Brunetta come Red Ronnie: dopo le offese ai precari ministro sotto assedio su facebook

Brunetta ne combina un’altra: insulta i precari, ovvero i milioni di lavoratori sfruttati che tengono in piedi l’Italia

Sembra passato tanto tempo, eppure sono solo poche settimane che raccontavamo della crisi di nervi di Red Ronnie, amico e consulente di Letizia Moratti finito sotto accusa nel mondo del web e dei social network per le false accuse a Giuliano Pisapia. Evidentemente non deve avere imparato la lezione l’ipertecnologicizzato ministro antifannulloni Renato Brunetta.

Dopo gli insulti a tutti durante l’ultima puntata di Anno zero ieri Brunetta rispondeva alla contestazione di alcuni precari con “siete l’Italia peggiore”, impedendo loro di parlare e andandosene via dalla terza edizione della “Giornata Nazionale dell’Innovazione” organizzata a Roma. Parole incredibilmente offensive per quello che è uno dei mali maggiori del nostro tempo che coinvolge e riguarda milioni e milioni di persone, soprattutto giovani da alcuni anni affacciati sul mondo del lavoro.

La risposta del popolo del web non si è fatta attendere: dopo un tam tam durato tutta la mattina è partito l’assalto alla pagina facebook del ministro, storia che in poche ore sta assumendo i tratti di quello che accadde con l’incauto Red Ronnie: numero di fan della pagina che aumenta vertiginosamente (al momento se ne contano quasi 74000) e il ministro (o chi per lui) in evidente crisi di nervi che continua a cancellare commenti e post pieni di insulti e derisioni.

D’altra parte come dare torto ai milioni di lavoratori precari che si sentono dare dell’Italia peggiore da uno stipendiato a vita come il ministro?

I Video di Blogo