it_IT Tecnologia Blogo.it - Ultime notizie della sezione Tecnologia Wed, 26 Sep 2018 06:25:32 +0000 Wed, 26 Sep 2018 06:25:32 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/tecnologia 2004-2014 Blogo.it Red Dead Redemption 2 avrà 200 specie di animali: guarda le nuove immagini Tue, 25 Sep 2018 23:05:53 +0000 http://www.gamesblog.it/post/428833/red-dead-redemption-2-avra-200-specie-di-animali-guarda-le-nuove-immagini http://www.gamesblog.it/post/428833/red-dead-redemption-2-avra-200-specie-di-animali-guarda-le-nuove-immagini Michele Galluzzi Michele Galluzzi

Gli autori di Rockstar Games pubblicano sui propri canali social delle nuove, meravigliose immagini di gioco di Red Dead Redemption 2 che mostrano il protagonista Arthur Morgan e alcune delle oltre 200 specie animali che popoleranno la Frontiera digitale del capolavoro annunciato di Take-Two Interactive.

Il commento dei ragazzi della grande R che accompagna i nuovi scatti di RDR2 ci ricorda la precarietà della vita vissuta da coloro che hanno dovuto conquistare il selvaggio West: tra sconfinate praterie, deserti infuocati, paludi salmastre e montagne innevate piene di orsi, lupi e coccodrilli, anche i predatori più letali possono trasformarsi velocemente in prede.

La libertà d'azione e di scelta garantita all'utente sarà totale: le attività da svolgere all'aperto per ottenere esperienza, materiali e denaro da dividere con gli altri membri della banda di Van der Linde spazieranno quindi dalle sessioni di pesca sulla riva di un placido fiume alle ben più movimentate battute di caccia al bisonte. Solo gli esploratori più coraggiosi sapranno trovare la forza di abbandonare i sentieri e addentrarsi nei territori selvaggi dominati da creature capaci di abbattere un uomo adulto e il suo cavallo con una sola zampata.

Prima di lasciarvi alla nuova galleria immagini di Red Dead Redemption 2, ricordiamo a chi ci segue che il kolossal a mondo aperto di Rockstar Games è previsto al lancio per il 26 ottobre su PlayStation 4 e Xbox One.

PROSEGUI LA LETTURA

Red Dead Redemption 2 avrà 200 specie di animali: guarda le nuove immagini é stato pubblicato su Gamesblog.it alle 01:05 di Wednesday 26 September 2018

]]>
0
Just Cause 4: il nuovo video svela la rivale di Rico, Gabriela Morales Tue, 25 Sep 2018 22:33:29 +0000 http://www.gamesblog.it/post/428827/just-cause-4-nuovo-video-rivale-rico-gabriela-morales http://www.gamesblog.it/post/428827/just-cause-4-nuovo-video-rivale-rico-gabriela-morales Michele Galluzzi Michele Galluzzi

Nel nuovo filmato di gioco di Just Cause 4, il team svedese di Avalanche si focalizza sulla figura di Gabriela Morales, la donna a capo dell'organizzazione criminale che ha preso il controllo della fittizia nazione centroamericana di Solis e che, ovviamente, dovremo destituire a suon di bombe e di pallottole interpretando l'agente speciale Rico Rodriguez.

La spietata leader della Mano Nera viene descritta dagli autori svedesi di Avalanche come l'avversario più temibile mai incontrato da Rico per un motivo estremamente semplice: il cartello guidato da Gabriela, infatti, è la forza più grande, meglio equipaggiata e meglio finanziata dell'intero pianeta, e Solis ne è la sua roccaforte. Il quartier generale della Mano Nera utilizza i proventi della vendita illegale di armi alle mafie, ai gruppi terroristici e agli stati canaglia di mezzo mondo per addrestrare truppe d'elite e sviluppare il proprio arsenale di armi sperimentali.

Rispetto ai precedenti capitoli della saga, quindi, l'asticella del livello di difficoltà sarà piuttosto alta e obbligherà il nostro impavido eroe a fare appello a tutto il suo coraggio per riuscire a riportare la pace tra gli abitanti di Solis: per riuscire nell'impresa potremo avvalerci di armi e gadget ancora più avanzati, oltre ai veicoli terrestri, aerei e navali che reperiremo esplorando le diverse regioni in cui sarà divisa l'enorme mappa di gioco.

Il lancio di Just Cause 4 è previsto per il 4 dicembre di quest'anno su PC, PlayStation 4 e Xbox One. Il nuovo capitolo dell'adrenalinica serie action a mondo aperto di Square Enix vanterà una mappa estremamente ampia, un comparto grafico di prim'ordine, un ampio ventaglio di elementi di equippagiamento e di armi tra cui scegliere e, soprattutto, un sistema meteorologico che promette di stravolgere l'esperienza di gioco con tornado, tempeste di sabbia, tsunami e grandinate.

