Olimpiadi di Rio 2016

Con Anima e Cuore

(a cura di Carla Cigognini)

Dopo aver ospitato i Mondiali di calcio del 2014, il Brasile si appresta a diventare la cornice delle imminenti Olimpiadi estive in programma a Rio de Janeiro dal 5 al 21 agosto. La città brasiliana diventerà così la prima città sudamericana della storia ad ospitare un’edizione dei Giochi. Saranno 10.500 gli atleti,  204 i Paesi rappresentati, 33 strutture sportive, 42 le discipline e 306 le competizioni con medaglia: numeri da capogiro per un'edizione che si appresta a battere tutti i record di presenze della storia. 

La spedizione azzurra sarà impegnata a migliorare il bottino delle ultime Olimpiadi londinesi, quando riuscì a conquistare 28 medaglie complessive (8 ori, 9 argenti ed 11 bronzi ). Tra gli atleti di punta, segnaliamo Elisa di Francisca, Arianna Errigo e Rossella Fiamingo nella scherma, Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri nel nuoto, Tania Cagnotto nei tuffi, la nazionale femminile di ginnastica ritmica e Clemente Russo nella boxe. In bocca al lupo a tutti!

"L’importante non è vincere ma partecipare. La cosa essenziale non è la vittoria ma la certezza di essersi battuti bene". (Pierre de Coubertin)

"Noi giuriamo di presentarci ai giochi olimpici quali concorrenti leali, rispettosi dei regolamenti e desiderosi di parteciparvi con spirito cavalleresco per l’onore del nostro Paese e la gloria dello sport" (Giuramento che deve essere letto da un atleta del paese organizzatore)

Olympic Games Rio 2016 Official Theme-Music: Alma e Coração - Thiaguinho and Projota

"Alma e Coração" è la canzone ufficiale delle Olimpiadi di Rio 2016. Il brano è interpretato dai brasiliani Thiaguinho e Projota.

Le discipline di Rio 2016

Tiro con l'arco

Il tiro con l'arco è stato inserito per la prima volta alle Olimpiadi del 1900 a Parigi. Dopo il 1920 è stato escluso ma riammesso dai giochi Olimpici di Monaco di Baviera del 1972; da allora è diventato una delle specialità della competizione.

Ad Atene 2004 l'italiano Marco Galiazzo ha conquistato la medaglia d'oro nella gara individuale maschile. Giancarlo Ferrari è detentore di due bronzi, a Montreal 1976 e a Mosca 1980. La squadra maschile ha vinto un oro a Londra 2012.

Atletica leggera

L'atletica leggera è inserita nelle Olimpiadi fin dalla prima edizione del 1896, ed è sempre stata nel programma. Si tratta di un insieme di sport divisi in: corse su pista, lanci, salti in elevazione e salti in estensione, corse e marcia.

Le corse si svolgono su una pista ad anello di 400 m, le gare di lanci e salti, invece, si svolgono sul campo racchiuso dalla pista.

Badminton

Il badminton è stato inserito nelle Olimpiadi di Barcellona nel 1992, dopo essere stato presentato a Seul 1988. Le origini sono antiche e risalgono al 3000 a.C. circa. Secondo la leggenda è stato portato in Inghilterra da alcuni ufficiali inglesi dall'India e ha preso il nome dal castello in cui fu giocato per la prima volta. 

Si gioca in singolo o in coppia su un campo rettangolare diviso da una rete. Si deve colpire un volano con una racchetta, fagli oltrepassare la rete e mandarlo nel campo opposto dove deve essere ribattuto al volo dall'avversario.

Pallacanestro

È uno sport olimpico dalla competizione di Berlino del 1936. La pallacanestro (o basket) è nata a Springfield (Massachusetts) nel 1891 da un'idea del canadese James Naismith, medico ed insegnante di educazione fisica, come alternativa agli esercizi di ginnastica per tenere in allenamento i giocatori di football.

Il nome del gioco (basketball) fu inventato da Frank Mahan, un allievo di James Naismith, che invece voleva chiamarlo Naismithball.

Boxe

Il pugilato (boxe in francese) è stato inserito nelle Olimpiadi da Saint Louis 1904, ed è sempre stato presente ad eccezione dell'edizione di Stoccolma 1912. A Londra 2012 è stata introdotta la boxe femminile. 

La parola pugilato deriva dal latino pugilatus, che deriva a sua volta da pugili che significa atleta, a sua volta derivante da pugnus ossia pugno. Le categorie di peso per gli uomini sono: pesi mosca leggeri, pesi mosca, pesi gallo, leggeri, superleggeri, welter, medi, mediomassimi, massimi e supermassimi. Per le donne: pesi mosca, leggeri e medi.

Canoa/Kayak

Le gare di canoa e kayak fanno parte delle Olimpiadi da Berlino 1936 con gare di velocità e di slalom, maschili e femminili. L'atleta che ha portato a casa più medaglie è la tedesca Birgit Fischer-Schmidt con 8 ori e 4 argenti. Seguono il canoista svedese Gert Fredriksson con 8 medaglie (6 ori, 1 argento e 1 bronzo) e l'ungherese Katalin Kovács con 8 premi (3 ori e 5 argenti). L'italiano Antonio Rossi ha conquistato 5 medaglie (3 ori, 1 argento e 1 bronzo).

Ciclismo

Il ciclismo fa parte dei Giochi dalla prima edizione di Atene 1896. Il ciclismo femminile è entrato nel programma da Los Angeles 1984. Le gare attuali sono suddivise in maschili e femminili e con quattro specialità: ciclismo su strada, ciclismo su pista, mountain biking e BMX. 

Al primo posto del medagliere c'è la Francia con 90 medaglie: 41 ori, 27 argenti e 22 bronzi.
Tuffi 

I tuffi sono inseriti nei Giochi Olimpici a partire dalla terza edizione, quella di Saint Louis 1904. Nelle competizioni esistono le gare dalla piattaforma da 10 metri, dal Trampolino da 3 metri, Piattaforma 10m sincronizzato e Trampolino 3m sincronizzato (ovviamente sia maschili che femminili).

