it_IT News Blogo.it - Ultime notizie della sezione News Fri, 21 Feb 2020 23:47:39 +0000 Fri, 21 Feb 2020 23:47:39 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) https://www.blogo.it/news 2004-2014 Blogo.it Coronavirus, l’epidemiologo: “Tutti gli ospedali d’Italia si preparino all’emergenza” Fri, 21 Feb 2020 21:02:46 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/627076/coronavirus-epidemiologo-tutti-ospedali-italia https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/627076/coronavirus-epidemiologo-tutti-ospedali-italia Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

coronavirus ultime notizie contagi italia

Pierluigi Lopalco, epdiemiologo e professore ordinario di Igiene dell'Università di Pisa, interpellato da Adnkronos Salute, ha spiegato come l’emergenza coronavirus non riguardi solo gli ospedali delle zone in cui attualmente ci sono infetti ricoverati, ma tutti gli ospedali d’Italia devono ormai prepararsi all’emergenza.

Lopalco ha spiegato:

“Tutti gli ospedali d'Italia devono approfittare di questo periodo per prepararsi a fronteggiare il nuovo coronavirus, non solo il Sacco e lo Spallanzani, che sono strutture perfettamente attrezzate”

Il professore poi ha anche aggiunto:

“Il contatto del malato ricoverato a Codogno, e rientrato dalla Cina, è risultato negativo al test: potrebbe essersi liberato del virus, e questo ce lo dirà l'eventuale presenza di anticorpi nel suo sangue. Altrimenti occorrerà cercare ancora. Un altro problema è rappresentato dal fatto che quelli individuati sono quasi tutti casi gravi, che sappiamo essere il 20% del totale. Dove è finito l'altro 80%? I colleghi stanno facendo proprio questo lavoro, testando 250 contatti. Il paziente di Codogno infatti anche con i sintomi ha lavorato, ha fatto sport ed è andato in giro. Al momento qualunque misura di restrizione che possa limitare la circolazione del virus è ottima. Dobbiamo approfittare per preparaci. E devono farlo tutti gli ospedali d'Italia"

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, l’epidemiologo: “Tutti gli ospedali d’Italia si preparino all’emergenza” é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 21:02 di Friday 21 February 2020

]]>
0
Di Maio: “Ore delicate. È facile calvacare slogan e strumentalizzare ogni cosa” Fri, 21 Feb 2020 20:21:55 +0000 https://www.polisblog.it/post/457526/di-maio-coronavirus-ore-delicate https://www.polisblog.it/post/457526/di-maio-coronavirus-ore-delicate Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

voto emilia romagna sondaggi

Poco prima di prendere parte al vertice con il Premier Giuseppe Conte, il ministro della Salute Roberto Speranza e il capo della Protezione Civile nonché commissario per l’emergenza coronavirus Angelo Borrelli, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha pubblicato un post sui suoi account social per commentare quanto sta accadendo con la diffusione del Covid-19 in Italia.

Luigi Di Maio ha scritto:

“Sono ore delicate. Lo Stato in tutte le sue articolazioni sta lavorando al massimo per far fronte all’epidemia del Coronavirus. E credo che proprio in questi momenti bisogna mostrare unità e compattezza. Solo così potremo dare il meglio per aiutare tutti i nostri connazionali in patria e all’estero. Proprio in questi momenti serve una politica con senso di responsabilità, che deve guardarsi negli occhi e pensare prima di tutto all’interesse dei cittadini che rappresenta”

Poi il ministro Di Maio ha aggiunto una riflessione che sembra un chiaro attacco al suo ex alleato Matteo Salvini:

“È facile cavalcare uno slogan, è facile strumentalizzare ogni cosa mentre medici, operatori sanitari, ricercatori, corpo diplomatico, militari, la protezione civile, volontari di ogni tipo sudano e si fanno in quattro per mettere al sicuro ognuno di noi. Qui c’è un Paese che rema, insieme, tutto nella stessa direzione, un’Italia che sa aiutarsi e che prova orgoglio nel farlo”

PROSEGUI LA LETTURA

Di Maio: “Ore delicate. È facile calvacare slogan e strumentalizzare ogni cosa” é stato pubblicato su Polisblog.it alle 20:21 di Friday 21 February 2020

]]>
0
Coronavirus, Burioni aveva più ragione dell’OMS: “Contagio anche dagli asintomatici” Fri, 21 Feb 2020 19:55:06 +0000 https://www.polisblog.it/post/457523/coronavirus-burioni-oms https://www.polisblog.it/post/457523/coronavirus-burioni-oms Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Roberto Burioni

In Italia c’è un medico che ha sempre avuto ragione sul coronavirus, anche andando controcorrente rispetto a quelle che erano le indicazioni nei primi giorni di diffusione della malattia. Si tratta di Roberto Burioni, che subito ha detto che da una parte bisognava continuare a fare la vita di sempre e a non farsi prendere dal panico, ma dall’altra avvertiva che il virus poteva essere trasmesso anche da chi non aveva i sintomi.

In quegli stessi giorni in cui Burioni affermava questa sua convinzione, l’Organizzazione Mondiale della Sanità e, di conseguenza, anche la direzione sanitaria dell’Istituto Spallazani, sostenevano che in caso di persone senza sintomi non c’era il rischio di contagio. Questa affermazione ora si sta rivelando clamorosamente sbagliata, come testimoniano i casi di contagio in Lombardia.

Burioni è tornato sull’argomento in un video e ha detto:

“Quello che avevamo predetto, si è avverato”

E ha invitato i politici ad “non prendere questa cosa alla carlona” sottolineando come “alcune declamazioni tranquillizzanti di certi politici erano sbagliate”. E come ha sempre sostenuto, l’unico modo per contenere la diffusione del virus è la quarantena.

Tra i politici che hanno voluto sottolineare quanto Burioni avesse ragione, c’è Matteo Renzi, fondatore di Italia Viva ed ex Premier, che oggi ha scritto:

“Nella drammatica vicenda di Codogno tutto il nostro affetto e il nostro supporto ai contagiati e alle loro famiglie. Una considerazione, da osservatore: in questa vicenda il professor Roberto Burioni non ha sbagliato un colpo, dando sempre le giuste indicazioni, anche quando veniva attaccato. La serietà di quelli come Burioni fa sperare in un futuro di cultura e ricerca e non di populismo e ignoranza”

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, Burioni aveva più ragione dell’OMS: “Contagio anche dagli asintomatici” é stato pubblicato su Polisblog.it alle 19:55 di Friday 21 February 2020

]]>
0
Sardine, Santori: “Forse la stagione delle piazze è finita. Incontro con Conte sarà informale” Fri, 21 Feb 2020 19:15:56 +0000 https://www.polisblog.it/post/457520/sardine-santori-su-incontro-con-conte https://www.polisblog.it/post/457520/sardine-santori-su-incontro-con-conte redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Mattia Santori

Mattia Santori in questi giorni è impegnato con gli appuntamenti delle Sardine nei luoghi in cui anche Matteo Salvini tiene i suoi comizi in vista delle prossime elezioni regionali. Due giorni fa sono stati in Salento, ieri nelle Marche e proprio ieri il fondatore del movimento di piazza nato a Bologna, ha parlato con i giornalisti del possibile futuro delle Sardine e, a proposito del probabile incontro con il Premier Giuseppe Conte, ha detto:

“La mia agenda diciamo che non è comodissima ma soprattutto l'agenda di Conte si complica ogni giorno di più. Stiamo quindi aspettando una data ma se ci sarà, sarà comunque un incontro molto informale”

Santori poi ha spiegato:

“La stagione delle piazze così come l'abbiamo conosciuta a novembre forse finirà e forse è già finita. La politica è una cosa bellissima se fatta in un certo modo”

E ha ribadito che il vero nemico è “il mostro del populismo che sta distruggendo la politica e la società”. Poi ha chiarito a che punto sono le Sardine:

“Abbiamo appena concluso una riunione con i referenti delle Sardine marchigiane, ancora non c'è una linea condivisa, ma ci rivedremo anche nei prossimi giorni. Quello che ci auguriamo è che il centrosinistra possa trovare un candidato condiviso e che si possa iniziare a parlare dei contenuti. Anche la scelta di un candidato civico può pagare, ma decideranno le liste che formeranno la coalizione”

Santori ha molto chiaro l’obiettivo principale delle Sardine:

“È di fermare un certo tipo di destra, che vedendo anche i nomi che girano nelle Marche è molto più bieca ed estrema di quella che conosciamo”

Mentre per quanto riguarda le elezioni nelle Marche, ha detto:

“Nelle Marche la sinistra dovrà far suoi i temi di sanità, lavoro, terremoto rispetto ai quali si giocherà una campagna elettorale dai toni accesi”

PROSEGUI LA LETTURA

Sardine, Santori: “Forse la stagione delle piazze è finita. Incontro con Conte sarà informale” é stato pubblicato su Polisblog.it alle 19:15 di Friday 21 February 2020

]]>
0
Salvini: “Denunciato governatore della Toscana, non ha imposto quarantena”. PD: “Sciacallo” Fri, 21 Feb 2020 18:01:08 +0000 https://www.polisblog.it/post/457517/salvini-denuncia-enrico-rossi-regione-toscana https://www.polisblog.it/post/457517/salvini-denuncia-enrico-rossi-regione-toscana redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Salvini denuncia Enrico Rossi - Regione Toscana

Matteo Salvini ha già individuato suo responsabile per la diffusione del coronavirus in Italia: è il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, che è del PD. Sui suoi canali social il leader del Carroccio ha scritto:

“BASTA! Anche dopo le numerose segnalazioni ricevute da voi, abbiamo deciso di denunciare il presidente della Toscana (PD) che, non facendo tutti i controlli necessari su chi rientra dalla Cina, mette a rischio la salute dei cittadini toscani, e accusa chi lo critica, scienziati e medici compresi, di essere un ‘fascioleghista’!”

Gli esponenti della Lega eletti in Toscana hanno diffuso una nota in cui hanno spiegato:

“Mentre nostri connazionali sono stati sottoposti ad una giusta quarantena presso il Centro sportivo militare della Cecchignola, in Toscana, alcune migliaia di cinesi di ritorno dal loro Capodanno sono solo invitati e non obbligati a presentarsi presso un ambulatorio ubicato nella zona industriale di Firenze, messo in piedi in fretta e furia, tra il giusto sconcerto di chi lavora nei paraggi”

Immediata la reazione del PD. Il deputato Ubaldo Pagano ha scritto su Facebook:

“Mentre le istituzioni, i medici e tutto il sistema sanitario sono impegnati per fronteggiare la nuova emergenza creatasi in Lombardia con i primi contagiati in Italia da coronavirus, Salvini apre inutili polemiche e spara le sue sentenze, prima ancora che si abbiano certezze su come siano andate le cose. Siamo di fronte all'ennesimo vergognoso sciacallaggio, di cui non si sentiva alcun bisogno. L'Italia ha preso le maggiori contromisure, a livello europeo, bloccando da subito tutti i voli dalla Cina”

E ha aggiunto:

“Per Salvini ogni occasione, anche una situazione drammatica come quella di oggi, è buona per pensare di fare campagna elettorale. Mai visto un ex ministro dell'Interno che, invece di aspettare e capire, dopo un minuto dalla notizia del contagio inizia ad alimentare panico e paure. Irresponsabile”

Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fratelli d’Italia, invece, è sulla stessa lunghezza d’onda dei leghisti:

“La notizia del contagio da Coronavirus di altre due persone residenti a Castiglione D'Adda conferma che tutti coloro che tornano dalla Cina devono essere sottoposti ad accurati controlli sanitari, caso analogo che ha riguardato la Regione Toscana dove 2500 cinesi sono rientrati dopo i festeggiamenti del capodanno. Vicenda sulla quale ho presentato un'interrogazione parlamentare al Ministro per far luce sui provvedimenti intrapresi dal governatore della Toscana Rossi. È necessario quindi mantenere alto il livello di attenzione con maggiori interventi di vigilanza e messa in quarantena - come affermato anche dall'immunologo prof. Burioni - di tutti coloro che tornano in Italia dalla Cina o che comunque provengono dalle aree del focolaio”

Ricordiamo che al momento l’emergenza è in Lombardia, dove il governatore è il leghista Attilio Fontana che, insieme con il ministro della Salute Roberto Speranza e il capo della Protezione Civile nonché commissario straordinario per l’emergenza coronavirus Angelo Borrelli, sta lavorando per contenere la diffusione del contagio.

PROSEGUI LA LETTURA

Salvini: “Denunciato governatore della Toscana, non ha imposto quarantena”. PD: “Sciacallo” é stato pubblicato su Polisblog.it alle 18:01 di Friday 21 February 2020

]]>
0
Coronavirus, un morto nel Padovano. Speranza: "Pronti ad agire" Fri, 21 Feb 2020 17:33:02 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/627073/coronavirus-lombardia-veneto https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/627073/coronavirus-lombardia-veneto Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Coronavirus in Lombardia

Aggiornamento ore 23:41 - C'è una prima vittima per Covid-19 in Italia: si tratta di un uomo di 78 anni di Vo' Euganeo, era ricoverato da dieci giorni ed è morto stasera nell'ospedale di Schiavonia, a Monselice, nel Padovano. Intanto in Lombardia i casi di contagio sono saliti a 15.