PROSEGUI LA LETTURA

Just Cause 4: il nuovo video svela la rivale di Rico, Gabriela Morales é stato pubblicato su Gamesblog.it alle 00:33 di Wednesday 26 September 2018

]]>
0
Xbox Game Pass: Forza Horizon 4 e Wolfenstein The New Order tra i giochi gratis di ottobre Tue, 25 Sep 2018 22:01:17 +0000 http://www.gamesblog.it/post/428830/xbox-game-pass-forza-horizon-4-e-wolfenstein-the-new-order-tra-i-giochi-gratis-di-ottobre http://www.gamesblog.it/post/428830/xbox-game-pass-forza-horizon-4-e-wolfenstein-the-new-order-tra-i-giochi-gratis-di-ottobre Michele Galluzzi Michele Galluzzi

Larry "Major Nelson" e i curatori del blog Microsoft di Xbox Wire svelano la lista dei videogiochi che entreranno a far parte del catalogo di Xbox Game Pass a partire dall'1 ottobre.


    Giochi disponibili dall'1 ottobre

  • Wolfenstein: The New Order

  • Metro 2033 Redux

  • Westerado: Double Barreled

  • LEGO Indiana Jones: The Original Adventures

  • Shantae: Half-Genie Hero

  • Split/Second


    Giochi disponibili dal 2 ottobre

  • Forza Horizon 4

L'aggiornamento di ottobre di Xbox Games Pass, differentemente dagli altri mesi, non andrà ad ampliare in maniera considerevole il catalogo digitale ma dubitiamo fortemente che gli abbonati al servizio avranno da ridire su questo poichè avranno accesso a titoli tripla A come Wolfenstein: The New Order o Metro 2033 Redux, con l'aggiunta di LEGO Indiana Jones, Westerado e Shantae Half-Genie Hero. Il piatto forte dell'offerta è però rappresentato da Forza Horizon 4, l'ultimo capitolo dell'iconica serie arcade racing a mondo aperto di Playground Games che promette di dettare i nuovi standard del genere con un'infinità di contenuti, centinaia di auto da sbloccare e trovate geniali come l'alternarsi delle stagioni.

L'ingresso di questi titoli comporterà l'uscita di quattro videogiochi dal catalogo digitale di Xbox Game Pass: dategli un'occhiata e scaricateli sull'hard disk della vostra Xbox One (o Xbox One X) prima che sia troppo tardi, quindi.


    Giochi non più disponibili dall'1 ottobre

  • Maldita Castilla EX Cursed Castle

  • Saints Row: Gat out of Hell

  • The Bug Butcher

  • Tower of Guns

via | Xbox Wire

PROSEGUI LA LETTURA

Xbox Game Pass: Forza Horizon 4 e Wolfenstein The New Order tra i giochi gratis di ottobre é stato pubblicato su Gamesblog.it alle 00:01 di Wednesday 26 September 2018

]]>
0
Assassin's Creed Odyssey si mostra nel trailer di lancio Tue, 25 Sep 2018 16:49:39 +0000 http://www.gamesblog.it/post/428822/assassins-creed-odyssey-trailer-lancio http://www.gamesblog.it/post/428822/assassins-creed-odyssey-trailer-lancio Floriana Giambarresi Floriana Giambarresi

"Gli Dei non definiscono il tuo destino. Sfida la profezia e scegli il tuo destino. Questa è la tua Odissea!": queste le parole di Ubisoft nel rilasciare il trailer di lancio di Assassin's Creed Odyssey, nuovo e atteso gioco della popolare e vendutissima serie in uscita tra circa dieci giorni, nello specifico il 5 ottobre per PC, Xbox One e PlayStation 4.

Vivi una leggendaria Odissea e affronta un’epica avventura in un mondo dove ogni scelta conta. Condannato a morte dalla tua famiglia, imbarcati per un fantastico viaggio che, da mercenario reietto, farà di te un leggendario eroe Greco e svela i segreti che si celano dietro il tuo passato. Fatti strada in un mondo devastato dalla guerra e abitato da uomini e dei, dove montagne e mare si fondono. Incontra i personaggi più famosi dell’Antica Grecia e lascia la tua impronta su alcuni degli avvenimenti più fondamentali della storia della civiltà occidentale.

