it_IT Motori Blogo.it - Ultime notizie della sezione Motori Tue, 15 Oct 2019 15:54:53 +0000 Tue, 15 Oct 2019 15:54:53 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) https://www.blogo.it/motori 2004-2014 Blogo.it F1 GP Giappone: Bottas vince davanti a Vettel e Hamilton Sun, 13 Oct 2019 08:11:25 +0000 https://www.autoblog.it/post/999044/f1-gp-giappone-2019-diretta-tv-streaming-13-ottobre https://www.autoblog.it/post/999044/f1-gp-giappone-2019-diretta-tv-streaming-13-ottobre Lucia Resta Lucia Resta

F1 Gp Giappone 2019 - Classifica - Bottas davanti a Vettel

La Mercedes ha vinto il suo sesto titolo mondiale consecutivo quando mancano ancora quattro gran premi da disputare. Eguagliato il record della Ferrari dell'era Jean Todt-Schumacher. Oggi le Frecce d'Argento hanno approfittato di una partenza disastrosa delle Rosse che sono partite dalla prima fila in questo 35° GP del Giappone. Valtteri Bottas si è portato subito al comando e poi ha gestito la gara nonostante due pit-stop. Lewis Hamilton chiude al terzo posto e già in Messico potrebbe festeggiare il suo sesto titolo iridato. Sebastian Vettel ha sbagliato la partenza, è stato anche investigato per falsa partenza, ma non punito, anche perché è stato tutto a suo svantaggio. Il tedesco però è riuscito a difendersi dagli attacchi di Hamilton e a restare al secondo posto. Charles Leclerc, invece, è ancora sotto investigazione per un contatto in curva 2 nel primo giro con Max Verstappen della Red Bull, poi costretto al ritiro. Il monegasco ha chiuso in sesta posizione, ma bisogna ancora capire se sarà confermata.

Classifica GP Giappone 2019 di Formula 1

Mondiale Formula 1 2019: Classifica piloti aggiornata

1) Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes 338
2) Valtteri Bottas (Fin) Mercedes 274
3) Charles Leclerc (Mon) Ferrari 223
4) Max Verstappen (Ned) Red Bull Racing Honda 212
5) Sebastian Vettel (Ger) Ferrari 212
6) Carlos Sainz (Esp) McLaren Renault 76
7) Pierre Gasly (Fra) Scuderia Toro Rosso Honda 73
8) Alexander Albon (Tha) Red Bull Racing Honda 64
9) Daniel Ricciardo (Aus) Renault 40
10) Nico Hulkenberg (Ger) Renault 35
11) Sergio Perez (Mex) Racing Point BWT Mercedes 35
12) Lando Norris (Gbr) McLaren Renault 35
13) Daniil Kvyat (Rus) Scuderia Toro Rosso Honda 33
14) Kimi Räikkönen (Fin) Alfa Romeo Racing Ferrari 31
15) Kevin Magnussen (Den) Haas Ferrari 20
16) Lance Stroll (Can) Racing Point B20T Mercedes 19
17) Romain Grosjean (Fra) Haas Ferrari 8
18) Antonio Giovinazzi (Ita) Alfa Romeo Racing Ferrari 4
19) Robert Kubica (Pol) Williams Mercedes 1
20) George Russell (Gbr) Williams Mercedes 0

Mondiale Formula 1 2019: Classifica costruttori aggiornata



1) Mercedes 612
2) Ferrari 435
3) Red Bull Racing Honda 323
4) McLaren Renault 111
5) Renault 75
6) Scuderia Toro Rosso Honda 59
7) Racing Point BWT Mercedes 54
8) Alfa Romeo Racing Ferrari 35
9) Haas Ferrari 28
10) Williams 1

F1 GP Giappone 2019: il racconto della gara


[live_placement]

F1 GP Giappone 2019: il giorno della gara


Il 17° weekend del Mondiale di Formula 1 2019 non è cominciato nel migliore dei modi. Il tifone Hagibis ha costretto la FIA a cancellare tutte le attività del sabato e a rinviare le qualifiche del Gran Premio del Giappone a sole quattro ore prima dell'inizio della gara. Il via è fissato alle ore 7:10 italiane, che sono le 14:10 locali.

Ma per la Ferrari la domenica è cominciata letteralmente con il sole e ha conquistato l’intera prima fila grazie a un giro da record della pista di Sebastian Vettel che girando in 1:27.064 si è assicurato la pole position davanti al compagno di scuderia Charles Leclerc che ha girato in 1:27.253. Questa per le Rosse è la quinta pole consecutiva, mentre per Vettel è la seconda di questa stagione dopo quella ottenuta in Canada.

Le Mercedes devono accontentarsi di partire dalla seconda fila con Valtteri Bottas che finora è stato sempre più veloce del campione del mondo in carica Lewis Hamilton. Dopo essergli stato davanti nelle prove libere del venerdì, oggi ha girato in 1:27.293 piazzandosi subito dietro le Ferrari, mentre il britannico ha girato in 1:27.302.

Le Red Bull occupano la terza fila con Max Verstappen quinto davanti ad Alexander Albon, entrambi hanno girato in 1:27.851 in Q3, mentre la quarta fila è tutta McLaren con Carlos Sainz e Lando Norris.

