it_IT News Blogo.it - Ultime notizie della sezione News Fri, 22 Nov 2019 09:56:38 +0000 Fri, 22 Nov 2019 09:56:38 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) https://www.blogo.it/news 2004-2014 Blogo.it Liliana Segre: "Sono esausta, ma pronta a guidare Commissione contro odio" Fri, 22 Nov 2019 09:33:04 +0000 https://www.polisblog.it/post/451224/liliana-segre-sono-esausta-ma-pronta-a-guidare-commissione-contro-odio https://www.polisblog.it/post/451224/liliana-segre-sono-esausta-ma-pronta-a-guidare-commissione-contro-odio redazione Blogo.it redazione Blogo.it

liliana segre commissione odio

Liliana Segre esterna tutto il suo disagio per quanto le sta accadendo attorno in una lunga intervista concessa oggi al Corriere della Sera. Sopravvissuta al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, la senatrice a vita sta vivendo un periodo di massima esposizione mediatica, polemiche e anche insulti di ogni sorta. Evidentemente la storia non ci ha insegnato nulla e i fantasmi del passato di tanto in tanto riaffiorano. "Sono esausta - dichiara Liliana Segre - . Troppa esposizione, troppo odio, troppe polemiche, troppa popolarità, troppo tutto. Alla mia età mi trovo a condurre un’esistenza che non avrei mai immaginato".

La senatrice a vita ha proposta una Commissione parlamentare contro l’odio e se le chiedessero di presiederla, nonostante l’età e gli altri limiti che potrebbero frapporsi, non direbbe di no. "Se me la propongono, sono pronta a dire di sì - continua - Sono stata in dubbio e certo il calendario degli anni non va indietro. Ma io credo in questa Commissione, dunque spero di reggere".

Segre: "In Rete dilaga l'odio"

L’obiettivo della Commissione proposta dalla Segre non ha scopi censori, bensì vuole studiare l’odio e le sue declinazioni nell’era dei social network. "La Commissione che ho proposto non può giudicare né censurare nessuno e non può cambiare le leggi. Si tratta - insiste la senatrice a vita - di studiare un fenomeno di un problema per cui tutti, anche gli esponenti dell'opposizione, quando parlano a telecamere spente, si dichiarano allarmati. L'odio in rete dilaga. La convinzione di agire in una zona franca e nell'anonimato, sta producendo un imbarbarimento, una sorta di bullismo su larga scala, che le leggi esistenti non riescono a contenere".

Di recente, Liliana Segre ha ottenuto diversi attestati di solidarietà, cittadinanze onorarie e quant’altro: alcune iniziative sembrano meramente strumentali, ma la diretta interessata vuole propendere per la buona fede di chi le sta manifestando solidarietà. "Mi dicono che alcune iniziative hanno risvolti strumentali. Io non me ne curo, presumo la buona fede. Così fin qui le ho accolte onorata, preoccupandomi solo - per non apparire maleducata - di avvisare che, alla mia età, non posso andare a ricevere gli attestati. Però - sottolinea ancora - anche questo sta diventando un nuovo terreno di battaglia di cui farei a meno".

L'incontro riservato con Salvini

Quanto all’incontro con Matteo Salvini, che in un primo momento aveva smentito, Liliana Segre ammette: "Abbiamo scelto la riservatezza per evitare strumentalizzazioni politiche".

PROSEGUI LA LETTURA

Liliana Segre: "Sono esausta, ma pronta a guidare Commissione contro odio" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 09:33 di Friday 22 November 2019

]]>
0
Perugia: arrestata maestra d’asilo, maltrattate due bimbe Fri, 22 Nov 2019 08:49:26 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/624198/perugia-arrestata-maestra-dasilo-maltrattate-due-bimbe https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/624198/perugia-arrestata-maestra-dasilo-maltrattate-due-bimbe Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

perugia maltrattamenti asilo

Maltrattamenti ai danni di due bimbe di un anno e mezzo: arrestata e posta ai domiciliari una maestra d’asilo in provincia di Perugia. Secondo quanto risultato dalle indagini, le due bambine sarebbero state maltrattate, strattonate e costrette ad ingerire cibo contro la loro volontà. E non è tutto, perché quando non rispettavano le regole, le bimbe erano costrette in punizione in bagno. I maltrattamenti confermati anche dalle telecamere installate all’interno della scuola dopo l’avvio delle indagini.

