it_IT Home Blogo.it - Ultime notizie della sezione Home Wed, 29 Mar 2017 22:48:28 +0000 Wed, 29 Mar 2017 22:48:28 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/home 2004-2014 Blogo.it Brexit: May firma la notifica, oggi la consegna a Tusk Wed, 29 Mar 2017 08:01:14 +0000 http://www.polisblog.it/post/385409/brexit-firma-lettera-theresa-may-consegna-a-tusk http://www.polisblog.it/post/385409/brexit-firma-lettera-theresa-may-consegna-a-tusk Alessandro Guerra Alessandro Guerra


"Un salto nell'ignoto". Così il titolo sulla prima pagina di oggi del Guardian, a segnare un'altra giornata storica nella strada che porta alla Brexit.

Ieri, il primo ministro britannico Theresa May ha firmato la lettera per la notifica dell'articolo 50 del Trattato di Lisbona. Il momento della firma è stato immortalato dai fotografi ed è l'immagine di copertina nei giornali di tutto il mondo.

"È uno dei momenti più importanti nelle recente storia del Regno Unito", ha detto la premier britannica, che ha aggiunto: "Noi siamo una grande unione di popolo e nazioni con una storia orgogliosa e un luminoso futuro. E, ora, che è stata presa la decisione di lasciare l'Ue, è tempo di unirci".

Il prossimo passo formale è la consegna della lettera da parte dell'ambasciatore britannico al presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk. La consegna avverrà oggi alle ore 13.20, come indicato dallo stesso Tusk nel suo tweet di stamattina.


Scatteranno oggi dunque i due anni di negoziati previsti per tra Gran Bretagna e Unione Europea.

PROSEGUI LA LETTURA

Brexit: May firma la notifica, oggi la consegna a Tusk é stato pubblicato su Polisblog.it alle 10:01 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0
Elezioni comunali 2017, fissata la data: si vota l'11 giugno. Ballottaggi il 25 giugno Wed, 29 Mar 2017 10:24:20 +0000 http://www.polisblog.it/post/385415/elezioni-comunali-2017-data-11-giugno-2017 http://www.polisblog.it/post/385415/elezioni-comunali-2017-data-11-giugno-2017 Alessandro Guerra Alessandro Guerra


Il Ministero dell'Interno ha fissato le date della prossima consultazione elettorale: le elezioni comunali 2017 si terranno l'11 giugno. Gli eventuali ballottaggi si terranno, come di consueto, due settimane dopo, cioè il 25 giugno.

In totale i comuni chiamati al voto sono 1021, compresi quelli delle regioni a statuto speciale Valle d’Aosta e Trentino-Alto Adige che invece voteranno il 7 maggio.

Sono 9.261.142 gli elettori chiamati alle urne. I principali comuni al voto sono i quattro capoluoghi di regione Palermo, Genova, Catanzaro e L’Aquila.

Inoltre al voto ci saranno altri 21 capoluoghi di provincia. In totale sono 153 sono i comuni superiori ai 15000 abitanti, e 858 comuni inferiori ai 15000 abitanti.

Le consultazioni dell'11 giugno porteranno all'elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali, e all'elezione dei consigli circoscrizionali nelle regioni a statuto ordinario.

Nel video in alto la presentazione del candidato M5S a Palermo.

PROSEGUI LA LETTURA

Elezioni comunali 2017, fissata la data: si vota l'11 giugno. Ballottaggi il 25 giugno é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:24 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0
Clima, Donald Trump ferma la riforma di Obama Wed, 29 Mar 2017 15:04:46 +0000 http://www.polisblog.it/post/385418/clima-donald-trump-ferma-la-riforma-di-obama http://www.polisblog.it/post/385418/clima-donald-trump-ferma-la-riforma-di-obama Andrea Spinelli Barrile Andrea Spinelli Barrile

Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo con cui intende cancellare le politiche a protezione dell’ambiente volute da Obama. Il suo obiettivo dichiarato è ottenere l’indipendenza energetica statunitense e creare nuovi posti di lavoro:

“La mia amministrazione sta mettendo fine alla guerra contro il carbone. Noi avremo carbone pulito. [...] Con il decreto esecutivo di oggi, ho fatto lo storico passo di cancellare le restrizioni sull’energia americana, di fermare l’intrusione del governo e di cancellare la normativa ammazza-lavoro”

ha detto il 45esimo presidente degli Stati Uniti.

Secondo quanto riporta Askanews tecnicamente l’ordine conferisce mandato all’Agenzia per l’ambiente di rivalutare e modificare il Clean Power Plan, il piano dell’amministrazione Obama che prevedeva una riduzione del 32% delle emissioni entro il 2030 attraverso la chiusura delle centrali a carbone e forti investimenti nelle rinnovabili. Un piano in realtà tuttora fermo perché bloccato alla Corte suprema da una serie di cause legali.

Trump non ha mai citato esplicitamente gli accordi sul clima di Parigi, ma le sue politiche difficilmente permetteranno di rispettare il patto firmato nel 2015 anche dagli Stati Uniti e di grande importanza proprio perché siglato all’unanimità.

