Sciopero generale Cgil, il Pd in piazza con Bersani in testa. E Fioroni, Marini, Veltroni?

Il Pd parteciperà domani allo sciopero generale proclamato dalla Cgil. Lo ha annunciato, in una nota, il responsabile Economia del partito Stefano Fassina. “Il Governo Berlusconi – ha affermato – deve andare via per il bene del paese. Le mobilitazioni dei lavoratrici e dei lavoratori, dei pensionati e dei giovani per cambiare le scelte inique

Il Pd parteciperà domani allo sciopero generale proclamato dalla Cgil. Lo ha annunciato, in una nota, il responsabile Economia del partito Stefano Fassina. “Il Governo Berlusconi – ha affermato – deve andare via per il bene del paese. Le mobilitazioni dei lavoratrici e dei lavoratori, dei pensionati e dei giovani per cambiare le scelte inique e dannose del Governo vanno sostenute. Per questo, domani saremo allo sciopero generale indetto dalla Cgil”.

“Siamo ad un passaggio cruciale per l’Italia. Servirebbe – sostiene l’esponente Pd – un Governo autorevole, serio, in grado di unire le forze del Paese, distribuire in modo equo i necessari sacrifici ed introdurre riforme per lo sviluppo. Invece, abbiamo un governo allo sbando che continua ciecamente a scaricare sui lavoratori e le famiglie più in difficoltà e sulle classi medie interventi pesantissimi sul piano sociale e di corto respiro in termini strutturali”.

Pier Luigi Bersani aveva già annunciato che domani parteciperà alla manifestazione indetta dalla Cgil contro la manovra e in particolare sull’articolo 8 che intacca lo Statuto dei lavoratori. Il segretario del Pd scioglie ogni dubbio: “Ci sarò, ci saremo, con tutti quelli che criticano questa manovra perché ne comprendiamo le ragioni”. Chissà che diranno Fioroni, Marini, Veltroni e tutti quelli del “se”, “ma”?