In Assassin's Creed Odyssey le scelte del giocatore rivestono un ruolo centrale come mai prima era accaduto nella saga, permettendo di scegliere il tipo di eroe che si vuole essere e di influenzare tutto il mondo di gioco. Il nuovo action RPG di Ubisoft infatti riprende le meccaniche della serie che l'hanno resa famosa, ma le migliora e ne introduce di nuove, come ad esempio la possibilità di scegliere tra due personaggi giocabili - uno di sesso maschile e l'altro invece femminile, di creare relazioni, di scegliere con chi schierarsi per combattere.

Si ricorda che oltre che su PC, PS4 e Xbox One, il nuovo Assassin's Creed sarà disponibile anche in una versione particolare per Nintendo Switch ma giocabile via cloud, esclusivamente in Giappone.

PROSEGUI LA LETTURA

Assassin's Creed Odyssey si mostra nel trailer di lancio é stato pubblicato su Gamesblog.it alle 18:49 di Tuesday 25 September 2018

]]>
0
Samsung Galaxy P30 e P30+, lettore di impronte in-display? Tue, 25 Sep 2018 15:39:54 +0000 http://www.mobileblog.it/post/187340/samsung-galaxy-p30-lettore-impronte-in-display http://www.mobileblog.it/post/187340/samsung-galaxy-p30-lettore-impronte-in-display Luca Colantuoni Luca Colantuoni

Il CEO di Samsung Mobile, DJ Koh, aveva promesso l'arrivo di tecnologie innovative sui dispositivi di fascia media. L'obiettivo del produttore è ostacolare l'avanzata delle aziende cinese, offrendo modelli più competitivi. Ecco perché il Galaxy A7 ha tre fotocamere posteriori e perché i Galaxy P30/P30+ potrebbe essere i primi smartphone Samsung con lettore di impronte digitali in-display.

Per il Galaxy S10 è previsto un sensore biometrico sotto lo schermo, ma quasi certamente sarà basato sulla tecnologia ad ultrasuoni di Qualcomm. I Galaxy P30/P30+ dovrebbe invece avere un lettore di tipo ottico, meno costoso e meno preciso nel riconoscimento delle impronte. I due smartphone avranno probabilmente un display LCD, più economico del Super AMOLED (Infinity Display) scelto per i top di gamma.

Per quanto riguarda le altre specifiche ci sono poche informazioni. I Galaxy P30/P30+ dovrebbero integrare un processore octa core Snapdragon, 4 o 6 GB di RAM e 128 GB di storage, espandibili con schede microSD. La principale differenza tra i due modelli sarà sicuramente la diagonale dello schermo. Secondo SamMobile, il produttore coreano offrirà i Galaxy P30/P30+ in quattro colorazioni: nero, blu, rosso e rosa.

Il lancio della nuova serie è prevista entro fine anno inizialmente in Cina, India e altri paesi asiatici. Samsung ha organizzato un evento per l'11 ottobre. Il protagonista dovrebbe essere il Galaxy A9 con quattro fotocamere, ma potrebbe esserci qualche sorpresa, come l'annuncio dei Galaxy P30/P30+.

PROSEGUI LA LETTURA

Samsung Galaxy P30 e P30+, lettore di impronte in-display? é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 17:39 di Tuesday 25 September 2018

]]>
0
Photokina 2018 | Fujifilm lancia la nuova GFX 50R, una piccola medio formato Tue, 25 Sep 2018 14:55:56 +0000 http://www.clickblog.it/post/231288/photokina-2018-fujifilm-lancia-la-nuova-gfx-50r-una-piccola-medio-formato http://www.clickblog.it/post/231288/photokina-2018-fujifilm-lancia-la-nuova-gfx-50r-una-piccola-medio-formato Francesco De Innocentis Francesco De Innocentis

L'ultima arrivata nella gamma medio formato di Fujifilm sarà rilasciata nella metà del mese di Ottobre e presenta un corpo dalle dimensioni e dal peso che fanno pensare più ad una comune mirrorless che ad una medio formato:  parliamo di 775g di peso ed uno spessore minimo di 46.0mm.

Il sensore G Format da 51.4 megapixel, le cui dimensioni sono circa 1,7 volte il 35mm, è supportato dal processore ad alta velocità X-Processor Pro, già presente sui nuovi modelli Fuji X. Non mancano inoltre le simulazioni pellicola per cui Fujifilm è già nota, come PROVIA, Velvia ed ACROS, largamente sfruttate sia da professionisti che da amatori.

Le novità più importanti sono però presenti nel design, che pone la mobilità e la versatilità al primo posto: non solo abbiamo le già citate piccole dimensioni della camera, ma anche la collocazione "rangefinder" del mirino. Quest'ultimo, con un ingrandimento di 0,77x, ha una risoluzione di 3,69 megapixel e rende semplici le operazioni di messa a fuoco anche laddove la ridotta profondità di campo del medio formato complica leggermente le cose.