Speranza: “Siamo pronti ad agire per circoscrivere l’area”

Venerdì 21 febbraio 2020, ore 18:30 - Il numero di persone contagiate da Covid-19 in Lombardia è salito in queste ore, adesso i casi in totale salgono a 14 e ce ne sono anche due in Veneto. Gli otto nuovi contagiati in terra lombarda sono medici e infermieri dell’ospedale di Codogno venuti a contatto con i primi contagiati. I due veneti sono stati isolati in ospedale e attendono di essere sottoposti a un secondo test. Intanto il ministro della Salute Roberto Speranza, insieme con Angelo Borrelli, capo della Protezione Civile e commissario straordinario per l’emergenza coronavirus e il Presidente della Lombardia Attilio Fontana, ha tenuto poco prima delle 18:30 una conferenza stampa in cui ha detto:

“Penso che ci sia bisogno di uno strettissimo coordinamento istituzionale. Dobbiamo unire le forze. In Europa ci sono già stati dei cluster, in Francia, per esempio, ora lo vediamo anche in Italia, ma l’Italia è pronta. Nei giorni scorsi avevamo preparato un piano perché era prevedibile che potesse succedere. Ora si tratta di applicare il piano che avevamo disposto. Ci sono da fare scelte anche di natura molto forti relative al territorio che è stato circoscritto, l’obiettivo essenziale è circoscrivere quest’area, fare in modo che il virus resti contenuto in una specifica area geografica. Stiamo lavorando a un’ordinanza a doppia firma, la mia e quella del Presidente della Lombardia. Il commissario Angelo Borrelli metterà in atto una serie di misure, tra cui la sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche, di quelle di natura commerciale tranne quelle indispensabili, la sospensione delle attività lavorative, la sospensione delle attività ludiche e di quelle educative”

Angelo Borrelli ha sottolineato il grande lavoro fatto dalle forze armate in queste ore, che hanno messo a disposizione le loro strutture per gestire l’emergenza e il Presidente Attilio Fontana ha aggiunto che il tavolo di coordinamento regionale è sempre aperto e si è pronti a reagire con prontezza. L'Assessore alla Salute della Regione Lombardia Giulio Gallera ha detto che i medici di base sono stati avvisati in modo che, quando un paziente chiama, vadano loro a domicilio e non lo facciano andare in ambulatorio. È stato predisposto il numero 112 da chiamare nel caso in cui si avvertano sintomi sospetti per far arrivare i medici a casa senza spostarsi.

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, un morto nel Padovano. Speranza: "Pronti ad agire" é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 17:33 di Friday 21 February 2020

]]>
0
Coronavirus, Pechino ammette: "Situazione ancora grave" | Ma ritardi e omissioni peggio che per la Sars Fri, 21 Feb 2020 17:11:35 +0000 https://www.polisblog.it/post/457497/coronavirus-ritardi-omissioni-cinesi-peggio-della-sars https://www.polisblog.it/post/457497/coronavirus-ritardi-omissioni-cinesi-peggio-della-sars re.mar. re.mar.

coronavirus ritardi cina peggio che per la sars

Il nuovo coronavirus in Cina non ha ancora raggiunto il picco. Ad ammetterlo è Pechino che, in linea con quanto già dichiarato dall’Oms, spegne l’ottimismo sulla fine dell’escalation.

La situazione a Wuhan, città focolaio dell’epidemia, e nella provincia di Hubei resta ancora "grave e complessa". L'Ufficio Politico del Comitato Centrale del Partito Comunista cinese riconosce che i progressi fatti nel contenimento del nuovo coronavirus sono rilevanti ma che "un punto di svolta nello sviluppo dell'epidemia non è ancora arrivato".

Un dietrofront rispetto alle dichiarazioni degli scorsi giorni del presidente Xi, quando era stato segnalato che il numero dei guariti aveva superato per la prima volta quello dei nuovi contagi. L’Ufficio politico del PCC parla ora di "strategie differenziate" per la lotta al virus.

Di certo per Pechino questa è una prova anche di credibilità politica. Fin qui il regime comunista non sembra aver agito in modo tanto diverso dall’emergenza Sars: anche in quel caso era andato in scena il tentativo di insabbiare finché possibile. E adesso non basta ammettere, come fatto dal segretario del Partito comunista cinese di Wuhan, che: "Se avessimo agito più in fretta il risultato sarebbe migliore".

Nel caso della Sars (800 vittime nel 2002-2003) il virus venne identificato molto in ritardo solo quando arrivò dall’entroterra cinese a Hong Kong. Questa volta l'identificazione del nuovo coronavirus è avvenuta in maniera più rapida, a fine dicembre: il problema è che le autorità hanno imposto al giovane medico che aveva lanciato l’allarme, Li Wenliang, poi morto, di tacere per non turbare "l’ordine sociale".

La decisione di mettere in quarantena Wuhan, megalopoli commerciale da 11 milioni di abitanti, è stata presa solo il 22 gennaio quando i contagiati erano già 570 e il virus aveva potuto circolare indisturbato per altri venti giorni e passa dopo la scoperta della sua esistenza.

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, Pechino ammette: "Situazione ancora grave" | Ma ritardi e omissioni peggio che per la Sars é stato pubblicato su Polisblog.it alle 17:11 di Friday 21 February 2020

]]>
0
Salvini: “Renzi su molte cose ha ragione, ma perché non toglie la fiducia al governo?” Fri, 21 Feb 2020 16:47:57 +0000 https://www.polisblog.it/post/457498/salvini-renzi-ha-ragione-ma-tolga-fiducia https://www.polisblog.it/post/457498/salvini-renzi-ha-ragione-ma-tolga-fiducia redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Matteo Salvini dà ragione a Matteo Renzi

Matteo Salvini oggi è stato a Casalecchio di Reno, vicino Bologna, per manifestare il suo sostegno al distaccamento di polizia stradale locale che è a rischio chiusura. È stato ovviamente accerchiato dai giornalisti, i quali gli hanno posto alcune domande, in particolare sul clima di crisi che si respira in seno al governo Conte 2, con Italia Viva sempre pronta a mettere il bastone tra le ruote al Premier. E il leader della Lega su molti punti dà ragione al fondatore di Italia Viva Matteo Renzi, ma si chiede, visto che è così critico con il governo di cui fa parte, perché non tolga la fiducia all’esecutivo. Salvini ha detto oggi:

“Su alcuni temi Renzi ha ragione: che la riforma della giustizia così come ideata non funziona, che bisogna aprire i cantieri, che il reddito di cittadinanza così come è stato strutturato non funziona. Se ha ragione su questi fronti però tolga la fiducia al governo”

Quando gli è stato chiesto che cosa si aspetta nel caso in cui il governo cada davvero, Salvini ha risposto senza indugi:

“Mi auguro elezioni. Il dato preoccupante è che l’economia italiana è ferma. È questo quello che mi preoccupa, il resto viene dopo”

Gli è anche stato chiesto se con Renzi si possono trovare accordi per far saltare il governo, ma lui ha risposto count secco “no”, mentre alla domanda su un possibile tentativo di Forza Italia in questo senso, Salvini ha detto “non mi risulta”.

PROSEGUI LA LETTURA

Salvini: “Renzi su molte cose ha ragione, ma perché non toglie la fiducia al governo?” é stato pubblicato su Polisblog.it alle 16:47 di Friday 21 February 2020

]]>
0
Coronavirus: Ucraina, attacco al pullman dei rimpatriati dalla Cina. Scontri a Novi Sanshary Fri, 21 Feb 2020 15:53:51 +0000 https://www.polisblog.it/post/457488/coronavirus-ucraina-attaccato-pullman-rimpatriati-wuhan https://www.polisblog.it/post/457488/coronavirus-ucraina-attaccato-pullman-rimpatriati-wuhan Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

coronavirus assalto bus ucraina

Il panico da coronavirus in Ucraina ha fatto rischiare conseguenze gravi ai passeggeri di un pullman con a bordo 45 cittadini ucraini e 27 stranieri che erano stati rimpatriati con un volo da Wuhan, la megalopoli della Cina centro-orientale da cui è partita l’epidemia.

I media locali e internazionali riferiscono di una folla inferocita che nella notte, a Novi Sanshary, nella regione ucraina di Poltava, ha protestato contro l’arrivo degli evacuati accendendo roghi in strada e prendendo di mira il bus con una sassaiola. Per calmare le acque i poliziotti hanno avuto il loro bel daffare, con tanto di scontri con alcuni manifestanti, 9 feriti (8 agenti e un civile) e 24 arresti.

Nessuna delle persone rientrate dalla Cina e a bordo del pullman era in realtà positiva al virus. Le autorità ucraine hanno messo tutti in quarantena in via precauzionale. La vicenda dell’attacco al bus potrebbe essere nata dopo una falsa email del Ministero della Salute in cui si parlava di alcuni passeggeri contagiati dal nuovo coronavirus.

La ministra della Salute ucraina Zorina Skaletska ha fatto sapere che si metterà in quarantena volontaria per 14 giorni in segno di "solidarietà" con i rimpatriati che si trovano ora nell'ospedale di Novi Sanzhary.

