it_IT News Blogo.it - Ultime notizie della sezione News Fri, 24 May 2019 13:35:40 +0000 Fri, 24 May 2019 13:35:40 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) https://www.blogo.it/news 2004-2014 Blogo.it Adozioni, l'appello del Papa: "Troppa burocrazia e corruzione" Fri, 24 May 2019 13:28:57 +0000 https://www.polisblog.it/post/435223/papa-appello-per-le-adozioni-troppa-burocrazia-e-corruzione https://www.polisblog.it/post/435223/papa-appello-per-le-adozioni-troppa-burocrazia-e-corruzione redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Papa Bergoglio ha parlato della corruzione che gira attorno alle adozioni dei bambini in occasione dell'udienza riservata ai dirigenti, agli operatori e ai bambini dell'Istituto Ospedale degli Innocenti di Firenze.

"Oggi nel mondo ci sono tanti bambini che idealmente hanno la metà della medaglia. Sono soli. Le vittime delle guerre, le vittime delle migrazioni, i bambini non accompagnati, le vittime della fame. Bambini con metà medaglia. E chi ha l’altra metà? La Madre Chiesa. Noi abbiamo l’altra metà. Bisogna riflettere e far capire alla gente che noi siamo responsabili di quest’altra metà e aiutare a fare oggi un’altra 'casa degli innocenti', più mondiale, con l’atteggiamento dell’adozione".

Burocrazia e corruzione impediscono oggi alle famiglie pronte ad accogliere di adottare bambini soli: "Tante volte c’è gente che vuole adottare bambini, ma c’è una burocrazia così grande - quando non c’è la corruzione di mezzo, che tu paghi e… Ma aiutatemi in questo: a seminare coscienza che noi abbiamo l’altra metà della medaglia di quel bambino. Tante, tante famiglie che non hanno figli e avrebbero sicuramente il desiderio di averne uno con l’adozione: andare avanti, creare una cultura di adozione perché i bambini abbandonati, soli, vittime di guerre e altro sono tanti; che la gente impari a guardare quella metà e dire: 'Anch’io ne ho un’altra'. Vi chiedo di lavorare su questo. E grazie!".

PROSEGUI LA LETTURA

Adozioni, l'appello del Papa: "Troppa burocrazia e corruzione" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 13:28 di Friday 24 May 2019

]]>
0
Pulizia spiagge 2019 e spiagge plastic free in Italia Fri, 24 May 2019 13:03:33 +0000 https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/588656/pulizia-spiagge-2019-plastic-free https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/588656/pulizia-spiagge-2019-plastic-free Patrizia Chimera Patrizia Chimera

Pulizia spiagge 2019

Pulizia spiagge 2019 e spiagge plastic free, queste le due tendenze dell'estate che sta per arrivare che ci piace raccontare. La coscienza ecologica cresce in Italia, complice anche Greta Thunberg, i Fridays for Future e gli scioperi globali per il clima. Ma anche il fatto che in molti stanno aprendo gli occhi sulle condizioni di salute del pianeta. Che si sono aggravate per colpa dell'uomo. E spetta ora all'uomo correre ai ripari.

Nelle città di mare italiane di ogni regione si moltiplicano di giorno in giorno le iniziative di pulizia delle spiagge: si coinvolgono i cittadini, spesso scuole e bambini, per smuovere le coscienze e dimostrare quanti rifiuti ci sono nel nostro mare. Soprattutto plastica, ma non solo. In spiaggia si trova davvero di tutto. E allora ben vengano iniziative volte a pulire il nostro piccolo "orticello". Perché se lo facciamo tutti, in tutto il mondo, il pianeta potrà tornare a splendere.