Sono scomparse invece due tipi di gara: Piattaforma alta (vista solo a Stoccolma 1912, Anversa 1920 e Parigi 1924) e Distanza (competizione presente soltanto all'edizione di St. Louis 1904). 
Equitazione  

L'equitazione è presente ai Giochi Olimpici dall'edizione di Parigi 1900. Le gare principali sono: Dressage individuale e a squadre, salto individuale e a squadre, Completo individuale e a squadre, Volteggio individuale e a squadre. Sono invece scomparse quattro competizioni: salto in alto individuale e salto in lungo individuale (viste solo all'edizione di Parigi 1900), Volteggio individuale (presente solo a Anversa 1920) e Volteggio a squadre (Stoccolma 1912).
Scherma 

La scherma sportiva è inserita nei Giochi Olimpici dall'edizione del 1896 di Atene. Viene suddivisa in Fioretto individuale e Fioretto a squadre, Spada individuale e Spada a squadre, Sciabola individuale e Sciabola a squadre; ovviamente sia per uomini che per donne.

L'Italia detiene il record del medagliere per Nazioni con 48 ori, 40 argenti e 33 bronzi (aggiornato ai Giochi Olimpici di Londra 2012). Il nostro Edoardo Mangiarotti si è portato a casa, da solo, 6 ori, 5 argenti e 2 bronzi.
Hockey su prato

L'hockey su prato è stato inserito per la prima volta alle Olimpiadi di Londra nel 1908 ma solo dal 1928 diventa regolare in ogni edizione. Dal 1980 è presente anche la competizione femminile.

L'India ha il record di vittorie maschili con 11 medaglie: 8 ori, 1 argento e 2 bronzi. Nella sezione femminile il primo posto va ai Paesi Bassi che si sono portati a casa, complessivamente, 7 medaglie: 3 ori, 1 argento e 3 bronzi.
Calcio 

Il calcio è presente ai Giochi olimpici da Parigi 1900. Da Atlanta 1996 è stato inserito anche un torneo di calcio femminile.

Nel torneo maschile il capocannoniere con più gol è l'ungherese Ferenc Bene con 12 reti a Tokyo 1964 (6 nella sfida contro il Marocco). Nel torneo femminile il capocannoniere con più reti è la canadese Christine Sinclair con 6 gol a Londra 2012.
Golf

Il golf ha fatto parte delle Olimpiadi solo in due edizioni: Parigi 1900 e St. Louis 1904. Ritorna per la terza volta tra la discipline a Rio 2016. 

L'origine del gioco è misteriosa. Si pensa che il golf sia originario della Scozia ma lo storico olandese Steven van Hengel testimonia la pratica di un gioco chiamato golf nei Paesi Bassi già dal 1297. In Italia il primo campo da golf  fu il Florence Golf Club, fondato a Firenze nel 1889 dalla comunità inglese della città.
Ginnastica artistica 

E' uno sport olimpico da Atene 1896, la prima edizione dei giochi. Tra le specialità: Corpo libero, Sbarra, Parallele simmetriche, Cavallo con maniglie, Anelli, Volteggio, Clave, Trave, Concorso individuale e Concorso a Squadre. 

Larisa Latynina dell'Unione Sovietica detiene il record di medaglie vinte con 9 ori, 5 argenti e 4 bronzi.  L'Unione Sovietica è prima anche nella categoria "Medaglie per nazione" con 39 ori, 38 argenti e 17 bronzi per la sezione maschile e 33 ori, 29 argenti e 26 bronzi per quella femminile.
Ginnastica ritmica

La ginnastica ritmica è sport Olimpico da Los Angeles 1984 per quanto riguarda le prove individuali e da Atlanta 1996 per le prove di gruppo. Gli atleti devono sostenere quattro esercizi con attrezzi differenti (cerchio, palla, clavette, nastro e fune) per 90 secondi. Per le squadre gli esercizi sono due e durano fino a 150 secondi; nella prima gara gli sportivi hanno lo stesso attrezzo, nella seconda vengono usati due tipi. Ogni esercizio può essere accompagnato dalla musica, ma possono essere utilizzate solo musiche strumentali.
Trampolino elastico  

E' stata inserita nelle Olimpiadi solo da Nagano 1998. L'attrezzo del trampolino elastico è formato da una rete elastica di 2,20 m per 4,20 m. La rete è fermata con 116 molle ad un telaio metallico, e si trova a 1,20 m da terra. Gli esercizi sono salti doppi e tripli, tesi o carpiati.

Il trampolino elastico è nato in Francia negli anni trenta: George Nissen ideò con l'aiuto di Larry Griswold un prototipo nel suo garage. Nel 1948 si è svolto il primo campionato nazionale statunitense. 
Pallamano

La pallamano, definito "il più veloce sport di squadra con palla",  fa la sua prima apparizione alle Olimpiadi di Berlino 1936 ma diventa un regolare sport olimpico dal 1972, nell'edizione di Monaco.

La competizione femminile viene presentata solo a Montreal 1976. Il record del medagliere maschile è detenuto dall'Unione Sovietica con due ori e un argento. Nella sezione femminile il primo posto va alla Danimarca con tre ori.

Judo  

Il jūdō è diventata una disciplina olimpica ufficiale a partire dall'edizione di Tokyo 1964. Le categorie (sia maschili che femminili) si dividono in Pesi superleggeri, mezzo-leggeri, leggeri, medio-leggeri, medi, medio-massimi e massimi.

Il medagliere maschile vede al primo posto il Giappone con 
72 vittorie: 38 ori, 18 argento e 18 bronzi. Anche in quello femminile vediamo il Giappone in testa. Qui le medaglie complessive sono 24: 9 ori, 8 argenti e 7 bronzi.
Pentathlon  

Nel pentathlon moderno gli atleti gareggiano in cinque diverse discipline: tiro a segno, nuoto, scherma, equitazione e corsa. Nel pentathlon antico, invece, le gare erano: salto in lungo, lancio del giavellotto, corsa, lancio del disco e lotta. Il pentathlon moderno fu inventato da Pierre de Coubertin, il fondatore dei moderni Giochi olimpici, ed è stato introdotto nelle competizioni da Stoccolma 1912. 

Il record delle medaglie va all'Ungheria con 22 vittorie: 9 ori, 8 argenti e 5 bronzi.

Rugby a 7 

Il rugby a 7 (rugby sevens) deriva dal rugby e rientra nel programma delle Olimpiadi solo dall'edizione di Rio 2016. Il rugby a 15 è stata presente in quattro edizioni (Parigi 1900, Londra 1908, Anversa 1920 e Parisi 1924). Il rugby è stato inserito da Pierre de Coubertin, grande ammiratore di questo sport.

Nel rugby a 7 il campo ha le stesse dimensioni di quello a 15: i giocatori in campo sono 7 e altri 5 sono alle sostituzioni, 3 giocatori partecipano alle mischie ordinate e alle rimesse laterali.
Canottaggio  

Il canottaggio è uno sport olimpico dall'edizione di Parigi 1900. Le gare si dividono in Singolo, 2 Di Coppia, 4 Di coppia, 2 senza (timoniere), 4 senza, 2 con (timoniere), 4 con, 4 con inriggers, 8 con, doppio pesi leggeri e Senza pesi leggeri.

Al primo posto nel medagliere troviamo la Germania con 47 premi: 33 ori, 7 argenti e 7 bronzi. Steve Redgrave e Matthew Pinsent, del Regno Unito, sono però i due atleti che si sono conquistati 4 medaglie d'oro a testa.
Vela  

Lo sport velico è stato inserito nei Giochi da Parigi 1900. Le gare attuali sono: Classe 470 maschile e femminile, Classe 49er, Classe Finn, Classe Laser, Classe Laser Radial, Windsurf maschile e femminile, Classe Star, Classe Tornado e Classe Yngling.

L'Italia è famosa per Alessandra Sensini, l'unica donna al mondo che ha conquistato 4 medaglie olimpiche consecutive nella vela: Atlanta 1996 (bronzo, Classe mistral), Sydney 2000 (oro, Classe mistral), Atene 2004 (bronzo, Classe mistral) e Pechino 2008 (argento, Classe RS:X).

Tiro a segno 

Il tiro a segno consiste nel colpire un bersaglio in volo con un'arma da fuoco. E' inserito nei Giochi Olimpici sin dalla prima edizione di Atene 1896. Le categorie ai Giochi sono suddivise in Pistola ad aria 10 metri, Pistola fuoco rapido 25m, Pistola 50m, Carabina ad aria 10m, Carabina 50m a terra, Carabina 50m 3 posizioni, Fossa, Skeet e Doppia Fossa.

L'italiana Jessica Rossi è l'atleta più premiata nella categoria Fossa Femminile, mentre Luciano Giovannetti è il più medagliato in quella maschile.
Nuoto 

Il nuoto fa parte dei Giochi Olimpici fin da Atene 1896. Nella prima edizione le gare disputate erano quattro, e sono arrivate a 34 nelle Olimpiadi di Londra 2012; le donne hanno debuttato a Stoccolma 1912. L'ultima prova inserita nel programma è stata la 10 km, ribattezzata "Maratona" nell'edizione di Pechino 2008.

La nazione al primo posto del medagliere sono gli Stati Uniti con 520 titoli totali; il nuotatore più medagliato nella storia delle Olimpiadi è Michael Phelps, con 22 medaglie, di cui 18 d'oro.
Nuoto sincronizzato 

Il nuoto sincronizzato è uno sport acquatico definito "disciplina tecnico-combinatoria" perché unisce nuoto, danza e ginnastica. Ha debuttato come sport dimostrativo ai Giochi di Helsinki 1952 ma è stato inserito come ufficiale solo nell'edizione di Los Angeles 1984.

Dal 1984 al 1992 il nuoto sincronizzato prevedeva gare di Singolo e di Duo. Dall'edizione di Atlanta 1996 il duo fu sostituto dalla categoria Squadra.
Tennistavolo  

Il tennistavolo, conosciuto come ping-pong, è entrato nelle Olimpiadi a partire dall'edizione di Seul 1988 con gare di singolo e doppio sia maschili che femminili.

La nazione che ha conquistato più medaglie in questa disciplina è la Cina con un totale di 47 premi: anche se l'atleta più premiato nella categoria singolare maschile è lo svedese Jan-Ove Waldner.
Taekwondo 

Il taekwondo è un'arte marziale coreana e uno sport da combattimento a contatto pieno nato fra gli anni '40 e '50. Il taekwondo venne presentato per la prima volta come sport dimostrativo ai Giochi Olimpici del 1988 a Seul e all'edizione di Barcellona 1992. Diventa sport Olimpico ufficiale a partire dall'edizione di Sydney 2000.

Le gare sono divise in maschili e femminili e in Pesi Mosca, Pesi Leggeri, Pesi Medi e Pesi Massimi. La Corea del Sud è al primo post delle vittorie con 14 medaglie. 
Tennis  

Il tennis fa parte delle Olimpiadi sin dall'inizio, da Atene 1896. È stato escluso da Amsterdam 1928 ed è rientrato nel programma di Messico 1968 ma solo come gara da esibizione. E' tornato ufficialmente sport olimpico da Seoul 1988.    

Le competizioni sono divise in Singolare, Singolare indoor, Doppio e Doppio indoor. Nel singolare maschile l'atleta più premiato è il sudafricano Charles Winslow, in quello femminile abbiamo invece la tedesca Steffi Graf e la russa Elena Dement'eva. Nel doppio si impongono le sorelle Serena e Venus Williams.   
Triathlon  

Il triathlon è suddiviso in tre prove senza interruzione: nuoto, ciclismo e corsa. Le distanze nelle gare olimpiche sono: 1,5 km a nuoto, 40 km in bicicletta e 10 km di corsa.