Secondo quanto riferiscono gli inquirenti, nel mese di ottobre sono stati cinque gli episodi di maltrattamenti registrati. "Apri la bocca, zitta, smettila, sennò ti mando al bagno con la porta chiusa e ti metto sulla seggiolina", le parole della maestra ad una bimba che si rifiutava di mangiare la frutta durante l’ora di pranzo. Un’altra bimba, invece, veniva costretta con violenza a deglutire il cibo. Secondo l’accusa, inoltre, la maestra schiaffeggiava le bimbe e le costringeva ad andare realmente in bagno per scontare le punizioni.

PROSEGUI LA LETTURA

Perugia: arrestata maestra d’asilo, maltrattate due bimbe é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 08:49 di Friday 22 November 2019

]]>
0
I contraccettivi ormonali aumentano il rischio di depressione e suicidio? Fri, 22 Nov 2019 08:00:46 +0000 https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/592719/contraccettivi-ormonali-rischi-depressione-suicidio https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/592719/contraccettivi-ormonali-rischi-depressione-suicidio Maria Vasta Maria Vasta

contraccettivi ormonali

I contraccettivi ormonali potrebbero aumentare il rischio di suicidio? A lanciare l’allarme sono i membri dell’Aifa (Agenzia italiana del farmaco), che attraverso una nota hanno recentemente spiegato che questi tipi di contraccettivi possono avere importanti effetti collaterali, fra i quali vi sono anche disturbi gravi come depressione e comportamenti suicidari.

È questo ciò che sottolineano gli esperti in una lettera inviata ai medici, dove si esortano gli specialisti a tenere in considerazione questi potenziali effetti collaterali quando si trovano di fronte a delle pazienti che assumono dei contraccettivi ormonali. La nota non si riferisce naturalmente solo alla pillola anticoncezionale, ma anche al cerotto, all’anello vaginale, alla spirale e così via.

In tal senso, si è anche deciso di aggiornare le informazioni su questi prodotti con le nuove avvertenze.

Contraccettivi ormonali e rischio depressione


La decisione di sottolineare il rischio di depressione e suicidio associato all’utilizzo dei contraccettivi ormonali arriva in seguito a una valutazione sulla sicurezza eseguita in Europa in merito ai rischi connessi all’utilizzo di tali prodotti, ed in particolar modo in merito al comportamento suicidario e al rischio di suicidio associati a depressione.

L’Aifa ribadisce dunque che le pazienti devono essere assolutamente informate, e che devono essere esortate a contattare il proprio medico qualora dovessero notare dei cambiamenti dell’umore o sintomi depressivi, anche se tali disturbi dovessero presentarsi poco dopo l’inizio del trattamento.

via | Ansa
Foto da Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

I contraccettivi ormonali aumentano il rischio di depressione e suicidio? é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 08:00 di Friday 22 November 2019

]]>
0
Milano: incendio in un sottotetto, due morti Fri, 22 Nov 2019 07:57:48 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/624194/milano-incendio-in-un-sottotetto-due-morti https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/624194/milano-incendio-in-un-sottotetto-due-morti Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

milano incendio sottotetto

Tragedia a Milano, in zona Navigli: due persone sono morte nell’incendio di un sottotetto divampato nella notte, intorno alle tre e mezza. Dopo essere riusciti a domare le fiamme, i pompieri si sono trovati davanti due copri, quello di un uomo di 29 anni e di una donna di 27. Una terza persona, un parente della donna, è uscita indenne e non ha avuto nemmeno bisogno di ricorrere alle cure dei sanitari.

Le fiamme, secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, sarebbero divampate intorno alle 3:30, mentre la coppia stava dormendo nel sottotetto di una palazzina in alzaia Naviglio Grande 156. Sorpresa nel sonno, dunque, la coppia è deceduta sia per le ustioni sia per intossicazione. Illesa la 59enne che era in casa con loro, le autorità hanno avviato tutti gli accertamenti del caso. Ignote ancora le cause dell’incendio.

PROSEGUI LA LETTURA

Milano: incendio in un sottotetto, due morti é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 07:57 di Friday 22 November 2019

]]>
0
Prezzi dei farmaci: Italia quarta al mondo per gli alti costi dei medicinali Fri, 22 Nov 2019 07:21:18 +0000 https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/592732/prezzi-farmaci-italia-classifica-mondiale https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/592732/prezzi-farmaci-italia-classifica-mondiale Patrizia Chimera Patrizia Chimera

Prezzi dei farmaci

Quanto sono alti i prezzi dei farmaci in Italia? Decisamente alti, visto che il nostro paese è il quarto paese al mondo per il costo dei medicinali. La lista del Medicine Price Index 2019 ogni anno stila l'elenco dei costi dei medicinali in giro per il mondo, calcolando i paesi in cui curarsi costa di più.

La classifica è stata stilata da Medbelle, fornitore di servizi sanitari digitali britannico, confrontando i prezzi d 13 farmaci collegabili ad altrettante malattie: ci sono farmaci contro il colesterolo, gli antibiotici, medicinali per l'artrite o per l'asma, ma anche gli immunosoppressori. Nella classifica sono stati considerati sia i prezzi del medicinale di "marca", sia i farmaci equivalenti e generici. Nel realizzare la classifica Medbelle ha uniformato il dosaggio per poter comparare i prezzi. E ne è venuta fuori la lista finale.

Al primo posto della classifica troviamo gli Stati Uniti, dove i farmaci hanno un costo che può essere superiore anche del 306% rispetto al prezzo considerato di media in 50 paesi del mondo presi in analisi nella classifica del Medicine Price Index 2019. Secondo gradino del podio per la Germania, con costi più alti del 125%, mentre la medaglia di bronzo va agli Emirati Arabi Uniti, con prezzi più alti del 122% rispetto alla media.

Subito fuori dal podio spunta l'Italia. Nel nostro paese i farmaci hanno un costo più alto del 90% rispetto alla media. Ci seguono in questo elenco Danimarca, Qatar, Spagna, Olanda, Israele e Islanda.

E gli ultimi in classifica chi sono? La Thailandia è il luogo dove i farmaci costano di meno (93,93% rispetto alla media). Seguono il Kenya (-93,76%), la Malesia (90,80%) e l'Indonesia (-90,23), l'India (-73%), il Sudafrica (53%), la Russia (51,92%), la Turchia (-41,57%), l'Egitto (38,67%) e la Corea del Sud (33,98%).

Foto Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

Prezzi dei farmaci: Italia quarta al mondo per gli alti costi dei medicinali é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 07:21 di Friday 22 November 2019

]]>
0
Cure odontoiatriche, bonus di 500 euro per prendersi cura dei denti Fri, 22 Nov 2019 07:07:53 +0000 https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/592728/cure-odontoiatriche-bonus-500-euro https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/592728/cure-odontoiatriche-bonus-500-euro Patrizia Chimera Patrizia Chimera

Cure odontoiatriche

Per garantire le necessarie cure odontoiatriche a ogni fascia della popolazione, anche le più deboli, si prevede di introdurre un bonus di 500 euro all'anno per prendersi cura dei propri denti. Il provvedimento fa parte di un emendamento, fortemente voluto dal Movimento 5 Stelle, alla manovra di bilancio, presentando da Giovanni Endrizzi, prima firma, insieme ai senatori del partito pentastellato Dell'Olio, Puglia, Pirro ed è destinato a coprire parte della spesa per la cura dei denti dei pazienti meno abbienti o disoccupati.

Visite regolari dal dentista sono assolutamente consigliate per una corretta prevenzione di malattie che, se trascurate, potrebbero causare danni molto gravi. Le spese per le cure odontoiatriche, però, spesso sono molto alte, per questo motivo è stato previsto un contributo di 500 euro alle fasce di popolazioni più deboli, basandosi sull'ISEE.

Il requisito fondamentale per poter avere il bonus di 500 euro per le cure dentistiche, infatti, è di avere un reddito Isee “pari o inferiore a 25.000 euro”. Verrà data particolare attenzion alle famiglie monoredditi con figli, alle famiglie numerose, ai minori e agli anziani, per consentire le cure necessarie a tutte le categorie deboli che potrebbero aver bisogno di ricorrere alle cure del dentista.

Ecco cosa si legge nell'emendamento:

Al fine di consentire le cure odontoiatriche alle fasce di reddito meno abbienti con un reddito Isee pari o inferiore a 25.000 euro, con particolare attenzione ai minori, alle famiglie monoreddito con figli, alle famiglie numerose, agli anziani e in genere alle categorie deboli è riconosciuto un contributo pari a 500 euro annui.