Mosca intanto ne approfitta per attaccare il governo: dal ministero degli Esteri, la portavoce Maria Zakharova parla di "disumanizzazione della società civile e disorganizzazione del governo". Su Facebook la portavoce scrive: "Ho una domanda per i protettori della democrazia ucraina: state davvero sostenendo che quel Paese sia un esempio di riforme progressiste per il mondo intero? Questa non è altro che una mostruosa disumanizzazione della società civile e disorganizzazione del governo. La mia domanda ai principali iniziatori delle vessazioni contro la Cina è: siete sicuri che sia necessario spaventare il pianeta con la minaccia cinese?".

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus: Ucraina, attacco al pullman dei rimpatriati dalla Cina. Scontri a Novi Sanshary é stato pubblicato su Polisblog.it alle 15:53 di Friday 21 February 2020

]]>
0
Coronavirus, guarito il paziente italiano: il giovane ricercatore negativo a tutti i test Fri, 21 Feb 2020 14:56:57 +0000 https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/595091/coronavirus-italiano-guarito https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/595091/coronavirus-italiano-guarito Maria Vasta Maria Vasta

Coronavirus

Il ricercatore ventinovenne che si trova ricoverato allo Spallanzani di Roma perché infettato dal Coronavirus è stato dichiarato “sostanzialmente guarito”. A renderlo noto è stato lo stesso direttore sanitario dell’ospedale Spallanzani, Francesco Vaia, che spiega che il ricercatore è risultato «ripetutamente negativo» ai test per la presenza del virus.

Naturalmente il ragazzo rimarrà comunque sotto osservazione, ma si tratta senza dubbio di un’ottima notizia, accompagnata dagli ultimi aggiornamenti che riguardano la coppia di turisti cinesi, da alcune settimane ricoverati a causa del contagio da Covid-19.

La coppia di cittadini cinesi provenienti dalla città di Wuhan, casi confermati di COVID - 19, continua a essere ricoverata nel nostro Istituto. Le condizioni cliniche della coppia sono migliorate, in maniera significativa quelle del maschio

fanno sapere i medici, che al momento si stanno prendendo cura di 68 pazienti sottoposti ai test, 63 dei quali sono risultati negativi e quindi rimandati a casa.

Coronavirus in Lombardia: il commento degli esperti


In merito ai recenti casi di Coronavirus registrati in Lombardia, Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Spallanzani di Roma, ha invece fatto sapere che la situazione attuale porta il nostro Paese a una nuova fase:

Per la prima volta siamo passati da casi di importazione a casi di circolazione locale del virus.

Secondo gli esperti non è tuttavia ancora necessario elevare il livello di allarme in Italia al massimo, caso che si verificherebbe solo qualora dovessero essere segnalati molti casi autoctoni in varie parti d'Italia, come spiega il presidente della Società Malattie infettive e tropicali, Marcello Tavio.
A quel punto non vale più il criterio epidemiologico di contatto con una persona che ha avuto o ha il virus o è stata in un Paese ad alto rischio, perché chiunque potrebbe avere il virus, ma siamo ancora fuori da questo scenario.

via | Il Messaggero, Corriere

Foto da Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, guarito il paziente italiano: il giovane ricercatore negativo a tutti i test é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 14:56 di Friday 21 February 2020

]]>
0
Coronavirus in Lombardia, assessore conferma i sei casi. Trasmissione secondaria: "Ora il virus è in Italia" Fri, 21 Feb 2020 13:51:54 +0000 https://www.polisblog.it/post/457464/coronavirus-lodi-cose-la-trasmissione-secondaria https://www.polisblog.it/post/457464/coronavirus-lodi-cose-la-trasmissione-secondaria Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Sono confermati i sei casi di positività al coronavirus in Lombardia come spiega l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera secondo cui "il paziente ricoverato al Sacco sta bene" mentre la situazione della moglie dell’uomo ricoverato a Codogno "è positiva".

Intanto si apprende che è negativo il test sul "paziente zero", cioè sulla persona rientrata dalla Cina venuta in contatto con il cittadino di Codogno risultato poi positivo. Il paziente zero resta isolato all'ospedale Sacco di Milano secondo il principio della massima precauzione. Ulteriori accertamenti sono in corso per capire se l'uomo fosse infetto nei giorni passati.

Il ministro della Salute Roberto Speranza dopo la riunione del Comitato tecnico scientifico di stamattina ha emesso un’ordinanza che stabilisce l'isolamento obbligatorio in quarantena per gli stretti contatti del primo paziente risultato positivo in Lombardia disponendo la sorveglianza attiva con "permanenza domiciliare fiduciaria per chi è stato in aree a rischio negli ultimi 14 giorni con l'obbligo di segnalazione da parte del soggetto interessato alle autorità sanitarie locali".