Il triathlon è stato inserito nelle Olimpiadi a partire da Sidney 2000 (le altre edizioni sono state Atene 2004, Pechino 2008 e Londra 2012). Il primo posto del medagliere spetta alla Svizzera con 2 ori e 2 bronzi.
Pallavolo  

La nascita della moderna pallavolo è del 1895 su un'idea di William Morgan, istruttore di educazione fisica del Massachusetts. A quell'epoca lo sport si chiamava Minonette, nome poi cambiato da Alfred F. Halstead nel 1896 che gli preferì Volleyball (letteralmente "palla sparata").
 
È presente nel programma dei Giochi olimpici da Tokyo 1964. Il primo posto del medagliere della Pallavolo maschile va alla Russia con 6 vittorie: 3 ori, 2 argenti e 1 bronzo. E anche nella pallavolo femminile il record va alla Russia con 4 ori e 2 argenti.
Pallanuoto  

La pallanuoto è uno sport di squadra acquatico nato nel XIX secolo in Inghilterra e in Scozia; le regole furono sviluppate nel 1887 da William Wilson, istruttore e allenatore di nuoto scozzese. 

La pallanuoto maschile venne introdotta nelle Olimpiadi di Parigi 1900 mentre quella femminile è comparsa solo a Sydney 2000. Il record del medagliere maschile va alla Ungheria con 9 ori, 3 argenti e 3 bronzi. Quello femminile va agli Stati Uniti con 1 oro, 2 argenti e 1 bronzo.
Beach volley  

Il beach volley è una variante della pallavolo, e da passatempo sulla spiaggia è diventato uno sport professionistico inserito poi nelle Olimpiadi dall'edizione di Atlanta 1996. Il campo misura 16x8metri, la rete è alta 2.24 m per le donne e 2.43 per gli uomini, ogni squadra è composta da 2 giocatori.

Il primo posto del medagliere sia maschile che femminile è occupato dagli Stati Uniti: 3 ori e 1 argento per gli uomini e 3 ori, 1 argento e 1 bronzo per le ragazze.

Sollevamento pesi  

Le gare di sollevamento pesi fanno parte dei Giochi olimpici fin dalla prima edizione di Atene 1896. Il sollevamento pesi femminile è stato aggiunto alle Olimpiadi solo a Sydney 2000. Le gare viste a Londra 2012 sono state: Pesi piuma, Pesi gallo, Pesi leggeri, Pesi medi, Pesi massimo-leggeri, Pesi medio-massimi, Pesi Massimi e Pesi super-massimi. 

Il primo posto del medagliere va all'Unione Sovietica con 62 vittorie: 39 ori, 21 argenti e 2 bronzi.
Lotta  

La Lotta greco-romana è entrata nelle discipline delle Olimpiadi moderne dalla prima edizione di Atene 1896, mentre la Lotta libera entrò a partire dalla III edizione, di Saint Louis 1904. La lotta libera femminile è stata introdotta da Atene 2004 con i Pesi Mosca, Pesi Leggeri, Pesi Medi e Pesi Massimi.

Il primo posto del medagliere della Lotta Libera va agli Stati Uniti con 49 ori, 37 argenti e 28 bronzi. Mentre nella sezione Lotta greco-romana il primo posto è dell'Unione Sovietica con 34 ori, 16 argenti e 10 bronzi.

Montreal 1976: Il 10 di Nadia Comaneci

I film che hanno raccontato le Olimpiadi

Charlie Chan alle Olimpiadi (1937) 

Il detective Charlie Chan indaga sul furto di un nuovo importante sistema di guida aereo. Durante le sue indagini arriva a Berlino per assistere alle Olimpiadi del 1936. 

Regia di H. Bruce Humberstone, nel cast Warner Oland, Katherine DeMille, Pauline Moore, Allan Lane, Keye Luke e Paul Panzer.

Scopri: i film e i documentari che hanno raccontato le Olimpiadi
Gli spericolati (1969)

David Chappellet entra a far parte della squadra di sci degli Stati Uniti e si scontra con l'allenatore Eugene Claire.

Il film è diretto da Michael Ritchie e interpretato da Robert Redford, Gene Hackman, Camilla Sparv, Karl Michael Vogler, Jim McMullan, Kathleen Crowley, Dabney Coleman, Kenneth Kirk, Oren Stevens, Jerry Dexter, Walter Stroud, Carole Carle, Rip McManus, Joe Jay Jalbert e Tom J. Kirk.
Goldengirl - La ragazza d'oro (1979) 

Un medico neonazista ha trasformato sua figlia adottiva Goldine in una super-donna, ed ora ha deciso di mandarla a correre alle Olimpiadi.

Il film è diretto da Joseph Sargent, ed è basato sul romanzo  "Goldengirl" (del 1977) di Peter Lear. Nel cast: Susan Anton, James Coburn, Curd Jürgens, Leslie Caron, Robert Culp, James A. Watson Jr., Harry Guardino, Ward Costello, Michael Lerner, John Newcombe e Nicolas Coster.
Momenti di gloria (1981)

Due atleti britannici decidono di competere alle Olimpiadi del 1924. Liddell è un devoto cristiano, mentre Abrahams è figlio di un ricco ebreo. Il film è diretto da Hugh Hudson ed è tratto dalla storia vera degli universitari di Cambridge che si allenarono per gareggiare alle Olimpiadi di Parigi 1924. "Momenti di Gloria" è stato candidato a 7 Premi Oscar nel 1982: ha vinto come Miglior film, sceneggiatura originale, costumi (di Milena Canonero) e colonna sonora (di Vangelis). Le altre candidature erano per la regia, attore non protagonista (Ian Holm) e montaggio.
Due donne in gara (1982) 

Due atlete americane gareggiano per le Olimpiadi di Mosca 1980. Tra le due donne nasce una relazione che scatena uno scandalo e non viene accettata dal loro allenatore, ex amante di una delle due. Il film è scritto, diretto e prodotto da  Robert Towne e vede nel cast Kenny Moore, Mariel Hemingway, Patrice Donnelly e Scott Glenn.