Il corpo macchina inoltre offre una grande quantità di comandi, alcuni dei quali ereditati dai modelli della X-Series come il joystick che, a portata di pollice, permette di selezionare il punto di messa a fuoco. Sulla parte superiore abbiamo invece i selettori di apertura ed esposizione, entrambi in alluminio. Il corpo macchina è in lega di magnesio, sigillato in 64 punti per impedire a qualsiasi elemento esterno di introdursi nella camera e concepito per operare in condizioni climatiche estreme, con temperature fino ai -10 gradi.

Tra le nuove features abbiamo, per la prima volta sulla serie GFX, la presenza della connettività Bluetooth con la conseguente possibilità di controllare la camera con Fujifilm Camera Remote e di trasferire gli scatti sui propri dispositivi. Infine Fuji ha introdotto una modalità crop 35mm che arriverà anche sui prossimi firmware di GFX 50S e che consentirà di utilizzare una porzione di sensore grande 36x24mm ad una risoluzione di 30mp.

Fujifilm GFX 50R sarà commercializzata ad un prezzo indicativo di 4575 euro.

 

La nuova roadmap delle ottiche GF


Tre sono le nuove ottiche presentate nella nuova roadmap associata al sistema GFX: un tele zoom FUJINON GF100-200mmF5.6 R LM OIS WR, utilizzabile anche con il teleconverter GF1.4X TC WR, lo zoom medio-tele FUJINON GF45-100mm F4 R LM OIS WR e la richiestissima ottica standard FUJINON GF50mmF3.5 R LM WR, equivalente ad un 40mm sul formato 35mm e molto compatto nelle dimensioni.

PROSEGUI LA LETTURA

Photokina 2018 | Fujifilm lancia la nuova GFX 50R, una piccola medio formato é stato pubblicato su Clickblog.it alle 16:55 di Tuesday 25 September 2018

]]>
0
Panasonic S1 ed S1R: arrivano le full frame ed una partnership importante Tue, 25 Sep 2018 13:37:39 +0000 http://www.clickblog.it/post/231273/panasonic-s1-ed-s1r-arrivano-le-full-frame-ed-una-partnership-importante http://www.clickblog.it/post/231273/panasonic-s1-ed-s1r-arrivano-le-full-frame-ed-una-partnership-importante Francesco De Innocentis Francesco De Innocentis

 

La "L-Mount Alliance"


25 settembre 2015, ColoniaTutto inizia alla conferenza stampa di apertura del Photokina 2018, dove Leica Camera AG, Panasonic e Sigma annunciano la loro partnership strategica da cui nasce la "L-Mount Alliance": un unico attacco, il Leica L-Mount, messo a disposizione anche di Panasonic e Sigma. Il risultato sarà da una parte la crescita di importanza dell'attacco L-Mount, dall'altra la possibilità da parte degli utenti di scegliere tra una gamma più vasta di ottiche e corpi macchina con la stessa baionetta. Come affermato dal Dr. Andreas Kaufmann di Leica, "per i fotografi, la possibilità di scegliere tra una vasta gamma di obiettivi per il loro sistema di preferenza è estremamente importante [...] gli utenti cercano una sempre maggiore varietà di prodotti per soddisfare una vasta gamma di diverse esigenze fotografiche. [...] Abbiamo quindi deciso di collaborare con importanti partner nel settore fotografico come risposta immediata a queste esigenze. "

Kaufmann successivamente si è soffermato sul rapporto di collaborazione e fiducia consolidato negli anni con Panasonic e la stima nei confronti del marchio Sigma: "La nostra partnership di lunga data con Panasonic è una collaborazione basata sulla fiducia reciproca e l'esperienza dell'azienda nel settore dell'elettronica è indiscussa. Anche Sigma è una società di tutto rispetto, che si è affermata con forza soprattutto nei settori del design ottico e della produzione di lenti, ed è in grado di integrare perfettamente il nostro portafoglio esistente di prodotti L-Mount."

L'attacco L-Mount è apparso nel 2014 con la Leica T ed è attualmente presente anche sui modelli Leica SL, Leica CL, TL2 e TL APSC. L'innesto ha un diametro di 51,6 millimetri, scelto per essere utilizzabile anche con sensori di formato APSC, mentre il tiraggio di soli 2cm permette di avvicinare molto l'ottica al sensore, consentendo di sviluppare ottime lenti grandangolari, sfruttare ampie aperture e, soprattutto, mantenere il sistema compatto nelle dimensioni.

 

Le prime Mirrorless full frame Panasonic


 

La nascita della L-Mount Alliance è il preludio perfetto all'annuncio dello sviluppo delle due fotocamere full frame mirrorless Panasonic, che saranno marchiate Lumix S1 e Lumix S1R ed usufruiranno dell'attacco L-Mount, trovando fin da subito un parco ottiche costituito da almeno 8 obiettivi Leica L, una decina di ottiche Lumix che saranno lanciate nel corso del prossimo anno ed un numero ancora indefinito di Sigma. Panasonic entra dunque nel mercato delle 35mm, dopo aver condotto per dieci anni esclusivamente la sua leadership nel mondo Micro 4/3 e dopo aver lanciato, nell'ormai lontano 2008, la Lumix G1.

La S1 monterà un sensore da 24 megapixel e sarà adatta ad un uso generico foto e video, S1R avrà invece, grazie ai suoi 47 megapixel, una impronta fotografica propensa verso l'utilizzo in studio ed applicazioni dove la risoluzione è importante. Velocità operativa, funzioni video di avanguardia come la registrazione in 4K 60p e qualità elevata saranno garantite dal nuovo processore Venus Engine, che permetterà anche il perfetto funzionamento del nuovo sistema di messa a fuoco che prenderà il nome di DFD. La memoria presenta un doppio slot: QXD ed SD; il mirino elettronico avrà invece la più alta risoluzione (non specificata) presente sul mercato. Non può mancare, infine, la stabilizzazione sul sensore, caratteristica che lavorerà anche in sinergia con quella ottica presente sugli obiettivi.

Prezzi e disponibilità sono ancora un'incognita, così come l'uscita delle tre ottiche dedicate che, insieme al sistema Lumix S, vedranno la luce nei prossimi mesi e nel corso del 2019.

PROSEGUI LA LETTURA

Panasonic S1 ed S1R: arrivano le full frame ed una partnership importante é stato pubblicato su Clickblog.it alle 15:37 di Tuesday 25 September 2018

]]>
0
Huawei Mate 20 Pro, ecco le tre fotocamere posteriori Tue, 25 Sep 2018 12:27:11 +0000 http://www.mobileblog.it/post/187329/huawei-mate-20-pro-tre-fotocamere-posteriori http://www.mobileblog.it/post/187329/huawei-mate-20-pro-tre-fotocamere-posteriori Luca Colantuoni Luca Colantuoni

Uno degli smartphone più attesi è lo Huawei Mate 20 Pro che, insieme al Mate 20, sarà protagonista dell'evento organizzato dal produttore cinese a Londra per il 16 ottobre (il Mate 20 lite è stato già annunciato). Il sito WinFuture ha pubblicato alcuni press render che mostrano in dettaglio il design e soprattutto il modulo fotografico posteriore.

Il Mate 20 Pro avrà un notch tradizionale nella parte superiore dello schermo, mentre per il Mate 20 si prevede un notch a goccia (waterdrop), simile a quello del recente Oppo R17 Pro. La vera novità è tuttavia rappresentata dalle tre fotocamere posteriori con lenti Leica disposte in modo da formare un quadrato insieme al flash dual LED. Huawei ha quindi scelto un layout differente da quello del P20 Pro. Non ci conoscono le specifiche, ma i sensori dovrebbero essere tutti RGB (nessun sensore monocromatico) e gli obiettivi dovrebbero avere diverse aperture. Uno di essi potrebbe essere un teleobiettivo con zoom ibrido 5x.

Il Mate 20 Pro avrà sicuramente uno schermo AMOLED (forse da 6,3 pollici con risoluzione di 3120x1440 pixel) e integrerà il recente processore octa core Kirin 980 con dual NPU (Neural Processing Unit), affiancato da almeno 6 GB di RAM e 128 GB di storage. Per la batteria si prevedono una capacità di 4.200 mAh e il supporto per la ricarica wireless. Il sistema operativo sarà certamente Android 9 Pie con interfaccia EMUI.

Almeno tre i colori disponibili al lancio (Twilight, Black e Blue), ai quali si aggiungerà il colore Green (solo in alcuni paesi). Per la conferma ufficiale è necessario attendere l'evento londinese del 16 ottobre.