Per evitare di trovare rifiuti in spiaggia, dobbiamo prestare molta attenzione. Ed evitare di lasciare cose che dovrebbero finire nell'immondizia. Ma non solo: potremmo proprio evitare di usare tutti quei prodotti di plastica usa e getta, che tra l'altro l'Unione Europea ha messo al bando a partire dal 2021. E ci sono delle città di mare che già hanno deciso di abbandonare piatti, bicchieri, posate e altri prodotti usa e getta. Come ad esempio le bottigliette di plastica.

La mappa delle spiagge plastic free può essere un ottimo punto di riferimento per prenotare le prossime vacanze, promuovendo le amministrazioni che hanno deciso, nel loro piccolo, di fare la differenza. Si possono anche segnalare realtà non presenti, per una mappa partecipativa utile per rendere il pianeta nuovamente vivibile.

Foto Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

Pulizia spiagge 2019 e spiagge plastic free in Italia é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 13:03 di Friday 24 May 2019

]]>
0
Mimmo Lucano torna a Riace per un comizio e per votare Fri, 24 May 2019 12:58:46 +0000 https://www.polisblog.it/post/435225/mimmo-lucano-riace-comizio-voto-26-maggio-2019 https://www.polisblog.it/post/435225/mimmo-lucano-riace-comizio-voto-26-maggio-2019 redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Mimmo Lucano Riace

Mimmo Lucano oggi sarà nella sua Riace dopo mesi di esilio, ma potrà restarvi soltanto per poche ore, in base a quanto prevede l'autorizzazione concessagli dal tribunale di Lori. Il sindaco sospeso può partecipare al comizio di chiusura della campagna elettorale che si terrà dalle ore 18 alle ore 21 di oggi, poi, domenica, potrà tornare per votare.

Ricordiamo che è candidato al consiglio comunale con la lista "Il cielo sopra Riace", che ha come candidata sindaco Maria Spanò, visto che Lucano, avendo già due mandati alle spalle, non può ricandidarsi. Ci sono poi le liste dei candidati Maurizio Cimino, ex vicesindaco oggi vicino a Forza Italiana, e Antonio Trifoli, ex vigile urbano.

Secondo Michele Permunian, titolare dell'indagine su Lucano, il sindaco sospeso non avrebbe avuto diritto a partecipare al comizio, invece il Tribunale di Locri ha deciso di tutelare "il diritto costituzionalmente garantito di elettorato passivo" e ha dunque autorizzato il ritorno di Lucano dalle 18 alle 21, anche se c'è qualche problema, che ha spiegato lo stesso sindaco:

"Nonostante tutte queste limitazioni, sono contento. Adesso però si pone un problema perché il Tribunale mi ha autorizzato a tornare nel pomeriggio, ma i comizi sono previsti in serata e la nostra lista, secondo il sorteggio, sarà l'ultima a intervenire. Gli avvocati stanno cercando di sistemare le cose e non dovrebbe essere difficile. In fondo, che io possa tornare in paese tre ore prima o tre ore dopo non cambia molto, spero"

Lucano è sospeso ed "esiliato" dal 16 ottobre 2018, dopo che il 2 ottobre era stato messo agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta Xenia, in cui è accusato di reati in relazione alla politica di accoglienza e integrazione praticata a Riace mentre era sindaco. Dal 16 ottobre è in libertà, ma con il divieto di dimora a Riace.

Domenica ovviamente Lucano potrà votare nel suo comune, sia per le elezioni amministrative sia per quelle europee.

PROSEGUI LA LETTURA

Mimmo Lucano torna a Riace per un comizio e per votare é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:58 di Friday 24 May 2019

]]>
0
Violenza sessuale su minori: arrestato maestro d'asilo Fri, 24 May 2019 11:48:53 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/618193/violenza-sessuale-su-minori-arrestato-maestro-dasilo https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/618193/violenza-sessuale-su-minori-arrestato-maestro-dasilo Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Un maestro d'asilo di 64 anni è finito in manette a Lamezia Terme con la gravissima accusa di violenza sessuale su minori. L'uomo, insegnante di lungo corso, molto rispettato dalla comunità, è accusato di aver molestato bambine di soli 5 anni. A dar vita alle indagini è stata la mamma di una bimba che, insospettita da alcuni comportamenti della figlia, l'ha convinta a farsi raccontare cosa la turbasse.

