Video: il raduno di Pontida e il “casus belli” di Matteo Salvini

Scontro tra Alemanno e Salvini e una nuova traduzione di “casus belli”

di bruno

Non c’è niente da fare, i leghisti non deludono mai. L’ultima perla è opera di Matteo Salvini. Collegato con lo speciale del Tg La7 da Pontida, il nostro compie un piccolo errore. Mentana gli chiede se il problema dei ministeri al Nord possa rappresentare un casus belli per la coalizione di centrodestra. Salvini, con grande decisione, risponde che

“Ma sa che mi interessa poco onestamente? Quanti….quanti belli quanto grandi e quanto splendenti siano i ministeri a Roma onestamente mi interessa molto poco.”

L’intellettuale Salvini (che qualche tempo fa venne beccato mentre cantava “Senti che puzza, scappano anche i cani, stanno arrivando i Napoletani!”) ha qualche altra cartuccia da sparare. Se guardate tutto il video, ad un certo punto, per difendere la necessità di portare alcuni ministeri al Nord (definita una “boiata” da Alemanno, in studio con Mentana), il caro Matteo espone una teoria molto interessante:

La boiata è un termine che non mi piace e avere un po’ di potere, qualche authority, l’autorità della Borsa, una rete Rai…insomma portar via qualcosa di quello che Roma si è portata a casa in cinquant’anni non mi sembra che sia una bestemmia o un reato.”

Avete capito? Sono vent’anni che la Lega continua a dire “Secessione”, “il Nord è la parte migliore del paese”, “noi siamo diversi, noi siamo contro Roma Ladrona” e poi si sono ridotti come dei democristiani qualsiasi, attaccati alla poltrona e interessati solo a qualche authority e una rete Rai. Povera Lega, che brutta fine hai fatto.

I Video di Blogo.it