PROSEGUI LA LETTURA

Huawei Mate 20 Pro, ecco le tre fotocamere posteriori é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 14:27 di Tuesday 25 September 2018

]]>
0
Roku annuncia 3 nuovi media player 4K Tue, 25 Sep 2018 12:00:14 +0000 http://www.gadgetblog.it/post/188747/roku-3-nuovi-media-player-4k http://www.gadgetblog.it/post/188747/roku-3-nuovi-media-player-4k Filippo Vendrame Filippo Vendrame

Roku annuncia 3 nuovi media player 4K

Roku aggiorna la sua gamma di media player presentando ben tre nuovi prodotti: Roku PremiereRoku Premiere+ e Roku Ultra. Il primo modello, Roku Premiere, è il dispositivo pensato per lo streaming 4K più economico che la società offre oggi. Grazie al rinnovato processore quad core, infatti, questo piccolo media player è in grado di supportare lo streaming 4K HDR. Esteticamente molto simile a tutti i piccoli media player della società, anche questo modello dispone di una dotazione minimale. Presenti, infatti, solamente il WiFi, un'uscita HDMI e un telecomando. Questo prodotto supporta anche il DTS e il Dolby Digital. Prezzo davvero concorrenziale di 39,99 dollari.

Roku Premiere+ è il "fratello maggiore" del prodotto appena descritto. Questo prodotto si differenzia solamente per un telecomando maggiormente sofisticato che include un microfono da cui impartire alcuni comandi vocali ed una serie di pulsanti per regolare il volume della televisione. Prezzo di 49,99 euro anche se sarà, al momento, un'esclusiva della catena di negozi Wallmart.

Infine, Roku Ultra che come fa ben intuire il nome è il top di gamma di questa nuova serie di media player. Supporta sempre lo streaming 4K HDR ma offre una dotazione tecnica più elevata. Presenti, infatti, le porte ethernet, USB e MicroSD oltre al WiFi e all'uscita HDMI. Il telecomando è dotato di pulsanti dedicati ai videogiochi ed è presente pure un mini speaker che serve per localizzarlo in caso di smarrimento. Prezzo di 99,99 dollari.

Tutti questi nuovi modelli arriveranno nel corso del mese di ottobre. Cuore pulsante di questo media player il nuovo sistema operativo Roku OS 9 che sarà disponibile per tutti i media player Roku dal mese di novembre. Tra le novità l'arrivo dei supporti a Google Assistant, Spotify e Pandora.

PROSEGUI LA LETTURA

Roku annuncia 3 nuovi media player 4K é stato pubblicato su Gadgetblog.it alle 14:00 di Tuesday 25 September 2018

]]>
0
PlayStation Classic, brutte notizie per i fan Sony Tue, 25 Sep 2018 10:45:48 +0000 http://www.gamesblog.it/post/428820/playstation-classic-brutte-notizie-per-i-fan-sony http://www.gamesblog.it/post/428820/playstation-classic-brutte-notizie-per-i-fan-sony Floriana Giambarresi Floriana Giambarresi

Annunciata la scorsa settimana, la PlayStation Classic viene lanciata con 20 giochi preinstallati, tra cui Final Fantasy 7, Ridge Racer Type 4, Wild Arms, Jumping Flash e Tekken 3. Mentre la lista dei 15 titoli rimanenti rimane ancora un mistero, Sony non ha ulteriori buone notizie da condividere con i fan di PSOne.

Parlando infatti con IGN, un portavoce della nota casa nipponica ha reso noto che la console mini non sarà supportata dopo il lancio. "Non ci sono piani per portare nuovi contenuti su PlayStation Classic successivamente al lancio", ha scritto Sony. Ciò esclude che qualsiasi altro gioco possa fare un'apparizione sulla console in futuro. Ciò significa che se il proprio classico PSOne preferito non viene rivelato come parte dell'elenco iniziale dei giochi supportati, non lo si potrà scaricare e giocare in un secondo momento.

Tra i 15 titoli ancora non rivelati e più attesi dai fan, vi sono Final Fantasy XIII e IX, Crash Bandicoot, Tomb Raider, Abe's Odyssey, Wipeout e Castlevania Symphony of the Night. PlayStation Classic sarà rilasciata sul mercato dal 3 novembre al prezzo di 99,99 euro, ma è già disponibile su Amazon per il preordine online.

Non supporterà alcuna funzionalità online, il che esclude i trofei.

PROSEGUI LA LETTURA

PlayStation Classic, brutte notizie per i fan Sony é stato pubblicato su Gamesblog.it alle 12:45 di Tuesday 25 September 2018

]]>
0
Comandi Rapidi Siri: ce n'è uno per quando vi ferma la polizia Tue, 25 Sep 2018 09:29:21 +0000 http://www.melablog.it/post/209227/comandi-rapidi-siri-ce-ne-uno-per-quando-vi-ferma-la-polizia http://www.melablog.it/post/209227/comandi-rapidi-siri-ce-ne-uno-per-quando-vi-ferma-la-polizia Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

I Comandi Rapidi di consentono di eseguire concatenazioni di azioni automatizzate dopo che pronunciate un comando specifico. E il bello è che le ricette create dagli utenti possono essere condivise, modificate e adattate alle proprie esigenze.