La bambina ha raccontato che il maestro la faceva sedere sulle sue gambe e la baciava, accarezzandola anche sotto i vestiti. Partendo da queste rivelazioni gli agenti hanno ascoltato anche le altre madri delle bambine della classe che, stimolate, hanno a loro volta parlato di baci e carezze non volute.

Per fare totale chiarezza sulla vicenda gli inquirenti hanno piazzato delle telecamere nascoste all'interno della scuola. Purtroppo i video hanno confermato i racconti delle bambine, fornendo agli investigatori le prove di baci, carezze e sfregamenti. Comportamenti giudicati inequivocabili e agghiaccianti, che hanno portato all'immediato arresto del maestro.

PROSEGUI LA LETTURA

Violenza sessuale su minori: arrestato maestro d'asilo é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 11:48 di Friday 24 May 2019

]]>
0
Pensioni, dal 1° giugno scattano i tagli. Sindacati in piazza: "Dateci retta" Fri, 24 May 2019 11:47:11 +0000 https://www.polisblog.it/post/435220/pensioni-tagli-manifestazione https://www.polisblog.it/post/435220/pensioni-tagli-manifestazione redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Manifestazione dei pensionati il 1° giugno 2019

Il 1° giugno scatta il doppio intervento sulle pensioni voluto dal governo Conte, vale a dire il conguaglio sul taglio della rivoluzione annuale degli assegni per l'anno corrente e la sforbiciata sulle pensioni d'oro, quelle superiori ai 100mila euro all'anno.

In particolare, secondo quanto previsto da una circolare INPS, le riduzioni in percentuale saranno del:
- 15% per la quota di importa da 100.000,01 a 130.000,00 euro;
- 25% per la quota di importo da 130.000,01 a 200.000,00 euro;
- 30% per la quota di importo da 200.000,01 a 350.000,00 euro;
- 35% per la quota di importo da 350.000,01 a 500.000,00 euro;
- 40% per la quota di importo eccedente i 500.000,01 euro.

Per quanto riguarda il conguaglio sul taglio della rivalutazione delle pensioni esso scatterà per i trattamenti che superano i 1.522 euro al mese, ossia più di tre volte il minimo, per recuperare la differenza del periodo gennaio-marzo 2019.

E proprio per il 1° giugno i sindacati Cgil, Cisl e Uil si mobiliteranno con una manifestazione in Piazza San Giovanni a Roma alla quale prenderanno parte anche i segretari Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo. Il leit motiv della mobilitazione sarà "Dateci retta".

In un comunicato congiunto i sindacati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil si rivolgono al governo:

"L’unica misura messa in campo è quella del taglio della rivalutazione partita il 1° aprile a cui si aggiungerà un corposo conguaglio che i pensionati dovranno restituire nei prossimi mesi mentre la tanto sbandierata pensione di cittadinanza finirà per riguardare un numero molto limitato di persone e non basterà ad affrontare il tema della povertà"

PROSEGUI LA LETTURA

Pensioni, dal 1° giugno scattano i tagli. Sindacati in piazza: "Dateci retta" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 11:47 di Friday 24 May 2019

]]>
0
Casamonica e Di Silvio: nuovo blitz delle forze dell'ordine Fri, 24 May 2019 11:29:01 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/618183/casamonica-e-di-silvio-nuovo-blitz-delle-forze-dellordine https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/618183/casamonica-e-di-silvio-nuovo-blitz-delle-forze-dellordine Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza (del nucleo GICO) hanno eseguito un nuovo blitz contro gli esponenti delle famiglie Casamonica e Di Silvio. Le forze dell'ordine hanno effettuato diverse perquisizioni nelle zone di Romanina, Borghesiana, Tuscolana, Tor Bella Monaca, Zagarolo e Colonna alla ricerca di armi e droga. In zona Tuscolana sono stati compiuti diversi arresti in flagranza per detenzione di sostanze stupefacenti.

