it_IT News Blogo.it - Ultime notizie della sezione News Wed, 08 Apr 2020 14:38:14 +0000 Wed, 08 Apr 2020 14:38:14 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) https://www.blogo.it/news 2004-2014 Blogo.it Crolla ponte di Caprigliola tra La Spezia e Massa: spezzato gasdotto, un ferito Wed, 08 Apr 2020 13:09:50 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/628726/crolla-ponte-di-caprigliola-tra-la-spezia-e-massa-spezzato-gasdotto-un-ferito https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/628726/crolla-ponte-di-caprigliola-tra-la-spezia-e-massa-spezzato-gasdotto-un-ferito Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

crollo ponte aprigliola

È crollato stamane il ponte di Caprigliola, che collega La Spezia e Massa. L’emergenza coronavirus ha sostanzialmente evitato la tragedia, poiché al momento del crollo, come riferiscono testimoni oculari, c’erano sul ponte solo due furgoni, che sono rimasti comunque sopra la carreggiata crollata e i cui guidatori si sono messi in salvo. Il crollo ha spezzato il tubo di un gasdotto sottostante e ha causato un ferito.

Il ponte di Caprigliola, costruito sul fiume Magra, collega sostanzialmente la Liguria con la Toscana ed è sito in Albiano Magra (Massa Carrara), lungo la provinciale che dalla Val vi Vara giunge fino alla Val di Magra (La Spezia). Negli ultimi mesi si è discusso tanto di questo ponte, poiché a novembre del 2019, in seguito a forti piogge, si era formata una crepa assai preoccupante. In seguito ad un sopralluogo dell’Anasa, la stessa era stata riparata con un intervento che ha consentito la riapertura al traffico senza alcun limite.

Upi: "Crollo per mancanza di manutenzione"

Da alcuni video pubblicati su Twitter da testimoni oculari, emerge chiaramente la fuoriuscita di gas conseguente dalla rottura di una condotta. Pronto l’intervento da parte di Italgas, che tramite un portavoce spiega che l’interruzione temporanea del servizio interessa solamente la frazione di Caprigliola, nel comune di Aulla (Massa Carrara). L’Unione delle Provincie Italiane (Upi) parla senza mezzi termini di un disastro causato dalla mancanza di manutenzione: "Deve essere chiaro, ancora una volta - dice il presidente Michele de Pascale - che quando le Province dicono a gran voce, e dati alla mano, che il Paese ha bisogno urgente di manutenzione non è per fare allarmismo ma perché la presenza sul territorio ci consente di avere un quadro chiaro delle necessità".

PROSEGUI LA LETTURA

Crolla ponte di Caprigliola tra La Spezia e Massa: spezzato gasdotto, un ferito é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 13:09 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Conte, coronavirus: "UE ragioni di squadra, noi tempestivi e responsabili" Wed, 08 Apr 2020 12:17:38 +0000 https://www.polisblog.it/post/460064/conte-coronavirus-ue-ragioni-di-squadra-noi-tempestivi-e-responsabili https://www.polisblog.it/post/460064/conte-coronavirus-ue-ragioni-di-squadra-noi-tempestivi-e-responsabili redazione Blogo.it redazione Blogo.it

conte intervista vatican news osservatore romano

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha rilasciato una lunga intervista a Vatican News e Osservatore Romano. Il premier ha ribadito la sua posizione nei confronti delle istituzioni europee, che devono dare una risposta collettiva e coesa all’emergenza coronavirus e alle conseguenze finanziarie che ne stanno derivando. "L'Ue deve essere all'altezza del suo ruolo per affrontare la sfida che ha di fronte - esordisce Giuseppe Conte - e per farlo è chiamata a compiere un deciso cambio di passo dal punto di vista politico e sociale. Per chi ha veramente a cuore l'Ue, per chi crede in un'Europa unita, forte e solidale, all'altezza della sua storia, è il momento di compiere passi risoluti, promuovendo tutti i mezzi per la ricostruzione. Se vogliamo preservare la nostra casa comune, è il momento di ragionare come una squadra".

Conte: "Agito subito e con responsabilità"

Tra le critiche mosse al governo in questi giorni, c’è quella di non aver preso provvedimenti drastici e tempestivi. Il premier replica che non si sottrarrà alle proprie responsabilità una volta che ci sarà il ritorno alla normalità. Parlando dell’emergenza, sottolinea, "abbiamo agito da subito con senso di responsabilità, mettendo al primo posto la salute dei cittadini, che la Costituzione, all'articolo 32, qualifica come diritto fondamentale. Abbiamo preso decisioni difficili, seguendo criteri di proporzionalità e adeguatezza sulla base delle indicazioni del comitato tecnico-scientifico. Lo abbiamo fatto - insiste - fronteggiando un virus di cui si conosceva pochissimo. Persino la comunità scientifica è rimasta spiazzata. Ogni decisione è stata presa in scienza e coscienza". Ci sarà dunque il momento in cui la politica dovrà dare conto di quanto accaduto in questi mesi di pandemia, "ma ora è il tempo di agire insieme ed è necessaria la collaborazione di tutti, sindaci e presidenti di Regione inclusi".

Conte: "Albania esempio di solidarietà"



In un passaggio dell’intervista concessa a Vatican News e Osservatore Romano, Giuseppe Conte ha parlato anche del rapporto con le opposizioni: le tensioni del periodo pre-emergenza sono inevitabilmente sopite. "Tra il Governo e le opposizioni c'è un confronto costante - ribadisce - Abbiamo chiesto ai cittadini di essere uniti, è dovere della politica dare l'esempio. Dobbiamo imparare molto da questo periodo. A livello internazionale tantissimi Paesi hanno dimostrato il loro sostegno all'Italia, inviando personale sanitario, strumentazioni, aiuti". A proposito di mutuo soccorso internazionale, Conte cita l’Albania come esempio di comportamento: "Il primo ministro albanese Edi Rama, al momento dell'invio di medici e infermieri in Italia, ha osservato: 'Laggiù è casa nostra da quando i nostri fratelli italiani ci hanno salvati, ospitati e adottati in casa loro'. Questo spirito di solidarietà - conclude - la necessità di sostenerci l'uno con l'altro, ci fa riscoprire di essere - nonostante pur legittime differenze - una grande famiglia, senza steccati".

PROSEGUI LA LETTURA

Conte, coronavirus: "UE ragioni di squadra, noi tempestivi e responsabili" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:17 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Virus: "Boris Johnson resta sotto stretta osservazione" Wed, 08 Apr 2020 10:23:51 +0000 https://www.polisblog.it/post/460056/condizioni-boris-johnson-8-aprile-2020 https://www.polisblog.it/post/460056/condizioni-boris-johnson-8-aprile-2020 Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Dopo aver passato la seconda notte in terapia intensiva, il primo ministro britannico Boris Johnson resta sotto "stretta osservazione" e in "condizioni stabili" secondo quanto detto dal sottosegretario del ministero della Sanità britannico Edward Argar a SkyNews: "So che è in condizioni stabili, è a suo agio e di buon umore. In passato ha avuto bisogno dell'ossigeno, ma non è sottoposto a ventilazione".

Johnson, 55 anni, è ricoverato al St. Thomas Hospital di Londra da domenica sera per i persistenti sintomi da Covid-19 dopo essere risultato positivo al tampone, con notizia diffusa il 27 marzo. Intanto nel paese crescono i timori oltre che per la salute del premier anche per il vuoto di potere creatosi a Downing Street in un momento così delicato.

Di fatto a fare le veci del primo ministro è Dominic Raab, titolare degli Esteri, già ministro ai tempi di Theresa May, inviato ai tavoli Brexit a Bruxelles al posto del dimissionario David Davis.

PROSEGUI LA LETTURA

Virus: "Boris Johnson resta sotto stretta osservazione" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 10:23 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Boccia: "No date per fase due. Tutte le regioni dovevano subito distinguere tra luoghi Covid e non" Wed, 08 Apr 2020 09:51:11 +0000 https://www.polisblog.it/post/460048/boccia-regioni-dovevano-subito-distinguere-luoghi-covid-e-non https://www.polisblog.it/post/460048/boccia-regioni-dovevano-subito-distinguere-luoghi-covid-e-non Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Anche se i numeri relativi a contagi e decessi dell'epidemia dal plateau sembrano aver preso la discesa, è troppo presto per confermare un trend e ancor di più per indicare la data d'avvio della fase 2, quella di convivenza con il virus, nella quale si potrà riprendere, seppur con mille precauzioni, a uscire e a tornare a una vita più o meno normale.