Sempre nell'emendamento si specifica che

con decreto del ministro della Salute, di concerto con il ministro dell'Economia e delle Finanze da adottare entro il 31 dicembre 2020, sono stabiliti i criteri per il riconoscimento del contributo.

Nell'emendamento, però, si parla anche di altro, cioè del fatto che dal 2022 gli studi odontoiatrici possano essere solo società tra professionisti che sono iscritte all'Albo, escludendo così catene di studi dentistici, spa e srl che al momento possono essere di proprietà anche di persone non iscritte all'albo. Per l'Associazione Nazionale dei Centri Odontoiatrici è molto grave, perché potrebbe mettere a rischio 17mila posti di lavoro.

Foto Pixabay

Via | Ansa

PROSEGUI LA LETTURA

Cure odontoiatriche, bonus di 500 euro per prendersi cura dei denti é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 07:07 di Friday 22 November 2019

]]>
0
Eni Gas e Luce acquisisce il 70% di Evolvere Thu, 21 Nov 2019 20:50:16 +0000 https://www.soldiblog.it/post/127596/eni-gas-e-luce-acquisisce-il-70-di-evolvere https://www.soldiblog.it/post/127596/eni-gas-e-luce-acquisisce-il-70-di-evolvere Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Eni Gas e Luce, la società controllata al 100% da Eni, ha annunciato l'acquisizione del 70% della società Evolvere S.p.A., leader nel settore della generazione distribuita in Italia, con la possibilità di acquisire in un secondo momento il restante 30% della società.

L'accordo è stato sottoscritto con L&B Capital, azionista di maggioranza di Evolvere S.p.A, e l'operazione sarà perfezionata non appena arriveranno le autorizzazioni da parte delle autorità competenti.

Con questa operazione Eni Gas e Luce diventa così leader nella generazione distribuita di energia rinnovabile da impianti fotovoltaici in Italia. La mission di Eni, infatti, è creare valore attraverso la transizione energetica. Da qui la decisione di acquisire il 70% di Evolvere, che ha in gestione in Italia circa 11.000 impianti fotovoltaici, di cui circa 8.000 impianti di proprietà installati presso clienti domestici e business.

Eni Gas e Luce, con questa operazione, acquisirà, installerà e farà manutenzione agli impianti fotovoltaici e i sistemi di accumulo per clienti residenziali e business con potenze fino a 20 KW.

Alberto Chiarini, AD di Eni gas e luce, ha così commentato l'acquisizione:

In un mercato dell’energia in cui i clienti finali assumono un ruolo più attivo, diventando allo stesso tempo produttori e consumatori, l’acquisizione di Evolvere consente a Eni gas e luce di diventare leader nel mercato della generazione distribuita da fonti rinnovabili in Italia, in coerenza con la mission di Eni di creare valore attraverso la transizione energetica. A seguito dell’acquisizione, Eni gas e luce è nelle migliori condizioni per creare ulteriore valore mettendo a disposizione di Evolvere nuove opportunità commerciali, coinvolgendo i propri business partner e dotando la società delle risorse necessarie a cogliere appieno le opportunità di un mercato in forte crescita.

PROSEGUI LA LETTURA

Eni Gas e Luce acquisisce il 70% di Evolvere é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 20:50 di Thursday 21 November 2019

]]>
0
M5S, trionfo dei NO su Rousseau: saranno presentate le liste regionali Thu, 21 Nov 2019 20:13:31 +0000 https://www.polisblog.it/post/451221/m5s-trionfo-dei-no-su-rousseau-liste-regionali https://www.polisblog.it/post/451221/m5s-trionfo-dei-no-su-rousseau-liste-regionali redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Beppe Grillo riunisce vertici del M5S

Gli iscritti alla piattaforma Rousseau hanno deciso: il Movimento 5 Stelle dovrà presentare le liste regionali per l'Emilia Romagna e la Calabria. Col 70,6% dei NO, che per come era posto il quesito equivale ad un sì alle liste regionali, 2/3 dei sostenitori di M5S hanno dato l'indicazione che Luigi Di Maio e gli altri vertici stavano cercando.