Inoltre è stata nuovamente sgomberata una villa in via della Selvotta, già confiscata tempo fa dall'Agenzia Nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. L'abitazione, dove viveva Salvatore Casamonica, risultava ancora abitata da alcuni componenti della famiglia, tra i quali la moglie Giacomina, che si trovava nella villa agli arresti domiciliari. La donna è stata condotta in carcere eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare.

PROSEGUI LA LETTURA

Casamonica e Di Silvio: nuovo blitz delle forze dell'ordine é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 11:29 di Friday 24 May 2019

]]>
0
Genova, la Procura apre due fascicoli sul pestaggio di Origone Fri, 24 May 2019 11:05:29 +0000 https://www.polisblog.it/post/435203/genova-la-procura-apre-due-fascicoli-sul-pestaggio-di-origone https://www.polisblog.it/post/435203/genova-la-procura-apre-due-fascicoli-sul-pestaggio-di-origone redazione Blogo.it redazione Blogo.it

La Procura di Genova ha annunciato l'apertura di due fascicoli d'indagine per fare chiarezza sul pestaggio di Stefano Origone e sugli altri fatti avvenuti ieri in Piazza Corvetto. Per il pestaggio del giornalista di Repubblica l'ipotesi di reato è quella di lesioni aggravate. Il primo obiettivo degli inquirenti è quello di identificare gli agenti responsabili dell'azione sconsiderata nei confronti del giornalista.

Ad annunciare l'apertura delle indagini è stato il Procuratore Capo Francesco Cozzi: "È assurdo che accadano fatti del genere. Il giornalista Origone era in piazza a svolgere il suo lavoro di cronista in modo pacifico e non so come possa essere stato scambiato per un facinoroso. Esprimo la mia più forte solidarietà e il rammarico forte perché è inconcepibile quanto successo".

L'indagine deputata all'identificazione dei poliziotti coinvolti nel pestaggio sarà affidata alla Squadra Mobile, ovvero alla stessa polizia. Secondo Cozzi non c'è nulla di strano perché "il clima del G8 è totalmente passato e fin dal primo mattino di oggi abbiamo raccolto massima collaborazione da parte delle forze dell’ordine, non abbiamo alcun motivo di dubitare sulla professionalità e onestà dei dirigenti di polizia".

Forse, a garanzia dello stesso corpo di polizia, sarebbe stato più corretto affidare le indagini all'Arma dei Carabinieri.

PROSEGUI LA LETTURA

Genova, la Procura apre due fascicoli sul pestaggio di Origone é stato pubblicato su Polisblog.it alle 11:05 di Friday 24 May 2019

]]>
0
Lampedusa: nuovo sbarco di 58 migranti Fri, 24 May 2019 11:01:35 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/618176/lampedusa-nuovo-sbarco-di-58-migranti https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/618176/lampedusa-nuovo-sbarco-di-58-migranti R.M. R.M.

nuovo sbarco migranti lampedusa

Sono 58 i migranti sbarcati a Lampedusa nelle scorse ore. Il nuovo sbarco sull’isola avviene a distanza di qualche giorno da quello della nave Sea Watch 3 della Ong Mediterranea, poi sequestrata. Sbarco che aveva suscitato le ire del ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Tra i 58 migranti arrivati alle prime luci del giorno a Lampedusa c’è anche una donna. Le persone a bordo della barca, partita dalle coste libiche, sono originari di vari paesi: Algeria, Marocco, Libia, Gambia, Siria e Bangladesh. La traversata è durata una giornata e la barca è stata presa poi in consegna dalla Guardia Costiera italiana.

