Luxottica: pronte 600 assunzioni, patto generazionale al via

Luxottica lancia il “patto generazionale” tra dipendenti, per la prima volta introdotto in Italia nel settore privato.

di remar

Luxottica firma il patto generazionale per lo svecchiamento del personale e l’assunzione di giovani. Il gruppo italiano, colosso mondiale dell’occhialeria, prima azienda del Belpaese per il fatturato realizzato con le sue lenti e montature, ha stretto un accordo con i sindacati sul nuovo contratto integrativo aziendale destinato ai 10.000 dipendenti italiani che lavorano negli stabilimenti produttivi di Agordo (Bl), Cencenighe (BL) Sedico (Bl), Pederobba (Tv), Rovereto (Tn), Lauriano (To) e a Milano.

Il contratto stabilisce che Luxottica si impegna ad assumere 600 lavoratori a tempo indeterminato, la maggior parte dei quali non saranno però pescati all’esterno ma tra i giovani che operano in una delle sedi italiane del gruppo con contratti a tempo determinato e che andranno a sostituire chi è alle soglie della pensione.

L’intesa, che copre un periodo che va dal primo dicembre 2015 all’1 dicembre 2018, va a integrare il Ccnl Occhialeria con misure relative agli aspetti economici e di organizzazione del lavoro, ma anche di valorizzazione del talento giovanile, di tutela dei dipendenti vicini alla pensione e per il miglioramento generale delle condizioni dei lavoratori.

A calamitare di più l’attenzione è però il patto generazionale tra dipendenti che per la prima volta viene introdotto in Italia nel settore privato con le previste seicento assunzioni di giovani lavoratori a tempo indeterminato, ma attenzione, non si tratta della trasmissione ereditaria dai padri ai figli che è inapplicabile. Sarà anche introdotto un sistema di orari alla cui base c’è la contrattazione e la responsabilizzazione delle Rsu.

I Video di Blogo