Basket, playoff Serie A: rimonta miracolo, Roma stende Cantù in gara 1

La formazione capitolina risale da -18 con uno strepitoso quarto periodo, poi domina nel supplementare e conquista il primo punto nelle semifinali scudetto.

Una rimonta incredibile, partita da -19 nel terzo quarto e vinta nel supplementare. L’Acea Roma si impone per 82-75 sulla Lenovo Cantù e conquista una clamorosa vittoria in gara 1 delle semifinali scudetto, regalando una notte indimenticabile ai tifosi del PalaTiziano. Non c’è stata partita per quasi tre quarti, con Ragland dominatore, poi gli ospiti si sono spenti, Datome ha guidato la rimonta e Taylor l’ha decisa nel supplementare.

E’ subito la formazione di Trinchieri a mettere le mani sulla partita: Joe Ragland segna e serve assist per Tyus, così arriva il primo +10 (6-16), dopo appena 3 minuti. Gani Lawal non riesce ad entrare in gara ed è un elemento chiave, perché i capitolini trovano uno spunto interessante solamente, quando si accende Gigi Datome. E’ l’MVP del campionato, infatti, a firmare l’unico momento positivo: 10 punti a cavallo del primo mini intervallo e Roma torna a -1 (21-22).

L’Acea spreca un paio di occasione per pareggiare o superare e, quando l’azzurro deve andare in panchina per riposare, la Lenovo scappa nuovamente. Gli ospiti tirano in maniera impressionante da 3 (6/8 al 20′) e volano a cavallo dell’intervallo lungo: Martin Luenen firma il +12 sulla sirena del secondo quarto, un 6-0 per iniziare il terzo periodo, vale addirittura il +19, mantenuto anche nei minuti successivi.

Finita? Sembra di sì, ma Roma trova la forza di reagire, mentre Cantù smette di attaccare un po’ come accaduto in gara 7 a Sassari. L’anima della rimonta è Gigi Datome: schiacciata in contropiede, tripla e super stoppata su Scekic, per un finale in volata. Tyus fa 1/4 dalla lunetta, Lawal schiaccia e Taylor firma il pareggio a 11″ dalla sirena, dalla lunetta. Aradori non trova il canestro sulla sirena e si va al supplementare.

L’ultimo sussulto brianzolo è una tripla di Nicolas Mazzarino, ma Phil Goss mette una tripla da 8 metri, poi l’Acea domina. La difesa strozza l’attacco canturino e lo costringe a numerose palle perse, Jordan Taylor attacca con costanza e si guadagna falli a ripetizione, poi c’è un inusuale 4/4 ai liberi di Lawal a chiudere i conti. 1-0 Roma, lunedì di nuovo in campo per gara 2, sempre nella Capitale.

Foto sito ufficiale Roma