A votare a favore delle liste regionali sono stati 19.248 iscritti a Rousseau su un totale di 125.018 aventi diritto, mentre a votare contro sono stati 8.025 iscritti (29,4%). Un'affluenza piuttosto bassa per la piattaforma online di M5S, che lo scorso maggio sul voto per confermare Di Maio come capo politico aveva fatto totalizzare 56.127 voti.

A questo punto Luigi Di Maio, che nelle ultime ore era apparso poco propenso a dover mettere in gioco M5S anche per le prossime due tornate elettorali regionali, dovrà muoversi per presentare le liste, come chiesto dai sostenitori pentastellati.

Le elezioni regionali in Emilia Romagna e in Calabria si terranno il 26 gennaio 2020.

Il MoVimento 5 Stelle è l’unica forza politica che, grazie alla piattaforma Rousseau, dà ai suoi iscritti la possibilità...

Posted by MoVimento 5 Stelle on Thursday, November 21, 2019

PROSEGUI LA LETTURA

M5S, trionfo dei NO su Rousseau: saranno presentate le liste regionali é stato pubblicato su Polisblog.it alle 20:13 di Thursday 21 November 2019

]]>
0
Udine, cade acquasantiera in chiesa: morta bimba di 7 anni Thu, 21 Nov 2019 19:41:19 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/624191/udine-cade-acquasantiera-in-chiesa-morta-bimba-di-7-anni https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/624191/udine-cade-acquasantiera-in-chiesa-morta-bimba-di-7-anni Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Una bimba di 7 anni è deceduta nel tardo pomeriggio di oggi ad Udine dopo esser stata colpita dall'acquasantiera della cappella dell'Educandato Statale "Collegio Uccellis".

È accaduto intorno alle 17.30, mentre la bimba si trovava nella cappella insieme alle compagne di classe. La piccola, secondo l'ultima ricostruzione effettuate dalle autorità, si sarebbe aggrappata alla grande acquasantiera di marmo, che è caduta a terra ed ha colpito la bimba al torace.

L'impatto si è rivelato fatale. La piccola è stata trasportata in ospedale, ma lì è deceduta a causa della gravità dei traumi riportati.

PROSEGUI LA LETTURA

Udine, cade acquasantiera in chiesa: morta bimba di 7 anni é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 19:41 di Thursday 21 November 2019

]]>
0
M5S, Luigi Di Maio: "Lo ammetto, siamo in difficoltà" Thu, 21 Nov 2019 19:28:00 +0000 https://www.polisblog.it/post/451217/m5s-luigi-di-maio-lo-ammetto-siamo-in-difficolta https://www.polisblog.it/post/451217/m5s-luigi-di-maio-lo-ammetto-siamo-in-difficolta redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Luigi Di Maio premier fake news

Il Movimento 5 Stelle non se la sta affatto passando bene. L'esperienza al governo con la Lega di Matteo Salvini si è rivelata disastrosa sul fronte dei consensi e l'accordo col Partito Democratico per il nuovo esecutivo sembra vicino a dare il colpo di grazia al MoVimento che per qualche mese è stato il primo partito in Italia.

Sembra essersene finalmente reso conto anche il capo politico Luigi Di Maio, che fino a poche settimane fa era pronto a rivoluzionare il MoVimento, senza forse capire bene in fondo come fare. Nel giorno del voto sulla piattaforma Rousseau sulla partecipazione di M5S alle regionali in Calabria ed Emilia Romagna, Di Maio ammette candidamente che "il Movimento è in un momento difficoltà. Lo ammetto prima di tutto io. C'è bisogno di mettere a posto alcune cose".

E lo dimostra anche il fatto di aver deciso di interpellare i sostenitori del MoVimento per fare qualcosa per cui i politici pentastellati sono stati votati: fare politica in Italia. Se si dubita dei consensi per correre alle varie elezioni regionali - il recente flop in Umbria brucia ancora - forse davvero è giunto il momento di fare delle riflessioni profonde:

Abbiamo bisogno di un po' di tempo, come Movimento, per rigenerare obiettivi, organizzazione e identità, ma se ci sono elezioni ogni due mesi, questo è impossibile. Allora, se vogliamo fare degli Stati generali, ma veri e che diano uno shock positivo, abbiamo bisogno di un po' di tempo. Il team del futuro si insedia il 15 dicembre, da allora sarà impegnato a organizzare gli Stati generali.

