it_IT Tecnologia Blogo.it - Ultime notizie della sezione Tecnologia Thu, 17 Jan 2019 22:54:53 +0000 Thu, 17 Jan 2019 22:54:53 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/tecnologia 2004-2014 Blogo.it Android Q, primi dettagli sul sistema operativo Thu, 17 Jan 2019 15:38:46 +0000 http://www.mobileblog.it/post/197195/android-q-primi-dettagli-sistema-operativo http://www.mobileblog.it/post/197195/android-q-primi-dettagli-sistema-operativo Luca Colantuoni Luca Colantuoni

Per la prima beta pubblica si dovrà attendere ancora qualche mese (forse maggio), ma gli esperti di XDA Developers hanno già ottenuto una versione preliminare di Android Q che ha permesso di scoprire alcune novità. La build del sistema operativo è stata installata sul Google Pixel 3 XL, uno dei due smartphone (l'altro è il Pixel 3) che riceverà l'aggiornamento quando sarà pronta la release finale (agosto?).

Android Q permetterà di attivare il Dark Mode nelle impostazioni relative allo schermo. Gli utenti potranno attivarlo sempre oppure in base all'ora del giorno. Alcune parti dell'interfaccia (impostazioni, launcher e app File) diventeranno grigio scuro, mentre altre (impostazioni rapide e notifiche) diventeranno nere. Questa funzionalità, una delle più richieste dagli utenti, consentirà di ridurre i consumi sugli smartphone con schermo OLED.

Il nuovo sistema operativo offrirà un controllo maggiore sui permessi. Oltre alla schermata che mostra un riepilogo per ogni app verrà aggiunta un'opzione per restringere l'uso di GPS o microfono solo alle app in esecuzione (non in background). Nelle opzioni riservate agli sviluppatori è presente la voce "modalità desktop". Potrebbe trattarsi di una funzionalità simile a Samsung DeX che trasforma lo smartphone in un computer completo, collegando monitor, tastiera e mouse.

Nella build preliminare ci sono infine nuove opzioni di accessibilità e una versione aggiornata dell'app File con filtri per immagini, documenti, audio e video. Una delle icone nelle impostazione rapide consente di disattivare tutti i sensori dello smartphone, inclusi accelerometro e giroscopio. Ulteriori dettagli verranno pubblicati nei prossimi giorni.

PROSEGUI LA LETTURA

Android Q, primi dettagli sul sistema operativo é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 15:38 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
ASUS, torna il programma Affidabilità Garantita Thu, 17 Jan 2019 13:00:34 +0000 http://www.gadgetblog.it/post/197390/asus-programma-affidabilita-garantita http://www.gadgetblog.it/post/197390/asus-programma-affidabilita-garantita Filippo Vendrame Filippo Vendrame

ASUS rilancia il programma Affidabilità Garantita che assicura il rimborso del prezzo di acquisto in caso di guasto tecnico del notebook entro un anno dalla data di acquisto.

ASUS

ASUS ha deciso di rilanciare il suo noto ed apprezzato programma Affidabilità Garantita che offre ai suoi clienti il rimborso del prezzo di acquisto del notebook in caso di guasto entro un anno dalla data di acquisto. Aderire a questo programma è molto semplice. I clienti dovranno registrare il loro nuovo notebook entro 15 giorni dalla data di acquisto. In caso di guasto o difetto che dovesse emergere entro un anno dalla data di acquisto del notebook, sarà possibile richiedere il rimborso completo del costo sostenuto oltre alla riparazione, che sarà effettuata da un centro di assistenza ufficiale secondo la procedura di garanzia standard.

Rientrano in questo speciale programma solamente i notebook acquistati dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019. I clienti interessati possono, comunque, visitare la pagina delicata del programma di ASUS per conoscerne tutti i dettagli.

Attraverso questo servizio, ASUS ha l’obiettivo di rendere l’acquisto di notebook un investimento ancora più conveniente e sicuro per i privati; infatti, anche coloro che effettuano l’acquisto di più portatili è possibile richiedere, in caso di guasti, un rimborso fino a un massimo di 3 notebook. Il programma Affidabilità Garantita dimostra la completa fiducia che ASUS ripone nella qualità progettuale e realizzativa dei propri prodotti e con questa iniziativa speciale intende trasferire ai clienti altrettanta tranquillità nella fase d’acquisto dei computer portatili.