Su Internet, in questo thread su Reddit, trovate decine di queste ricette pronte all'uso: basta scaricarle e potete iniziare a usarle subito. E tra queste, ce n'è una che si distingue per utilità e scaltrezza.

Si chiama Police ed è pensata per chi guida e avvista un posto di blocco improvviso. Con un semplice comando vocale, questa scorciatoia consente di:


  • Fermare la riproduzione musicale

  • Abbassare la luminosità dello schermo

  • Inserire il "Non Disturbare"

  • Mandare un messaggio a un contatto predefinito

  • Dare inizio alla registrazione dalla fotocamera frontale

Poi, una volta che l'utente interrompe la registrazione, una copia viene inviata al contatto predefinito, mentre viene ripristinata la luminosità e disattivato il "Non Disturbare." Volendo, si può anche aggiungere l'upload su Dropbox, oltre che su iCloud, per ragioni di sicurezza.

Lo scenario ideale prevede che l'iPhone si agganciato ad un sistema di montaggio su cruscotto: su Amazon se ne trovano di ottimi a meno di 10€ comprese spedizioni.

Per scaricare i Comandi Rapidi, aprite questo collegamento iCloud direttamente da iPhone, e toccate il pulsante Ottieni comandi rapidi. Si aprirà l'app Comandi: selezionate i tre puntini dell'app "Police" e iniziate la personalizzazione. Dovrete, nell'ordine:


  • Consentire l'accesso a Ottieni posizione attuale

  • Consentire l'accesso a Invia messaggio, dopodiché dovrete aggiungere due di spiegazione al destinatario (in originale c'è "I'm getting pulled over. My current location is" ma voi potreste sostituirlo con "Mi ha fermato la polizia. Mi trovo qui")

  • Consentire l'accesso a Registra video

  • Consentire l'accesso a Salva nell'album di foto

  • Consentire l'accesso a Sala file

Per accelerare le cose e personalizzare il comando vocale che innesca la sequenza di azioni automatiche, basta un tocco. Premete il pulsante di configurazione della scorciatoia (indicato nell'immagine qui in alto), quindi Personalizza comando rapido e seguite la procedura guidata, rispondendo alle varie domande. Infine, premete Aggiungi a Siri per insegnarle il comando vocale. Noi abbiamo cambiato "Police" in "Polizia" per evitare incomprensioni, ma potete scegliere qualunque altro nome/comando vocale.

D'ora in avanti, se doveste incappare in un posto di blocco, basterà diri a Siri "Polizia" e lei saprà cosa fare.

PROSEGUI LA LETTURA

Comandi Rapidi Siri: ce n'è uno per quando vi ferma la polizia é stato pubblicato su Melablog.it alle 11:29 di Tuesday 25 September 2018

]]>
0
App Casa su macOS Mojave: limiti e funzionalità della domotica su Mac app Casa anche sui computer. Ma rispetto alla versione per iOS, esistono parecchie limitazioni. Ecco cosa potete (e non potete) fare da Mac.]]> Tue, 25 Sep 2018 08:20:08 +0000 http://www.melablog.it/post/207359/app-casa-mojave http://www.melablog.it/post/207359/app-casa-mojave Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

La buona notizia è che, con macOS Mojave, alcune app iOS fanno finalmente il grande salto su Mac; e il merito è della tecnologia dei framework condivisi che consentirà presto anche agli sviluppatori di creare app universali che girano sia su macOS che su iOS. Detta brutalmente, possiamo finalmente controllare termostati, lampadine e telecamere direttamente da Mac grazie all'app Casa.

Limitazioni

In generale, Casa si comporta come una qualunque applicazione per Mac, ma a volte risulta un po' legnosa, come se si trattasse di un'app per iPad emulata; per esempio, quel che su iPhone si traduce in un gesto 3D Touch, su Mac richiede un control+clic del mouse pre accedere al menu contestuale. Si sente che manca l'ottimizzazione per mouse e tastiera.

Dal Mac potete controllare casa, camere e automazione, e anche creare nuove scene, ma non potete configurare nuovi dispositivi; tutte feature che probabilmente verranno messe a punto coi prossimi update. Non si può ancora neppure condividere il controllo con altri utenti, o cancellare la configurazione esistente: per questo, occorrerà passare dalle app iOS.

Punti di Forza

Al di là di questi problemucci di gioventù, non mancano però feature più entusiasmanti. Per esempio, funzionano perfettamente le notifiche di movimento, i cambio di stato e gli aggiornamenti firmware; in più, e per la prima volta, è possibile visualizzare anche su macOS le videocamere compatibili, e configurarne scene e automazione.