Ieri la Ong Mediterranea Saving Humans aveva accusato la Marina Militare italiana di non aver soccorso un gommone in procinto di affondare, con alcuni migranti già finiti in acqua, nonostante la nave Bettica fosse vicina. La Marina aveva replicato spiegando che il gommone era invece a 80 chilometri di distanza. Il salvataggio dei naufraghi è stato poi eseguito dalla Guardia costiera libica.

PROSEGUI LA LETTURA

Lampedusa: nuovo sbarco di 58 migranti é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 11:01 di Friday 24 May 2019

]]>
0
Genova, il racconto: "Urlavo che ero un giornalista, ma non si sono fermati". La polizia ha fatto il suo dovere? Fri, 24 May 2019 10:03:49 +0000 https://www.polisblog.it/post/435167/genova-il-racconto-urlavo-che-ero-un-giornalista-ma-non-si-sono-fermati-la-polizia-ha-fatto-il-suo-dovere https://www.polisblog.it/post/435167/genova-il-racconto-urlavo-che-ero-un-giornalista-ma-non-si-sono-fermati-la-polizia-ha-fatto-il-suo-dovere Stefano Capasso Stefano Capasso

Ieri a Genova ci sono stati degli scontri tra le forze dell'ordine e gli antifascisti, scesi in piazza per protestare contro il comizio di CasaPound. La polizia, per l'occasione, aveva blindato Piazza Marsala dove si teneva la manifestazione dei neofascisti (una trentina di persone in tutto), per proteggerli dai cosiddetti "antagonisti" che, come previsto, hanno tentato di superare il blocco per andare ad affrontare a muso duro i simpatizzanti di estrema destra.

In Piazza Corvetto, dove si sono radunati gli antagonisti, è successo di tutto. La polizia ha caricato a testa bassa, ha usato lacrimogeni e si è anche resa responsabile del pestaggio di Stefano Origone, cronista di Repubblica. Il termine pestaggio è forte, ma è quello corretto in questo caso.

Per questo fatto si sono sollevate diverse reazioni, compresa quella del Senatore del Pd Francesco Verducci che ha insensatamente parlato di 'intimidazione nei confronti dell'informazione': "Il pestaggio nei confronti del giornalista Stefano Origone è un fatto gravissimo. Non può accadere in un Paese democratico e in uno Stato di diritto quale è la Repubblica italiana. C'è una escalation di intimidazione nei confronti dell'informazione che va denunciata con la massima nettezza e fermata immediatamente. Il ministro Salvini chiarisca al più presto le responsabilità di quanto accaduto. Piena solidarietà a Stefano Origone e alla redazione di Repubblica".

L'intervento del Senatore del Pd è totalmente privo di senso. È ovvio che la polizia non abbia pestato Origone in quanto giornalista; tant'è che è stato proprio un ispettore di polizia a fermare ad un certo punto i colleghi, proteggendo il collega dalle manganellate.

Origone ha appunto spiegato di aver urlato come un pazzo "sono un giornalista", ma di non essere stato risparmiato. È evidente che gli agenti, in quel momento di concitazione, non avessero sentito le sue parole. Il punto, però, qui è un altro. Origone è un giornalista ed era lì per lavorare e certamente prima di venire massacrato di botte non si era reso responsabile di alcun comportamento violento, pericoloso o simile. Era semplicemente "uno a caso" nel mucchio agli occhi dei poliziotti.

È stato sfortunato ed ha incassato, senza alcuna colpa, una scarica di manganellate che gli hanno causato la frattura di due dita e di una costola, un trauma cranico ed altre varie ferite ed ecchimosi su tutto il corpo.

Per fortuna il commissario ha fermato i suoi colleghi, ma la domanda qui è molto semplice: e se Origone fosse stato uno qualsiasi? La polizia sarebbe stata forse autorizzata a picchiarlo mentre si trovava a terra e urlava di dolore?