A fare eco a Luigi Di Maio è stato il Ministro per lo Sport Vincenzo Spadafora, che via Facebook ha scritto:

Oggi dobbiamo dimostrare lo stesso coraggio di allora: fermiamoci a riflettere su come migliorare il Movimento, anche alla luce dei risultati elettorali che non ci hanno premiato a livello locale, e su come rilanciare con nuove idee la nostra visione dell’Italia per i prossimi 10 o 20 anni.

A distanza di 10 anni il MoVimento 5 Stelle ha raggiunto alcuni dei risultati che si era prefissato:
la lotta alla casta...

Posted by Vincenzo Spadafora on Thursday, November 21, 2019

PROSEGUI LA LETTURA

M5S, Luigi Di Maio: "Lo ammetto, siamo in difficoltà" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 19:28 di Thursday 21 November 2019

]]>
0
Maturità 2020, il ministro Fioramonti: "Aboliremo le buste" Thu, 21 Nov 2019 17:42:58 +0000 https://www.polisblog.it/post/451215/maturita-2020-il-ministro-fioramonti-aboliremo-le-buste https://www.polisblog.it/post/451215/maturita-2020-il-ministro-fioramonti-aboliremo-le-buste redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti (M5S)

Addio alle famose buste per la maturità del 2020. A confermarlo in anteprima a Skuola.net è stato il Ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti, che proprio oggi ha firmato una circolare per una serie di cambiamenti per il prossimo esame di maturità.

Non vogliamo che l'esame di Stato sia un motivo di stress. Questo non fa bene a nessuno. Gli studenti devono andare all'esame fieri della propria preparazione. Non vogliamo trabocchetti.

Una delle soluzioni, secondo il ministro, è proprio dire addio alle buste che contengono le prove e che generalmente vengono aperte la mattina dell'esame:

La commissione manterrà una serie di materiali che serviranno a far partire l'esame. Ma, anziché sorteggiarlo come in una lotteria si sapranno prima quali saranno gli argomenti scelti. Che verranno proposti agli studenti per far iniziare l'orale. Quei materiali saranno a disposizione degli studenti prima dell'inizio dei colloqui.

Niente più lotteria, quindi, ma una maggiore trasparenza che dovrebbe ridurre lo stato di ansia negli studenti: "Non voglio che l'esame di Stato diventi una corsa al massacro. Gli studenti devono sapere che l'unica cosa che serve è la preparazione. L'esame di Stato è momento di confronto e valutazione e non una roulette. Non siamo al Casinò".

PROSEGUI LA LETTURA

Maturità 2020, il ministro Fioramonti: "Aboliremo le buste" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 17:42 di Thursday 21 November 2019

]]>
0
Abusi, l'Argentina chiede la cattura di monsignor Zanchetta Thu, 21 Nov 2019 17:20:34 +0000 https://www.polisblog.it/post/451210/abusi-largentina-chiede-la-cattura-di-monsignor-zanchetta https://www.polisblog.it/post/451210/abusi-largentina-chiede-la-cattura-di-monsignor-zanchetta redazione Blogo.it redazione Blogo.it

La magistratura di Salta, in Argentina, ha emesso in queste ore un mandato di cattura internazionale nei confronti di monsignor Gustavo Zanchetta, vescovo argentino accusato di abusi sessuali ai danni di due seminaristi.

L'ordine nei confronti del religioso, domiciliato in Vaticano e considerato vicino a Papa Francesco, è stato emesso a livello internazionale dopo che monsignor Zanchetta ha smesso di rispondere alle telefonate e alle mail della pm María Soledad Filtrín, che voleva inviargli la notifica degli atti processuali a suo carico.

Di fronte all'impossibilità di mettersi in contatto, il religioso è stato considerato irreperibile e per questo si è deciso di emettere il mandato di cattura internazionale per abuso sessuale continuato ai danni delle due vittime.

Zanchetta si trova in Vaticano dal 2017, quando è stato richiamato da Papa Francesco a Roma. Anche lì, nei suoi confronti, dal maggio scorso risulta aperto un processo canonico. Se dovesse essere ritenuto colpevole rischierebbe l'espulsione dal sacerdozio.