I notebook ASUS devono comunque superare rigorosi test quali urto, caduta, vibrazioni e versamento di liquidi che ne garantiscono resistenza e durabilità, oltre a essere testati in condizioni ambientali severe quali altitudini elevate, temperature estreme e umidità.

Qualità tecnologica comprovata e promessa di un risarcimento in caso di guasto o difetto, fanno sì che i clienti ASUS possano essere sicuri al 100% della spesa sostenuta e possano dimenticare gli inconvenienti tipici legati al normale utilizzo di dispositivi elettronici e digitali.

PROSEGUI LA LETTURA

ASUS, torna il programma Affidabilità Garantita é stato pubblicato su Gadgetblog.it alle 13:00 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Google Pixel 3 Lite, svelate le specifiche complete Thu, 17 Jan 2019 12:26:23 +0000 http://www.mobileblog.it/post/197182/google-pixel-3-lite-svelate-specifiche-complete http://www.mobileblog.it/post/197182/google-pixel-3-lite-svelate-specifiche-complete Luca Colantuoni Luca Colantuoni

Gli utenti che cercano uno smartphone di fascia alta con la versione stock di Android possono acquistare i Pixel 3 e Pixel 3 XL. Sembra però che Google voglia accontentare anche chi ha un budget più limitato. Su YouTube è apparso un video che mostra il Pixel 3 Lite, un modello di fascia media con un design simile a quello del fratello maggiore.

Le prime indiscrezioni sullo smartphone risalgono al mese di novembre 2018 (si prevede il lancio anche della variante XL). La principale differenza estetica rispetto al Pixel 3 è rappresentata dal telaio in plastica. Lo schermo ha un rapporto di aspetto 18:9 e ci sono cornici con uno spessore piuttosto evidente.

Il Pixel 3 Lite dovrebbe avere il jack audio da 3,5 millimetri (lungo il bordo superiore), assente nel Pixel 3. Questa è la dotazione hardware prevista: schermo LCD da 5,56 pollici con risoluzione full HD+ (2160x1080 pixel), processore octa core Snapdragon 670, 4 GB di RAM, 32 GB di storage, fotocamera posteriore da 12,2 megapixel, fotocamera frontale da 8 megapixel, porta USB Type-C e batteria da 2.915 mAh. Google dovrebbe quindi integrare le stesse fotocamere del Pixel 3 che permettono di ottenere immagini di elevata qualità.

Il sistema operativo sarà Android 9 Pie, ma Google rilascerà ovviamente l'aggiornamento ad Android 10 Q. L'annuncio è previsto in primavera, forse in occasione del Google I/O 2019. Nelle prossime settimane arriveranno sicuramente ulteriori informazioni sullo smartphone.

PROSEGUI LA LETTURA

Google Pixel 3 Lite, svelate le specifiche complete é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 12:26 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Google Play Store, il futuro è a 64 bit Thu, 17 Jan 2019 11:36:55 +0000 http://www.mobileblog.it/post/197169/google-play-store-futuro-64-bit http://www.mobileblog.it/post/197169/google-play-store-futuro-64-bit Luca Colantuoni Luca Colantuoni

Per sfruttare al massimo i processori e l'incremento della RAM nei moderni smartphone è necessario passare ai 64 bit, come avvenuto da tempo per i computer. Google ha comunicato agli sviluppatori che entro il 2021 non verranno più pubblicate app a 32 bit sullo store. La roadmap pubblicata sul sito Android Developers non riguarda invece Android TV e Wear OS.

Android supporta le CPU a 64 bit a partire dalla versione 5.0 (Lollipop) annunciata a giugno 2014 e rilasciata a novembre 2014. L'azienda di Mountain View aveva già illustrato i piani futuri, ma ora ha fornito informazioni più dettagliate. A partire dal 1 agosto 2019 tutte le nuove app e gli aggiornamenti per le app già esistenti devono avere anche una versione a 64 bit. Verranno accettati solo gli update per i giochi a 32 bit che usano Unity 5.6 o versioni precedenti.

