Veritometro: Pisapia e la giunta con il 50 per cento di donne

Dopo la promessa smentita su Tabacci-doppi incarichi, eccone una mantenuta (50% di donne in giunta): 1-1 e palla al centro tra Pisapia e il veritometro

“Avremo donne e uomini presenti in misura eguale al governo della città”


Giuliano Pisapia. 14 febbraio 2011

Scopri perchè dopo il salto

Oggi il consiglio comunale di Milano si riunirà per la seduta inaugurale dopo le elezioni, e per la prima volta in diretta streaming sul sito del comune e su maxischermi nelle piazze adiacenti a Palazzo Marino. Una buona occasione per tornare sulle promesse elettorali del neo-sindaco Giuliano Pisapia.

Il “basta doppi incarichi” sbandierato come un segno di discontinuità anche dopo l’elezione è stato smentito dall’assessorato dato al parlamentare Udc Bruno Tabacci, come non ha mancato di notare polisblog in un recente veritometro.

Un’altra promessa, che risale almeno allo scorso febbraio, è invece stata mantenuta:

«Milano è governata da una donna sola con troppi uomini intorno. Noi avremo donne e uomini presenti in misura eguale al governo della città e delle municipalizzate»

Per le municipalizzate credo che sia ancora un po’ presto per giudicare. La giunta milanese, invece, è effettivamente composta da un 50% di donne, come promesso. Sono ben sei su dodici infatti gli assessori donna, come mostrato nelle foto pubblicate sul profilo Facebook del sindaco.


Il minimo che un sindaco possa aspettarsi dalla blogosfera politica italiana è uno scrutinio attento delle sue promesse elettorali. Dopo la scivolata Tabacci-doppi incarichi, ecco una promessa mantenuta: 1-1 e palla al centro tra Giuliano Pisapia e il veritometro di polisblog.