NBA playoff 2013: Indiana fa il colpo, è 1-1 con Miami

I Pacers sbancano il campo della Florida, con una prestazione molto solida e con 4/4 ai liberi nel finale. LeBron ne mette 36, ma perde due palloni pesanti.

La strada per la finale non sarà tanto agevole per i Miami Heat. Dopo aver vinto solo all’ultimo tiro gara 1, i campioni in carica vengono sconfitti per 97-93 dagli Indiana Pacers ed ora la serie di finale della Eastern Conference è sull’1-1, con due gare da giocare ad Indianapolis all’orizzonte. Una vittoria meritata per gli uomini di Vogel, con tutto il quintetto in doppia cifra, quasi sempre avanti nel punteggio e capaci di reagire ad ogni rientro dei padroni di casa.

La squadra ospite prende subito il comando del confronto, con un Roy Hibbert dominante sotto i tabelloni (29 punti e 10 rimbalzi alla fine) e doppia gli avversari (12-24) nel primo quarto, sfruttando anche le palle perse di Miami. E’ il solito James a tenere in piedi la squadra di Spoelstra e, quando entra in partita anche Chris Bosh, con cinque punti in fila, il punteggio viene impattato a quota 37.

Tutti si attendono la fuga degli Heat, invece sono i Pacers a ripartire di slancio: subito un 9-0, allungato a 14-1, con il canestro di Hibbert per il nuovo massimo vantaggio (40-53). Una tripla sulla sirena dell’intervallo di Miller riavvicina i padroni di casa, Dwayne Wade gioca un grande terzo quarto e firma l’assist per il pareggio (60-60) di James. Indiana reagisce anche questa volta, con Paul George, e resta agganciata.

Il vero capolavoro arriva nel quarto periodo: LeBron James (36 punti alla fine) mette la tripla del primo vantaggio Heat (79-78), Bosh replica dall’arco e Miami arriva a +4 a 6’ dalla fine. In pochi secondi, però, gli ospiti annullano l’allungo, con Lance Stephenson ed il solito Hibbert, per la volata finale. George Hill è freddo dalla lunetta (4/4), James perde due palloni nell’ultimo minuto e Indiana sbanca l’American Airlines Arena.

Ultime notizie su NBA - Basket

Tutto su NBA - Basket →