A partire dal 1 agosto 2021 gli sviluppatori non potranno pubblicare sul Google Play Store app e giochi senza versioni a 64 bit per dispositivi a 64 bit. Google continuerà a supportare app a 32 bit per dispositivi a 32 bit. I requisiti minimi per le app a 64 bit non si applicano a Wear OS e Android TV, in quanto queste piattaforme non supportano i 64 bit. Sono inoltre escluse le app che non verranno distribuite per Android 9 Pie e versioni successive.

Google ha illustrato infine i passi necessari per aggiungere alle app il supporto ai 64 bit. La procedura per i giochi è più complessa. Ecco perché verranno accettati giochi basati su Unity 5.6 e versioni precedenti fino ad agosto 2021 (Unity ha aggiunto il supporto ai 64 bit solo nel 2018). I 64 bit permettono di incrementare le prestazioni e di sfruttare le moderne tecnologie, come l'intelligenza artificiale.

PROSEGUI LA LETTURA

Google Play Store, il futuro è a 64 bit é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 11:36 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Apple spende ogni anno 300.000$ per la sicurezza di Tim Cook Thu, 17 Jan 2019 11:13:59 +0000 http://www.melablog.it/post/217886/apple-spende-ogni-anno-300-000-per-la-sicurezza-di-tim-cook http://www.melablog.it/post/217886/apple-spende-ogni-anno-300-000-per-la-sicurezza-di-tim-cook Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Sapevamo che Apple era la società high-tech che spendeva meno per l'incolumità del suo CEO; nel 2016, personale di Tim Cook è costata alla mela 209.151$. L'anno scorso invece, siamo arrivati a 310.000$, che è in linea con altri CEO tipo Verizon e FedEx, ma ben lontana dalle cifre degli altri papaveri della Silicon Valley.

Amazon e Oracle, per dire, hanno speso 1,6 milioni di dollari ciascuna per proteggere rispettivamente Jeff Bezos e Larry Ellison. Poco meno Intel, con 1,2 milioni per Brian Krzanich mentre Google è arrivata a 600.000 dollari per la protezione di Sundar Pichai. Bruscolini comunque rispetto a Mark Zuckerberg e famiglia, che costa a Facebook la cifra record di 10 milioni di dollari ogni anno.

L'anno in cui Cook è costato di più ad Apple è stato il 2015, raggiungendo il picco di 700.000$, ma per il resto in media siamo abbondantemente sotto questi livelli. L'investimento compre non soltanto le guardie nei momenti clou, ma anche i sistemi di sicurezza domestici (niente HomeKit, per cose serie) e i viaggi su Jet privato.

PROSEGUI LA LETTURA

Apple spende ogni anno 300.000$ per la sicurezza di Tim Cook é stato pubblicato su Melablog.it alle 11:13 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Fujifilm: annunciato il Fujinon GF 100-200 f/5.6 R LM OIS WR per medio formato Thu, 17 Jan 2019 10:46:59 +0000 http://www.clickblog.it/post/246114/fujifilm-annunciato-il-fujinon-gf-100-200-f-5-6-r-lm-ois-wr-per-medio-formato http://www.clickblog.it/post/246114/fujifilm-annunciato-il-fujinon-gf-100-200-f-5-6-r-lm-ois-wr-per-medio-formato Francesco De Innocentis Francesco De Innocentis

E' stato annunciato ufficialmente il nuovo zoom rivolto al medio formato Fuji, il GF 100-200, equivalente ad un 79-158 sul 35mm.

E' il primo telezoom per GFX ed ha una qualità ottica destinata a restituire immagini ottime a risoluzioni altissime, è inoltre stabilizzato e ben tropicalizzato: andiamo nel dettaglio.

Il design ottico è di 20 elementi in 13 gruppi, includendo due elementi Super ED ed uno asferico, il tutto per ridurre al minimo curvatura di campo ed aberrazione cromatica. Tutta l'attenzione è stata rivolta alla qualità ottica in quanto la prossima ammiraglia in sviluppo avrà un sensore da 100MP. L'ottica è inoltre stabilizzata fino a 5.0 stop secondo gli standard CIPA, così da eliminare il micromosso, che con risoluzioni molto elevate è sempre in agguato. Il motore di messa a fuoco lineare è rapido ed accurato, non manca inoltre un blocco che, quando si spegne la camera, mantiene la posizione del fuoco dove si trovava in quel momento. Parliamo infine di costruzione.