Lo ribadisce stamattina il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia a Circo Massimo su Radio Capital. La cosiddetta fase 2 "è l'interruttore generale che si riaccende" ma non c'è una data neanche simbolica perché "non è realistico dare date, non sarebbe corretto. Il grado di rischio delle singole attività determinerà i tempi".

Boccia ha detto che "ieri per la prima volta i numeri hanno iniziato a fare vedere una luce, fioca ma c'è. Quei numeri coincidono con l'aver abbattuto la barriera dell'uno, cioè ogni positivo comincia a contagiare meno di una persona. Ora dobbiamo arrivare a 0,5, 0,6, alcune regioni iniziano ad essere in quella zona lì, però dobbiamo fare qualche altro sacrificio".

Secondo Boccia "l'autonomia - sono parole del Presidente della Repubblica non mie - quando è sussidiarietà rafforza davvero l'unità nazionale, ovviamente le Regioni quando c'è un'emergenza nazionale devono dire signor sì e questo non sempre è avvenuto".

In riferimento ai rapporti con le Regioni, il ministro ha aggiunto: "Molti presidenti, come Bonaccini, hanno aiutato la mediazione continua, abbiamo 21 organizzazioni regionali diverse, non tutte hanno reagito allo stesso modo, ma le valutazioni le faremo".

In ogni caso secondo Boccia "da questa vicenda si è capito che la prevenzione territoriale pubblica deve essere capillare e rigorosa e le Regioni che erano in condizioni critiche hanno avuto questa caratteristica, mi riferisco ad Emilia Romagna e Veneto. La condizione di quelle Regioni rispetto alla Lombardia è diversa. Quando è esploso il Covid 19 doveva essere molto chiaro a tutti che era necessario distinguere i luoghi Covid dai luoghi non Covid".

PROSEGUI LA LETTURA

Boccia: "No date per fase due. Tutte le regioni dovevano subito distinguere tra luoghi Covid e non" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 09:51 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Eurogruppo, fumata nera sui coronabond. Gentiloni: "Serve senso di responsabilità" Wed, 08 Apr 2020 07:53:49 +0000 https://www.polisblog.it/post/460034/eurogruppo-fumata-nera-sui-coronabond-gentiloni-serve-senso-di-responsabilita https://www.polisblog.it/post/460034/eurogruppo-fumata-nera-sui-coronabond-gentiloni-serve-senso-di-responsabilita re.mar. re.mar.

eurobond fumata nera eurogruppo

Fumata nera all'Eurogruppo sugli eurobond, cioè sull’emissione di titoli di debito pubblico europei per sostenere le economie dei singoli paesi membri di fronte alla pandemia di coronavirus.

La ferma opposizione dei paesi del Nord Europa - Germania, Olanda, Austria e Finlandia su tutti - blocca il raggiungimento di un accordo che vedrebbe per la prima volta l’Unione europea agire al di là degli interessi nazionali, facendo condividere a tutti i paesi membri il debito pubblico di nuova emissione e i rischi a esso legati.

Secondo fonti diplomatiche citate dall’Adnkronos, le trattative si sarebbero incagliate sulla condizionalità legata alle Eccl, ovvero le linee di credito a condizioni rafforzate del Mes (Meccanismo Europeo di Stabilità).

I falchi del Nord chiedono un meccanismo a due fasi: la prima "light" seguita da quella delle riforme per migliorare la competitività. I paesi del Sud Europa non vogliono invece nessuna condizionalità sull’uso delle risorse del Mes.

Il portoghese Mario Centeno, presidente dell’Eurogruppo, consesso che riunisce i ministri delle finanze dell’area euro, è stato costretto a sospendere e rinviare a domani la riunione che era iniziata nel pomeriggio di ieri.

"Dopo 16 ore di discussione ci siamo avvicinati a un'intesa ma ancora non ci siamo. Il mio obiettivo rimane quello di creare una forte rete di protezione contro le conseguenze del Covid-19" ha scritto Centeno su Twitter.

Ma la strada verso i coronabond, che per i paesi latini e del Sud Europa sono l’unico strumento possibile per sostenerli finanziariamente in modo adeguato, resta tutta in salita.

Gentiloni e Gualtieri: è il momento della solidarietà Ue

Il commissario Ue all’Economia Paolo Gentiloni ha fatto appello "al senso di responsabilità necessario in una crisi come questa. Domani è un altro giorno". Così ha scritto su Twitter l’ex premier italiano dopo l’ennesimo rinvio sulle decisioni da prendere.

