Stop ai lavori della Metro C. Roma sempre più lontana dall’Europa

A fine giugno si fermeranno – per almeno 18/24 mesi, come comunicato dal Campidoglio – i lavori della Metro C. Uno stop previsto dal cronoprogramma, secondo la Giunta capitolina; dovuto invece ai tagli dei finanziamenti da parte del Governo, e agli enormi ritardi nell’erogazione dei finanziamenti stessi, secondo i sindacati.Sta di fatto che il consorzio

di sara10

A fine giugno si fermeranno – per almeno 18/24 mesi, come comunicato dal Campidoglio – i lavori della Metro C. Uno stop previsto dal cronoprogramma, secondo la Giunta capitolina; dovuto invece ai tagli dei finanziamenti da parte del Governo, e agli enormi ritardi nell’erogazione dei finanziamenti stessi, secondo i sindacati.

Sta di fatto che il consorzio che opera nel cantiere ha avviato, comunicano i sindacati, il licenziamento di 186 operai e il fatto che i lavori della metro C siano bloccati ancor prima di arrivare al Colosseo sa tanto di ennesima beffa politica all’italiana.

Soprattutto perché Roma ha linee metro inadeguate rispetto alle sue dimensioni e al suo ruolo di capitale europea. Basta fare il confronto con una qualsiasi altra metropoli del continente. La “piccola” Vienna ad esempio: sei linee di metro per una città di neanche due milioni di abitanti.

Oppure, per crescere di dimensioni, di Madrid (3.3 milioni di abitanti) e infine Berlino (3 milioni e mezzo) senza parlare neanche di Parigi e Londra. Perché Roma, che è la città più popolosa d’Europa, ha solo due linee di metro?

Perché non riesce nemmeno a ultimare la terza (nonostante abbia previsto una metro D)? Per non parlare delle condizioni (a livello di pulizia e di stato delle carrozze) in cui versa la linea B.

Non so voi, ma io ogni volta che scendo in una stazione metro all’estero rimango sempre stupita dall’olezzo profumato che ti arriva in faccia quanto i convogli spostano l’aria (mi è capitato recentemente a Madrid e Vienna, tanto per fare nomi). E ho detto tutto.

Per il resto, non so come si evolverà la notizia di questo “stop”, ma subodoro tanto la figuraccia internazionale. Voi cosa ne pensate?

Foto | Flickr