Kevin Magnussen (Haas) e Robert Kubica (Williams), entrambi alle prese con incidenti più o meno nella stessa zona della pista, hanno messo in seria difficoltà i loro team che hanno pochissimo tempo per riparare le monoposto, vedremo se ci riusciranno. in Q1 sono stati eliminati anche Daniel Ricciardo (Renault), Sergio Perez (Racing Point) e George Russell (Williams), mentre Leclerc è stato il più veloce davanti a Hamilton, Verstappen, Norris, Bottas e Vettel. In Q2 il miglior tempo lo ha avuto Bottas Davanti a Hamilton, mentre Giovinazzi, Stroll, Raikkonen, Kvyat e Hulkenberg sono stati eliminati.

Circuito di Suzuka - F1 GP Giappone 2019 - Diretta

Il circuito di Suzuka è lungo 5.807 km e deve essere ripetuto dai piloti per 53 giri, per un totale di 307.47 km. Il giro record è ancora quello stabilito da Kimi Räikkönen nel 2005 in 1:31.540. L'anno scorso Lewis Hamilton sfiorò il Grand Chelem perché fu primo in tutte le sessioni di prove libere, nelle qualifiche e alla fine della gara, ma mancò il giro veloce "per colpa" di Sebastian Vettel, che fece una gara in rimonta chiudendo al sesto posto.

F1 GP Giappone 2019: griglia di partenza


F1 GP Giappone 2019 diretta tv streaming griglia di partenza

Prima fila:
1) Sebastian Vettel (Ferrari)
2) Charles Leclerc (Ferrari)

Seconda fila:
3) Valtteri Bottas (Mercedes)
4) Lewis Hamilton (Mercedes)

Terza fila:
5) Max Verstappen (Red Bull)
6) Alexander Albon (Red Bull)

Quarta fila:
7) Carlos Sainz (McLaren)
8) Lando Norris (McLaren)

Quinta fila:
9) Pierre Gasly (Toro Rosso)
10) Romain Grosjean (Haas)

Sesta fila:
11) Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo)
12) Lance Stroll (Racing Point BWT)

Settima fila:
13) Kimi Räikkönen (Alfa Romeo)
14) Daniil Kvyat (Toro Rosso)

Ottava fila:
15) Nico Hulkenberg (Renault)
16) Daniel Ricciardo (Renault)

Nona fila:
17) Sergio Perez (Racing Point BWT)
18) George Russell (Williams)

Decima fila:
19) Kevin Magnussen (Haas)
20) Robert Kubica (Williams)

F1 GP Giappone 2019: diretta tv e streaming

Il Gran Premio di Formula 1 del Giappone si può vedere in diretta tv esclusiva solo su Sky Sport, sul canale 201 della piattaforma satellitare e sui canali 472 (HD) e 482 (SD) del digitale terrestre. La lunga diretta è cominciata alle 2:30 con Paddock Live, è proseguita con le qualifiche alle 3, seguita ancora da Paddock Live alle 4.15, poi alle 5:30 fino al live della gara alle 7:10 e di nuovo Paddock Live alle 9:10 con le interviste e i commenti.

La telecronaca come sempre è affidata a Carlo Vanzini affiancato da Marc Genè e Roberto Chinchero, mentre dai paddock si collegano Federica Masolin e Davide Valsecchi più le interviste di Mara Sangiorgio e, dopo la gara, il commento di Jacques Villeneuve. Matteo Bobbi si collega invece per approfondimenti tecnici sulla gara. Alle 12 ci sarà anche Race Anatomy F1 con Fabio Tavelli e Leo Turrini più altri ospiti in studio.

Tutta la programmazione di Sky Sport si può guardare in diretta streaming tramite SkyGo. In chiaro, invece, sarà trasmesso tutto dalle ore 12 in poi, alle 12:30 le qualifiche e alle 15 la gara su TV8 e in streaming sul sito web ufficiale sempre di TV8.

Mondiale Formula 1 2019: Classifica piloti


1) Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes 322
2) Valtteri Bottas (Fin) Mercedes 249
3) Charles Leclerc (Mon) Ferrari 215
4) Max Verstappen (Ned) Red Bull Racing Honda 212
5) Sebastian Vettel (Ger) Ferrari 194
6) Pierre Gasly (Fra) Scuderia Toro Rosso Honda 69
7) Carlos Sainz (Esp) McLaren Renault 66
8) Alexander Albon (Tha) Red Bull Racing Honda 52
9) Lando Norris (Gbr) McLaren Renault 35
10) Daniel Ricciardo (Aus) Renault 34
11) Nico Hulkenberg (Ger) Renault 34
12) Daniil Kvyat (Rus) Scuderia Toro Rosso Honda 33
13) Sergio Perez (Mex) Racing Point BWT Mercedes 33
14) Kimi Räikkönen (Fin) Alfa Romeo Racing Ferrari 31
15) Kevin Magnussen (Den) Haas Ferrari 20
16) Lance Stroll (Can) Racing Point B20T Mercedes 19
17) Romain Grosjean (Fra) Haas Ferrari 8
18) Antonio Giovinazzi (Ita) Alfa Romeo Racing Ferrari 4
19) Robert Kubica (Pol) Williams Mercedes 1
20) George Russell (Gbr) Williams Mercedes 0

Mondiale Formula 1 2019: Classifica costruttori


1) Mercedes 571
2) Ferrari 409
3) Red Bull Racing Honda 311
4) McLaren Renault 101
5) Renault 68
6) Scuderia Toro Rosso Honda 55
7) Racing Point BWT Mercedes 52
8) Alfa Romeo Racing Ferrari 35
9) Haas Ferrari 28
10) Williams 1

