Giro del Delfinato 2013: Edvald Boasson Hagen ha vinto la terza tappa. Elia Viviani quinto

David Veilleux è ancora in Maglia Gialla.

Il campione norvegese del team Sky Edvald Boasson Hagen ha vinto la terza tappa del Giro del Delfinato 2013 trionfando nello sprint finale e bruciando in volata Michael Matthews dell’Orica GreenEDGE, secondo, e Gianni Meersman dell’Omega Pharma – Quick Step. Elia Viviani è arrivato quinto nonostante le difficoltà nello sprint in cui è stato bloccato un po’ da Sylvain Chevanel che ha penalizzato notevolmente anche il campione francese Nacer Bohuanni.
La classifica generale per ora resta invariata, David Veilleux è sempre primo a 1′ 57″ dagli altri, ma da domani, con la cronometro, sicuramente ci saranno molti cambiamenti.

14:48 – Ha vinto Edvald Boasson Hagen in volata!!!

14:46 – Kwiatkowski e De Clerq sono stati ripresi, Elia Viviani è a ruota di Gianni Meersman  verso lo sprint finale come ieri.

14:44 – Riacciuffato De Clerq, Kwiatkowski gli ha chiesto il cambio, ma si è beccato un “no “perché il corridore della Lotto Belisol non ce la fa più.

14:43 – Siamo a 3,5 km dall’arrivo e De Clercq sta per essere ripreso dal gruppo guidato da Kwiatkowski.

14:42 – Michal Kwiatkowski dell’Omega Pharma – Quick Step in discesa sta cercando di staccarsi dal gruppo.

14:41 – Il vantaggio di De Clercq è di appena 10″ rispetto al gruppo.

14:38 – Bart De Clerq si aggiudica il GPM del Col Des Sauvages. Ora inizia la discesa.

14:37 – Sulla salita Laurent Didier della RadioSchack Leopard ha tentato uno scatto, ma è stato raggiunto e superato da Bart De Clerq della Lotto Belisol.

14:35 – Ora siamo a 11 km dall’arrivo, tra pochissimo il secondo GPM.

14:32Sylvain Chavanel dell’Omega Pharma – Quick Step ora detta l’andatura in testa al gruppo.

14:29 – Il team Sky ha preso la guida del gruppo. Cordeel è stato ripreso.

14:27 – Fymiyuki Beppu dell’Orica GreenEDGE è il primo dei quattro fuggitivi a essere riacciuffato dal gruppo. Cordeel ora è solo in testa alla corsa con 16″ di vantaggio.

14:25 – Cordeel cerca di reagire all’avvicinamento del gruppo che è a 19″, i suoi compagni di fuga restano leggermente più indietro.

14:22 – Solo 20″ il distacco del gruppo.

14:19 – Il gruppo è a 46″ dai quattro fuggitivi quando mancano poco più di 20 km all’arrivo.

14:15 – Ora il distacco è sceso sotto il minuto. Ecco i punti per il traguardo volante di Cublize: 5 a Flecha, 3 a Beppu, 1 a Cordeel.

14:13Juan Antonio Flecha conquista anche il traguardo volante di Cublize.

14:11 – Sempre compatto il gruppo, che ora ha rallentato un po’ il ritmo. I fuggitivi probabilmente saranno riacciuffati sulla prossima salita.

14:07 – Manca ancora un po’ al Col des Sauvages, secondo e ultimo GPM della Montagna, posto a 9,5 km dall’arrivo e anch’esso di terza categoria come il promo che si è aggiudicato Juan Antonio Flecha.

14:05 – Chris Froome, uno dei più attesi a questo Giro del Delfinato 2013, è al sicuro con il gruppo.

13:59 – A 37.8 km dall’arrivo il distacco è solo di 1’05”.

13:56 – Anche gli uomini del Team Saxo – Tinkoff cercano di stare nelle prime posizioni del gruppo per il loro capitano Alberto Contador.

13:51 – Sono sempre Omega Pharma – Quick Step e FDJ le squadre che si alternano alla guida del gruppo, anche se la Europcar è lì in agguato.

13:49 – 1’47” è ora il gap tra i fuggitivi e il gruppo che è sempre più vicino.

13:48 – Il vantaggio dei battistrada ormai è sceso sotto i due minuti. Intanto ecco i punti per il GPM: 4 a Flecha, 3 a Beppu, 2 a Cordeel e 1 a Rathe.

13:46 – Lo spagnolo della Vacansoleil Juan Antonio Flecha ha transitato per primo sul GPM.

13:45 – I quattro battistrada ora sono a meno di 500m dallo scollinamento del Col des Echarmeaux.

13:43 – Scende ancora il distacco dei quattro in fuga, ora solo di 2’19”.

13:41 – In testa al gruppo arrivano gli uomini della FDJ di Nacer Bohuanni, il campione di Francia che oggi aspira alla vittoria di tappa.

13:38 – Già sotto i tre minuti il distacco del gruppo, ora a soli 2′ 42″ dai fuggitivi.

13:36 – Scende inesorabilmente il vantaggio dei quattro fuggitivi che ora è di 3’03”.

13:33 – In testa al gruppo ora è la Omega Pharma – Quick Step che cerca di predenre il comando, il loro lavoro è importatne per Gianni Meersman che è arrivato secondo sia nella prima sia nella seconda tappa di questo Giro del Delfinato.