Stupisce che in un Paese democratico venga giudicato normale un pestaggio di gruppo a carico di una persona inerme, che si trova già a terra e che non può più arrecare alcun danno all'ordine pubblico. Una volta reso inoffensivo un soggetto considerato - in questo caso a torto - pericoloso, che senso ha continuare ad infierire su di lui?

I poliziotti hanno in dotazione i manganelli per garantire, in caso di necessità, l'ordine pubblico, ma dovrebbero usare questo strumento con estrema cautela. Si ha invece la netta sensazione che le cosiddette "cariche di alleggerimento" molto spesso si trasformino in pestaggi a prova di legge. Questa cosa deve cambiare. Il prima possibile.

PROSEGUI LA LETTURA

Genova, il racconto: "Urlavo che ero un giornalista, ma non si sono fermati". La polizia ha fatto il suo dovere? é stato pubblicato su Polisblog.it alle 10:03 di Friday 24 May 2019

]]>
0
Brexit, Theresa May in lacrime annuncia le dimissioni Fri, 24 May 2019 09:53:51 +0000 https://www.polisblog.it/post/435179/theresa-may-dimissioni-e-lacrime https://www.polisblog.it/post/435179/theresa-may-dimissioni-e-lacrime Renato Marino Renato Marino


Le dimissioni di Theresa May erano nell’aria. Dopo essere stata abbandonata da ministri e parlamentari Tory, che insieme al Labour party hanno bocciato le ultime mosse della premier per un'uscita soft di Londra dall’Ue, May ha annunciato oggi che si dimetterà il 7 giugno. Le dimissioni del primo ministro arriveranno quindi dopo la visita nel Regno Unito del presidente americano Donald Trump, prevista per giorno 3 giugno.

"Ho fatto del mio meglio per onorare i risultati del referendum" ma resterà sempre il "grande rammarico per "il fatto di non essere riuscita a portare a termine la Brexit" ha detto May secondo cui un’intesa per l’uscita dall’Ue: "Si può raggiungere solo se le parti sono disposte a trovare compromessi. Ho fatto il possibile per convincere i deputati a sostenere quell'accordo ma purtroppo non sono stata capace di farlo. Ho provato a farlo tre volte. Credo sia stato giusto perseverare".

May, davanti al numero 10 di Downing Street, ha concluso in lacrime l’annuncio di dimissioni da leader dei Conservatori e da primo ministro: "Ho servito il Paese che amo". Secondo la Bbc, ora May stabilirà un calendario che detti i tempi di nomina del suo successore sul quale graverà il difficile compito portare a termine l'uscita dall’Ue. Tra i papabili l’ex sindaco di Londra Boris Johnson che nelle scorse settimane si era detto pronto a prendere il posto della May non appena si fosse dimessa.

PROSEGUI LA LETTURA

Brexit, Theresa May in lacrime annuncia le dimissioni é stato pubblicato su Polisblog.it alle 09:53 di Friday 24 May 2019

]]>
0
Gentiloni: "Questo governo è tra i peggiori di sempre, cadrà presto o prestissimo" Fri, 24 May 2019 09:23:29 +0000 https://www.polisblog.it/post/435164/gentiloni-questo-governo-e-tra-i-peggiori-di-sempre-cadra-presto-o-prestissimo https://www.polisblog.it/post/435164/gentiloni-questo-governo-e-tra-i-peggiori-di-sempre-cadra-presto-o-prestissimo redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Gentiloni governo cadrà presto prestissimo

Secondo l’ex premier Paolo Gentiloni la maggioranza Lega-M5s tra poco evaporerà, sarà solo un (cattivo) ricordo. "Il governo cadrà presto o prestissimo" ha detto stamattina il presidente del Partito Democratico ad Agorà, su Rai Tre.