Mariel Hemingway si è allenata per più di un anno per prepararsi per il suo ruolo come pentatleta. Robert Towne voleva Jack Nicholson per il ruolo dell'allenatore. L'attore ha rifiutato.
Un ragazzo di Calabria (1987) 

Italia, anni Sessanta: in un paesino del Sud, un ragazzino di nome Mimì ama correre e si allena mentre a Roma stanno per arrivare le Olimpiadi.  La vittoria di Abebe Bikila alla maratona cambierà per sempre la sua vita. Il film è diretto da Luigi Comencini ed è interpretato da Gian Maria Volonté, Diego Abatantuono, Thérèse Liotard, Santo Polimeno, Giada Faggioli, Jean Rene Masrevery, Jacques Peyrac e Enzo Ruoti. La pellicola venne presentata al Festival di Venezia del 1987 dove Comencini venne premiato con il Leone d'oro alla carriera.
Cool Runnings - Quattro sottozero (1993) 

Quando un  giamaicano viene squalificato alle Olimpiadi, chiede l'aiuto ad un allenatore per dare vita alla prima squadra giamaicana di bob. Il film è diretto da Jon Turteltaub ed è ispirato alla storia vera della Nazionale di bob della Giamaica che ha preso parte alle Olimpiadi Invernali di Calgary del 1988. Nel cast: John Candy, Leon Robinson, Doug E. Doug, Malik Yoba, Rawle D. Lewis, Kristoffer Cooper e Winston Stona.

Contrariamente al film, la squadra giamaicana è stata accolta a braccia aperte dalle squadre di bob internazionali.  
 Miracle (2004) 

Il film racconta la vera storia di Herb Brooks, l'allenatore che ha portato la squadra olimpica di hockey degli Stati Uniti alle Olimpiadi invernali del 1980, contro  l'invincibile squadra russa.

La pellicola è diretta da Gavin O'Connor e vede nel cast Kurt Russell, Patricia Clarkson, Noah Emmerich, Kenneth Welsh, Eddie Cahill, Patrick O'brien Demsey, Michael Mantenuto, Nathan West, Kenneth Mitchell. Il vero Herb Brooks è morto in un incidente d'auto durante le riprese del film.  ​
Munich (2005) 

Il film è basato sulla storia vera dei cinque uomini scelti per eliminare i responsabili del massacro degli undici atleti israeliani durante le Olimpiadi di Monaco 1972. La regia è di Steven Spielberg, nel cast Eric Bana, Daniel Craig, Geoffrey Rush, Mathieu Kassovitz, Hanns Zischler, Ciarán Hinds. Il film è stato candidato a 5 Oscar 2006: Miglior film, regia, sceneggiatura non originale, montaggio e colonna sonora; non vincendo però nessun premio. Guri Weinberg interpreta suo padre: è il figlio di Moshe Weinberg, l'allenatore della squadra  israeliana di wrestling morto nel massacro, quando Guri aveva solo un mese.
North Face - Una storia vera (2008) 

1936, anno delle Olimpiadi di Berlino: il regime nazista promette una medaglia d'oro a chi scala la parete nord dell'Eiger. Ma per Toni Kurz e Andreas Hinterstoisser la scalata in sé è più importante di qualsiasi riconoscimento. Il film è tratto da una storia vera.

Alla regia Philipp Stölzl, nel cast Benno Fürmann, Johanna Wokalek, Florian Lukas, Simon Schwarz, Georg Friedrich, Ulrich Tukur, Erwin Steinhauer, Petra Morzé, Hanspeter Müller, Branko Samarovski.​
Asterix alle Olimpiadi (2008)

Asterix e Obelix gareggiano alle Olimpiadi per aiutare il loro amico Lovesix a sposare la principessa Irina. La pellicola è il terzo film tratto dalla saga a fumetti di Asterix ed è stato prodotto nel 2008 in occasione dell'Olimpiade di Pechino.

La regia è di Frederic Forestier e  Thomas Langmann, nel cast Clovis Cornillac, Gérard Depardieu, Alain Delon, Benoît Poelvoorde, José Garcia, Jean-Pierre Cassel, Stéphane Rousseau, Vanessa Hessler, Franc Dubosc, Paolo Kessisoglu, Luca Bizzarri, Santiago Segura.​
Race - Il colore della vittoria (2016)

Jesse Owens diventa il più grande atleta di atletica leggera alle Olimpiadi 1936 di Berlino, sotto gli occhi di Adolf Hitler e nel pieno della supremazia ariana. Il film racconta ovviamente le gesta di Jesse Owens, che vinse quattro medaglie d'oro alle Olimpiadi di Berlino 1936.  

Alla regia Stephen Hopkins, nel cast Stephan James, Jason Sudeikis, Eli Goree, Shanice Banton, Carice Van Houten, Jeremy Irons, William Hurt, David Kross, Jonathan Higgins, Tony Curran.
Eddie the Eagle - Il coraggio della follia (2016) 

La storia vera di Eddie "The Eagle" Edwards, il tenace sciatore britannico che ha rappresentato il Regno Unito nella categoria del salto con gli sci alle Olimpiadi Invernali del 1988.

