Appello di Mastella alla sinistra: costituiamo un Comitato di liberazione nazionale

Un Comitato di liberazione nazionale composto da tutti i partiti rimasti fuori dal Parlamento contro l’ipotesi di soglia di sbarramento alle europee. E’ quanto propone il leader dell’Udeur in un’intervista al “Riformista” in edicola domani. “Mettiamoci insieme, – è l’appello dell’ex ministro della giustizia alla sinistra – superiamo il quorum e blocchiamo questa mossa ai

Un Comitato di liberazione nazionale composto da tutti i partiti rimasti fuori dal Parlamento contro l’ipotesi di soglia di sbarramento alle europee. E’ quanto propone il leader dell’Udeur in un’intervista al “Riformista” in edicola domani. “Mettiamoci insieme, – è l’appello dell’ex ministro della giustizia alla sinistra – superiamo il quorum e blocchiamo questa mossa ai limiti della democrazia”.

Secondo Mastella, inseguire l’idea del bipartitismo ed eliminare tutti gli altri in mezzo “fa male al Pd”. Perchè, spiega il numero uno dell’Udeur a Veltroni “al nord, con la Lega , la partita non sarà mai Pd contro Pdl. Lì il centrodestra giocherà sempre con l’uomo in più”. È al sud, invece, a suo avviso, “che si gioca la vera partita, quella uno contro uno”. E il Pd, per Mastella, “non ce la fa comunque da solo, perchè non recupera al centro. Ha bisogno di mettersi in coalizione”.

Su Berlusconi, l’ex Guardasigilli è più ottimista: “Diventando il presidente del Consiglio di tutti è più facile diventare il presidente della Repubblica di tutti”, dice interpretato la strategia del dialogo avviata dal premier. “Come l’attore, che recita una volta da tragico un’altra da comico, – aggiunge – Berlusconi ha deciso che è il momento di fare il serio: basta corna, basta barzelletta”. Ma quanto durerà?, si chiede Mastella.