Velletri: ucciso carabiniere in pensione

E’ morto a causa di numerose coltellate Sergio Giuseppe Martin, 62enne, carabiniere in pensione, residente a Velletri, vicino Roma. Ad accorgersi dell’accaduto sono stati alcuni condomini, che hanno sentito delle grida provenire dalla strada ed hanno allertato le forze dell’ordine. A compiere l’omicidio è stato un ex poliziotto dei Nocs, 45 anni, affetto da problemi

E’ morto a causa di numerose coltellate Sergio Giuseppe Martin, 62enne, carabiniere in pensione, residente a Velletri, vicino Roma.

Ad accorgersi dell’accaduto sono stati alcuni condomini, che hanno sentito delle grida provenire dalla strada ed hanno allertato le forze dell’ordine.

A compiere l’omicidio è stato un ex poliziotto dei Nocs, 45 anni, affetto da problemi psicologici e sotto effetto di stupefacenti. Non c’è un vero e proprio movente, si parla di raptus provocato dalle condizioni mentali instabili dell’uomo.

Martin è stato ucciso mentre stava rientrando a casa insieme alla moglie ed al figlio di 16 anni: ha lasciato la famiglia sotto casa e si è diretto in una garage vicino per parcheggiare l’automobile quando all’improvviso è stato aggredito ed ucciso.

Dopo essere stato trovato in possesso del coltello usato per l’omicidio, l’ex poliziotto è stato immediatamente arrestato.

I conoscenti e la famiglia della vittima non riescono ancora a capacitarsi dell’accaduto: sembra infatti che l’ex poliziotto avesse pessimi rapporti con tutto il vicinato tranne che con Martin.

Ma forse c’è proprio poco da indagare e trovare possibili motivazioni: come è sempre più frequente si tratta di un gesto folle eseguito da una mente instabile che in quanto tale non dovrebbe restare in stato di libertà.

Purtroppo come ben sappiamo l’incapacità di intendere e di volere non viene considerata aggravante ma attenuante.

I Video di Blogo

Video, proteste a Milano: il piccolo (ma rumoroso) corteo in Corso Buenos Aires