Il film è diretto da Dexter Fletcher ed interpretato da Taron Egerton, Hugh Jackman, Christopher Walken, Rune Temte, Tim McInnerny, Edvin Endre, Jo Hartley, Lasco Atkins, Marc Benjamin, Daniel Westwood, Daniel Ings, Anastasia Harrold, Mads Sjøgård Pettersen.​

I più medagliati d'Italia

Edoardo Mangiarotti: 13 medaglie (6 ori, 5 argenti e 2 bronzi) nella Scherma. E' l'atleta più medagliato della storia dell'Italia alle Olimpiadi.
Stefania Belmondo: 10 medaglie (2 ori, 3 argento e 5 bronzi) nello Sci.
Valentina Vezzali: 9 medaglie (6 ori, 1 argento e 2 bronzi) nel fioretto.
Giovanna Trillini: 8 medaglie (4 ori, 1 argento e 3  bronzi) nella Scherma .
Manuela Di Centa: 7 medaglie (2 ori, 2 argenti e 3 bronzi) nello Sci.
Giuseppe Delfino: 6 medaglie (4 ori e 2 argenti) nella categoria Scherma (specialità Spada).
Armin Zöggeler: 6 medaglie (2 ori, 1 argento e 3 bronzi) nello Slittino singolo.
Raimondo D'Inzeo: 6 medaglie (1 oro, 2 argenti e 3 bronzi) nell'Equitazione.
Piero D'Inzeo: 6 medaglie (2 argenti e 4 bronzi) nell'Equitazione.

Lo sapevate?

- I primi giochi olimpici si svolsero dal 776 a.C. al 393 d.C nell'antica Grecia, ad Olimpia. 

- Durante le olimpiadi le guerre erano sospese.

- Nel 1896 Pierre de Coubertin propose una nuova riedizione delle gare e nacquero le moderne Olimpiadi.

- L'olimpiade è il periodo di quattro anni che intercorre tra le due celebrazioni dei Giochi olimpici.  

- La fiamma olimpica viene accesa ad Olimpia e poi portata dai tedofori fino alla città che ospita i Giochi.

- Nella prima edizione delle Olimpiadi Moderne del 1896 la Grecia vinse 47 medaglie.

- Gli anelli simbolo delle Olimpiadi rappresentano i cinque continenti ed ogni bandiera del mondo contiene almeno uno dei cinque colori (blu, giallo, nero, verde e rosso).

- Il motto olimpico ufficiale è "Citius, Altius, Fortius" che significa "più veloce, più alto, più forte". La frase fu usata per la prima volta alle Olimpiadi di Parigi 1924.

- Solo quattro atleti, nella storia, hanno vinto medaglie sia alle Olimpiadi estive che in quelle invernali: parliamo dello statunitense Eddie Eagan (premiato nel pugilato e nel bob), il norvegese Jacob Tullin Thams (vela e salto con gli sci), la canadese Clara Hughes (ciclismo su strada e pattinaggio di velocità sul ghiaccio) e la tedesca Christa Luding-Rothenburger (ciclismo su pista e pattinaggio di velocità sul ghiaccio).

- Dimitrios Loundras è il più giovane partecipante ai Giochi: aveva 10 anni e vinse il bronzo alle parallele a squadre ad Atene 1896. 

​- L'atleta più anziano a vincere una medaglia d'oro è stato il tiratore svedese Oscar Swahn: a Stoccolma 1912 si guadagnò il premio nella categoria Bersaglio mobile colpo singolo 100m a squadre.

- Il primo atleta squalificato per doping alle Olimpiadi risale al 1968, a Città del Messico. Il pentatleta svedese Hans-Gunnar Liljenwall venne squalificato perché il suo tasso alcolemico era superiore alla norma. 

- Parigi 1900: la leggenda vuole che Ernst Hoppenberg rischiò di annegare durante una gara di nuoto per colpa della dentiera!

-  Quando Adolf Hitler venne nominato Cancelliere ci furono molte richieste di spostare in un'altra città le Olimpiadi che dovevano tenersi a Berlino 1936. Ma il Comitato Olimpico Internazionale non cambiò idea.

- Le Olimpiadi di Tokyo 1940 furono annullate a causa dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale.​

- I Giochi Olimpidi di Londra 1944 furono cancellati per la Seconda Guerra Mondiale. 

- Londra 1948: le Olimpiadi non inclusero la Germania e il Giappone (paesi aggressori della seconda guerra mondiale) mentre venne ammessa l'Italia. 

- Helsinki 1952: siamo nel periodo della Guerra Fredda e vennero costruiti tre villaggi olimpici: per i Paesi alleati degli Stati Uniti, per gli alleati dei Sovietici e per le donne. Ma tra gli atleti non ci furono tensioni di nessun tipo e non ebbero problemi a fare amicizia. 

- Roma 1960: Per la prima volta la televisione italiana seguì tutto il programma delle gare con 106 ore di trasmissioni.

I momenti indimenticabili

Londra 1908: l'americano Ray Ewry durante il salto in alto da fermo alle Olimpiadi di Londra 1908, per il quale vinse la medaglia d'oro. I suoi record: salto in alto da fermo (1,65 m), salto in lungo da fermo (3,47 m) e salto triplo da fermo (10,58 m).

Berlino 1936:  i tedeschi Alfred Scharzmann e Konrad Frey fanno il saluto nazista sul podio. L'atleta svizzero Eugen Mack resta a guardare.

Berlino 1936: Jesse Owens conquista Berlino 1936 vincendo 4 ori (100 mt, 200 mt, 4×100 e il salto in lungo) e imponendo la sua presenza in una Olimpiade impregnata del regime nazista.

Londra 1948: la tedesca Fanny Blankers-Koen nella gara ad ostacoli 80m alle Olimpiadi di Londra 1948 dove vinse quattro medaglie d'oro (100m, 200m, ostacoli 80m e 4x100). Fu la prima donna a vincere quattro ori olimpici (e in una sola edizione).

Helsinki 1952: L'atleta cecoslovacca Dana Zátopková bacia il marito Emil Zatopek alle Olimpiadi di Helsinki 1952. In quella edizione Zapotek vinse la maratona, i 5000 mt e i 10000 mt. La moglie vinse un Oro al lancio del giavellotto.

Roma 1960: l'atleta etiope Abebe Bikila corre a piedi nudi la maratona alle Olimpiadi di Roma 1960. E vinse. 