Ci sono ben 10 giunture sul barilotto in cui l'obiettivo è sigillato, al fine di impedire a polvere ed acqua di penetrare; l'ottica può così operare in condizioni climatiche estreme, con un funzionamento garantito anche a -10 gradi centigradi. Il GF 100-200 potrà essere accoppiato al teleconverter GF 1,4X TC WR, grazie al quale si trasformerà in un 140-280mm, equivalente ad un 111-221mm.

L'obiettivo sarà disponibile da metà febbraio ad un prezzo ancora non specificato.

PROSEGUI LA LETTURA

Fujifilm: annunciato il Fujinon GF 100-200 f/5.6 R LM OIS WR per medio formato é stato pubblicato su Clickblog.it alle 10:46 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
iPhone XS e XS Max: ecco gli Smart Battery Case di Apple Thu, 17 Jan 2019 10:00:42 +0000 http://www.melablog.it/post/217458/iphone-xs-smart-battery-case http://www.melablog.it/post/217458/iphone-xs-smart-battery-case Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna


Aggiornamento del 17 gennaio 2019

Emergono nuovi dettagli sugli Smart Battery Case di Apple; a differenza della concorrenza, queste custodie mostrano lo stato della batteria direttamente su iPhone, il che è molto carino. Per ottenere lo scopo, ovviamente, ci vuole il supporto software: dunque, le cover non funzionano con iOS 12.1.2 ma sono perfettamente supportate da iOS 12.1.13 in poi.

Pare inoltre che funzionino anche con iPhone X; una volta annullato il messaggio di incompatibilità, infatti, la ricarica del telefono procede normalmente. Tuttavia, è un abbinamento che sconsigliamo poiché i fori degli speaker e del microfono non risultano allineati, e l'intaglio della fotocamera è sfasato.

Le Smart Battery Case hanno una batteria integrata da 10.1Whr e allungano notevolmente l'autonomia di iPhone XS e iPhone XS Max: le 25 ore di telefonate + 15 ore di Internet/riproduzione video del Max diventano 37 di telefonate + 20 ore di Internet e 25 ore di riproduzione video. L'iPhone XS che invece arriva fino a 20 ore di chiamate + 12 ore di Internet + 14 ore di riproduzione video, arriva a 33 ore di chiamate + 21 ore di Internet + 25 ore di riproduzione video.

Convengono Davvero?



A dicembre 2018, nel materiale destinato agli Apple Premium Reseller erano stati scovati i riferimenti agli Smart Battery Case per iPhone XS, XS Max e XR; si tratta delle speciali cover con batteria integrata già disponibili per iPhone 6 e iPhone 7. Ora sono ufficialmente arrivati sul mercato, ma non convengono granché.

Aggiornamento: È ufficiale. Le cover con batteria integrata di Cupertino e dedicati ad iPhone XS, XS Max e XR sono tra noi. Non interferiscono con la ricarica Wireless e proteggono "ogni millimetro dell’ iPhone." Sono realizzate elastomero morbido e possiedono un meccanismo a cerniera che consente di sfilarla in un istante e senza fatica.

Peccato soltanto che costino uno sproposito: le Smart Battery Case per iPhone XS, XR e XS Max vengono proposte a 149,99€. A una frazione di quella cifra si trova cover di qualità analoga ma design decisamente più sofisticato. Ecco qualche esempio:


iPosible Cover Batteria per iPhone X/XS da 6500mAh a 29,95€ comprese spedizioni Prime su Amazon


Cocoda Custodia Batteria per iPhone X/XS da 6000 mAh a 23,99€ comprese spedizioni su Amazon


EasyAcc Cover Batteria iPhone X con supporto a Caricabatteria Wireless per iPhone XS/X 5000mAh a 39.99€ compre spedizioni Prime su Amazon


Custodia Batteria iPhone XS Max da 5200mAh a 29,99€ comprese spedizioni Prime su Amazon


