Internet e tv: perché la destra non sa comunicare?

Grazie al Giornale, sfatiamo il mito della sinistra che occupa la televisione, l’editoria e i giornali in modo subdolo e fraudolento, quasi con la violenza. La realtà, molto più banale


Dopo il flop di Sgarbi ci chiedevano Ma perché la destra non sa usare la tv? Forse per rispondere al nostro quesito o più verosimilmente per affrontare un problema che attanaglia le menti degli strateghi del Pdl, Il Giornale ci fornisce qualche indicazione – da destra – per risolvere l’enigma. Secondo Marcello Foa il centrodestra non sa proprio comunicare, né con la televisione né con internet, a tutto beneficio della sinistra.

… l’Italia in questi anni è andata a destra, ma Berlusconi non ha mai saputo – e forse nemmeno voluto – creare un’élite culturale di destra, capace di contrastare sia in televisione che nei giornali e nelle case editrici lo strapotere della sinistra. Perché in vent’anni non è emerso un solo volto televisivo di destra capace di reggere una trasmissione in prima serata, come fa Floris? Non avendo costruito una nuova élite culturale e non essendo stato capace di preservare la grande tradizione liberale del Giornale di Montanelli, Bettiza, Piovene, Zappulli, Aron, il centrodestra ha di fatto regalato quel mondo alla sinistra. E oggi ne paga le conseguenze, lasciando tutto un mondo in mano agli altri.

Quindi, anche grazie al Giornale, sfatiamo il mito della sinistra che occupa la televisione, l’editoria e i giornali in modo subdolo e fraudolento, quasi con la violenza. La realtà, molto più banale, è che a destra c’è il vuoto. Un vuoto culturale non fisiologico ma probabilmente frutto di un approccio inadeguato del leader maximo.

I leader del centrodestra da un lato non sanno più proporre i messaggi necessari per entrare in sintonia con i cittadini, sembrano aver perso il tocco magico. Dall’altro non sanno usare internet e i social network. … Il volano garantito da Santoro e affini, Travaglio, Repubblica, le radio serve a rendere universale il messaggio e davvero completa la comunicazione. E la destra? Ha ripetuto i soliti slogan, mandato in tv i soliti politici, a cui la gente crede sempre meno associandoli a un’immagine perdente. Su internet è estremamente lacunosa.

Speriamo che Silvio e i suoi silvietti si leggano l’articolo di Foa prima di tornare a esternare sul diabolico connubio tra sinistra e televisione.