Gli ha fatto eco il ministro dell'Economia italiano, Roberto Gualtieri, che parla di "momento della responsabilità comune, della solidarietà e delle scelte coraggiose e condivise". In merito ai danni provocati dell’epidemia, l’Istat parla di shock economico senza precedenti, Confindustria di colpo al cuore dell’Italia.

Borse in rosso e spread in salita

Dopo il rinvio all’Eurogruppo, le maggiori borse europee hanno aperto la seduta di oggi in rosso: Milano a -1,15%, Londra -1,44%, Parigi -1,28% e Francoforte a -0,75%. Lo spread Btp/Bund decennali sale a 214 punti base, per un rendimento del titolo italiano all'1,78%.

PROSEGUI LA LETTURA

Eurogruppo, fumata nera sui coronabond. Gentiloni: "Serve senso di responsabilità" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 07:53 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Napoli, sisma di magnitudo 2.9: scossa ai Campi flegrei nella notte Wed, 08 Apr 2020 07:08:26 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/628718/napoli-sisma-di-magnitudo-2-9-scossa-ai-campi-flegrei-nella-notte https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/628718/napoli-sisma-di-magnitudo-2-9-scossa-ai-campi-flegrei-nella-notte Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

terremoto napoli 8 aprile 2020

Sisma di magnitudo 2.9 nella notte nel Napoletano. La scossa, registrata dalla Sala sismica dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) alle 2.50, è stata distintamente avvertita dalla popolazione nel comune di Pozzuoli, epicentro del terremoto, e nei vicini centri di Quarto e Bacoli, ma anche a Napoli, specie ai piani alti dei palazzi, nei quartieri di Bagnoli, Pianura, Soccavo, Agnano, Vomero, Posillipo e Fuorigrotta.

Il terremoto è avvenuto a soli due chilometri di profondità e ha interessato la zona vulcanica dei Campi Flegrei, più in dettaglio l’area della Solfatara a Pozzuoli. Diverse le segnalazioni pervenute al 118 da tutta la zona flegrea. Non risultano, almeno al momento, danni a persone o cose.

PROSEGUI LA LETTURA

Napoli, sisma di magnitudo 2.9: scossa ai Campi flegrei nella notte é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 07:08 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Lo smog aumenta il rischio di demenza Wed, 08 Apr 2020 07:00:43 +0000 https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/596295/lo-smog-aumenta-il-rischio-di-demenza https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/596295/lo-smog-aumenta-il-rischio-di-demenza Maria Vasta Maria Vasta

smog

Lo smog aumenta il rischio di demenza. A confermarlo è un nuovo studio condotto dai membri dell’Istituto Karolinska di Stoccolma e pubblicato sulle pagine della rivista Jama Neurology, secondo cui la metà dei casi di demenza causata dall’inquinamento sono collegate a una maggiore incidenza di malattie cardiovascolari e ictus.

Per il loro studio, gli autori hanno analizzato un campione di quasi 3000 persone con un’età media di 74 anni. La salute dei volontari è stata monitorata per un periodo di 11 anni, durante i quali 364 pazienti hanno ricevuto una diagnosi di demenza. Esaminando i livelli di smog a cui sono stati esposti gli anziani, è emerso che il rischio di demenza aumenta con l’aumentare dei livelli di inquinamento atmosferico:

Nel nostro studio abbiamo valutato il particolato fine PM2.5 e gli ossidi di azoto

hanno spiegato gli autori dello studio. In particolar modo, è emerso che il rischio di demenza aumenta del 50% con l’aumento della concentrazione di PM2.5 di 0,88 µg/m3 (microgrammi/metro cubo). Tale rischio aumenta inoltre del 14% ad ogni incremento di 8,35 µg/m3 della concentrazione di ossidi di azoto.
Nello studio osserviamo anche un importante ruolo delle malattie cardiovascolari e in particolar modo di ictus alla base dell'associazione tra smog e demenza: abbiamo calcolato che quasi il 50% dei casi di demenza da inquinamento era dovuto allo sviluppo di ictus. Questo ci porta a sospettare che l'effetto dell'inquinamento a livello cerebrale possa essere almeno parzialmente spiegato dall'effetto dannoso dello smog a livello cardio e cerebrovascolare.

Foto di TitusStaunton da Pixabay

via | Ansa

PROSEGUI LA LETTURA

Lo smog aumenta il rischio di demenza é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 07:00 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Coronavirus, Di Maio: "Se sbagliamo i tempi di fase 2, si ricomincia da capo" Tue, 07 Apr 2020 20:09:46 +0000 https://www.polisblog.it/post/460031/coronavirus-di-maio-se-sbagliamo-i-tempi-di-fase-2-si-ricomincia-da-capo https://www.polisblog.it/post/460031/coronavirus-di-maio-se-sbagliamo-i-tempi-di-fase-2-si-ricomincia-da-capo redazione Blogo.it redazione Blogo.it

di maio fase due coronavirus

Luigi Di Maio è stato ospite del salotto di Bruno Vespa. A Porta a Porta il ministro degli Esteri ha messo tutti in guardia: anche se gli ultimi dati sono incoraggianti, non bisogna abbassare la guardia e continuare con la politica dei sacrifici per superare il più presto possibile dall’emergenza coronavirus. "Dobbiamo stare molto attenti a questa fase 2 perché se sbagliamo i tempi torniamo in lockdown e dobbiamo ricominciare da capo", ha dichiarato Di Maio.

A tal proposito, il titolare della Farnesina porta l’esempio di altri Paesi che non hanno seguito la via del rigore e che ora si trovano più indietro rispetto all’Italia sulla via del ritorno alla normalità. "Non sto facendo l'uccello del malaugurio - continua Di Maio - Basta vedere alcuni Stati del mondo che sono dovuti tornare in quarantena totale perché hanno allentato troppo presto le misure di contenimento". Rispondendo indirettamente alle osservazioni dell’alleato di governo Matteo Renzi, l’esponente penta stellato ha anche aggiunto che "ciò che stiamo facendo in questa fase è metterci in condizione di poter ripartire come Paese quando però la comunità scientifica ci dirà che i nostri cittadini non rischiano la salute".

Insomma, la “riapertura dell’Italia” tanto agognata dall’ex premier e attuale leader di Italia Viva, avverrà se e solo se ci sarà l’ok degli esperti che stanno collaborando con il governo Conte: "Tutte le valutazioni che si dovranno fare sulle attività produttive saranno o fatte dal comitato tecnico-scientifico e dal governo". Poi, Di Maio evidenzia i risultati ottenuti dal suo dicastero negli ultimi giorni: "Siamo arrivati a reperire in poco più di due settimane 50 milioni di mascherine e abbiamo firmato un contratto importante da 180 milioni di mascherine". Ovviamente, si tratta di soluzioni tampone, perché l’obiettivo, conferma il ministro degli Esteri, è che "un giorno l'Italia possa arrivare a produrre un numero di mascherine e di ventilatori polmonari che ci possa garantire l'autosufficienza".

Di Maio: "Nessuno scontro nel governo"

Quanto alla presunta lite all’interno della maggioranza in vista del nuovo decreto, infine, Luigi Di Maio smentisce le ricostruzioni giornalistiche. "I retroscena sui giornali di questa mattina vanno smentiti e anche con forza. Prima di tutto non c'è stato uno scontro tra forze politiche. C'è stato un confronto tra me ed il ministro Gualtieri", ha ammesso, in merito al ruolo di Sace e Cassa Depositi e Prestiti. Spiegando poi i contenuti del Dl Liquidità, che insieme al decreto Cura Italia muoveranno in totale 750 miliardi di euro, Di Maio ha concluso: "Siamo di fronte a qualcosa di inedito, la pandemia, e la affrontiamo con strumenti e stanziamenti inediti".

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, Di Maio: "Se sbagliamo i tempi di fase 2, si ricomincia da capo" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 20:09 di Tuesday 07 April 2020

]]>
0
Coronavirus, PD: nel decreto di aprile anche reddito di emergenza Tue, 07 Apr 2020 18:38:04 +0000 https://www.polisblog.it/post/460027/coronavirus-pd-nel-decreto-di-aprile-anche-reddito-di-emergenza https://www.polisblog.it/post/460027/coronavirus-pd-nel-decreto-di-aprile-anche-reddito-di-emergenza Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

pd decreto aprile

Il Partito Democratico, con una nota ufficiale del responsabile Economia, Emanuele Felice, annuncia le misure che conterrà il nuovo decreto del governo per il mese di aprile. Dopo i primi provvedimenti diramati a marzo a sostegno di famiglie, lavoratori, aziende in difficoltà, l’esecutivo farà uno sforzo ancora più importante. Giuseppe Conte e la sua squadra, assieme ai partiti di maggioranza, hanno già una bozza una bozza del decreto che "amplierà, prolungherà e rafforzerà le misure di protezione per i lavoratori e i cittadini varate a marzo; le prolungherà, fino all'estate, dalla Cassa integrazione per tutti i dipendenti, al contributo per gli autonomi, al reddito universale di emergenza", fanno sapere dal PD.