Cocoda Cover Batteria iPhone XS Max da 6000mAh a 28,99€ comprese spedizioni su Amazon


FugouSell Cover Batteria iPhone XS Max da 6000mAh a 29,99€ comprese spedizioni Prime su Amazon

Alcune di queste cover con batteria consentono la ricarica wireless, altre invece no; alcune permettono di collegare gli auricolari Lightning, altre invece supportano solo quelli wireless. Ma in tutti i casi si tratta di prodotti molto solidi e con un prezzo molto ragionevole. Insomma, la scelta è talmente ampia che per una volta -siamo certi- nessuno sentirà la mancanza degli omologhi con la mela.

Le Prove dell'Arrivo delle Cover



Ne vengono elencati quattro in totale: due in silicone, e due in pelle, sia per il modello da 5,8 pollici che per quello da 6,5. Stando alla documentazione, in teoria il lancio era previsto in "autunno 2018" ma forse qualcosa è andato storto e si sono registrati ritardi con la tabella di marcia. O magari a Cupertino hanno cambiato idea, va' a sapere.

Di sicuro, si tratta di uno degli accessori meno apprezzati della mela. Pratici, saranno pure pratici, ma a livello estetico lasciano molto a desiderare. E ci rendiamo conto che sia impossibile assottigliare una batteria con le tecnologie disponibili oggi, ma quella gobba sul dorso proprio non ci va giù.

Tra l'altro, ai prezzi a cui vengono commercializzati (119€ lo Smart Battery Case per iPhone 6/6s e iPhone 7), verrebbe da dire che nessuno sentiva la loro mancanza. Molto meglio rivolgere la propria attenzione ai prodotti concorrenti, più belli e oltretutto sensibilmente meno costosi.

PROSEGUI LA LETTURA

iPhone XS e XS Max: ecco gli Smart Battery Case di Apple é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:00 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
iPhone XI: design e specifiche della fotocamera a 3 lenti Thu, 17 Jan 2019 09:00:58 +0000 http://www.melablog.it/post/217470/iphone-xi http://www.melablog.it/post/217470/iphone-xi Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna


Aggiornamento del 17 gennaio 2019

Sul fatto che la prossima generazione di iPhone avrà la fotocamera a 3 lenti sembra non sussistere più alcun dubbio; l'incertezza, semmai, è sul design che adotterà (leggi sotto), ma pare che a Cupertino siano indecisi tra disposizione orizzontale oppure in un quadrato. Una nuova, recente indiscrezione tuttavia affermano che il modulo a tre lenti sarà un'esclusiva del successore di iPhone XS Max da 6.5".

Pare inoltre che una delle tre lenti sarà da 10 megapixel, e un'altra da 14 megapixel; mistero invece sulla terza, anche se appare scontato a questo punto che verranno impiegate ottiche miste wide e telephoto come nei dispositivi attuali.

La fotocamera frontale TrueDepth passa dagli attuali 7 megapixel a 10 megapixel; infine, non sembra corroborata la possibilità dell'abbandono di Lightning in favore di USB-C.

Possibile design della fotocamera a 3 lenti


Oramai l'andamento dello sviluppo a Cupertino è consolidato. Sappiamo che ad ogni anno in cui ci sono novità importanti sul fronte del design, segue poi sempre un'annata "S" in cui vengono aggiornati solo processore, fotocamera e software. Evoluzione, piuttosto che rivoluzione.

Ovviamente è presto per poter avanzare ipotesi concrete, soprattutto riguardo i particolari estetici del dispositivo in arrivo dopo l'estate del 2019; possiamo anticipare che complessivamente dovrebbe essere un gingillo più sottile (grazie agli sforzi di Samsung), e che non supporterà il 5G; pare che avrà sensori 3D integrati nella fotocamera posteriore, e dunque 3 lenti, ma a livello di resistenza ai liquidi dovremmo essere nella stessa barca di iPhone XS. Di sicuro includerà un processore A13 più potente, e forse potrebbe dire definitivamente addio al 3D Touch.

