Il mendicante col palmare

Ancora un mendicante che mentre chiede l’elemosina per strada, naviga col suo smartphone o palmare


Come avevamo scritto ieri, non c’è limite alle cose assurde che si vedono in giro per Roma. La febbre del cellulare ultima generazione non contagia solo gli autisti dei bus, ma anche i poveri (?) mendicanti.

Guardate questo barbone a Largo Agentina (lo riconosco pure, è l’invisibile con i cani sciolti). E’ seduto comodamente sulle porte del teatro. Un cartello di cartone recita “Un po’ di aiuto, grazie”. Ma non esagera con le richieste, è intento a sfogliare con i polpastrelli il suo elegantissimo telefono palmare (potrebbe essere anche un mini tablet).

Ha perfino l’utile custodia al collo. In effetti è un oggetto da conservare con cura. Non è la prima volta che mi capita di vedere mendicanti che parlano al cellulare, ma questo ha il fascino di fare le sue configurazioni con una nonchalance invidiabile. Sono sicuro che qualche euro alla fine l’ha rimediato. Così può pagarsi una tariffa migliore per le connessioni…

Chiede l\'elemosina mentre naviga col cellulare
Chiede l\'elemosina mentre naviga col cellulare
Chiede l\'elemosina mentre naviga col cellulare