13:32 – Sempre gli uomini della Europcar alla guida del gruppo. I compagni di squadra della maglia gialla stanno imponendo un ritmo sempre più alto, tanto che adesso il vantaggio dei battistrada è diminuito ancora ed è di 3’40”.

 

13:30 – Ora il distacco è sceso a quattro minuti, quando mancano 55 km all’arrivo.

13:28 – Manca poco al primo Gran Premio della Montagna della giornata sul Col des Echarmeaux.

13:25 – Lontano 4’46” dai quattro battistrada, il gruppo è molto compatto, guidato dagli uomini Europcar con l’inserimento, ogni tanto, di qualche corridore dell’Omega Pharma – Quick Step.

13:21 – La maglia gialla David Veilleux ha cercato di recuperare le forze con una barretta energetica.

 

13:19 – mancano 60 km all’arrivo e il vantaggio degli uomini in testa alla corsa è sempre di quasi cinque minuti.

13:15 – Il distacco dei fuggitivi ora sta diminuendo: il team Europcar ha alzato il ritmo e il gruppo è a 4’53” dai battistrada.

13:12 – Jean-Marc Bideau della Bretagne – Seche Envirroment e David Veilleux, il leader della classifica generale, hanno avuto dei problemi meccanici, ma ora li hanno risolti.

13:09 – Alla guida del gruppo di inseguitori ci sono gli uomini della Europcar, che devono difendere la maglia gialla di David Veilleux e stanno cercando di diminuire il distacco.

13:05 – Quando mancano 70 km all’arrivo il vantaggio dei quattro fuggitivi rispetto al gruppo è di 5′ 01″.

13:01 – Questa mattina Chris Anker Sorensen del Team Saxo-Tinkoff non è partito per una gastroenterite.

12:58 – Fin dai primissimi metri del percorso ci sono quattro uomini in fuga: Sander Cordeel della Lotto Belisol, Fymiyuki Beppu dell’Orica GreenEDGE, Jacob Rathe della Garmin Sharp e Juan Antonio Flecha della Vacansoleil. Il distacco dei quattro battistrada è di oltre cinque minuti e fino a poco fa era di oltre sei minuti.

12:52 – Mancano poco meno di 80 km all’arrivo e tra qualche minuto avremo i primi aggiornamenti su questa terza tappa del Giro del Delfinato 2013.

Giro del Delfinato 2013 in diretta: la terza tappa da Ambérieu-en-Bugey a Tarare

Dalle 12:55 seguiremo in diretta qui su Outdoorblog.it la fase finale e decisiva della terza tappa del Giro del Delfinato 2013, fino all’arrivo previsto intorno alle 14:55 o poco prima.

La frazione odierna parte da Ambérieu-en-Bugey e arriva a Tarare dopo 167 km caratterizzati da due salite: la prima al km 119,5 sul Col des Echarmeaux, lunga 10.6 km con una pendenza media del 3%; la seconda sul Col des Sauvages, molto più breve, di circa 4 km, ma più ripida, con una pendenza del 5.5%. In entrambi i casi si tratta di salite di terza categoria.

Come tipo di percorso è abbastanza simile a quello delle due tappe precedenti, quella di domenica a Champéry e quella di ieri da Châtel a Oyonnax. I favoriti probabilmente sono da rintracciare tra coloro che più si sono distinti nelle prime due giornate del Giro del Delfinato: i vincitori David Veilleux, canadese della Europcar, che ha staccato tutti nella prima frazione ed è arrivato al traguardo quasi due minuti prima degli altri, Elia Viviani della Cannondale, trionfatore ieri a Oyonnax, Gianni Meersman della Omega Pharma – Quick Step che in entrambi i casi è arrivato secondo. Ma c’è anche Tony Gallopin della RadioShack Leopard, ieri terzo e terzo anche in classifica generale dietro Veilleux e Meersman, e in possesso della Maglia Bianca del miglior giovane.

Da non dimenticare poi i big che prendono parte al Giro del Delfinato, da Alejandro Valverde della Movistar a Chris Froome del team Sky e il suo compagno Richie Porte. Finora, a dire il vero, gli uomini in nero de team Sky sono partiti in sordina, stanno controllando le gare, ma non si sbilanciano troppo nel finale e spesso lasciano il comando del gruppo alle altre squadre, questo perché, per ammissione del direttore sportivo Nicolas Portal, sono più interessanti alla classifica generale che alla vittoria nelle singole tappe.

E per ora sia Froome che Porte e anche il gregario Thomas Geraint sono nella top ten, ma ieri hanno perso qualche posizione: dopo la prima tappa Porte era quarto e Froome quinto, mentre dopo la seconda l’australiano è ottavo e il keniano naturalizzato britannico è settimo.
Da non trascurare per la vittoria della tappa di oggi neppure Francesco Gavazzi dell’Astana o Samuel Sanchez dell’Euskaltel Euskadi.

Tutte le tappe del Giro del Delfinato 2013

Altimetria tappe Giro del Delfinato 2013
Altimetria tappe Giro del Delfinato 2013
Altimetria tappe Giro del Delfinato 2013
Altimetria tappe Giro del Delfinato 2013
Altimetria tappe Giro del Delfinato 2013
Altimetria tappe Giro del Delfinato 2013
Altimetria tappe Giro del Delfinato 2013
Altimetria tappe Giro del Delfinato 2013