PROSEGUI LA LETTURA

F1 GP Giappone: Bottas vince davanti a Vettel e Hamilton é stato pubblicato su Autoblog.it alle 08:11 di Sunday 13 October 2019

]]>
0
Audi S5 Sportback: ABT ritocca il restyling Fri, 11 Oct 2019 14:56:20 +0000 https://www.autoblog.it/post/999008/audi-s5-sportback-abt-ritocca-il-restyling https://www.autoblog.it/post/999008/audi-s5-sportback-abt-ritocca-il-restyling Junio Gulinelli Junio Gulinelli


Al Salone di Francoforte 2019 Audi aveva svelato il restyling della S5 Sportback con cui la lussuosa berlina dei Quattro Anelli ha guadagnato in carattere e dinamicità. Tra le novità: il sistema elettrico a 48 Volt che l’ha trasformata in una mild-hybrid più efficiente. Ora ABT Sportsline propone il suo tuning per l’ammiraglia di Ingolstadt, tra l’altro adattabile anche ai modelli pre-lifting.


Innanzitutto il preparatore tedesco propone un upgrade con il kit meccanico ABT Power che sfrutta la centralina ABT Engine Control. Il risultato per la S5 Sportback TDI è un incremento di potenza di 37 CV (384 CV totali) e un aumento della coppia di 60 Nm (760 Nm).


Ritocchi sono stati dedicati anche al telaio. ABT ha infatti introdotto molle delle sospensioni regolabili che ribassano la S5 Sportback da 15 a 40 mm, abbinabili opzionalmente a barre antirollio ABT.


Esteticamente, infine, il pack di ABT per la nuova Audi S5 Sportback prevede una finitura nera che si combina perfettamente con la vernice della carrozzeria, mentre i cerchi ABT Sport GR diamantati da 22 pollici  creano un contrasto ad effetto.

PROSEGUI LA LETTURA

Audi S5 Sportback: ABT ritocca il restyling é stato pubblicato su Autoblog.it alle 14:56 di Friday 11 October 2019

]]>
0
Renault Zoe: allo studio la versione sportiva RS Fri, 11 Oct 2019 15:00:07 +0000 https://www.autoblog.it/post/998973/renault-zoe-allo-studio-la-versione-sportiva-rs https://www.autoblog.it/post/998973/renault-zoe-allo-studio-la-versione-sportiva-rs Dario Montrone Dario Montrone


Il sito britannico "Auto Express" ha pubblicato i render della nuova Renault Zoe RS, inedita versione sportiva della utilitaria francese a propulsione elettrica. Stando alle indiscrezioni, questa declinazione ad alte prestazioni della seconda generazione della Renault Zoe è in linea con la strategia di elettrificazione della Losanga.

Infatti, la Renault Zoe RS dovrebbe essere la sostituta della Renault Clio RS che potrebbe non essere più riproposta. Secondo le dichiarazioni rilasciate dal manager Ali Kasai alla suddetta testata online, la realizzazione della Renault Clio RS non è più fattibile, sia a livello commerciale che tecnico, perché l'introduzione delle tecnologie per ridurre le emissioni di CO2 avrebbero ripercussioni sul prezzo di listino che lieviterebbe molto.

Per quanto riguarda l'inedita Renault Zoe RS, sarebbero allo studio diverse ipotesi, ma la più accreditata riguarderebbe l'adozione del doppio motore elettrico sia anteriore che posteriore, alimentati dal pacco delle batterie più potente per garantire la giusta autonomia anche ad alte prestazioni. In virtù di ciò, l'abitacolo potrebbe avere la configurazione a soli due posti, come l'antenata Renault 5 Turbo degli anni '80 e la Renault Clio V6 RS introdotta all'alba del terzo millennio.

L'inedita Renault Zoe RS potrebbe rappresentare la versione di serie della concept car Renault Zoe e-Sport, esposta al Salone di Ginevra del 2017 ed equipaggiata con due propulsori elettrici che erogano la potenza complessiva di circa 460 CV, sufficienti per poter accelerare da 0 a 100 km/h in soli 3,2 secondi.

PROSEGUI LA LETTURA

Renault Zoe: allo studio la versione sportiva RS é stato pubblicato su Autoblog.it alle 15:00 di Friday 11 October 2019

]]>
0
Mitsubishi al 4x4 Fest: la nuova L200 Fri, 11 Oct 2019 14:00:44 +0000 https://www.autoblog.it/post/998983/mitsubishi-al-4x4-fest-anteprima-della-nuova-l200 https://www.autoblog.it/post/998983/mitsubishi-al-4x4-fest-anteprima-della-nuova-l200 Tommaso Giacomelli Tommaso Giacomelli

Al 4x4 Fest di Carrara Fiere, che si tiene nella cittadina toscana dal 11 al 13 ottobre, sono presenti moltissime case automobilistiche che hanno rafforzato la loro presenza in questo, che è il più importante evento nazionale dedicato al mondo dei fuoristrada e degli off-road. Tra i vari Brand presenti, spicca la presenza di Mitsubishi che porta il grintoso e possente nuovo pick-up L200. Durante la kermesse del fuoristrada vi è la possibilità di scoprire il nuovo pick-up sia nella versione classica che in quella limited edition Hurricane, prodotta in solo 100 esemplari.

