Falso cieco da oltre 30 anni smascherato per una multa

“La fortuna è cieca” si dice, ma la jella a volte ci vede benissimo. Chissà che non sia questo ciò che ha pensato il falso cieco spezino che è stato smascherato per una banale contravvenzione. Sì, perché alla richiesta di esibire la patente, lui non ha potuto: per lo stato era non vedente da 30

“La fortuna è cieca” si dice, ma la jella a volte ci vede benissimo. Chissà che non sia questo ciò che ha pensato il falso cieco spezino che è stato smascherato per una banale contravvenzione. Sì, perché alla richiesta di esibire la patente, lui non ha potuto: per lo stato era non vedente da 30 anni, con una bella pensione di invalidità di 800 euro ricevuta dopo aver lavorato per 25 anni come centralinista all’Inps, con posto riservato agli invalidi. Proprio non poteva averla la patente, ma questo non gl’impediva di andare in giro con la sua Ape Piaggio. Almeno fino a che non ha rimediato una multa e il suo castello di menzogne è crollato. Ai carabinieri, che nulla sospettavano, il 72enne ha raccontato di non avere mai conseguito la patente perché sino a poco tempo prima non richiesta dalla legge. Il suo fare nervoso però ha insospettito i militari, che hanno aperto un fascicolo e indagando hanno scoperto la magagna. Da lì alla denuncia per truffa aggravata ai danni dello stato il passo è stato immediato.

Per l’anziano forse non si schiuderanno le porte del carcere, vista l’età, ma sarà sicuramente interessante seguire la vicenda. Chi sono tutti quelli che gli hanno retto il gioco? E’ il caso di dirlo: li vorremmo davvero vedere.

Via | Virgilio notizie