Tra coloro che stanno soffrendo maggiormente per la crisi dovuta all’emergenza coronavirus, ci sono le partite Iva. Proprio per questi lavoratori autonomi, continua la nota del PD, ci sarà "un contributo più sostanzioso e graduato in base alla condizione economica e familiare".

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, PD: nel decreto di aprile anche reddito di emergenza é stato pubblicato su Polisblog.it alle 18:38 di Tuesday 07 April 2020

]]>
0
Coronavirus, il bollettino del 7 aprile: +3.039 contagi, +604 morti Tue, 07 Apr 2020 16:50:29 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/628711/coronavirus-bollettino-7-aprile-2020 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/628711/coronavirus-bollettino-7-aprile-2020 Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

borrelli bollettino coronavirus 7 aprile 2020

Coronavirus, il bollettino del 7 aprile 2020: calano ancora i contagi, con +3.039 rispetto al giorno precedente (contro i +3.599 di ieri). Lo annuncia il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, durante la consueta conferenza stampa delle ore 18. Giù anche i morti: rispetto a ieri ci sono 604 decessi in più (contro i 636 di ieri). Calano anche i ricoveri in terapia intensiva, oggi 106 in meno rispetto a lunedì per un totale di 3.792 in tutto, mentre i ricoverati con sintomi sono 258 in meno. In totale, i malati di COVID-19 presenti negli ospedali sono sono 28.718 persone.

I numeri, dunque, dicono che seppur lentamente l’Italia si sta avviando verso l’uscita dall’emergenza. La strada è però ancora lunga e assai tortuosa, come ribadisce in conferenza Gianni Rezza, direttore del Dipartimento di Malattie infettive dell'Istituto superiore di sanità: "Sembra che si inizi a vedere una discesa di nuovi casi. Dopo la fase di plateau sembra esserci una discesa dei nuovi casi, la curva sembra flettere in basso". "Rimaniamo cauti, però la situazione sembra migliorare", ha aggiunto Rezza.

bollettino coronavirus 7 aprile 2020

Coronavirus: il bollettino odierno della Lombardia

Cauto ottimismo generano anche i dati forniti dall’assessore regionale al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera in conferenza stampa. Rispetto a ieri ci sono 791 contagiati in più, per un totale di 52.325 i positivi. Calano i ricoveri in terapia, -38 rispetto a lunedì per un totale di 1.305, mentre in terapia intensiva ci sono oggi 11.833, -81 rispetto al giorno precedente. Con 282 decessi, il numero dei morti totale sale a 9.484.

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, il bollettino del 7 aprile: +3.039 contagi, +604 morti é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 16:50 di Tuesday 07 April 2020

]]>
0
Coronavirus, Istat: "Uno shock economico generalizzato e senza precedenti" Tue, 07 Apr 2020 14:36:47 +0000 https://www.polisblog.it/post/460021/coronavirus-istat-uno-shock-economico-generalizzato-e-senza-precedenti https://www.polisblog.it/post/460021/coronavirus-istat-uno-shock-economico-generalizzato-e-senza-precedenti redazione Blogo.it redazione Blogo.it

A più di un mese dall'esplosione dell'epidemia di coronavirus COVID-19 in Italia e a quasi un mese esatto dall'entrata in vigore delle misure restrittive in tutto il Paese, l'Istat diffonde la prima nota mensile sull'andamento dell'economia italiana dall'inizio dell'emergenza e le prime osservazioni confermano l'ovvio:

Le necessarie misure di contenimento del COVID-19 stanno causando uno shock generalizzato, senza precedenti storici, che coinvolge sia l’offerta sia la domanda. La rapida evoluzione della pandemia rende difficile rilevare l’intensità degli effetti sull’economia reale con gli indicatori congiunturali la cui diffusione avviene con un ritardo fisiologico rispetto al mese di riferimento.

