Piano rifiuti, l’Europa frena

Il piano messo a punto da Silvio Berlusconi per provare a risolvere l’emergenza dei rifiuti in Campania sembra non convincere del tutto Bruxelles. Per la Commissione Europea, infatti, le decisioni che il governo ha preso ieri a Napoli nell’ambito del primo consiglio dei ministri operativo, non sono nient’altro che “misure d’emergenza” in quanto – spiegano

Il piano messo a punto da Silvio Berlusconi per provare a risolvere l’emergenza dei rifiuti in Campania sembra non convincere del tutto Bruxelles.

Per la Commissione Europea, infatti, le decisioni che il governo ha preso ieri a Napoli nell’ambito del primo consiglio dei ministri operativo, non sono nient’altro che “misure d’emergenza” in quanto – spiegano dalla Ue – “i problemi strutturali non sono ancora risolti”.

La portavoce del Commissario Ue all’Ambiente Stavros Dimas, nel primo pomeriggio di oggi, ha spiegato come non spetti a loro dire “se le misure decise ieri dal governo italiano sono sufficienti o meno”, ma – ha sottolineato – “la Commissione Europea si aspetta che l’Italia vari un piano strutturale per lo smaltimento dei rifiuti, rispettando la legislazione europea”.