Basket playoff Serie A: impresa Roma a Cantù, si va a gara 7

Gli uomini di Calvani espugnano il Pianella e conquistano il punto del 3-3 nella serie di semifinale. La sfida decisiva si giocherà giovedì al PalaTiziano.

Ancora una gara 7. Dopo quelle dei quarti di finale, anche la serie tra Cantù e Roma andrà alla sfida decisiva, in programma giovedì al PalaTiziano. I capitolini compiono l’impresa, vincono per 74-69 al Pianella e pareggiano la semifinale sul 3-3. E’ Phil Goss l’uomo del match: chiude con 17 punti, ma sono tutti suoi i canestri decisivi nei minuti finali. Determinante anche Lawal (16 punti), mentre i padroni di casa non trovano più la via del canestro nel momento decisivo.

A differenza delle precedenti cinque gare, la squadra di Trinchieri non riesce a scappare in avvio, con gli ospiti più aggressivi, anche se già con il bonus raggiunto dopo 4 minuti. L’equilibrio si sblocca nella seconda parte del primo quarto: Lawal sbaglia una schiacciata, la Lenovo punisce con le triple in serie di Ragland e Mazzarino. Il capitano brianzolo replica dall’arco in avvio di secondo periodo, portando i suoi sul +8 (22-14 all’11’).

D’Ercole sblocca i capitolini dall’arco, segna altri due canestri difficili e Roma piazza un parziale di 14-4, concluso dal lay-up del sorpasso di Jones (26-28 al 15′). Pur in condizioni migliori delle precedenti sfide, Datome perde palla e commette fallo in attacco, permettendo ai padroni di casa il controsorpasso (38-35 al 20′), con un Mancinelli molto attivo. La squadra di Calvani parte forte nella ripresa, trova il sorpasso e non si fa staccare, nemmeno dopo un tecnico contro l’allenatore.

La gara avanza punto a punto, anche se gli ospiti sprecano più di un’occasione per allungare, con tanti errori di Lawal sotto i tabelloni, così il tabellone dice 55-55 a 6′ dalla fine, mentre Ragland e Jones sono gravati di 4 falli. Goss e Lawal portano i suoi a +4, allungando fino al +7 (57-64 al 37′) con un gioco da tre punti dell’ex play di Varese, che costa la quinta penalità per Ragland. Tabu mette la tripla, Goss ricaccia indietro Cantù con un canestro incredibile dall’arco. Le ultime speranze brianzole sono firmate da Leunen e Tyus, ma Goss risponde in penetrazione e si va a gara 7.

Domani sera si gioca gara 6 tra Siena e Varese, con il secondo match point per la squadra toscana. E proprio la Montepaschi è stata protagonista del caso di giornata: Bobby Brown e Daniel Hackett sono stati squalificati nel tardo pomeriggio, non potendo convertire lo stop in ammenda, perché recidivi. Immediate polemiche, ricorso toscano, parzialmente accolto in serata: i due giocatori sono stati solo deplorati e saranno in campo al PalaEstra.

Foto sito Roma