App Eni Live, tutti i servizi di Eni Station a portata di smartphone

La transizione energetica di Eni passa anche dalle stazioni di servizio, “mobility point” con servizi dedicati alla mobilità, alla persona e alla vettura.

Eni è impegnata da tempo in un importante percorso di transizione energetica e per contribuire in modo concreto agli obiettivi di mobilità sostenibile ha deciso di trasformare le proprie stazioni di servizio in qualcosa di mai visto prima, dei veri e propri “mobility point” che offrono servizi dedicati alla mobilità, alla persona e alla vettura, grazie anche alla nuova App Eni Live.

Il vento del cambiamento sta già soffiando nelle migliaia di stazioni Eni sparse in tutta Italia. In oltre 2.800 di queste, ad esempio, è attivo il servizio di pagamento dei bollettini cartacei PagoPA, con il quale è possibile pagare tasse, bolli e qualsiasi altro tipo di versamento alle Pubbliche Amministrazioni centrali e locali, ma anche i bollettini postali premarcati. In oltre 600 punti vendita, poi, ci sono anche gli Enicafé in cui rilassarsi tra un caffè e un panino.

Non solo. Gli Emporium ci permettono di fare una spesa veloce mentre facciamo rifornimento scegliendo tra prodotti alimentari di qualità, mentre in oltre 800 punti vendita possiamo ritirare i nostri pacchi consegnati dai principali servizi di spedizione in Italia, oppure sottoscrivere un abbonamento Telepass o sostituire il nostro dispositivo grazie ai Telepass Point. A Milano, Roma, Torino, Firenze e Bologna, inoltre, è possibile anche usufruire del servizio di car sharing Enjoy.

Eni si impegna anche ad incrementare l’offerta di biocarburanti, grazie alle bioraffinerie di Eni e l’utilizzo fino all’80% di materie prime di seconda generazione, cioè scarti e materie non in competizione con la filiera alimentare. In futuro, inoltre, il biocarburante idrogenato HVO, oggi miscelato al 15% al diesel nel prodotto premium Eni Diesel+, sarà disponibile puro al 100%, per accelerare ancora di più la riduzione delle emissioni di CO₂ nel settore dei trasporti.

L’evoluzione delle stazioni di servizio di Eni è al centro in queste settimane di una campagna TV, radio, stampa e digital al grido di “Eni Live Station, puoi farci anche rifornimento”. In questo modo Eni punta a raccontare questa evoluzione di cui si è fatta pioniera presentando a tutti questi nuovi luoghi in cui pagare bollettini, ritirare pacchi, fare la spesa all’Eni Cafè Emporium e, attraverso l’App Enilive, trasformare i servizi in premi.

Tutto gira intorno alla nuova App Eni Live per iOS, Android e AppGallery, per la cui presentazione in pompa magna Eni ha ingaggiato tre influencer marketing con Khaby Lame, Alessandro Borghese e L’Imbruttita. I tre famosi creator sono stati ingaggiati per raccontare il nuovo modo di vivere la mobilità e invitati a giocare con la nuova App Eni Live.

E così, mentre l’Imbruttita prepara con ironia frizzante le vacanze con tappa all’Eni Live Station, Chef Borghese fa un’ispezione da Eni Cafè per scoprire tutti i nuovi servizi. Khaby Lame che, con i suoi 95 milioni su Tik Tok e 31 milioni di fan su Instagram, è diventato il secondo profilo più seguito al mondo mostra quanto sia semplice fare tutto anche tramite l’App Eni Live, rigorosamente senza dire una parola.