Città del Messico 1968: l'atleta americano Bob Beamon vinse l'Oro nel salto in lungo facendo suo il record mondiale con 8,90 m. Con questa foto il fotografo Douglas Miller vinse il primo premio nella sezione sport del World Press Photographic Competition.

Messico 1968: gli atleti americani Tommie Smith e John Carlos alzano i pugni duranto l'inno nazionale a sostegno dell'Olympic Project for Human Rights.

Monaco 1972: un membro dell'organizzazione terroristica palestinese denominata Settembre Nero entra negli alloggi degli atleti israeliani nel villaggio olimpico. Due atleti vennero uccisi subito e altri nove sportivi della squadra di Israele furono presi in ostaggio. Furono in seguito giustiziati.

Monaco 1972: l'americano Mark Spitz durante i 200 m farfalla a Monaco 1972. L'atleta vinse 7 medaglie d'oro in questa edizione (100 e 200 stile libero, 100 e 200 farfalla, le staffette 4×100, 4×200 sl e 4×100 mista).

Montreal 1976: La ginnasta rumena Nadia Comaneci, 14 anni, è la prima atleta ad ottenere un 10 alle olimpiadi nella specialità delle parallele. A Montreal conquista tre medaglie d’oro (trave, individuale, parallele).

Mosca 1980: l'italiano Pietro Mennea, soprannominato "la Freccia del Sud", vinse l'Oro alla gara dei 200 metri a Mosca 1980. Ancora suo il record europeo di 19"72 nei 200 m.

Los Angeles 1984: Carl Lewis, soprannominato "il figlio del vento", a Los Angeles 1984 vinse quattro medaglie d’oro nei 100 mt, 200 mt, 4×100 e nel salto in lungo.

Pechino 2008: Michael Phelps, lo "squalo di Baltimora", infrange il record di Mark Spitz vincendo 8 medaglie d’oro nel nuoto (400 misti, 200 stile libero, 200 farfalla, 4×100 stile libero, 4×200 stile libero, 200 misti, 100 farfalla e 4×100 misti).  

Sochi 2014: Vic Wild e Alena Zavarzina, marito e moglie, vinsero rispettivamente l’oro nella gara maschile dello Slalom Gigante Parallelo e il bronzo nella stessa disciplina al femminile.  

Cosa vedere a Rio de Janeiro

Il Pan di zucchero

Il pan di zucchero, in brasiliano Pão de Açúcar, è un colle di 396 metri sul livello del mare situato in una piccola penisola che si estende all'interno della Baia di Guanabara di Rio. Si può raggiungere il colle prendendo una funivia: da qui avrete un panorama mozzafiato della città.

L'origine del nome è controversa: secondo alcuni è per la somiglianza con il dolce tradizionale, per altri deriva dal termine Pau-nh-acuqua che, nel linguaggio degli indigeni tamoios, significa "alta collina".

Scopri: cosa vedere a Rio de Janeiro
Il Cristo Redentore

Il Cristo Redentore si trova in cima al Corcovado, a 700 metri sul livello del mare sulla baia di Rio de Janeiro. Si tratta di un’enorme statua di Gesù Cristo, alta 38 metri (basamento da 8 metri compreso).  La statua, di calcestruzzo e pietra saponaria, è il simbolo di Rio ed è stata costruita tra il 1922 e il 1931. Nel 2007 è stata inserita tra le sette meraviglie del mondo moderno. Anche da qui il panorama è mozzafiato. Imperdibile la salita della montagna con tipico trenino che si addentra nella vegetazione del Parco Nazionale di Tijuca.
Il Lagoa Rodrigo de Freitas

Il Lagoa Rodrigo de Freitas è un’oasi naturale della zona sud di Rio de Janeiro, collegato con l'Oceano Atlantico, dove trascorrere una giornata in totale relax a pochi passi dal centro. La sera l’area si riempie di persone per i tanti localini aperti nella zona.

Il lago ha due isole: Isola Piraquê, sede del Club Naval e Caiçaras Island sulla riva sud, che ospita il Club Caiçaras, dove si sono tenute le prove di sci d'acqua dei Giochi Panamericani del 2007.

La samba!

Rio è musica, danze e divertimento: non dovete aspettare il Carnevale per assistere ad uno spettacolo di Samba, vi basterà entrare in un locale della città. Samba, ma anche Bossa Nova, Axé bahiano, Forrò e altro ancora.

Lo sapevate? Il nome "samba" deriva probabilmente da semba, che in dialetto angolanoche significa "panciata" a causa del modo in cui si balla. Il samba ("la samba" in italiano) si sviluppò all'inizio del XX secolo a Rio de Janeiro sotto l'influenza degli afrobrasiliani immigrati dallo stato brasiliano di Bahia.  
La spiaggia di Copacabana

La spiaggia di Copacabana è la più famosa e affollata del Brasile: lunga 6 chilometri, è piena di locali, bar, alberghi e ristoranti tipici. La zona, fino alla metà dell'XVIII secolo, era denominata Sacopenapã: venne poi costruita una cappella votiva contenente una copia della Vergine di Copacabana, molto venerata in Sud America.

Sulla spiaggia si sono tenuti diversi famosi concerti: Rod Stewart, Lenny Kravitz, l'evento Live Earth e i Rolling Stones (davanti a 1.300.000 persone).

Berlino 1936: Jesse Owens vince la finale 100 metri

La cucina Brasiliana

Caipirinha

Ingredienti: 1 lime, 2 cucchiai di zucchero di canna, 50 ml di cachaça, ghiaccio.

Preparazione: tagliare il lime a metà e poi a pezzi. Mescolarlo in una ciotola con lo zucchero di canna e pressare bene con il pestello. Unire il ghiaccio e completare con il cachaça. Decorare con il lime a fettine e servire.

