Strage di Erba. Romano avrebbe affermato: “Ammazzare un uomo è come ammazzare un coniglio”

Clamorose affermazioni di Olindo Romano vengono fuori dalle notazioni di un agente di polizia penitenziaria. In esse si legge che Romano avrebbe voluto fare il kamikaze se fosse uscito di carcere: “cosi’ se muoio anch’io nessuno mi può condannare”. Quel 18 giugno il recluso avrebbe anche chiesto alla biblioteca carceraria un libro contenente le istruzioni

Clamorose affermazioni di Olindo Romano vengono fuori dalle notazioni di un agente di polizia penitenziaria. In esse si legge che Romano avrebbe voluto fare il kamikaze se fosse uscito di carcere: “cosi’ se muoio anch’io nessuno mi può condannare”. Quel 18 giugno il recluso avrebbe anche chiesto alla biblioteca carceraria un libro contenente le istruzioni per fabbricare ordigni, ma non gli fu concesso. Parlando con altri detenuti avrebbe invece detto: “visto come va il mondo avrei fatto volentieri parte delle Brigate Rosse”. E avrebbe aggiunto quella che è di certo la frase più sconcertante: “per chi non l’ha mai fatto, ammazzare un cristiano appare incomprensibile mentre invece e’ come sgozzare un coniglio”. E’ davvero questo ciò che ha accaduto? Ha ucciso 4 conigli quel giorno a Erba? Si attendono conferme o smentite.

Via | AGI News on

Ultime notizie su Strage di Erba

Tutto su Strage di Erba →