Governo, maggioranza ok alla Camera. Berlusconi gongola. Mentre i pensionati …

Come previsto, il governo incassa la maggioranza alla Camera e Silvio Berlusconi gongola per il voto di fiducia (317 sì contro 293 no) al dl sviluppo. Diverse le assenze, specie nelle file di Fli. Ovvio che il Parlamento dei “nominati” e delle “compravendite” nel chiuso di Montecitorio regge. Ma la maggioranza nel Paese non c’è

Come previsto, il governo incassa la maggioranza alla Camera e Silvio Berlusconi gongola per il voto di fiducia (317 sì contro 293 no) al dl sviluppo. Diverse le assenze, specie nelle file di Fli.

Ovvio che il Parlamento dei “nominati” e delle “compravendite” nel chiuso di Montecitorio regge. Ma la maggioranza nel Paese non c’è più. Berlusconi e Bossi sono solo preoccupati di tirare avanti fino all’ultimo goccio di benzina, con il Governo in balia di se stesso, con il Paese alla deriva, in attesa della prossima mazzata di una nuova manovra di 40 miliardi, addirittura prima delle ferie estive.

Nel Palazzo e dintorni festeggiano. Fuori, meno. Non solo i giovani senza lavoro, non solo i precari.

I dati 2009 Istat e Inps sulle pensioni parlano da soli: il 46,5% dei pensionati riceve meno di mille euro al mese, con un 14,7% che riceve un trattamento inferiore a i 500 euro. Il gruppo piu’ numeroso di pensionati (5,3 milioni di persone, il 31,8% del totale) riceve una o piu’ prestazioni per un importo medio totale mensile compreso tra 500 e 1.000 euro. Bene. Grasso che cola. Avanti così.