Romano Prodi parla: “Italia bastonata perchè il governo è debole”

Ogni tanto ritornano, succede anche a Romano Prodi. L’ex premier coglie l’occasione per fare gli auguri (cui anche noi ci associamo) al nuovo direttore de l’Unità Claudio Sardo e intervenire sull’attualità politica. Dice l’ex leader dell’Ulivo: “L’allarme per l’attacco della speculazione contro l’Italia si inserisce nel contesto della crisi dell’Europa, ma se in questo quadro

Ogni tanto ritornano, succede anche a Romano Prodi. L’ex premier coglie l’occasione per fare gli auguri (cui anche noi ci associamo) al nuovo direttore de l’Unità Claudio Sardo e intervenire sull’attualità politica.

Dice l’ex leader dell’Ulivo: “L’allarme per l’attacco della speculazione contro l’Italia si inserisce nel contesto della crisi dell’Europa, ma se in questo quadro l’Italia ha preso «la bastonata più forte» è perché lo scossone europeo ha coinciso con un momento di grande debolezza e di fortissime tensioni interne al governo italiano”.

Poi Prodi difende il sistema bipolare e il maggioritario criticando duramente la legge elettorale, confermando il suo giudizio sul “porcellum”.

Tutto bene? Così così. Quante leggi poteva cambiare il centro sinistra al governo e non lo ha fatto? Resta d’attualità il gioco di lanciare il sasso e ritirare la mano, o peggio. Con un Pd che predica bene ma razzola male, come col conflitto d’interessi e l’abolizione delle province. Non basta più essere “meno peggio” di Berlusconi per ottenere consenso. Capito, Romano?