Per il resto è praticamente un mistero, e ci sono buone probabilità che pure a Cupertino debbano ancora definire diversi dettagli. Ecco perché fa piacere poter dare un'occhiata in anteprima ad iPhone XI grazie ai voli pindarici dei designer.

Il video che vedete qui in cima al post è stato messo a punto da Concept Creator, e mostra un telefono in cui la Notch scompare per lasciar posto a due fori nel display, tipo il Huawei Nova 4.

Qui di seguito, invece, trovate una Gallery con tutti i design possibili della fotocamera posteriore. Alcuni la pongono al centro della scocca, in perfetta simmetria, altri la lasciano sul lato ma abbondano con la superficie occupata. Altri ancora, invece, comprimono tutto in un quadratino più piccolo d'un francobollo. A voi quale design piace di più? Diteci la vostra nei commenti, su Twitter o sulla nostra pagina Facebook.

PROSEGUI LA LETTURA

iPhone XI: design e specifiche della fotocamera a 3 lenti é stato pubblicato su Melablog.it alle 09:00 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Chuwi Ubook, 2-in-1 Windows 10 economico Thu, 17 Jan 2019 08:00:35 +0000 http://www.gadgetblog.it/post/197382/chuwi-ubook-2-in-1-windows-10-economico http://www.gadgetblog.it/post/197382/chuwi-ubook-2-in-1-windows-10-economico Filippo Vendrame Filippo Vendrame

Chuwi Ubook è un 2-in-1 Windows 10 che si ispira al Surface ma che sarà offerto ad un prezzo molto economico.

Chuwi Ubook

Chuwi Ubook è un 2-in-1 di un'azienda cinese che presto arriverà su Kickstarter. Trattasi di un computer che assomiglia molto ai Surface di Microsoft. La tastiera, infatti, può essere scollegata per permettere alle persone di utilizzare il Chuwi Ubook come un semplice tablet pc.

Rispetto al Surface, però, questo 2-in-1 sarà proposto ad un prezzo molto più economico. Secondo la società, infatti, questo prodotto costerà meno di 400 dollari.

Nonostante il prezzo basso, le sue specifiche sembrano essere interessanti. Chuwi Ubook disporrà di un display touch IPS da 11,6 pollici con risoluzione Full HD. Lo schermo dispone anche di un digitalizzatore che permetterà alle persone di poter interagire anche con un pennino.

Cuore di questo prodotto un processore Intel Core m3-6Y30 Skylake con GPU Intel HD 515, 8 GB di memoria RAM e SSD sino a 1 TB di memoria. Presenti due porte USB 3.0, una porta micro-HDMI, una porta USB-C e il jack audio. Sistema operativo Windows 10.

La batteria presenta una capacità da 30.4 Wh e dovrebbe essere sufficiente per garantire sino a 9,5 ore di autonomia. La tastiera scollegabile sarà retroilluminata per garantire una buona usabilità anche in condizioni di bassa luminosità. Presente anche un kickstand che permette di collocare il Chuwi Ubook nella posizione desiderata.

Peso di 760 grammi senza tastiera. Chuwi Ubook dovrebbe arrivare anche in Italia attraverso Amazon. Un prodotto, quindi, molto interessante che potrebbe offrire prestazioni convincenti ad un prezzo davvero appetibile.

PROSEGUI LA LETTURA

Chuwi Ubook, 2-in-1 Windows 10 economico é stato pubblicato su Gadgetblog.it alle 08:00 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Microsoft torna al MWC: in arrivo HoloLens 2 Thu, 17 Jan 2019 07:00:10 +0000 http://www.gadgetblog.it/post/197380/microsoft-mwc-hololens-2 http://www.gadgetblog.it/post/197380/microsoft-mwc-hololens-2 Filippo Vendrame Filippo Vendrame

Microsoft parteciperà al Mobile World Congress 2019 di Barcellona dove potrebbe annunciare l'HoloLens 2.

Microsoft torna ufficialmente dopo tanti anni di assenza al Mobile World Congress 2019 di Barcellona. Erano parecchi anni che la casa di Redmond non tornava alla fiera spagnola e precisamente da quando aveva deciso di uscire dal molto della telefonia mobile.