Quando esattamente l’esecutivo giallo-verde leverà le tende? "Mi pare che nei corridoi romani la discussione sia su questa alternativa: se il governo cade sull’onda delle elezioni europee o dopo la legge di bilancio". Secondo Gentiloni: "Questo governo è uno dei peggiori e più pericolosi della storia della Repubblica: è meglio che vada a casa e la parola torni agli elettori" ha spiegato ancora l’esponente dem nel corso di un comizio a Bologna.

In quest’ottica il voto del 26 maggio "sarà il primo test per l’alternativa" secondo Gentiloni che nelle scorse ore ha incassato anche una sorta di complimento indiretto da parte del vice premier Luigi Di Maio il quale, in volata di campagna elettorale, ha detto che il governo Gentiloni ha fatto meglio sui rimpatri di Matteo Salvini e del governo Conte.

Su questo "dobbiamo accelerare" ha detto Di Maio pungendo il ministro dell’Interno che ha replicato dicendo che se il leader del M5s "ha nostalgia di Renzi e Gentiloni" basta dirlo e che secondo i dati in suo possesso "dopo tantissimi anni le espulsioni sono doppie rispetto agli sbarchi".

PROSEGUI LA LETTURA

Gentiloni: "Questo governo è tra i peggiori di sempre, cadrà presto o prestissimo" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 09:23 di Friday 24 May 2019

]]>
0
Milano, bimbo ucciso dal padre: "Piangeva per i piedi bruciati" forse con un accendino Fri, 24 May 2019 08:22:24 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/618167/milano-bimbo-ucciso-dal-padre-piangeva-per-i-piedi-bruciati-forse-con-un-accendino https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/618167/milano-bimbo-ucciso-dal-padre-piangeva-per-i-piedi-bruciati-forse-con-un-accendino R.M. R.M.

I piedi del bimbo ucciso di botte dal padre a Milano erano fasciate con delle garze per delle bruciature che gli sarebbero state provocate con un accendino. A rivelare nuovi scioccanti dettagli sulla sorte del piccolo Mehmed è Il Giorno.

Per l’infanticidio è stato arrestato Aliza Hrustic, 25enne nato in Italia ma di origini croate. L’uomo ha ammesso di aver percosso il figlio fino a ucciderlo "in un momento di rabbia". Agli inquirenti Hrustic ha raccontato che non riusciva a dormire per il pianto del piccolo, al quale forse bruciavano i piedini: "Allora mi sono alzato e gli ho dato dei pugni forse anche dei calci" ha detto l’uomo senza fornire una vera spiegazione per l’omicidio.

Quando le forze dell’ordine e il personale del 118 avevano trovato i piedi del bambino morto fasciati, avevano pensato che fossero stati bloccati per tenerlo fermo. A mettere quelle garze sarebbe stata invece la madre del piccolo, per alleviarne la sofferenza e curare le scottature.

La donna, di 23 anni e incinta del quinto figlio, ha subito accusato il marito dell’omicidio confessando che l’uomo "a volte" picchiava anche lei. Oggi il gip di Milano interrogherà Hrustic, quindi deciderà sulla conferma della misura cautelare della detenzione in carcere.

Dalle prime indagini è emerso un quadro di continue violenze in famiglia da parte del 25enne, ma sarà l'autopsia sul corpo del bimbo, che dovrebbe essere disposta entro oggi, a dover spiegare da quando il piccolo fosse costretto a subire le percosse del padre.

PROSEGUI LA LETTURA

Milano, bimbo ucciso dal padre: "Piangeva per i piedi bruciati" forse con un accendino é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 08:22 di Friday 24 May 2019

]]>
0
Diabete di tipo 1, attenzione alle gengive dei bambini Fri, 24 May 2019 08:16:24 +0000 https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/588649/diabete-di-tipo-1-attenzione-alle-gengive-dei-bambini https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/588649/diabete-di-tipo-1-attenzione-alle-gengive-dei-bambini ValentinaRorato ValentinaRorato

Diabete mellito di tipo 1 e di tipo 2, differenze

I primi problemi alle gengive possono manifestarsi già nella prima infanzia e molto spesso sono legati al diabete di tipo 1. I genitori devono fare molta attenzione. A fare chiarezza sul tema è Francesco Cairo, responsabile dell'Unità di parodontologia dell'Università di Firenze e tesoriere della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia (Sidp).

