerato.

Curioso il fatto è che esistano ben due Giovanni Strangio, come si può leggere da Panorama, entrambi però coinvolti nella faida di San Luca, ma su versanti opposti. Il nostro fa parte dela clan Nirta-Strangio e latitante senza lasciare traccia. L’altro è fratello di Sebastiano Strangio, gestore del ristorante “Da Bruno” rimasto ucciso nella strage, ed è stato arrestato il 30 agosto 2007 con l’accusa di traffico di armi ed associazione mafiosa con la cosca Pelle-Vottari. Omonimi nemici.

Proprio pochi giorni fa ha rilasciato alcune dichiarazioni a Panorama dicendo:

Mi inginocchio e giuro di essere innocente dinanzi a Dio, al mondo intero e ai familiari delle vittime di questa orrenda strage. Ma credo che in questo momento le mie ragioni non interessino alla magistratura che deve dimostrare all’opinione pubblica internazionale, e soprattutto ai tedeschi, di risolvere velocemente il caso consegnando i colpevoli alla giustizia. Il fatto è che sono italiano, di San Luca e mi chiamo Strangio

Il sostituto procuratore Nicola Gratteri ha però voluto precisare che secondo le indagini:

Strangio è l’autore del massacro di Duisburg, tant’è che la montagna di accuse nei suoi confronti, lo induce a sottrarsi alla cattura anziché presentarsi e spiegare le sue ragioni

Un latitante accusato di omicidio che si dichiara innocente ed estraneo alle accuse, che però cerca in tutti i modi di nascondersi dalle autorità. Una garanzia.

Update: Giovanni Strangio è stato arrestato ad Amsterdam il 12 Marzo 2009

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →