it_IT Tecnologia Blogo.it - Ultime notizie della sezione Tecnologia Fri, 25 May 2018 06:47:20 +0000 Fri, 25 May 2018 06:47:20 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/tecnologia 2004-2014 Blogo.it Novità: annunciata la nuova Fujifilm X-T100! Thu, 24 May 2018 14:50:56 +0000 http://www.clickblog.it/post/230189/novita-annunciata-la-nuova-fujifilm-x-t100-2 http://www.clickblog.it/post/230189/novita-annunciata-la-nuova-fujifilm-x-t100-2 Francesco De Innocentis Francesco De Innocentis

fuji-x-t100-mirrorless-camera5-1-550x413.jpg

Dopo giorni di attesa e di rumors oggi Fujifilm ha finalmente rivelato ufficialmente la X-T100: la nuova piccola mirrorless è corredata da un sensore APS-C CMOS a matrice di Bayer da 24,2 megapixel, più economico rispetto agli X-TRANS presenti sui modelli superiori ma comunque dotato di tecnologia AF a rilevamento di fase e capace di una sensibilità di 200-12800 ISO, estendibile a 100-51200 ISO.

fuji-x-t100-mirrorless-camera2-1-550x413.jpg

Tra i particolari estetici, in questo caso anche funzionali, spicca lo schermo LCD da 3 pollici orientabile in 3 movimenti che può essere tiltato verticalmente o aperto lateralmente in modalità "selfie". Al centro del corpo macchina svetta invece il mirino ottico OLED da 2,36 megapixel che conferisce al design della X-T100 un look da "reflex classica" e ne determina l'evidente somiglianza con le altre X-T.

comp.jpg

screen.jpg

Se nella forma ci ricorda una X-T20, nella sostanza è un consistente upgrade della X-A5: il buffer è stato migliorato e la raffica è stata portata a 6 scatti al secondo per un massimo di 26 jpeg o 3 fps per un numero illimitato di immagini. Il reparto video è stato incrementato con la possibilità di filmare in 4K UHD, purtroppo a soli 15 fps, funzione che si aggiunge al FullHD 60fps ed alle modalità ad alta velocità in 720p.

Per quanto concerne la connettività abbiamo Wi-Fi e Bluetooth mentre la batteria, siglata NP-W126S, permette di scattare circa 430 fotografie.

untitled-2.jpg

La Fuji X-T100 sarà disponibile a partire da giugno nelle colorazioni nero, grigio scuro e "champagne gold" ad un prezzo che si aggira attorno ai 620 euro; serviranno circa 100 euro in più per il kit con l'obiettivo XC15-45 3,5-5,6 OIS PZ.

PROSEGUI LA LETTURA

Novità: annunciata la nuova Fujifilm X-T100! é stato pubblicato su Clickblog.it alle 16:50 di Thursday 24 May 2018

]]>
0
iPhone X: in marmo, pelle d'alligatore o vetro zaffino costa 10.000€ versioni modificate di iPhone X caratterizzate da materiali pregiati e costosi. Il prezzo del prodotto finale arriva a sfiorare i 10.000€.]]> Thu, 24 May 2018 10:06:20 +0000 http://www.melablog.it/post/206672/iphone-x-in-marmo-pelle-alligatore http://www.melablog.it/post/206672/iphone-x-in-marmo-pelle-alligatore Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Come rendere 7 volte più costoso un telefono che già parte da 1.300€? Basta incastonarlo in una cornice di materiali preziosi e rari, e il risultato è un dispositivo che fa le stesse cose di prima ma ad un prezzo compreso tra 4.500€ a 8.900€.

I materiali utilizzati da Hadoro includono legno, vetro zaffiro, fibra di carbonio, marmo e il raccapricciante pellame di alligatore, il tutto racchiuso in una cornice di acciaio inox anodizzato in vari colori.

Le versioni più economiche sono anche meno interessanti; molto meglio puntare sulla variante in fibra di carbonio a forma di scheletro che, tra l'altro, ha gli occhi del teschio che si illuminano (très chic). Altrimenti, chi punta ad uno stile più austero e augusteo preferirà senza dubbio il marmo bianco da 5.300€ che sembra una maiolica pompeiana 2.0.

Chi cerca la distinzione ad ogni costo, invece, apprezzerà sicuramente il Signature Rose Gold iPhone X Alligator White da 5,900€; si tratta di un rivestimento in pelle d'alligatore bianca e cornice in oro rosa. È il primo iPhone X in oro rosa che vediamo ad oggi, e c'è da ammettere che l'accostamento cromatico non è affatto male. Allo stesso prezzo c'è pure quello in pelle d'alligatore rossa con scocca in oro giallo, indicata soprattutto per i romanisti.

Infine, il non plus ultra dell'intera carrellata, l'Hadoro Signature Diamond iPhone X Alligator Black; un iPhone X da 8.900€ in pelle di alligatore nera e logo Apple tempestato di diamanti. Per la Paris Hilton che è in voi.

Dunque, date un'occhiata alla Gallery qui in cima al post, e poi confessate: quale modello comprereste? Ditecelo nei commenti, su Twitter o sulla nostra pagina Facebook. Noi, se proprio dovessimo decidere, prenderemmo iPhone X normale, e spenderemmo il resto in due o tre lunghe vacanze lontano da simili orrori. Per dire.

PROSEGUI LA LETTURA

iPhone X: in marmo, pelle d'alligatore o vetro zaffino costa 10.000€ é stato pubblicato su Melablog.it alle 12:06 di Thursday 24 May 2018

]]>
0
iPhone X, la lente della fotocamera si rompe facilmente? iPhone X. Un numero crescente di utenti, infatti, lamenta l'eccessiva delicatezza della fotocamera: basta un niente perché si crepi il vetro.]]> Thu, 24 May 2018 09:36:01 +0000 http://www.melablog.it/post/206667/iphone-x-lente-fotocamera-rotta http://www.melablog.it/post/206667/iphone-x-lente-fotocamera-rotta Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

iphone-x-lente-fotocamera-rotta.jpg

La brutta notizia è che su Reddit (tipo qui e qui) e sulle pagine di Supporto Apple (tipo qui e qui) continuano ad aumentare le segnalazioni di questo problema; la pessima notizia, invece, è che Apple per il momento non ci pensa proprio a riparare in garanzia suddetti telefoni. Insomma, l'avrete capito, oggi non abbiamo buone novelle da darvi.

Il fatto è che, a leggere i commenti, nessuno afferma di aver maltrattato il dispositivo, o di averlo fatto cadere. Anzi, è opinione diffusa che le spaccature nel vetro della fotocamera dipendano in massima parte dai repentini cali di temperatura.

"Ho comprato iPhone X prima di Natale," scrive uno di loro, "e ho trovato una spaccatura nel vetro della fotocamera la scorsa notte. Il telefono è stato usato con la cover per tutto il tempo, e non ha subìto né cadute né incidenti. In Apple Store mi hanno detto che dovevo pagare 549$ per la riparazione."

Ma il fenomeno avviene anche in luoghi molto caldi, tipo in Malesia e alle Hawaii:

"Anche il mio X ha una piccola spaccatura sul vetro della fotocamera. Non mi è mai caduto, né è mai stato fuori dal case. Vivo alle Hawaii, per cui non può essere neppure colpa del freddo. Il mio telefono ha due mesi di vita."

Ma nei climi tropicali l'aria condizionata tende a essere molto diffusa e molto aggressiva, quindi è altrettanto facile esporre l'iPhone a repentini cambi di temperatura; inoltre, chi ci dice che non sia venuto a contatto con chiavi o oggetti affilati in tasca o in borsa?

Per ora è difficile stabilire la portata di questa casistica, ma abbiamo deciso di monitorarne l'andamento per capire se siamo sulla strada di un Cameragate o se invece si tratta di numeri fisiologici; dopotutto, Apple vende milioni di iPhone, e situazioni come queste sono ampiamente previste.

Con quel che costa, verrebbe quasi voglia di infilare iPhone X in mezzo metro di pluriball e chiuderlo in un caveau svizzero, ma purtroppo questo renderebbe vano l'acquisto. Quindi, ci tocca semplicemente stare molto, molto attenti. E voi avete notato strane spaccature nella scocca o nel vetro zaffiro della fotocamera? Ditecelo nei commenti, su Twitter o sulla nostra pagina Facebook.

PROSEGUI LA LETTURA

iPhone X, la lente della fotocamera si rompe facilmente? é stato pubblicato su Melablog.it alle 11:36 di Thursday 24 May 2018

]]>
0
iOS 12, un concept mostra le Notifiche Raggruppate notifiche raggruppate per app, e il risultato è talmente splendido che speriamo Apple ci stia pensando per iOS 12.]]> Thu, 24 May 2018 09:12:22 +0000 http://www.melablog.it/post/206653/ios-12-notifiche-raggruppate http://www.melablog.it/post/206653/ios-12-notifiche-raggruppate Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

È una feature presente su Android già da tempo, e onestamente non vediamo l'ora che Apple si decida a implementarla anche su iPhone e iPad, per la semplice ragione che ha senso e migliorerebbe molto la fruibilità delle informazioni su iOS.

