La Grande Manovra: limite di cilindrata alle auto blu

Ridicolo articolo nella Manovra, esempio dell’ipocrisia della Casta


Nella burla della Manovra che non smettiamo di rileggerci per farci due risate, a noi romani, è molto piaciuta, fra le strepitoste rinunce della Casta, la pesante limitazione inferta alle autoblu, che sapete, qui dalle nostra parti spopolano come in nessun’altra città al mondo.

L’art.2 del testo recita imperativo: “La cilindrata delle auto di servizio non può superare i 1600 cc”. Capite? Ma è fantastico! Era questo il vero problema. La cilindrata! Mica il numero record di bacarozzi blu che prende ogni giorno in ostaggio la città facendo il cavolo che gli pare… Caspita che cambiamento. Mi ricorda la storia dei punti patente diversi.

Ovviamente dalla clamorosa riduzione, faranno eccezione le auto in dotazione al Capo dello Stato ai presidenti del Senato, della Camera e della Corte Costituzionale, al Presidente del Consiglio e “le auto blindate adibite ai servizi istituzionali di pubblica sicurezza”. Cioè chi resta? La Panda chi la prende?