Omicidio misterioso a Lodi; trovato morto Giuseppe Dedè contabile della curia vescovile

Quello di mercoledì sera 13 febbraio è stato il canto del cigno di un uomo che ha condotto una vita irreprensibile fino a che qualcuno non ha deciso di stroncare la sua esistenza. Gli ingredienti sono quelli della più classica delle cronache di provincia. Lui, ragioniere in pensione della Banca San Paolo e contabile della

di gaetano

Quello di mercoledì sera 13 febbraio è stato il canto del cigno di un uomo che ha condotto una vita irreprensibile fino a che qualcuno non ha deciso di stroncare la sua esistenza. Gli ingredienti sono quelli della più classica delle cronache di provincia.

Lui, ragioniere in pensione della Banca San Paolo e contabile della curia, alle 23.00 lascia la parrocchia dove aveva partecipato alle ultime prove di canto per i cori di Pasqua. Da quel momento in poi cala il buio. La moglie, all’alba, ormai disperata avvisa le forze dell’ordine che immediatamente agganciano il cellulare di Dedè. Lo rintracciano in un campo abbandonato e lo trovano nel bagagliaio della sua auto, sotto due copertoni ed un sacco dell’immondizia. L’autopsia ci dirà come è morto.

Per ora le ipotesi sono strangolamento o ferita mortale. Una terza pista; gli aggressori hanno prima ferito gravemente Dedè e poi sarebbero passati ripetutamente sopra il suo corpo con l’automobile. Solo successivamente, avrebbero trasportato il corpo dove le forze dell’ordine lo hanno ritrovato. Buio sul movente.

Fonti: Cronaca Qui, Libertà

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →