I baci e l’esultanza delle atlete russe della 4×400