Il diabete di tipo 1 è causato dalla produzione di autoanticorpi che attaccano le cellule Beta del pancreas e sono deputate alla produzione di insulina. Di conseguenza la produzione di questo ormone, che regola l'utilizzo del glucosio da parte delle cellule, si riduce, fino ad azzerarsi, causando un eccesso di zuccheri nel sangue, ovvero la iperglicemia.

“Il diabete di tipo 1 ha un esordio molto precoce e questo dà modo alla patologia di iniziare prima a fare i danni. Pertanto, è facile vedere i primi segni della parodontite in tenera età, con una forte infiammazione gengivale, che porta alla caduta dei primi denti durante l'adolescenza. E, intorno ai 30 anni, in alcuni casi manca già metà dentatura. D'altro canto, la parodontite aumenta la resistenza all'insulina ed è associata a forme più gravi di diabete".

È dunque fondamentale imparare a pulire bene i denti da piccoli e in caso di problemi portare i bambini dall'igienista dentale almeno tre volte l'anno. Edoardo Mannucci, direttore di Diabetologia del Careggi e professore associato all'Università di Firenze, ha aggiunto:

“La caduta precoce dei denti è spesso sottovalutata, ma quando inizia così precocemente può comportare problemi psicologici e cambiamenti nell'alimentazione".

PROSEGUI LA LETTURA

Diabete di tipo 1, attenzione alle gengive dei bambini é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 08:16 di Friday 24 May 2019

]]>
0
Di Maio: "Gentiloni sui rimpatri ha fatto meglio". Salvini replica: "Hai nostalgia di Renzi?" Fri, 24 May 2019 07:17:09 +0000 https://www.polisblog.it/post/435156/lite-sui-rimpatri-tra-di-maio-e-salvini https://www.polisblog.it/post/435156/lite-sui-rimpatri-tra-di-maio-e-salvini redazione Blogo.it redazione Blogo.it

di maio salvini rimpatri

Ancora schermaglie tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio, a due giorni dal voto europeo. Il ministro dell’Interno di buon mattino ai microfoni del Gr1 ha detto: "Non so se Di Maio ha nostalgia di Renzi e Gentiloni, basta che lo dica. Questo è il primo anno da tantissimi anni in cui ci sono il doppio delle espulsioni rispetto agli sbarchi".

Ieri il leader del MoVimento 5 Stelle aveva attaccato Salvini sul suo terreno dicendo che il governo Gentiloni sui rimpatri ha fatto meglio del loro: "Adesso dobbiamo risolvere un problema: si chiamano rimpatri" ha detto Di Maio spiegando che nel decreto sicurezza bis bisogna "metterci più soldi per fare gli accordi internazionali. Mi fa male sapere che il governo Gentiloni sui rimpatri aveva fatto meglio del nostro governo, quindi acceleriamo su questo".

Salvini nell’immediatezza aveva replicato senza esasperare i toni: "Domenica si vota per cambiare l'Europa. Non per cambiare il governo. Per il governo non cambia niente... Occupo il mio tempo lavorando, non ho tempo per offendermi".

Stamattina però il ministro degli Interni è tornato sull’argomento promettendo che: "Se gli italiani mi danno forza, i porti chiusi dall'Italia li porto in tutta Europa perché in Italia e in Europa entra chi ha il permesso, gli altri se ne stanno a casa".

PROSEGUI LA LETTURA

Di Maio: "Gentiloni sui rimpatri ha fatto meglio". Salvini replica: "Hai nostalgia di Renzi?" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 07:17 di Friday 24 May 2019

]]>
0