L'annuncio che Microsoft terrà una conferenza stampa il 24 di febbraio suona, dunque, come clamoroso. Tuttavia, l'invito stampa suggerisce quale potrebbe essere l'oggetto dell'evento della società. A partecipare saranno il CEO Satya Nadella oltre a Alex Kipman e a Julia White.

Proprio la partecipazione di Alex Kipman potrebbe essere la chiave per decifrare i contenuti dell'evento di Microsoft. Alex Kipman, infatti, è uno dei papà del visore HooLens. Dunque, lecito attendersi che al MWC 2019 di Barcellona Microsoft presenti il nuovo visore HoloLens 2 o che comunque condivida alcune informazioni su questo progetto.

L'invito stampa non offre altri spunti ma alcune passate indiscrezioni affermavano che HoloLens 2 avrebbe potuto essere presentato entro il primo trimestre del 2019. Dunque, il nuovo visore per la Mixed Realtity di Microsoft potrebbe davvero essere in arrivo.

Su di lui si sanno già molte cose. Per esempio, la casa di Redmond ha lavorato per renderlo più piccolo e molto più confortevole. Inoltre, dovrebbe disporre di un campo visivo più ampio oltre ad un chip personalizzato per le funzioni dell'intelligenza artificiale. A muovere il tutto il processore Qualcomm Snapdragon 850.

Non rimane, quindi, che attendere un mesetto per scoprire effettivamente cosa Microsoft ha in serbo per i suoi utenti. Il ritorno al MWC 2019 di Barcellona sarà sicuramente ricco di sorprese.

PROSEGUI LA LETTURA

Microsoft torna al MWC: in arrivo HoloLens 2 é stato pubblicato su Gadgetblog.it alle 07:00 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Gran Turismo Sport: l'update di gennaio è disponibile, ecco tutte le novità Wed, 16 Jan 2019 23:03:15 +0000 http://www.gamesblog.it/post/458459/gran-turismo-sport-update-gennaio-video-immagini http://www.gamesblog.it/post/458459/gran-turismo-sport-update-gennaio-video-immagini Michele Galluzzi Michele Galluzzi

Polyphony Digital pubblica l'aggiornamento 1.32 di Gran Turismo Sport su PlayStation 4 e ci propone le immagini e il video di presentazione delle novità che caratterizzanoquesto update.

All'interno del pacchetto aggiuntivo gratuito troviamo otto nuove vetture, da roadster scoperte degli anni 50 a coupé giapponesi per intenditori.

Porsche 356 A/1500 GS GT Carrera Speedster ’56
Aston Martin DB3S CN.1 ’53
Shelby G.T.350 ’65
Ferrari Dino 246 GT ’71
Nissan Fairlady Z Version S (Z33) ’07
Honda Integra Type R (DC2) ’98
BMW Z8 ’01
TVR Tuscan Speed 6 ’00

Nuovo tracciato – Special Stage Route X

Quest’enorme ovale lungo circa 30 km, che ha ospitato prove licenza e gare ad alta velocità nei precedenti Gran Turismo, fa il suo ritorno per GT Sport. La natura semplice del tracciato, con due rettilinei da 12 km e due curve inclinate, permette di raggiungere velocità di punta elevate e dare vita a sfide a velocità estrema, durante le quali è fondamentale sfruttare le scie.

Per questo mese, inoltre, gli sviluppatori giapponesi hanno deciso di aggiungere aun nuovo evento in cui la “Z” sarà protagonista., con quattro eventi e nuovi round da affrontare nella campagna principale.

Nuovo evento – Z Heritage (Campionato principianti)
Due round aggiunti a “Stelle e strisce”
Due round aggiunti a “Trofeo Vision Gran Turismo”
Due round aggiunti a “Nations Cup X2014”
Un round aggiunto a “Gara di resistenza prototipi Gr.1”

Infine, “Tokyo Expressway – Anello interno sud”, introdotto con l’aggiornamento del mese scorso, è stato aggiunto a Esperienza sul circuito. Nella modalità Scapes è stata aggiunta Cambridge, un’evocativa cittadina inglese di particolare rilevanza dal punto di vista architettonico e scientifico.