Inoltre, Siri su Mac (che in High Sierra era la versione più vecchia) si guadagna finalmente il supporto a HomeKit; dunque, è possibile già ora impartire comandi vocali per la domotica anche su Mac.

Problemi di Configurazione


Alcuni lettori -e perfino qualche cugino di Blogo- ci segnalano problemi nella gestione della configurazione HomeKit esistente. Una volta aggiornato il Mac a Mojave, in altre parole, l'app Casa su computer ha difficoltà a trovare gli accessori HomeKit, e si blocca così alla prima schermata.

Purtroppo, ve lo diciamo subito, l'unica soluzione disponibile in questi casi è il ripristino della configurazione HomeKit che può avvenire in due modi:


  • Reset Fisico (immagine sopra): La maggior parte degli accessori HomeKit dispone di un pulsante o foro di reset, sul retro. Premetelo dai 3 ai 5 secondi, e siete a posto. Attenzione perché in alcuni casi i produttori chiedono che questa procedura sia fatta inizialmente scollegati dalla corrente, per poi ricollegarsi col pulsantino ancora premuto. Verificate sulle istruzioni.

  • Reset Software (immagine sotto): Se il ripristino alle impostazioni di fabbrica non sortisce effetto, allora c'è qualcosa che non va a livello di rete HomeKit. Premete il pulsante di localizzazione in alto a sinistra nell'app Casa, scorrete l'elenco e infine toccate Rimuovi Abitazione. Ciò farà sì che vengano cancellate tutte le impostazioni, le scene e gli abbinamenti. In parole povere, state fronteggiando il vostro incubo peggiore: dovrete riconfigurare da zero l'intera rete HomeKit. In bocca al lupo.


PROSEGUI LA LETTURA

App Casa su macOS Mojave: limiti e funzionalità della domotica su Mac é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:20 di Tuesday 25 September 2018

]]>
0
iPhone XS e XS Max: problemi di ricezione WiFi e LTE Tue, 25 Sep 2018 08:06:01 +0000 http://www.melablog.it/post/209210/iphone-xs-e-xs-max-problemi-wifi-lte http://www.melablog.it/post/209210/iphone-xs-e-xs-max-problemi-wifi-lte Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Non conosciamo la diffusione del problema, per cui è sempre possibile che si tratti di pochi casi isolati, ma la questione di fondo resta. A parità di location, alcuni utenti sperimentano una ricezione cellulare e WiFi molto inferiore a quella di cui godono con iPhone X o iPhone 8.

Qua e là sul Web e nei forum online, si leggono segnalazioni del tipo:

Ho attivato l'LTE ma ottengono praticamente le stesse prestazioni. Entro uno o due minuti, il segnale degrada e i dati cessano di fluire. Basta disabilitare l'LTE per tornare in 3G e tutto funziona magnificamente e senza problemi. Se si riattiva LTE, funziona un minuto o due, e poi si è punto a capo.

Forse si tratta di un problema momentaneo con determinati gestori (la maggior parte delle segnalazioni provengono da utenti statunitensi legati al carrier Verizon); di sicuro, i disagi maggiori si verificano in aree in cui il segnale non è ottimale.

Qualcuno ipotizza che l'origine di tutti i mali risieda nel nuovo chip Intel utilizzato per la connettività dati, in luogo dei più affidabili Qualcomm; ma si tratta di aspetti che probabilmente verranno risolti nelle prossime ore con un aggiornamento delle impostazioni del gestore, o con un piccolo update di iOS.

A questo scenario, però, occorre aggiungere anche le lamentele sul WiFi: per qualche ragione, iPhone XS e XS Max preferiscono le reti a 2.4GHz alle più performanti 5GHz, anche quando vengono usati i medesimi nomi SSID. Risultato, anche in rete locale si naviga e scarica dati più lentamente di quanto sarebbe possibile a livello tecnico.

Purtroppo anche in questo caso, l'unica vera soluzione consiste nell'attendere un cenno da parte di Apple; fino ad allora, sarebbe però tecnicamente possibile assegnare nomi diversi alle reti WiFi da 2.4GHz e 5GHz, e costringere il telefono ad agganciarsi alla seconda. Il trucco tuttavia potrebbe rivelarsi non del tutto risolutivo; una fetta minoritaria di utenti, infatti, afferma di sperimentare basse velocità di download perfino quando agganciati ai network a 5GHz. Insomma, Terra chiama Apple, rispondete e pure in fretta.

PROSEGUI LA LETTURA

iPhone XS e XS Max: problemi di ricezione WiFi e LTE é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:06 di Tuesday 25 September 2018

]]>
0