Il pick-up Mitsubishi L200 non ha di certo bisogno di grandi presentazioni, la sua fama lo precede, dato che nel corso di quarant'anni di carriera è stato venduto in tutto il mondo in circa 4,7 milioni di esemplari. La trazione integrale è sempre stata determinante per il suo successo, così la nuova versione presentata in anteprima nazionale al 4x4 Fest, non poteva esserne sprovvista. Questa nuova generazione, la sesta della sua lunga storia, utilizza la funzione di trazione Super Select 4WD II, che rafforza la dinamica di marcia in fuoristrada sfruttando la nuova modalità “Off Road”. Trazione integrale che sfrutta anche il sistema di controllo della velocità in discesa “Hill Descent Control”, per garantire maggior comfort e sicurezza al pick-up.

Abbiamo detto che è presente anche una Limited edition, la Hurricane, prodotta in solo 100 esemplari e contraddistinta dal colore “Sun flare Orange”. I prezzi in Italia partono da 30.950 euro per la configurazione a cabina singola e da 33.850 euro per la Double con due file di sedili.

PROSEGUI LA LETTURA

Mitsubishi al 4x4 Fest: la nuova L200 é stato pubblicato su Autoblog.it alle 14:00 di Friday 11 October 2019

]]>
0
Alfa Romeo automotive sponsor della 1000 Miglia 2020 Fri, 11 Oct 2019 17:07:13 +0000 https://www.autoblog.it/post/999030/alfa-romeo-automotive-sponsor-della-1000-miglia-2020 https://www.autoblog.it/post/999030/alfa-romeo-automotive-sponsor-della-1000-miglia-2020 Rosario Scelsi Rosario Scelsi


Alfa Romeo prosegue la collaborazione con la "Freccia Rossa" e sarà automotive sponsor della 1000 Miglia 2020, in programma dal 13 al 16 maggio del prossimo anno. La partnership, rinnovata per un triennio nel 2019, andrà avanti fino al 2021, unendo in "matrimonio" due marchi storici del Made in Italy, connessi fra loro dal lontano 1928, quando i bolidi del biscione iniziarono a dominare le insidie della sfida bresciana.

Proprio quell'anno giunse la prima delle 11 vittorie Alfa Romeo, che pongono per sempre il marchio milanese in cima all'albo d'oro. Ad imporsi sul traguardo di Brescia furono quella volta Giuseppe Campari e Giulio Ramponi, su una 6C 1500 SS spyder Zagato, coprendo il tracciato Brescia-Roma-Brescia alla media di 84,128 km/h.

Alla 1000 Miglia 2020 il rapporto con Alfa Romeo si offrirà il prossimo anno in due dimensioni ufficiali: la 38ma rievocazione di quella che Enzo Ferrari definiva "la corsa più bella del mondo" vedrà al via alcune preziose auto d'epoca del biscione appartenenti ad FCA Heritage; al servizio dell'organizzazione ci saranno invece trenta modelli attuali, fra Stelvio e Giulia, nelle vesti di vetture ufficiali dello staff.

Ricordiamo che Alfa Romeo si è imposta diverse volte anche nella versione rievocativa della "Freccia Rossa": suo, negli ultimi quattro anni, il gradino più alto del podio. Il successo alla 1000 Miglia 2019 è andato, lo scorso 18 maggio, a Giovanni Moceri e Daniele Bonetti, su una 6C 1500 SS del 1928 appartenente alla collezione FCA Heritage e proveniente dal Museo Storico Alfa Romeo di Arese. Al secondo posto un'altra vettura del marchio: la 6C 1750 SS Zagato del 1929, condotta dal duo Vesco-Guerini.

PROSEGUI LA LETTURA

Alfa Romeo automotive sponsor della 1000 Miglia 2020 é stato pubblicato su Autoblog.it alle 17:07 di Friday 11 October 2019

]]>
0
Suzuki al 4x4 Fest di Carrara: gamma AllGrip Fri, 11 Oct 2019 12:48:47 +0000 https://www.autoblog.it/post/998979/suzuki-al-4x4-fest-di-carrara-gamma-allgrip https://www.autoblog.it/post/998979/suzuki-al-4x4-fest-di-carrara-gamma-allgrip Tommaso Giacomelli Tommaso Giacomelli

Alla 19° Edizione del 4x4 Fest di Carrara Fiere, Suzuki si presenta come uno tra i più importanti protagonisti della manifestazione. L'evento che si svolge in Toscana è l'unico in Italia interamente dedicato ai fuoristrada e rappresenta un bella occasione per il Brand giapponese di mettere in mostra la propria "argenteria", vista la grande tradizione nel mondo della trazione integrale. Lo spazio di Suzuki si trova agli 600, 601 e 602 all'interno del Padiglione C.  Al di fuori del padiglione, nell'area esterna, gli appassionati e visitatori possono effettuare un test drive su strada o l'emozione di un giro a ostacoli su un vero percorso offroad.

Da ammirare ci sono delle versioni speciali di alcuni dei modelli dell'attuale gamma dotati della tecnologia 4x4 AllGrip. Uno di essi è la Vitara a tiratura limitata, chiamata Vitara Katana, già protagonista dello Stand Suzuki al Salone del Valentino, svoltosi a Torino lo scorso giugno. Un'altra protagonista è la Jimny Gan, un allestimento realizzato proprio per superare le strade più impervie e i duri percorsi off-road. Gan in giapponese sta a indicare tutto quello che è "forte", ma anche "testardo" e "difficile da smuovere". Un altro esemplare di Jimny viene mostrato con la livrea blu del Team Suzuki ECSTAR MotoGP, che porta anche gli autografi originali dei piloti ufficiali Alex Rins e Joan Mir, che corrono in MotoGP.

A completamento del quadro ci sono anche gli altri modelli che utilizzano la tecnologia 4x4 AllGrip: Ignis, Swift, S-Cross e Jimny. Tutti i modelli saranno equipaggiati con accessori "off-road" della linea ufficiale Suzuki, che enfatizzano il carattere fuoristradistico dei modelli e li rendono perfetti per ogni stagione, terreno e percorso.

PROSEGUI LA LETTURA

Suzuki al 4x4 Fest di Carrara: gamma AllGrip é stato pubblicato su Autoblog.it alle 12:48 di Friday 11 October 2019

]]>
0
Lancia Ypsilon Monogram: la nuova serie speciale double color Fri, 11 Oct 2019 09:00:49 +0000 https://www.autoblog.it/post/998910/lancia-ypsilon-monogram-la-nuova-serie-speciale-double-color https://www.autoblog.it/post/998910/lancia-ypsilon-monogram-la-nuova-serie-speciale-double-color Junio Gulinelli Junio Gulinelli


Dopo 34 anni sul mercato, quasi 3 milioni di unità vendute e oltre 30 serie speciali, la Lancia Ypsilon non stanca e non si stanca di riproporsi nuovamente con un’ennesima special edition. Presentata ieri sera in un evento speciale alla Stamperia di Milano, la nuova Lancia Ypsilon Monogram conferma ancora una volta l’indole fashion della city car torinese.


Segni di riconoscimento. Esteticamente la nuova Ypsilon Monogram si caratterizza per la sfumatura fluida tra il tetto e la carrozzeria con una sofisticata livrea "double color" Gold and Noir. Inoltre ogni esemplare di questo allestimento speciale sarà unico, caratterizzato dalla reinterpretazione della lettera ‘Y’ che non si ripete mai secondo lo stesso schema.


Nero lucido e Light Gold. Rimanendo sui dettagli cromatici, il nero delle rifiniture è stato realizzato con un nuovo trattamento lucido che evidenzia i dettagli di stile come il baffo porta logo, l'inserto sulla griglia frontale inferiore, le maniglie delle portiere, le coppe ruota, le calotte degli specchietti e il paraurti posteriore. A contrasto, poi, risaltano  i loghi sulle coppe e la firma Ypsilon sul montante centrale e sul portellone posteriore verniciati con l’esclusiva tinta Light Gold.



Interni ed equipaggiamento. All’interno dell’abitacolo, la Lancia Ypsilon Monogram riprende la tonalità Light Gold con il classico motivo a chevron sulle nuove nuance dei fasciami, sulle cuciture dei sedili e sul logo del poggiatesta. Di serie è equipaggiata con il sistema audio DAB, climatizzatore, radio Uconnect con schermo touch da 5" e volante in pelle, oltre agli specchietti retrovisori esterni elettrici, i sensori di parcheggio posteriori e i fari fendinebbia.


Benzina, GPL o Metano. Dal punto di vista meccanico la nuova Ypsilon Monogram potrà essere equipaggiata con il benzina 1.2 Fire Evo II da 69 CV (adatto ai neopatentati), disponibile anche nella versione con la doppia alimentazione a benzina e GPL. Come terza proposta c’è anche il 900 cm3 a metano da 70 CV.

PROSEGUI LA LETTURA

Lancia Ypsilon Monogram: la nuova serie speciale double color é stato pubblicato su Autoblog.it alle 09:00 di Friday 11 October 2019

]]>
0
DS Techeetah: la monoposto DS E-Tense FE20 di Formula E Fri, 11 Oct 2019 11:20:13 +0000 https://www.autoblog.it/post/998962/ds-techeetah-la-nuova-monoposto-ds-e-tense-fe20-di-formula-e https://www.autoblog.it/post/998962/ds-techeetah-la-nuova-monoposto-ds-e-tense-fe20-di-formula-e Dario Montrone Dario Montrone


Il team DS Techeetah del campionato mondiale di Formula E ha svelato la monoposto elettrica DS E-Tense FE20, per la stagione 2019/2020 della competizione organizzata dalla Fia in collaborazione con ABB. Lo stile della vettura è stato curato da DS Design Studio, ovvero l'atelier del premium brand DS Automobiles.

Esteticamente, la nuova monoposto DS E-Tense FE20 è riconoscibile per la livrea bicolore nero e oro, impreziosita dalla corona d'alloro per celebrare la conquista del team DS Techeetah sia del titolo piloti che del titolo costruttori. La monoposto del campione in carica Jean-Eric Vergne, invece, avrà anche la decorazione della doppia stella dorata per celebrare la conquista del titolo piloti nelle due precedenti stagioni di Formula E. Ovviamente, l'obiettivo per la stagione 2019/2020 è la riconquista di entrambi i titoli.

Il manager Xavier Mestelan Pinon, direttore di DS Performance, ha dichiarato che "Il team ha messo a frutto l'esperienza che ci ha permesso di vincere entrambi i titoli per sviluppare ulteriormente il potenziale dell'auto. I nostri ingegneri hanno ottimizzato la maggior parte degli elementi sviluppando il nostro concetto vincente anziché ripensare completamente la vettura. Il motore, l'inverter e la scatola di trasferta si sono evoluti, ma i cambiamenti più profondi sono nel cuore dei sistemi integrati. Tutto questo ambizioso lavoro di ricerca e sviluppo mira a offrire ai piloti un'auto che permetta loro di lottare per vincere e difendere entrambi i titoli nella prossima stagione che inizierà il 22 novembre a Riyadh".

Il manager Keith Smout, responsabile commerciale del team DS Techeetah ha commentato che "la DS E-Tense FE20 è un'evoluzione della concezione della nostra auto vincitrice del campionato. Volevamo rimanere fedeli al nostro passato e continuare a celebrare e onorare il nostro successo mantenendo l'iconica livrea nera e oro, per conquistare altri titoli. Visto da vicino, il motivo è formato dal logo con la nostra testa di ghepardo, a testimonianza dei continui sforzi con cui sosteniamo la lotta di The Big Cat Sanctuary per salvare i ghepardi e altri grandi felini, una causa che ci sta molto a cuore".

PROSEGUI LA LETTURA

DS Techeetah: la monoposto DS E-Tense FE20 di Formula E é stato pubblicato su Autoblog.it alle 11:20 di Friday 11 October 2019

]]>
0
Formula 1 GP Giappone 2019: orari e diretta tv Fri, 11 Oct 2019 13:38:16 +0000 https://www.autoblog.it/post/998984/formula-1-gp-giappone-2019-orari-diretta-tv-e-streaming-live https://www.autoblog.it/post/998984/formula-1-gp-giappone-2019-orari-diretta-tv-e-streaming-live dario montrone dario montrone


Domenica 13 ottobre, sul circuito di Suzuka, è in programma il Gran Premio del Giappone, appuntamento numero 17 della stagione 2019 del campionato mondiale di Formula 1. A causa del tifone Hagabis, sono state annullate tutte le attività della giornata di sabato. Pertanto, le qualifiche ufficiali sono state spostate nella giornata di domenica.

I piloti potranno contendersi la pole position a partire dalle Ore 3 (Ore 10 locali), ma avranno a disposizione solo due sessioni di prove. Confermata, invece, la partenza del Gran Premio di Suzuka alle Ore 07:10 (Ore 14:10 locali). Non è la prima volta che le qualifiche sono spostate alla domenica mattina, dato che esistono i precedenti delle stagioni 2004 e 2010 sul tracciato nipponico.

Essendo lungo circa 5,8 km, sono previsti 53 giri. Lo scorso anno fu dominato dal team Mercedes-AMG che conquistò la doppietta con Lewis Hamilton - anche autore della pole position - e Valtteri Bottas, mentre il giro più veloce in gara fu registrato dal pilota Sebastian Vettel della Scuderia Ferrari.

GP Giappone 2019: gli orari in tv


Sabato 12 Ottobre:

Annullate tutte le attività

Domenica 13 Ottobre:

Qualifiche: 03:00 - 04:00 - Diretta su Sky Sport F1

Gara: ore 07:10 - Diretta su Sky Sport F1

Alle 15:00 la Differita su TV8

PROSEGUI LA LETTURA

Formula 1 GP Giappone 2019: orari e diretta tv é stato pubblicato su Autoblog.it alle 13:38 di Friday 11 October 2019

]]>
0
SBK: Kawasaki ingaggia Alex Lowes per il 2020 Fri, 11 Oct 2019 17:21:35 +0000 https://www.motoblog.it/post/976479/sbk-2020-kawasaki-alex-lowes https://www.motoblog.it/post/976479/sbk-2020-kawasaki-alex-lowes Adriano Bestetti Adriano Bestetti

Il Kawasaki Racing Team (KRT), formazione "ufficiale" della casa di Akashi nel Mondiale Superbike, ha annunciato l'ingaggio di Alex Lowes per la stagione sportiva 2020. Il 29enne pilota britannico andrà quindi ad affiancare l'appena confermato Campione del Mondo Jonathan Rea al posto del connazionale Leon Haslam, il cui addio era stato confermato solo un paio di giorni fa.

Alex Lowes è attualmente terzo nel Mondiale Superbike con il team Pata Yamaha, squadra factory del costruttore di Iwata che la scorsa settimana gli ha "dato il benservito" assicurandosi i servigi del 22enne astro nascente turco Toprak Razgatlioglu, proprio il pilota che fino a poche settimane fa sembrava il favorito per succedere ad Haslam nel team ufficiale Kawasaki.

Dopo aver vinto il prestigioso campionato nazionale della British Superbike nel 2013 - la stessa stagione in cui il gemello Sam Lowes vinse il titolo iridato della Supersport - Alex Lowes è rimasto in pianta stabile nel massimo campionato per "derivate dalla serie" del 2014, facendo 2 stagioni in Suzuki prima di passare alla Yamaha, con la quale è attualmente al suo terzo anno. Questo weekend ci sarà quindi la sua penultima uscita in sella alla R1 nel round di Argentina (clicca qui per orari e copertura TV)

Fin qui Lowes ha conquistato il podio della SBK in 18 occasioni, ma solo una volta sul gradino più alto, lo scorso anno nella Gara-2 di Brno. Al suo personale palmares vanno inoltre aggiunte 3 vittorie consecutive alla prestigiosa 8 Ore di Suzuka, dal 2016 al 2018.

Con Lowes ancora sotto contratto con Yamaha e quindi al momento ancora inibito dal rilasciare dichiarazioni ufficiali per la suo nuova scuderia, ci ha pensato il Team Manager di KRT Guim Roda a commentare questo importante trasferimento:

"Il nostro team dà il benvenuto a un pilota di 29 anni, veloce e con una certa esperienza. Il nostro obiettivo è quello di "lucidarlo" per permettergli di diventare anche lui un candidato per il titolo."

"Ha ancora una lunga carriera davanti e in questi anni ha messo in mostra delle ottime capacità: siamo sicuri che il potenziale c'è. Ora sta a noi cercare di utilizzare tutti gli strumenti a nostra disposizione in Kawasaki per aiutarlo a dare del suo meglio".

PROSEGUI LA LETTURA

SBK: Kawasaki ingaggia Alex Lowes per il 2020 é stato pubblicato su Motoblog.it alle 17:21 di Friday 11 October 2019

]]>
0
Gomme moto: manutenzione e sostituzione Fri, 11 Oct 2019 14:00:46 +0000 https://www.motoblog.it/post/976359/gomme-moto-manutenzione-e-sostituzione https://www.motoblog.it/post/976359/gomme-moto-manutenzione-e-sostituzione Alberto Raverdino Alberto Raverdino


La stagione invernale si avvicina e, come di consueto, arriva il momento di pensare alla manutenzione della propria fidata moto. Tra i tanti aspetti che coinvolgono la cura della propria amata, quello relativo allo stato degli pneumatici è spesso trascurato.

È sufficiente passeggiare tra le moto schierate nei parcheggi più gettonati delle gite della domenica per rendersi conto che troppo spesso gli pneumatici vengono mal mantenuti e, in molti casi, si trovano abbondantemente a fine vita senza che il relativo proprietario se ne preoccupi troppo. Ma, esattamente quando vanno sostituiti?

La legge parla chiaro, la profondità di intagli e scanalature del battistrada deve essere di almeno 1mm, sotto questa soglia scattano sanzioni da 85 a 338 euro ed anche la possibilità che vengano decurtati due punti dalla patente.

È banalmente vero che gli pneumatici da moto hanno un profilo tondeggiante quindi l’usura è sensibilmente condizionata dallo stile di guida. Un pneumatico che viaggia per la maggior parte del tempo in autostrada avrà la tendenza a consumare la zona centrale del battistrada, mentre un esemplare destinato alla guida in circuito, dove si passa più tempo in piega che sui rettilinei, sarà più consumato ai lati.

Per queste ragioni le case costruttrici hanno sapientemente ottimizzato la produzione anche attraverso l’introduzione degli ormai consueti bi-mescola, ecco per garantire un consumo il più possibile regolare sull’intero arco del battistrada. Ecco perché scalinature e zone del battistrada troppo usurate rispetto ad altre vanno tenute d’occhio ed impongono la sostituzione.


A tale proposito è ormai consuetudine che le case produttrici di pneumatici indichino con dei “segnali” il momento limite in cui procedere alla sostituzione. Si tratta di riferimenti posti all’interno delle scanalature, che, una volta esposti comunicano in modo inequivocabile che è tempo di sostituzione.

A volte però non è solo una questione di usura. Anche quando lo pneumatico mostra segni evidenti d’invecchiamento va pensionato senza indugio. Questo accade quando la gomma presenta screpolature o deformazioni sia lungo il battistrada sia sui fianchi. È il classico caso in cui ci si avvicina ad una vecchia moto semi abbandonata in un garage, magari per comprarla e riportarla a nuova vita.

Gli anni che passano e il susseguirsi delle numerose stagioni che alternano caldo e freddo, fanno invecchiare la gomma che immancabilmente perde le caratteristiche di elasticità e plasticità iniziali. Inoltre, se la moto non è stata tenuta sollevata da terra grazie ai classici cavalletti e la pressione è rimasta bassa a lungo, è molto probabile che le gomme si siano anche ovalizzate. Quindi ciao…


Anche in caso di lesioni occorre tenere gli occhi aperti. Molto spesso, incontri troppo violenti verso marciapiedi o buche accentuate danneggiano inesorabilmente lo pneumatico. In questi casi può succedere che la spalla laterale presenti una gibbosità più o meno evidente, ovvero il segnale che i “tessuti” delle varie cinture si sono lacerati e che, anche in questo caso, la gomma è da sostituire. In caso di dubbi è comunque consigliabile far visita ad un gommista di fiducia per un controllo accurato.

A proposito di pressione è necessario attenersi alle specifiche indicate dal costruttore della motocicletta. Questo è un atto di semplice manutenzione ed è il più importante. Una pressione sbagliata porta inesorabilmente ad una usura irregolare, ad un peggioramento delle prestazioni e ad un calo della sicurezza. Per questa ragione esistono in commercio molti dispositivi pratici, sia per il controllo, sia per il gonfiaggio e questa operazione andrebbe eseguita almeno una o due volte al mese.

Se accettate un consiglio… mettetevi in garage un piccolo compressore; costruirsi la possibilità di controllare le gomme spesso e bene è decisamente meglio rispetto alla alternativa di rintracciare benzinai attrezzati.

PROSEGUI LA LETTURA

Gomme moto: manutenzione e sostituzione é stato pubblicato su Motoblog.it alle 14:00 di Friday 11 October 2019

]]>
0
Ramon Forcada: "Rossi? Non vincerà altri mondiali" Thu, 10 Oct 2019 19:04:10 +0000 https://www.motoblog.it/post/976460/ramon-forcada-rossi-non-vincera-altri-mondiali-gia-una-gara-e-difficile https://www.motoblog.it/post/976460/ramon-forcada-rossi-non-vincera-altri-mondiali-gia-una-gara-e-difficile Manuele Cecconi Manuele Cecconi

Questo 2019 non sta certamente andando nel migliore dei modi per Valentino Rossi: il Campione pesarese, 40 primavere tonde tonde e 9 titoli mondiali sulle spalle, sta incontrando numerose difficoltà nel "far girare" la sua Yamaha, quella YZR-M1 che dopo alterne vicende sembra tornata ad essere una moto competitiva soprattutto nelle mani di Maverick Viñales e Fabio Quartararo. In questa stagione il marchigiano è andato a podio solamente in due occasioni, ma non è tutto: Valentino non vince da oltre 40 Gran Premi e spesso fatica a stare dietro ai piloti più giovani, una situazione che induce molti a pensare che anche fenomeno di Tavullia sia ormai avviato sul viale del tramonto.

Tra questi c'è Ramon Forcada, ex capotecnico di Jorge Lorenzo ai tempi della Yamaha ufficiale passato poi in squadra con Maverick Viñales e infine al team Petronas SRT con Fabio Quartararo. Il tecnico spagnolo è piuttosto scettico sulla possibilità di un 10° titolo per il numero 46: "Vincerà un altro Mondiale? No" ha tagliato corto in un'intervista concessa a DAZN "Una gara? Difficile dirlo... E' difficile che vinca una gara asciutta. Può essere che vinca una gara strana, ma con la gente giovane che sta arrivando, con la velocità che questi giovani hanno, vincere una gara in condizioni normali è complicato. Può essere, perché sa guidare, la chiave sta nel cambio di tecnico e nelle motivazioni".

Ed è proprio con la ricerca di nuove motivazioni che, secondo Forcada, si spiegherebbe il recente divorzio da Silvano Galbusera. Alla base della scelta di puntare su David Muñoz non ci sarebbero divergenze personali o incomprensioni da un punto di vista tecnico, ma semplice voglia di "cambiare aria" e trovare nuovi stimoli: "Con questo cambiamento Valentino è in cerca di motivazioni, è chiaro. Rossi non mette un tecnico senza esperienza se quello che sta cercando non sono nuove motivazioni" ha spiegato lo spagnolo.

"È la stessa cosa che cercava quando ha cambiato Burguess per Galbusera nel 2014" ha proseguito "Valentino vuole dare una scossa al team Yamaha e dunque ha preso un giovane che arriva con idee nuove, che ha voglia di fare. Non perché sia tecnicamente migliore, ma perché porta novità e motivazione". Interrogato sul futuro del pluri-campione italiano, Forcada ha infine ammesso di non sapere alcunché: "Non so se Valentino resterà in MotoGP anche dopo il 2020, al momento salvo novità gli resta un anno di contratto. Non ho avuto modo di parlare con lui".

PROSEGUI LA LETTURA

Ramon Forcada: "Rossi? Non vincerà altri mondiali" é stato pubblicato su Motoblog.it alle 19:04 di Thursday 10 October 2019

]]>
0
MotoGP: il Motomondiale torna in Brasile Thu, 10 Oct 2019 16:23:28 +0000 https://www.motoblog.it/post/976455/motogp-il-motomondiale-torna-in-brasile-dopo-15-anni https://www.motoblog.it/post/976455/motogp-il-motomondiale-torna-in-brasile-dopo-15-anni Francesco Pepe Francesco Pepe

2019-motogp

Quindici anni è durata l'assenza di una tappa in Brasile dal calendario ufficiale della MotoGP: dal 2022 si torna nella terra del calcio e dei colori nel nuovo impianto di Rio Motorpark di Deodoro, a Rio de Janeiro. Il Motomondiale corse l'ultima volta in Brasile nel 2004, sul tracciato di Jacarepaguá.

Oggi l'annuncio della Dorna tramite un comunicato stampa che annunciava anche i dettagli del nuovo circuito verde-oro: sette curve a sinistra e sei a destra per un totale di 4,5 km e un tempo di percorrenza stimato di 1':38". La chiusura dei lavori del Rio Motorpark è prevista per il 2021.


"Sono molto orgoglioso di annunciare il ritorno della MotoGP a Rio de Janeiro, una delle città più iconiche del mondo e situata in un paese incredibile - ha fatto sapere Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna - Il Brasile è un mercato importante per il motociclismo e per gli sport motoristici, vanta una storia di cui essere orgogliosi, nonché un futuro brillante in cui la MotoGp svolgerà un ruolo importantissimo con il nostro ritorno nel 2022”.

E poi il Sindaco di Rio de Janeiro, Marcelo Crivella, che ha elogiato il progetto, definendolo spettacolare:
"La costruzione del circuito di Deodoro è un progetto spettacolare. Ci sarà un investimento straordinario che genererà sette mila posti di lavoro e farà recuperare a Rio un ruolo da protagonista nelle principali competizioni".

PROSEGUI LA LETTURA

MotoGP: il Motomondiale torna in Brasile é stato pubblicato su Motoblog.it alle 16:23 di Thursday 10 October 2019

]]>
0