PROSEGUI LA LETTURA

Gran Turismo Sport: l'update di gennaio è disponibile, ecco tutte le novità é stato pubblicato su Gamesblog.it alle 23:03 di Wednesday 16 January 2019

]]>
0
The Division 2: nuovo video dedicato alla Storia Wed, 16 Jan 2019 23:02:20 +0000 http://www.gamesblog.it/post/458451/the-division-2-video-storia http://www.gamesblog.it/post/458451/the-division-2-video-storia Michele Galluzzi Michele Galluzzi

Ubisoft e Massive Entertainment ci mostrano il primo, interessante Story Trailer di Tom Clancy's The Division 2. Il filmato s'accompagna a una scheda informativa che illustra le caratteristiche principali del canovaccio narrativo del secondo capitolo di questa famosa serie sparatutto.

La Washington D.C. descrittaci dagli autori di Ubisoft è una capitale sull'orlo del collasso. La società civile è minacciata da anarchia e instabilità e le voci di un possibile colpo di stato nella Capitale non fanno altro che aggiungere caos al caos. Tutti gli agenti attivi della divisione devono contribuire alla difesa della città, prima che sia troppo tardi.

Il nostro scopo sarà quello di interpretare un Agente della Divisione, un gruppo di agenti civili d'élite che rappresenta l'ultima linea di difesa della società civile. Washington D.C. si trova nel mezzo di una crisi. È ora di equipaggiarsi e usare le proprie abilità per affrontare questa nuova minaccia.

Per la prima volta, la Washington D.C. del gioco è una ricostruzione 1:1 della città reale, rendendo il mondo di gioco di Tom Clancy's The Division 2 più autentico che mai. La mappa del gioco consente di visitare in prima persona punti di riferimento, luoghi, quartieri e covi nemici.

Sono diverse le fazioni che mirano ad acquisire potere con la crisi e a ottenere il controllo di Washington D.C. Solo gli agenti della divisione possiedono l'addestramento e l'equipaggiamento necessari ad affrontare queste nuove minacce e a proteggere i civili superstiti.

Il lancio di Tom Clancy's The Division 2 è previsto per il 15 marzo su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

PROSEGUI LA LETTURA

The Division 2: nuovo video dedicato alla Storia é stato pubblicato su Gamesblog.it alle 23:02 di Wednesday 16 January 2019

]]>
0
Metro Exodus: il Deserto del Caspio in immagini e video Wed, 16 Jan 2019 23:01:49 +0000 http://www.gamesblog.it/post/458503/metro-exodus-deserto-caspio-immagini-video http://www.gamesblog.it/post/458503/metro-exodus-deserto-caspio-immagini-video Michele Galluzzi Michele Galluzzi

Diamo uno sguardo alle nuove immagini e scene di gioco di Metro Exodus ambientate tra le sabbie cocenti del deserto del Caspio, una delle tante aree che avremo modo di esplorare nel corso dell'avventura.

Al timone del progetto ritroveremo ancora una volta i ragazzi di 4A Games, il team di sviluppo ucraino artefice dei precedenti capitoli della serie Metro ispirata dai romanzi di Dmitry Glukhovsky. All'utente spetterà il compito di aiutare Artyom a scappare dalla devastazione di Mosca nella speranza di rifarsi una vita nella regione del bacino idrografico del Volga.

Il nuovo scenario darà ai 4A Games la libertà di sperimentare soluzioni ancora più originali e innovative nella creazione dei livelli, delle missioni da affrontare in compagnia di Artyom e, soprattutto, delle creature e dei nemici che popoleranno la regione. Gli autori europei proveranno così a regalarci ambientazioni più ampie e variegate, una storia affascinante e un sistema di combattimento ancora più profondo, con tantissimi nuovi elementi di equipaggiamento e armi tra cui scegliere.

Prima di lasciarvi in compagnia del video di gioco e delle immagini odierne, ricordiamo a tutti i cultori di FPS free roaming che Metro Exodus arriverà su PC, PlayStation 4 e Xbox One il prossimo 15 febbraio.

PROSEGUI LA LETTURA

Metro Exodus: il Deserto del Caspio in immagini e video é stato pubblicato su Gamesblog.it alle 23:01 di Wednesday 16 January 2019

]]>
0