Ping Pong: botte (e risposte) della giornata politica

Leggi e commenta la Top NewsEmergenza rifiuti. “Tregua armata” tra Governo e comitati. Altolà del Pd. “Contrordine” di Veltroni: “Sì al rispetto delle leggi ma no all’uso della forza”. Anche il ministro Maroni frena: “Nella vicenda rifiuti l’esercito non va impiegato con funzioni di ordine pubblico: basta la polizia”. Deciso Silvio Berlusconi: “Nessun passo indietro.

Leggi e commenta la Top News

Emergenza rifiuti. “Tregua armata” tra Governo e comitati. Altolà del Pd. “Contrordine” di Veltroni: “Sì al rispetto delle leggi ma no all’uso della forza”. Anche il ministro Maroni frena: “Nella vicenda rifiuti l’esercito non va impiegato con funzioni di ordine pubblico: basta la polizia”. Deciso Silvio Berlusconi: “Nessun passo indietro. Altrimenti, addio Stato”.

Il nostro commento. Se “Parigi val bene una messa” Chiaiano vale la credibilità di Berlusconi e del suo governo ma anche quella di Veltroni e del Pd. Il Premier sa che se davanti alle discariche o sulle “barricate” la situazione dovesse degenerare facendosi “scappare il morto”, allora la luna di miele fra lui e il paese salterebbe in un attimo. Ma c’è l’altra faccia della medaglia.“Se vogliamo fare la Tav, il Ponte sullo stretto, il nucleare, la base di Vicenza Dal Molin – ha chiosato il leader del Pdl – la discarica di Chiaiano diventa decisiva. Non si può mollare”. Sul fronte dell’opposizione è bastato un doppio brusco richiamo di Massimo D’Alema contro l’uso della forza, per l’immediata virata di Veltroni. Il Pd vacilla. Da domani non saranno più tollerati blocchi stradali e proteste violente. Dove sono le istituzioni? Dove sono i partiti? E i sindacati? Le intercettazioni della procura di Napoli dimostrano la longa manus della camorra. Duemila uomini in assetto antiguerriglia sono pronti a entrare in azione per espugnare Chiaiano. Ma se allo stato rimane solo l’uso dei manganelli e dei moschetti, per il governo sarà una vittoria di Pirro e per il Paese una nuova debacle. Comunque in mezzo alla “monnezza” si definiscono i rapporti di forza fra governo e opposizione, fra governo e No global, fra comitati, popolo della sinistra e Pd. Nei confronti di chi non rispetta le regole non si può legittimare il lassismo Ma chi non le ha rispettate per primo? Lo Stato deve avere il volto pulito dei poliziotti ma deve restare lo Stato dei cittadini. Ci vuole decisione ma anche umiltà. E credibilità. Via le barricate ma via i responsabili dello sfascio. Non è solo la guerra della monnezza. Napoli deve essere italiana come Milano. L’ora della verità è vicina.

Altero Matteoli: “Bisogna sciogliere i Comuni che si oppongono all’apertura delle discariche”. Il ministro delle Infrastrutture ha anche detto che: “L’alternativa alle discariche e ai termovalorizzatori è la morte della Campania”.

Ignazio La Russa: “ Le Forze armate saranno utilizzate solo per attività di presidio, non per il mantenimento dell’ordine pubblico”.

Franco Roberti, coordinatore della Direzione distrettuale antimafia di Napoli: “Nella protesta di Chiaiano ci sono diverse realtà, sia frange vicino alla camorra che quelle vicine al dissenso violento più estremista”.

Daniele Palumbo, sindaco di Mugnano: “Si vedrà finalmente, con la perizia di domani, che abbiamo ragione noi nell’affermare che è impossibile utilizzare la cava. I tecnici dimostreranno questo”.

Antonio Di Pietro: “Piaccia o non piaccia, i rifiuti a Napoli o ovunque si trovino, devono essere smaltiti. Noi dell’Idv appoggiamo le scelte del governo di fare pulizia”.

Lorenzo Cesa: “L’intesa siglata tra Bertolaso e gli amministratori dimostra che quella intrapresa è la strada giusta”.

Antonio Rungi: “Come teologo mi sono fatto promotore per una “settimana di preghiera”. Tutte le suore sono mobilitate per sostenere l’azione di Bertolaso”.

Emma Mercegaglia: “L’emergenza rifiuti non riguarda solo Napoli ma tutto il Paese. Gli imprenditori chiedono il dialogo con le popolazioni locali ma anche la fermezza. Lo Stato faccia lo Stato riprendendo il controllo del territorio. Siamo contro il lassismo nei confronti di chi non rispetta le regole”.

I Video di Blogo