Il primo italiano risultato positivo al coronavirus in Lombardia, come detto nel lodigiano, non era mai stato in Cina. "Ancora non sappiamo da chi si è diffuso il virus, potrebbe non essere da caso zero. Il caso indice è negativo al test" ha fatto sapere l'assessore Gallera che pur parlando di una "situazione estremamente nuova" ha invitato "alla calma". Nel frattempo in isolamento ci sono 250 persone. Le autorità hanno fatto appello ai cittadini di Codogno, Castiglione d’Adda e Casalpusterlengo di restare in casa.

A Codogno il sindaco ha emesso due ordinanze che dispongono in via precauzionale la chiusura delle scuole per oggi pomeriggio e domani e "almeno fino a domenica" di tutti "gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, di pubblico intrattenimento ed i luoghi di ritrovo ed assembramento del pubblico", dagli stadi alle discoteche alle sale giochi.

Il coronavirus "ora è presente anche in Italia e la fase nuova è segnata dalla presenza di casi di trasmissione secondaria dell’infezione" commenta Walter Ricciardi, membro del consiglio esecutivo dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) che parla di trasmissione secondaria a proposito del contagio in un soggetto non proveniente direttamente dalle zone a rischio, quelle della provincia cinese di Hubei, focolaio dell’epidemia.

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus in Lombardia, assessore conferma i sei casi. Trasmissione secondaria: "Ora il virus è in Italia" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 13:51 di Friday 21 February 2020

]]>
0
Coronavirus in Italia: cambiano le misure di quarantena Fri, 21 Feb 2020 13:16:02 +0000 https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/595075/coronavirus-in-italia-quarantena https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/595075/coronavirus-in-italia-quarantena Maria Vasta Maria Vasta

Coronavirus in Italia

Cambiano le linee guida per la quarantena contro il Coronavirus in Italia. A renderlo noto è stato il Ministro della Salute Roberto Speranza, che dopo la consueta riunione del comitato tecnico scientifico in cui si sono esaminati i nuovi casi di coronavirus Covid-19 registrati nel lodigiano, ha fatto sapere che da questo momento in poi verrà emanata una nuova ordinanza che prevede:

misure di isolamento quarantenario obbligatorio per i contatti stretti con un caso risultato positivo. Inoltre dispone la sorveglianza attiva con permanenza domiciliare fiduciaria per chi è stato nelle aree a rischio negli ultimi 14 giorni con obbligo di segnalazione da parte del soggetto interessato alle autorità sanitarie locali.

Alle parole di Speranza di aggiungono quelle del Premier Giuseppe Conte, che invita tutti a mantenere la calma, dal momento che l’Italia ha adottato una linea di massima prudenza e precauzione che permette di scacciare ogni tipo di allarmismo.
Dovete fidarvi di quelle che sono le indicazioni ufficiali del ministero della Salute, perché abbiamo un comitato tecnico-scientifico che ci offre la base tecnica di valutazione, e ovviamente un attimo dopo adottiamo tutte le iniziative e le precauzioni, anche sul piano politico, che sono necessarie per la popolazione. Non è necessario discostarsi da quelle e adottarne altre, perché siamo già al livello della massima precauzione.

Conte aggiunge che nel nostro Paese sarà predisposta una sorveglianza attiva, che prevede il contatto costante con i medici, ma con la possibilità di domiciliazione fiduciaria per chi è stato in zone a rischio (che sono costantemente segnalate e aggiornate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità) negli ultimi 14 giorni.

via | AdnKronos
Foto da Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus in Italia: cambiano le misure di quarantena é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 13:16 di Friday 21 February 2020

]]>
0
Coronavirus in Lombardia, Salvini rientra in Regione: "Sbarchi da 200 a 2.000, alla faccia dei controlli" Fri, 21 Feb 2020 12:42:48 +0000 https://www.polisblog.it/post/457457/salvini-coronavirus-lombardia https://www.polisblog.it/post/457457/salvini-coronavirus-lombardia Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

salvini coronavirus lombardia

Il nuovo coronavirus arriva in Lombardia, con sei persone contagiate. All’ospedale di Codogno (Lodi) i cartelli apposti fuori recano la scritta: No entry. Matteo Salvini sui social commenta: "A proposito di chi entra nel nostro Paese, da inizio anno gli sbarchi sono passati da 200 a 2.000! Alla faccia dei controlli, della tutela della sicurezza e della salute degli Italiani. Con l'emergenza Coronavirus che purtroppo rimane alta e preoccupa, un governo serio dovrebbe intensificare i controlli su chi arriva in Italia, non proporre la politica dei porti aperti. A me sembra solo buonsenso".

