Alfano: a domanda non rispondo

Compare oggi su Repubblica una lunga intervista al nuovo Guardagisilli Angelino Alfano, già incluso da Sartori nella sua personale e lunga lista di ministri “incompetenti”. Vista la polemica sulla trasformazione in reato dell’immigrazione clandestina, le domande per il Guardasigilli sono tante. Una in particolare mi sembrava interessante: “Ha già fatto due conti sulle carceri che

Compare oggi su Repubblica una lunga intervista al nuovo Guardagisilli Angelino Alfano, già incluso da Sartori nella sua personale e lunga lista di ministri “incompetenti”.

Vista la polemica sulla trasformazione in reato dell’immigrazione clandestina, le domande per il Guardasigilli sono tante. Una in particolare mi sembrava interessante: “Ha già fatto due conti sulle carceri che esploderanno? Pensa a un altro indulto o a costruire più istituti penitenziari? “. Risposta: “Le carceri devono offrire un regime di vita tollerabile e agevolare la funzione rieducativa della pena.”

La giornalista di Repubblica allora torna alla carica e chiede, più direttamente: “L’effetto post indulto si è fatto sentire e ora bisogna certamente costruire nuove carceri. Tra chi si schiera con le badanti e chi è sospettoso come Maroni da che parte sta?” Risposta: “È una questione di legalità. Non siamo favorevoli a sanatorie, ma non possiamo certo confondere la badante con chi delinque”.

Non so che ne pensate voi, ma a me queste non-risposte ricordano certi comizi di sapore antico, come quello qui sopra (in particolare al minuto 00:58)!

Tutto questo gran parlare di badanti pero’ mi mette anche tristezza: nell’economia globale sono le conoscenze e la tecnologia avanzata a portare ricchezza ad un paese. Ferma restando la grande importanza delle badanti per migliaia di persone, possibile che nessuno parli di corsie preferenziali per ingegneri, biologi e tutti i mestieri altamente qualificati?

In un paese come il nostro, dove la produttività e’ stagnante e la produzione e’ a basso valore aggiunto (vestiti, cibo, scarpe…), abbiamo bisogno di tanti stranieri qualificati. Eppure oggi per un ingegnere e’ più facile ottenere una Green card per gli Stati Uniti che un visto italiano. Anche questa e’ un’emergenza, perché l’Italia sta lentamente scivolando via dal club dei paesi ricchi.

I Video di Blogo.it