Alemanno pronto a cambiare la statua di Giovanni Paolo II

“Non sta al sindaco fare il critico d’arte. La nostra sovrintendenza aveva ascoltato tutti i pareri delle autorità, anche religiose. Ora ascolteremo la parola della gente. Se le persone non si identificassero nella statua allora magari qualche cambiamento potrebbe essere fatto”. Non deve essere passata inosservata la pioggia di insulti e critiche dei cittadini all’indirizzo


“Non sta al sindaco fare il critico d’arte. La nostra sovrintendenza aveva ascoltato tutti i pareri delle autorità, anche religiose. Ora ascolteremo la parola della gente. Se le persone non si identificassero nella statua allora magari qualche cambiamento potrebbe essere fatto”. Non deve essere passata inosservata la pioggia di insulti e critiche dei cittadini all’indirizzo della nuova statua di Giovanni Paolo II a Termini se oggi, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha di fatto ammesso che l’opera di Rainaldi potrà subire dei “cambiamenti”

Alemanno ne ha parlato questo pomeriggio in un’intervista a Radio Vaticana. Il “politichese” era d’obbligo ed un “mea culpa, mea grandissima culpa” non è arrivato. Ma le parole del sindaco potrebbero essere tradotte così: la sostituzione della statua non è più un tabù. D’altro canto se persino l’Osservatore romano ha criticato l’opera, se il cardinal Vicario di Roma, Agostino Vallini, l’ha definita, in “vaticanese”, un’ “originalissima rappresentazione del Papa” (traduzione, non gl’è piaciuta…), e se infine anche i Papa Boys oggi hanno espresso “perplessità di fronte all’inadeguatezza della statua”, allora vuol dire proprio che quest’opera va cambiata, ed in fretta. Onde evitare una nuova figuraccia con i cittadini.

Forse Alemanno, come gli piace fare ultimamente, ricorrerà ad un sondaggio per capire cosa ne pensa la gente. Ma il web è già pieno di indagini d’opinione on line. Anche noi di 06blog ne abbiamo realizzato uno ed il risultato è stato che la statua di Rainaldi “fa schifo” al 70% dei lettori. Tu hai votato? In caso puopi farlo qui!