Il leader della Lega rincara la dose: "Non vorrei le polemiche, non penso ai barconi e ai barchini, ma penso ai controlli su chi entra ed esce dall'Italia: evidentemente qualcosa non funziona" dice ancora Salvini da Casalecchio di Reno (Bologna) dove si trovava stamane a fianco degli agenti polizia che hanno protestato contro la chiusura della locale caserma della Stradale: "Non do colpe a tizio e caio - ha aggiunto l’ex vice premier - però è fondamentale che, da oggi, chiunque entri in Italia, con qualunque mezzo di trasporto, dalla zattera all'aeroplano, venga controllato e, se viene da alcune zone, venga isolato per 15 giorni. Come fanno altri paesi".

Secondo Salvini la situazione rischia di sfuggire di mano: "Sto rientrando in Lombardia per l'emergenza Coronavirus, farò un salto in Regione, a ora di pranzo, perché la situazione è preoccupante, perché, non sta a me dirlo, non c'è un contagiato ma più di uno, tutti localizzati nella stessa località e il problema è che erano in giro da giorni, in Lombardia e non solo".

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus in Lombardia, Salvini rientra in Regione: "Sbarchi da 200 a 2.000, alla faccia dei controlli" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:42 di Friday 21 February 2020

]]>
0
Coronavirus, disposte nuove misure di quarantena. Il Premier: "niente panico" Fri, 21 Feb 2020 12:01:46 +0000 https://www.polisblog.it/post/457445/coronavirus-disposte-nuove-misure-di-quarantena https://www.polisblog.it/post/457445/coronavirus-disposte-nuove-misure-di-quarantena Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Questa mattina si è riunito il comitato tecnico scientifico per affrontare l'emergenza legata alla segnalazione dei casi di coronavirus nel lodigiano. Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha emanato una nuova ordinanza che "prevede misure di isolamento quarantenario obbligatorio per i contatti stretti con un caso risultato positivo. Inoltre dispone la sorveglianza attiva con permanenza domiciliare fiduciaria per chi è stato nelle aree a rischio negli ultimi 14 giorni con obbligo di segnalazione da parte del soggetto interessato alle autorità sanitarie locali".

Il Premier Conte ha invitato i cittadini non farsi "prendere dal panico" e a fidarsi del lavoro svolto dal tavolo tecnico grazie al quale il Governo ha "adottato la linea di massima prudenza".

Queste le parole del Premier: "Abbiamo adottato in pieno accordo con il ministro della Salute Roberto Speranza e con tutti gli altri ministri, una linea di massima prudenza e precauzione. Questo ci consente anche di scacciare via qualsiasi allarmismo, qualsiasi panico. Dovete fidarvi di quelle che sono le indicazioni ufficiali del ministero della Salute, perché abbiamo un comitato tecnico-scientifico che ci offre la base tecnica di valutazione e ovviamente un attimo dopo adottiamo tutte le iniziative e le precauzioni, anche sul piano politico, che sono necessarie per la popolazione. Non è necessario discostarsi da quelle e adottarne altre, perché siamo già al livello della massima precauzione"

E ancora: "Adesso c'è questa questione che ci occupa i pensieri. Si è appena riunito il Comitato tecnico-scientifico istituito dal ministro della Salute Roberto Speranza. Abbiamo certificato questi tre nuovi casi di coronavirus nel Lodigiano. Il ministro ha appena adottato, credo sia stata resa pubblica poco fa, una nuova ordinanza, che dispone il trattamento di isolamento, la quarantena obbligatoria per tutte le persone che sono venute a contatto con questi pazienti certificati positivi. E ha predisposto inoltre quella che è la sorveglianza attiva, quindi un trattamento con costante contatto con i medici, ma con la possibilità di una domiciliazione fiduciaria, per tutti coloro che negli ultimi 14 giorni sono stati in aree a rischio. Continuiamo a mantenere altissima la linea della precauzione. Continuiamo a seguire tutti questi casi e a fare tutti gli accertamenti del caso, anche per ricostruire con attenzione quelli che sono stati i percorsi di questi tre pazienti nel Lodigiano, in modo da intervenire tempestivamente".

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, disposte nuove misure di quarantena. Il Premier: "niente panico" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:01 di Friday 21 February 2020

]]>
0