PROSEGUI LA LETTURA

Abusi, l'Argentina chiede la cattura di monsignor Zanchetta é stato pubblicato su Polisblog.it alle 17:20 di Thursday 21 November 2019

]]>
0
Legge elettorale, la Cassazione dà il via libera al referendum chiesto dal centrodestra Thu, 21 Nov 2019 16:52:19 +0000 https://www.polisblog.it/post/451205/legge-elettorale-cassazione-referendum https://www.polisblog.it/post/451205/legge-elettorale-cassazione-referendum redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Roberto Calderoli

La Corte di Cassazione ha dato il via libera al referendum sulla legge elettorale richiesto dai Consigli regionali di Abruzzo, Lombardia, Piemonte, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Basilicata e Veneto.

A stabilirlo è stato l'Ufficio centrale per il referendum della Corte di Cassazione, che ha accolto la proposta di referendum presentata da una delegazione guidata da Roberto Calderoli lo scorso 30 settembre per chiedere "l'abolizione del metodo proporzionale nell'attribuzione dei seggi in collegi plurinominali nel sistema elettorale della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica".

L'ultima parola spetta alla Consulta, che dovrà valutare l'ammissibilità del referendum relativamente ai principi costituzionali e dovrà esprimersi sulla questione entro il 21 gennaio 2020.

Questo per la maggioranza costituisce un nuovo problema, che si aggiunge alle tensioni già in atto. Quale alternativa all'attuale Rosatellum? Da un lato c'è il Partito Democratico che vorrebbe il sistema maggioritario, dall'altra ci sono M5S, Italia Viva e Liberi e Uguali che vorrebbero invece un sistema proporzionale.

Per questo motivo si è tenuta ieri una riunione a cui hanno partecipato i vertici dei quattro partiti, ma stando alle ultime indiscrezioni l'accordo non sarebbe affatto vicino.

PROSEGUI LA LETTURA

Legge elettorale, la Cassazione dà il via libera al referendum chiesto dal centrodestra é stato pubblicato su Polisblog.it alle 16:52 di Thursday 21 November 2019

]]>
0
Ponte Morandi: sensori fuori uso dal 2015, ecco cosa era successo Thu, 21 Nov 2019 16:45:46 +0000 https://www.polisblog.it/post/451202/ponte-morandi-sensori-fuori-uso-dal-2015-ecco-cosa-era-successo https://www.polisblog.it/post/451202/ponte-morandi-sensori-fuori-uso-dal-2015-ecco-cosa-era-successo redazione Blogo.it redazione Blogo.it

ponte morandi sensori

Gli investigatori che si stanno occupando del crollo del ponte Morandi di Genova, hanno scoperto che i sensori che si occupavano del monitoraggio strutturale non funzionavano dal 2015. Sulla base dei dati forniti da questo impianto, ad esempio, venne realizzato nel 2014 il documento di "programmazione del rischio" in cui era scritto che la struttura era a rischio crollo. Secondo quanto emerso dalle indagini, i sensori di monitoraggio strutturale non funzionavano più, perché l’impianto era stato tranciato durante i lavori effettuati sulla carreggiata e non sono più stati sostituiti.

Il rifacimento del sistema era previsto nel progetto di retrofitting, ovvero i lavori previsti per il rafforzamento delle pile 9 e 10, che però non sono mai partiti, perché nel frattempo il ponte è venuto giù causando 43 morti.

Ponte Morandi: monitoraggio parziale dei rischi

Insomma, dal 2015 il documento di programmazione del rischio veniva redatto solo con le prove riflettometriche, che probabilmente non era sufficiente a fornire un quadro completo delle condizioni reali del ponte Morandi. A questo punto, si chiedono ancora gli inquirenti, perché il rischio crollo non era stato preso in considerazione visto che i sensori non erano più in funzione e il sistema di monitoraggio era solamente parziale? La risposta, ipotizzano, è che il gestore volesse risparmiare sui costi ed una chiusura totale, ma anche solo parziale, della struttura potesse influenzare negativamente le trattative per l’ingresso nell’azienda di nuovi soci. Tedeschi e cinesi su tutti.

PROSEGUI LA LETTURA

Ponte Morandi: sensori fuori uso dal 2015, ecco cosa era successo é stato pubblicato su Polisblog.it alle 16:45 di Thursday 21 November 2019

]]>
0