Oggettivamente, le notifiche di iOS 11 sono un mezzo casino: ogni nuovo messaggio, tweet o promemoria viene elencato in ordine cronologico, contribuendo così a creare una lista infinita. Matt Birchler, invece, ha ripensato questa feature legando tra loro le notifiche in base alle app che le hanno generate.

L'idea è che l'utente possa eliminare tutte le notifiche di una singola app con un tocco; o in alternativa, che possa espandere il gruppo di notifiche con una pressione più profonda del dito, così da eliminarle una ad una oppure rispondere ad uno specifico messaggio.

Ovviamente, iOS 12 dovrebbe implementare poi una preferenza di sistema che consenta di ripristinare il vecchio ordine cronologico, per quanti non si trovano bene col nuovo meccanismo. Infine, il concept prevede anche un sistema di risposta automatica direttamente nella Schermata di Blocco.

Potete ammirare questo interessante design nella Gallery qui in cima al post. La versione per sviluppatori di iOS 12 verrà presentata al WWDC 2018 del prossimo 4 giugno, assieme a macOS 10.14, tvOS 12 watchOS 5 e forse anche qualche nuovo Mac. Buona visione.

PROSEGUI LA LETTURA

iOS 12, un concept mostra le Notifiche Raggruppate é stato pubblicato su Melablog.it alle 11:12 di Thursday 24 May 2018

]]>
0
macOS 10.14: le feature attese e quelle che vorremmo macOS 10.14. Ecco le feature attese, e quelle che vorremmo tanto vedere sui Mac.]]> Thu, 24 May 2018 08:18:04 +0000 http://www.melablog.it/post/206644/macos-10-14 http://www.melablog.it/post/206644/macos-10-14 Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

macos-10-14.jpg

Alcune delle funzionalità in arrivo con la prossima Major Release di macOS vanno a braccetto con quelle auspicate e in arrivo con iOS 12; è inevitabile, vista la coerenza che regna nell'ecosistema di Cupertino. Qui di seguito, trovate le novità che ci aspettiamo (aspetteremmo?) da macOS 10.14.


  • App di Sistema: Alcune delle app e dei servizi presenti su iPhone e Apple Watch -tipo Apple News, Salute, Attività e Casa- potrebbero finalmente fare capolino anche su Mac. E visto che ci siamo, non si potrebbe scorporare da iTunes qualcuna delle sue millemila funzionalità così da renderlo meno pachidermico?

  • App Universali: Con macOS 10.14, Apple dovrebbe gettare le fondamenta software che consentiranno di far girare una stessa app contemporaneamente sia su iOS che su Mac.

  • Interfaccia stile iOS: Nel corso degli anni abbiamo assistito ad una sempre più evidente iOS-izzazione del Mac; non ci aspettiamo redesign importanti, quest'anno, ma un ulteriore avvicinamento tra i due mondi è molto probabile.

  • HomeKit: Il Mac non può controllare i dispositivi di domotica, probabilmente per ragioni di sicurezza (è molto più malleabile e alterabile rispetto ad iPhone). Sarebbe bello poter impartire anche su Mac gli stessi comandi di Siri per iOS.

  • Complicazioni: Le Complicazioni di Apple Watch potrebbero presto debuttare su iOS e macOS; in quest'ultimo caso, si potrebbe aggiungerle alla Barra dei Menu per fornire scorciatoie rapide alle funzionalità più usate.

  • APFS: A tutt'oggi APFS, il nuovo File System introdotto con High Sierra è un mezzo colabrodo; semplifica alcune procedura, ma ne complica a dismisura altre e in più non funziona con i Fusion Drive. Un difetto che, a dire di Dan Riccio, sarà risolto "molto presto."

  • FaceTime: Visto che su iOS 12 auspichiamo l'arrivo delle chiamate FaceTime di Gruppo, è inevitabile che -se venisse introdotta lì- la vedremmo anche sui Mac.

  • Split Screen: Perché non migliorare ulteriormente lo Split Screen su Mac rendendolo più simile a quella su iPad? Apple potrebbe aggiungere opzioni per trascinare e ridimensionare le finestre, o per aprire due app affiancate direttamente dal Finder o dal Dock.

  • Stabilità & Sicurezza: Negli ultimi mesi è stato un profluvio di bug sconcertanti, da quello che dava accesso al Mac senza password, a quello che mostrava in chiaro tutte le vostre password. Non a caso, chi scrive è ufficialmente giunto alla conclusione di odiare High Sierra. Sarebbe bello se Apple si concentrasse davvero su stabilità e sicurezza come dice, e ci lasciasse in eredità un sistema operativo degno del suo nome, privo di tutte le stranezze del suo predecessore.

PROSEGUI LA LETTURA

macOS 10.14: le feature attese e quelle che vorremmo é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:18 di Thursday 24 May 2018

]]>
0
Privacy Apple: scaricare tutti i dati personali che vi riguardano tutte le informazioni che vi riguardano. Ecco come si fa.]]> Wed, 23 May 2018 10:22:45 +0000 http://www.melablog.it/post/206635/privacy-apple-scaricare-dati-personali http://www.melablog.it/post/206635/privacy-apple-scaricare-dati-personali Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

privacy-apple-scaricare-dati-personali.jpg

È una delle volte in cui l'Europa ha funzionato a dovere, tutelando i propri cittadini e causando l'invidia degli utenti al di là dell'Atlantico. Le nuove indicazioni sulla privacy hanno costretto le multinazionali high tech a compiere uno sforzo di trasparenza, a semplificare la gestione dei dati personali e soprattutto a rendere conto agli utenti di cosa accade ai loro dati.

In quest'ottica, Apple ha lanciato un nuovo sito Web che consente di conoscere tutte le informazioni che Apple conserva ogni volta che accediamo ad iCloud, al loro sito, o chiediamo supporto. Indirizzo IP, ora, livello di sicurezza, cronologia degli accessi, dispositivo in uso e molto altro: una mole sterminata di informazioni che ora potete scaricare e passare al vaglio. Perché da oggi è un vostro diritto.

Inoltre, sono state predisposte scorciatoie per disattivare temporaneamente l'Apple ID oppure cancellarlo definitivamente; infine, c'è anche il modo di correggere le informazioni in possesso di Cupertino, il tutto senza impazzire con cacce al tesoro online. Ecco come si fa.

Scaricare i Dati


privacy-apple-scaricare-dati-personali.jpg

Per ottenere una copia di tutti i vostri dati personali raccolti attraverso le app e i servizi Apple, seguite questi passaggi:


  • Aprite il sito Privacy.Apple.com

  • Immettete le vostre credenziali iCloud

  • Se avete abilitato la verifica in due passaggi, autorizzate l'apertura della pagina e immettete il codice di sicurezza che comparirà su iPhone e/o sui vostri altri dispositivi

  • Sotto la voce Ottieni una copia dei dati selezionate Inizia

  • Selezionate le voci che vi interessano (o in alternativa premete Seleziona Tutto per l'archivio completo)

  • Fate clic su Continua, quindi su Completa la richiesta

Dopodiché, attendete la mail in cui Apple vi avvisa che i vostri dati sono pronti per il download; seguite le istruzioni nel messaggio, e il gioco è fatto.

Chiudere l'Account Apple


privacy-apple-disattiva-account.jpg

Per congelare a tempo indeterminato o chiudere definitivamente il vostro account Apple, seguite questi passaggi:


  • Aprite il sito Privacy.Apple.com

  • Immettete le vostre credenziali iCloud

  • Se avete abilitato la verifica in due passaggi, autorizzate l'apertura della pagina e immettete il codice di sicurezza che comparirà su iPhone e/o sui vostri altri dispositivi

  • Fate clic su Inizia alla voce Disattiva l’account per congelarlo fino a contrordine; oppure, fate clic su em>Inizia alla voce Elimina l’account per eliminare definitivamente l'intero account e tutti dati a esso associati in tutti i servizi Apple. Quest'ultima procedura è irreversibile.

PROSEGUI LA LETTURA

Privacy Apple: scaricare tutti i dati personali che vi riguardano é stato pubblicato su Melablog.it alle 12:22 di Wednesday 23 May 2018

]]>
0
iOS 12: le feature attese e quelle che vorremmo vedere iOS 12. Ecco quali novità ci aspettiamo, e quali speriamo vengano incluse.]]> Wed, 23 May 2018 09:28:26 +0000 http://www.melablog.it/post/206628/ios-12-feature http://www.melablog.it/post/206628/ios-12-feature Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

ios-12-feature.jpg

Per una precisa politica decisa da Apple, la prossima versione di iOS si concentrerà soprattutto su stabilità e sicurezza, mentre le feature più innovative verranno rimandate a iOS 13. Il che è certamente un bene, visto i problemi che abbiamo visto negli ultimi mesi.

Questo non significa però non ci saranno novità in senso lato, ma che semplicemente che saranno tante e minori; cosette come le app universali che girano su Mac e iOS, Face ID in orizzontale, i nuovi Animoji reversibili, controlli anti-dipendenza da iPhone, il supporto agli Animoji in FaceTime, nuovi controlli parentali e una versione migliorata del Non Disturbare. A queste, aggiungiamo le funzionalità che vorremmo tanto vedere.

Interfaccia


facetime-800x462.jpg

  • Dark Mode: Sono secoli che l'aspettiamo, ma ancora non si vede all'orizzonte. Ce la faremo ad avere finalmente un'interfaccia completamente scura? Ai posteri l'ardua sentenza.

  • Split Screen: Sarebbe comodo poter sfruttare lo Split Screen anche su iPhone, oltre che su iPad. Soprattutto se consideriamo che sta per arrivare iPhone X Plus.

  • Controlli Volume: È un problema che esiste da anni. Non si capisce mai quand'è che iPhone e iPad decidono di abbassare il volume di sistema, o quello di riproduzione dell'audio. Sarà mica ora di risolvere definitivamente la cosa?

  • Comandi 3D Touch: Si spera che Apple aggiunga nuove scorciatoie 3D Touch, per esempio per il widget della Batteria; perché non possiamo controllare lo stato della carica di iPad da iPhone? Per dire.

App di Sistema


centro-controllo-ios12.jpg

  • App iPhone su iPad: Perché su iPhone ci sono ancora app che mancano su iPad? Perché sui tablet Apple non possiamo aver bisogno d'una calcolatrice? Misteri di Cupertino.
    Lista Desideri App Store: Era una feature di App Store, rimossa poi con iOS 11. Rivogliamo la WishList per le app.

  • App Foto: Manca ancora l'editing dei metadati, non si può impostare la grandezza della griglia né l'ordine delle foto. Perché?

  • App Musica: Chi non ha interesse ad usare iCloud o ad acquistare su iTunes Store, per quale ragione non può disattivare queste feature? E soprattutto, perché ogni volta che apriamo l'app si viene sempre portati sullo stramaledetto Store, se l'ultima volta eravamo nelle Playlist locali?

  • App Messaggi: Vogliamo i Messaggi su iCloud, così che se li cancelliamo da una parte, spariscono dall'altra. Inoltre non disdegneremmo funzioni di ricerca delle chat più robuste e meglio integrate con Spotlight.

  • App Fotocamera: In generale iPhone scatta sempre buone foto, ma praticamente non esistono controlli manuali, neanche nascosti.

  • Non Disturbare: Sarebbe comodo poter impostare il Non Disturbare su diverse app, e con programmazioni diverse a seconda del giorno della settimana. Così com'è, è troppo scarno.

  • Controlli Biometrici App: Perché le app di terze parti possono bloccare i contenuti con Face ID o Touch ID, mentre quelle native Apple no? È ora di correggere anche questa.

  • FaceTime: D'accordo, arriveranno gli Animoji su FaceTime. Ma quando avremo le chiamate di gruppo, come in quasi tutte le altre app di videoconferenza?

Varie



  • Display Sempre Attivo: Visto che iPhone X possiede uno schermo OLED, in teoria Apple potrebbe tenerlo sempre acceso con un dispendio minimo di batteria, come in certi dispositivi Android. Ciò consentirebbe di avere sempre sott'occhio data, ora e notifiche.

  • Siri: Qualunque miglioramento, a questo punto, è una manna dal cielo. Apple, prendi qualunque delle funzioni di Assistente Google, e copiale.

E voi quali feature vorreste veder implementate su iOS 12? Ditecelo nei commenti, su Twitter o sulla nostra pagina Facebook.

PROSEGUI LA LETTURA

iOS 12: le feature attese e quelle che vorremmo vedere é stato pubblicato su Melablog.it alle 11:28 di Wednesday 23 May 2018

]]>
0
WWDC 2018: tutti i modi per seguire la diretta Live di Apple attesissimo WWDC 2018, la conferenza degli sviluppatori Apple in cui verranno annunciati iOS 12, macOS 11.14 e molte altre novità. Ecco come seguire l'evento.]]> Wed, 23 May 2018 08:10:28 +0000 http://www.melablog.it/post/206621/wwdc-2018-diretta-live http://www.melablog.it/post/206621/wwdc-2018-diretta-live Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

wwdc-2018-diretta-live.jpg

Ieri in serata, Apple ha inviato ufficialmente agli uffici stampa del mondo l'invito alla Worldwide Developers Conference del prossimo giugno. Sarà l'occasione per presentare al mondo le feature delle nuove versioni dei software destinate ad iPad, iPhone, Mac, Apple Watch e Apple TV; in più, potrebbero arrivare anche nuovi Mac, visto che sia i fissi che i portatili hanno urgente bisogno di un update, iPhone SE2 e il mitologico tappetino di ricarica AirPower.

La conferenza si terrà per la seconda volta al McEnery Convention Center di San Jose, in California, e un biglietto costa la bellezza di 1.599$ (a cui si aggiungono 350 borse di studio completamente gratuite che gli studenti). Per fortuna, non è necessario essere fisicamente sul posto, perché anche quest'anno la mela organizzerà lo streaming live dell'evento: chiunque potrà seguirlo, pur senza un account sviluppatore.

Inoltre, noi di Melablog ci saremo per il consueto Live con foto, commenti in diretta e i post di approfondimento subito dopo. Appuntamento per il WWDC 2018 il prossimo 4 giugno alle 19.00 ora italiana su Melablog.it. Non mancate.

PROSEGUI LA LETTURA

WWDC 2018: tutti i modi per seguire la diretta Live di Apple é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:10 di Wednesday 23 May 2018

]]>
0
Kieran Elson: come ho fotografato un rally con una Arca Swiss 4x5 Tue, 22 May 2018 09:55:56 +0000 http://www.clickblog.it/post/230142/kieran-elson-come-ho-fotografato-un-rally-con-una-arca-swiss-4x5 http://www.clickblog.it/post/230142/kieran-elson-come-ho-fotografato-un-rally-con-una-arca-swiss-4x5 Francesco De Innocentis Francesco De Innocentis

bbab46_a19b218886c2407cb8394cdaa91ba96cmv2_d_3465_2710_s_4_2.jpg

"Ho fotografato il primo rally della mia vita con una Arca Swiss 4x5", scrive Kieran Elson sul suo sito web.

Il fotografo di Bury St Edmunds, Inghilterra, si è reso conto che tutte le foto di rally erano molto simili a quelle che da bambino vedeva nel suo calendario del WRC 2005: scatti che congelavano le auto in salto o in derapata circondate da schizzi di ghiaia o fango. Poco era cambiato negli anni in quel tipo di fotografia, e per Kieran non aveva senso imitare o replicare ciò che fanno già tutti.

bbab46_d56efdbbe4c742e6ab6eb6f4ea4b3970mv2_d_6000_2505_s_4_2.jpg

Quale poteva essere un approccio diverso ad un evento come un rally? Molto probabilmente utilizzare una Arca Swiss monorotaia dal formato 4x5 pollici, con tutte le problematiche del caso! Prima fra tutte la lentezza operativa, insieme alla completa gestione manuale della scena ed all'impossibilità di vedere l'inquadratura una volta inserita la pellicola: per chi non è pratico, spiega il fotografo, è come scattare con una SLR con il blocco dello specchio.

bbab46_921569ee7ab24e969a3d5ed7a5665f66mv2_d_3500_2755_s_4_2.jpg

Queste limitazioni tecniche sono state ripagate a Kieran dai vantaggi dell'utilizzare una fotocamera monorotaia, come ad esempio il "tilt shift" naturale: "ci sono modi di replicare questo effetto in Photoshop" scrive, "ma il software non può emulare la profondità di un obiettivo a grande formato".

Altro dato positivo è la risoluzione delle scansioni che hanno restituito file di oltre 15000x11000 pixel e consentito al fotografo di eseguire crop molto spinti, oltre che utilizzare lo stesso obiettivo per tutta la durata dell'evento.

bbab46_c0605a64423b456c97a32909efb5676bmv2_d_5000_2210_s_2.jpg

E' chiaro a tutti che le fotocamere a grande formato abbiano destinazioni d'uso differenti, è altrettanto giustificato che tutti i fotografi di eventi motoristici e sportivi non utilizzino una 4x5: per Kieran Elson si è trattato semplicemente di un modo particolare di approcciarsi ad un evento sportivo, con l'obiettivo di ottenere scatti diversi da quelli che da bambino vedeva nel suo calendario del WRC.

Per noi potrebbe essere uno stimolo a non fermarci di fronte alla convenzionalità ed a cercare sempre un modo personale di vedere e praticare la fotografia che, prima di ogni cosa, è un'arte e, come tale, deve rispecchiare la nostra interiorità e la nostra visione del mondo.

bbab46_8ad4d04482954d4fb9f3234c54fbf874mv2_d_3500_2717_s_4_2.jpg

PROSEGUI LA LETTURA

Kieran Elson: come ho fotografato un rally con una Arca Swiss 4x5 é stato pubblicato su Clickblog.it alle 11:55 di Tuesday 22 May 2018

]]>
0
TeenSafe, decine di migliaia di Apple ID violati supervisione digitale che consente di monitorare le attività altrui su iPhone e Android, ha reso disponibili su Internet le credenziali Apple di decine di migliaia di utenti. Se li usavate, ora siete nei guai.]]> Tue, 22 May 2018 09:48:32 +0000 http://www.melablog.it/post/206606/teensafe-violazione-apple-id http://www.melablog.it/post/206606/teensafe-violazione-apple-id Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

TeenSafe è un servizio online nato per seguire e proteggere la vita digitale dei propri figli; permette di leggere l'intera corrispondenza mail, SMS, iMessage, Kik, WhatsApp, di accedere alle chiamate effettuate, all'elenco delle app installate, alla Rubrica, alla cronologia di navigazione, e di visualizzare i luoghi frequentati.

Il problema è che, in questi giorni, gli identificativi unici (UDID) degli iPhone connessi al servizio, il nome utente e le password Apple collegate al dispositivo sono rimaste accessibili a chiunque e in chiaro. Si tratta di una violazione sesquipedale della sicurezza che riguarda decine di migliaia di utenti.

Se rientrate tra questi, modificate immediatamente la vostra password iCloud e quella dei vostri figli. E meno male che TeenSafe era un'app "sicura" di monitoraggio. Dalla società fanno sapere di "aver preso le misure necessarie per chiudere uno dei server al pubblico, e aver iniziato ad avvisare i clienti coinvolti," ma intanto il danno è fatto.

teensafe-violazione-apple-id.jpg

Curiosi di capire come funzionasse il servizio, abbiamo indagato un po' e abbiamo scoperto che non c'è nessuna tecnologia aliena, né app iOS da installare; semplicemente, c'è un software per Mac che di tanto in tanto effettua backup locali, legge i dati raccolti e li carica tutto online sui server TeenSafe. Cose che fanno decine di software anche gratuiti e che -a differenza di TeenSafe- non richiedono abbonamenti né caricano online i fatti vostri.

Dunque, lasciate perdere servizi del genere; potete effettuare lo stesso tipo di controlli parentali, lasciando in locale tutti i dati personali vostri e dei vostri figli, con applicazioni tipo iMazing di cui abbiamo parlato in diverse occasioni. Tutti gli sforzi di Apple volti a mantenere la vostra sicurezza sono nulli, se infilate nel telefono un cavallo di Troia.

PROSEGUI LA LETTURA

TeenSafe, decine di migliaia di Apple ID violati é stato pubblicato su Melablog.it alle 11:48 di Tuesday 22 May 2018

]]>
0
Trump ha 2 iPhone: 1 è solo per Twitter, e non rispetta il protocollo possiede due iPhone: uno per cinguettare, l'altro per comunicare. E che ciò vìola il protocollo di sicurezza.]]> Tue, 22 May 2018 08:36:23 +0000 http://www.melablog.it/post/206599/trump-iphone http://www.melablog.it/post/206599/trump-iphone Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

trump-iphone.jpeg

No, Trump non ha questa custodia commemorativa creata da Caviar (ma forse dovrebbe=)

In generale, i dispositivi mobili Apple sono considerati ragionevolmente sicuri così come sono, ma quando si ha anche fare col cosiddetto POTUS, le misure in essere hanno tutt'altra portata. I due telefoni di Trump, infatti, sono configurati dalla White House Information Technology e dalla White House Communications Agency, e non possono fare altro, né utilizzare app diverse: il primo serve per twittare, il secondo per comunicare via voce, ed entrambi hanno il GPS disabilitato.


Dei due, tuttavia, solo il dispositivo utilizzato per le comunicazioni voce viene "sostituito continuamente a cadenza regolare per le operazioni di supporto di routine." L'altro infatti viene monitorato attraverso i controlli di sicurezza dell'account Twitter stesso. Ma si tratta di uno strappo alle regola della security, richiesto esplicitamente da Trump; a suo dire, scambiare anche l'iPhone di Twitter una volta al mese risulterebbe "troppo scomodo." E così, passano anche 5 mesi senza che un esperto possa metterci sopra le mani.

Un bomba a orologeria che rischia di creare molti problemi, e anche parecchio rognosi, considerato che probabilmente quello è l'iPhone più ambìto dell'intero globo terracqueo. Ai tempi di Obama, infatti, era prassi sostituire entrambi gli iPhone una volta al mese, per i consueti controlli di sicurezza. E anche questo è un segno dei tempi che cambiano.

PROSEGUI LA LETTURA

Trump ha 2 iPhone: 1 è solo per Twitter, e non rispetta il protocollo é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:36 di Tuesday 22 May 2018

]]>
0
WWDC 2018, Siri preannuncia una nuova voce e l'HomePod low-cost novità in arrivo al WWDC 2018, la conferenza degli sviluppatori Apple in cui saranno presentati -tra le altre cose- iOS 12 e macOS 11.14.]]> Tue, 22 May 2018 08:07:48 +0000 http://www.melablog.it/post/206591/wwdc-2018-siri-homepod http://www.melablog.it/post/206591/wwdc-2018-siri-homepod Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

wwdc-2018-siri-homepod.jpg

Se, alla versione inglese di Siri, chiedete informazioni riguardo il World Wide Developer’s Conference 2018, l'assistente virtuale di Cupertino vi fornirà due interessanti anteprime dell'evento: una inedita voce di Siri, e soprattutto un nuovo HomePod.

La richiesta è semplice: “Hey Siri. Dimmi qualcosa riguardo il WWDC.” E la risposta sincera: "La la la, Siri si becca una voce nuova di zecca." E se ripetete la richiesta, aggiunge anche "E avrò anche una nuova casa fiammante... Bè, non proprio fiammante, più opaca e a rete." E il responso si fa addirittura sfacciato quando chiedete esplicitamente di HomePod al WWDC: “HomePod è un rivoluzionario speaker wireless di Apple dall'eccellente qualità audio. Si controlla con la voce attraverso Siri. Hey aspetta... sono io!”

Il nuovo HomePod a cui allude dovrebbe essere la versione low-cost (per gli standard della mela) dello speaker wireless in arrivo nei prossimi mesi, nata per contrastare la concorrenza e soprattutto rinverdire vendite non proprio floride.

Ma c'è un'altra possibilità: qualcuno sostiene che queste risposte si riferiscano alle novità del WWDC dell'anno scorso, e che Siri semplicemente non stia contestualizzando.

In ogni caso, non sarebbe la prima volta che Apple veicola indiscrezioni sul WWDC attraverso Siri, e alla fine è solo un modo come un altro per mantenere vivo l'interesse del pubblico. Purtroppo, vale solo per la versione anglofona dell'assistente: in Italiano, ci dobbiamo accontentare della replica preconfezionata che vedete qui in cima al post.

Il WWDC 2018 partirà il prossimo 4 giugno, e vedrà la presentazione delle attesissime nuove versioni di watchOS, tvOS,iOS e macOS. In particolare, gli utenti attendono di conoscere le novità di iOS 12: maggiore stabilità, Emoji reversibili, feature per contrastare la dipendenza da iPhone, Face ID in orizzontale, un nuovo set di app universali che funzionano sia su macOS che su iOS, e ora anche la nuova voce di Siri.

PROSEGUI LA LETTURA

WWDC 2018, Siri preannuncia una nuova voce e l'HomePod low-cost é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:07 di Tuesday 22 May 2018

]]>
0
Royal Wedding: il "Santo iPad" alla cerimonia di Harry e Meghan Proprio sull'altare.]]> Mon, 21 May 2018 09:35:08 +0000 http://www.melablog.it/post/206565/royal-wedding-ipad http://www.melablog.it/post/206565/royal-wedding-ipad Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Il contrasto è innegabile; ad una cerimonia dal protocollo così antico e rigido, un iPad di ultima generazione ha avuto un ruolo cardine. Era addirittura sul pulpito del Vescovo Michael Curry che ha officiato la Messa; ed era da lì che venivano prese le omelie.

Questa tecnologia ha consentito al pastore di leggere continuamente lo schermo senza dover mai usare il dito per cambiare pagina; sembrava quasi che il testo seguisse la sua voce, e in effetti ci sono almeno un paio di app che ha potuto usare per questo scopo.

Una è PromptSmart Pro, che segue l'utente con le tecnologie di riconoscimento vocale; l'altra, Teleprompter, consente invece di scegliere la velocità a cui far scorrere il testo.

Ed è già diventato una celebrità virale, tanto che su Twitter si parla di Santo iPad. In cima al post trovate una Gallery con alcune immagini; qui di seguito, invece, il video completo del sermone 2.0. Buona visione.

PROSEGUI LA LETTURA

Royal Wedding: il "Santo iPad" alla cerimonia di Harry e Meghan é stato pubblicato su Melablog.it alle 11:35 di Monday 21 May 2018

]]>
0