Entrando nello specifico, l'Istat fa delle prime analisi degli effetti del coronavirus COVID-19 sull'attività economica in Italia, proponendo due diversi scenari a seconda di quanto verrà prolungata la chiusura delle attività:

Si propongono due scenari, il primo in cui la chiusura delle attività riguarderebbe solo i mesi di marzo e aprile; l’altro in cui la chiusura si estenderebbe fino a giugno. Nel primo caso la riduzione dei consumi sarebbe pari al 4,1% su base annua mentre nel secondo al 9,9%. La riduzione dei consumi determinerebbe una contrazione del valore aggiunto dell’1,9% nel primo scenario e del 4,5% nel secondo.

Nel fare una prima stima degli effetti diretti ed indiretti del lockdown in Italia, Istat segue i due scenari già proposti, a seconda di quando avverrà una prima riapertura:

Considerando il primo scenario, la limitazione delle attività produttive fino alla fine di aprile determinerebbe, su base annua, una riduzione dei consumi finali pari al 4,1%, con una diminuzione del valore aggiunto generato dal sistema produttivo italiano pari all’1,9% (1,5 punti percentuali direttamente connessi agli shock settoriali, 0,4 punti dovuti agli effetti indiretti, Figura 11a). [...] Nel secondo scenario, caratterizzato dall’estensione delle misure restrittive anche ai mesi di maggio e giugno, la riduzione dei consumi sarebbe del 9,9%, con una contrazione complessiva del valore aggiunto pari al 4,5% (3,4 punti in conseguenza degli effetti diretti, 1,1 punti dovuti a quelli indiretti, Figura 11b). La contrazione della domanda turistica contribuirebbe alla riduzione per 0,9 punti percentuali, quella per altri servizi e quella per beni entrambe per poco meno di 1,8 punti. In questo secondo scenario sarebbero poco meno di 900 mila gli occupati coinvolti, di cui 103 mila non regolari, per un totale di 20,8 miliardi di retribuzioni.

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, Istat: "Uno shock economico generalizzato e senza precedenti" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 14:36 di Tuesday 07 April 2020

]]>
0
COVID-19, la mancata zona rossa nella Bergamasca. Gallera ammette: "La Regione poteva farlo" Tue, 07 Apr 2020 13:41:40 +0000 https://www.polisblog.it/post/460016/covid-19-zona-rossa-bergamo-gallera-ammette https://www.polisblog.it/post/460016/covid-19-zona-rossa-bergamo-gallera-ammette redazione Blogo.it redazione Blogo.it

La Regione Lombardia avrebbe potuto istituire subito una zona rossa tra i comuni di Nembro e Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo, nella prima fase dell'epidemia di coronavirus COVID-19 ed evitare così una strage.

Nello scambio di accuse tra la Regione Lombardia, che voleva affidare al Governo la responsabilità di una decisione simile, e il governo di Giuseppe Conte, che ha sempre sostenuto l'autonomia delle Regioni su decisioni simili, in queste ore l'assessore al Welfare Giulio Gallera ha fatto una prima ammissione:

Avremmo potuto farla noi? Ho approfondito e effettivamente c'è una legge che lo consente.

È quello che il governo Conte ha ribadito per giorni, in quelle delicate e concitate prime giornate di epidemia in Italia e prima ancora dei DPCM che hanno chiuso l'Italia, ma il governatore Attilio Fontana non sembrava voler sentire ragioni e, mentre il virus si diffondeva in modo capillare grazie anche a quei focolai, rinnovava gli appelli al governo affinché si occupasse di inasprire le misure di contenimento nel territorio da lui amministrato.

La legge 883 del 1978 è chiarissima. L'articolo 32, "funzioni di igiene e sanità pubblica e di polizia veterinaria", recita:

Il Ministro della sanità può emettere ordinanze di carattere contingibile e urgente, in materia di igiene e sanità pubblica e di polizia veterinaria, con efficacia estesa all'intero territorio nazionale o a parte di esso comprendente più regioni [...] Nelle medesime materie sono emesse dal presidente della giunta regionale e dal sindaco ordinanze di carattere contingibile ed urgente, con efficacia estesa rispettivamente alla regione o a parte del suo territorio comprendente più comuni e al territorio comunale.