Scopri: 10 ricette dei piatti tipici Brasiliani
Platanos fritos

Ingredienti: 2 platani maturi, 2 tazze di olio vegetale per friggere, sale o zucchero di canna a seconda dei gusti.

Preparazione: sbucciare i platani e tagliarli a fette non troppo spesse ed in maniera obliqua. Mettere a scaldare abbondante olio in un tegame ed una volta ben caldo unire le fettine. Fare friggere il tutto per circa 5 minuti. Una volta pronti scolarli su carta assorbente e cospargere di sale o zucchero di canna. Gustare subito.
Acarajè

Ingredienti: mezzo kg di fagioli cannellini secchi, mezzo cucchiaio di sale, una cipolla tritata finemente, olio extra-vergine d'oliva per friggere. 
Preparazione: fare riposare i fagioli in acqua fredda per un giorno, scolateli, risciacquateli e frullateli; aggiungete cipolla e sale; mescolate fino ad ottenere un composto cremoso; preparate delle "palline" da immergere nell'olio bollente; friggete l'acarajè da entrambi i lati e metteteli su carta assorbente. L'acarajè viene aperto a metà e servito con gamberetti secchi o fritti, salsa piccante, pomodori tagliati a cubetti e vatapà.

Beijinho

Ingredienti: 1 lattina di latte condensato, 1 cucchiaio di burro, 100 gr di farina di cocco, zucchero semolato qb, chiodi di garofano qb.

Preparazione: fare scaldare il latte condensato e unire il burro, mescolando per un paio di minuti. Spegnere la fiamma ed unire la farina di cocco mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo. Fate raffreddare e create delle palline delle stesse dimensioni, passarle nello zucchero semolato e completare con un chiodo di garofano su ogni dolcetto.
Churrasco

Ingredienti: 2 kg di salsiccia, 4 kg di carne di vitello, 2 kg di petto di pollo, sale grosso, succo di limone, pepe nero, 3 cipolle tritate, 1 spicchio di aglio, erba cipollina, origano.

Preparazione: Affettare la carne. Preparare la marinatura mescolando il succo di limone, il sale grosso, il pepe nero, le cipolle tritate, l'aglio, l'erba cipollina e l'origano. Mescolare ed unire la carne facendo in modo che si insaporisca a dovere. Fare riposare per alcune ore, meglio tutta la notte, quindi grigliare la carne fino a completa cottura.
Vatapà

Ingredienti: 500 gr di gamberetti essiccati, 1 lt di latte di cocco, 100 gr di arachidi tostate, 150 gr di anacardi, 2 cipolle, 3 tazze di farina di manioca, 1 pezzetto di zenzero da grattugiare, olio per la frittura qb, sale.

Preparazione: pulire i gamberetti, metterli nel frullatore e unire gli altri ingredienti, tranne l'olio, e frullare fino ad ottenere un composto cremoso. Versare l'olio in un tegame ed unire il composto facendolo cuocere, mescolando, fino ad ottenere una crema di media consistenza. Aggiungere latte di cocco o farina per ottenere una crema più o meno densa.
Brigadeiros

Ingredienti: 30 gr di burro, 1 lattina di latte condensato, 40 gr di cacao amaro in polvere, codette di cioccolato qb.

Preparazione: versare in un pentolino il burro e farlo sciogliere su fiamma dolce, unire il latte condensato e il cacao amaro mescolando per evitare la formazione di grumi. Ottenuto un impasto denso ad un budino togliere dalla fiamma e fare raffreddare, quindi porre in frigo per 30 minuti circa. Con le mani unte creare delle palline e fatele rotolare nelle codette di cioccolato. Conservare in frigo.
Feijoada

Ingredienti: 600 gr di fagioli neri, 200 gr di carne di maiale, piede e orecchie di maiale, 200 gr di costine di maiale, 200 gr di salsiccia, 100 gr di pancetta, 2 cipolle, foglie di alloro, 1 spicchio di aglio, sale e pepe.
Preparazione: la sera prima mettete i fagioli in acqua fredda. Versateli in un tegame coprendoli con acqua e cuoceteli fino a quando risultano teneri. In una padella cuocete la carne. In un altro tegame preparate un soffritto con pancetta, cipolla ed aglio tritati ed unite l'alloro e i fagioli. Aggiungete le salsicce e la carne. Fate cuocere il tutto, con i fagioli, su fuoco basso per 30 minuti.
Coxinha

Per la base: 2 tazze di acqua, 2 cucchiai di burro, 2 tazze di farina, sale. Per il ripieno: 1 cucchiaio di olio, 2 petti di pollo macinati, 1 cipolla tritata, erbe aromatiche tritate, sale e pepe. Per la panatura: farina di frumento, uovo sbattuto, pangrattato, olio per friggere. Preparazione: scaldate l'acqua con il burro ed il sale, unite la farina e mescolate fino ad ottenere un impasto liscio. Stendetelo e fate raffreddare. Per il ripieno soffriggete la cipolla nell'olio, unite il pollo e le erbe. Regolate di sale e pepe. Prendete delle piccole porzioni, farcite con il pollo e chiudete bene, passatele nella farina, nell'uovo sbattuto e nel pangrattato. Friggere in olio caldo fino a doratura.
Casquinha de siri

Ingredienti: 500 gr di polpa di granchio tritata, 1 bicchiere di latte di cocco, 1 cipolla tritata, 2 spicchi di aglio, 2 cucchiai di olio di semi, 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva, sale e pepe, erba cipollina, 2 pomodori a cubetti, formaggio grattugiato. Preparazione: versate in un tegame l'olio, soffriggete la cipolla e l'aglio. Unite il granchio, i pomodori e cuocete per 15 minuti su fiamma bassa. Aggiungere il latte di cocco, sale, pepe ed erba cipollina. Mescolate bene e con il composto farcite delle conchiglie di capesante cospargendo la superficie con il formaggio grattugiato. Passate sotto il grill, in forno caldo, per qualche minuto, e servite.

Roma 1960: Abebe Bikila vince la maratona a piedi nudi