Sia il governo che la Regione, dunque, avevano la facoltà di intervenire tempestivamente e istituire quelle zone rosse così da contenere i nuovi focolai e scongiurare l'ulteriore diffusione del coronavirus COVID-19 che proprio in quelle aree ha provocato centinaia di morti.

PROSEGUI LA LETTURA

COVID-19, la mancata zona rossa nella Bergamasca. Gallera ammette: "La Regione poteva farlo" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 13:41 di Tuesday 07 April 2020

]]>
0
Coronavirus, Guido Bertolaso è stato dimesso dall'ospedale Tue, 07 Apr 2020 13:07:53 +0000 https://www.polisblog.it/post/460014/coronavirus-guido-bertolaso-e-stato-dimesso-dallospedale https://www.polisblog.it/post/460014/coronavirus-guido-bertolaso-e-stato-dimesso-dallospedale redazione Blogo.it redazione Blogo.it

coronavirus bertolaso ricoverato

L'ex capo della Protezione Civile Guido Bertolaso, ora consulente del governatore lombardo Attilio Fontana per il progetto del nuovo ospedale in Fiera, è stato dimesso dal San Raffaele di Milano, dove era stato ricoverato lo scorso 24 marzo a seguito del peggiorare dei sintomi legati al coronavirus COVID-19.

La buona notizia è stata anticipata a Quarta Repubblica su Rete 4 proprio da Attilio Fontana, ma oggi è stato lo stesso Bertolaso a confermarlo via Facebook:

Oggi sono stato dimesso dal San Raffaele. Ringrazio tutti i medici e gli infermieri, orgoglio del nostro Paese. Uomini e donne che combattono in prima linea contro il Covid-19 pagando troppo spesso in prima persona con contaminazione e a volte purtroppo anche con la vita. Grazie per tutti i numerosi messaggi di affetto che mi avete inviato in questi giorni. Ora forza, c'è ancora tanto da fare. L'Italia ha bisogno dell'aiuto di tutti.

Oggi sono stato dimesso dall’Ospedale San Raffaele. Ringrazio tutti i medici e gli infermieri, orgoglio del nostro...

Posted by Guido Bertolaso on Tuesday, April 7, 2020

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, Guido Bertolaso è stato dimesso dall'ospedale é stato pubblicato su Polisblog.it alle 13:07 di Tuesday 07 April 2020

]]>
0
Nuovo test del sangue aiuta a identificare 50 diversi tumori Tue, 07 Apr 2020 13:00:25 +0000 https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/596278/tumori-diagnosi-nuovo-test-del-sangue https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/596278/tumori-diagnosi-nuovo-test-del-sangue Maria Vasta Maria Vasta

tumori

Un test del sangue potrebbe aiutare a identificare più di 50 tumori in fase precoce prima che si manifestino i sintomi. A renderlo noto è un nuovo studio pubblicato sulla rivista Annals of Oncology, e condotto dall’azienda statunitense US Oncology, secondo cui 12 dei 50 tumori identificati sono fra i più aggressivi e di difficile diagnosi, come ad esempio il cancro del pancreas.

Gli autori dello studio spiegano che il loro test si basa sull’analisi del DNA tumorale circolante nel sangue, e che si basa sull’utilizzo di un software che sfrutta un programma di intelligenza artificiale realizzato inserendo i campioni di sangue di 1500 persone con tumori non trattati, e di altri 1500 campioni provenienti da individui sani.

Per lo studio, gli autori hanno analizzato 650 campioni di sangue prelevati da pazienti con il cancro, ed altri 610 campioni provenienti invece da un gruppo di controllo. Ebbene, a quanto sembra il sistema sarebbe riuscito a rilevare con un’elevata precisione, sbagliando lo 0,7% delle volte, la presenza di tumori. Gli unici errori hanno riguardato dei falsi positivi, diagnosticando la presenza di un tumore che in realtà non c’era.

Alla luce di quanto emerso, gli autori spiegano che il loro studio potrebbe aiutare a realizzare nuovi e più efficaci test di diagnosi e di screening:

Questo è uno studio decisivo e rappresenta un primo passo verso lo sviluppo di facili test di screening. La diagnosi precoce di oltre il 50% dei tumori potrebbe salvare milioni di vite ogni anno nel mondo.

via | Ansa
Foto di PDPics da Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

Nuovo test del sangue aiuta a identificare 50 diversi tumori é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 13:00 di Tuesday 07 April 2020

]]>
0