PROSEGUI LA LETTURA

Clima, Donald Trump ferma la riforma di Obama é stato pubblicato su Polisblog.it alle 17:04 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0
Primarie Pd, Emiliano: "Rischio governo M5S-Lega" Tue, 28 Mar 2017 13:07:28 +0000 http://www.polisblog.it/post/385387/emiliano-alleanza-lega-m5s-elezioni-2018 http://www.polisblog.it/post/385387/emiliano-alleanza-lega-m5s-elezioni-2018 Alessandro Guerra Alessandro Guerra

Continua la battaglia di dichiarazioni dei tre candidati alla segreteria del Partito Democratico. In vista delle primarie, arrivano nuove parole di Michele Emiliano, che ha presentato la candidatura nella sua Bari.

Il governatore della Puglia ha detto che senza di lui l'Italia rischia di finire in mano ad un'alleanza tra Movimento 5 Stelle e Lega.

"Noi stiamo rischiando, ed è una delle ragioni fondamentali di questa mozione, di consegnare l'Italia a una maggioranza di populismi anomala", ha detto Emiliano.

Nonostante il M5S si sia sempre detto contrario alle alleanze, Emiliano prefigura una nuova coalizione di governo: "La maggioranza di populismi anomala potrebbe perfino obbligare il Movimento Cinque Stelle e la destra salviniana a collaborare per il governo del Paese".

Emiliano aggiunge che la sua mozione "è l'unico strumento di governo dell'Italia ed è l'unica che può provare a far vincere al Pd le prossime elezioni".

Il presidente della Regione Puglia dice che solo lui, a differenza degli sfidanti Renzi e Orlando, "dialoga con rispetto di tutti i mondi, esclusa la destra, di riferimento del fronte progressista".

In vista delle nuove elezioni, "probabilmente a febbraio dell'anno prossimo", Emiliano vuole un Pd "vicino agli italiani, capace di risolvere i problemi".

PROSEGUI LA LETTURA

Primarie Pd, Emiliano: "Rischio governo M5S-Lega" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 15:07 di Tuesday 28 March 2017

]]>
0
Pensioni: quattordicesima a luglio 2017 Wed, 29 Mar 2017 13:58:49 +0000 http://www.soldiblog.it/post/121183/quattordicesima-ai-pensionati-novita http://www.soldiblog.it/post/121183/quattordicesima-ai-pensionati-novita Renato Marino Renato Marino

quattordicesima ai pensionati 2017

Sarà erogata a luglio 2017 la quattordicesima ai pensionati con un reddito individuale fino a due volte il trattamento minimo. La 14esima sarà percepita da tutti gli over 64 con redditi annui non oltre i 13.049 euro e gli importi varieranno tra i 336 a 655 euro in base all'assegno percepito e agli anni di contributi.

A spiegarlo è il sito dell'Inps che rammenta come l'ultima manovra finanziaria abbia aumentato o la misura della somma aggiuntiva prevista per i soggetti in possesso di un reddito "non superiore a 1,5 volte il trattamento minimo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti e ha previsto che la predetta somma sia corrisposta, in misura diversa, anche in favore dei soggetti in possesso di un reddito compreso tra 1,5 e 2 volte il menzionato trattamento minimo".

Il pagamento della quattordicesima ai pensionati sarà eseguiti d’ufficio per i titolari di tutte le gestioni insieme al rateo di pensione di luglio 2017 oppure di dicembre 2017 per quanti perfezionano il requisito anagrafico richiesto durante il secondo semestre di quest'anno.

La quattordicesima ai pensionati, ricorda ancora l'Inps, viene erogata in via provvisoria sulla base dei redditi presunti. I dati verranno verificati appena saranno disponibili le informazioni consuntivate dei redditi dichiarati relativi al 2016 o al 2017 nel caso di prima concessione.

PROSEGUI LA LETTURA

Pensioni: quattordicesima a luglio 2017 é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 15:58 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0
Titoli di Stato: asta BOT 6 mesi del 29 marzo Wed, 29 Mar 2017 10:42:58 +0000 http://www.soldiblog.it/post/25961/titoli-di-stato-asta-bot-6-mesi-29-marzo-2017 http://www.soldiblog.it/post/25961/titoli-di-stato-asta-bot-6-mesi-29-marzo-2017 Renato Marino Renato Marino

Asta BOt  6 mesi

Nell'asta di BOT a 6 mesi di oggi 29 marzo 2017 il Tesoro ha fatto il pieno collocando tutti i 6,5 miliardi di euro previsti dall'offerta del titolo di Stato sulla scadenza breve, in prima tranche e con scadenza settembre 2017. Il tasso di rendimento medio è rimasto stazionario rispetto all'asta di BOT semestrali del mese scorso, a -0,294%, in ogni caso sempre meglio del minimo storico di dicembre 2016, quando il rendimento andò giù fino a -0,317%. Resta buona la domanda, pari a 10,319 miliardi di euro, per rapporto di copertura che anzi aumenta a 1,59 da 1,52 precedente.

Asta BOT 6 mesi 29 marzo 2017 | Caratteristiche

Il Tesoro informa che il 29 marzo 2017 si terrà l’asta BOT 6 mesi per un’offerta massima del titolo di Stato sulla scadenza brevissima pari a 6,5 miliardi di euro. Il codice ISIN dell’asta è IT0005245359. Ricordiamo che i BOT sono sottoscrivibili per un taglio minimo di 1.000 euro e che sono piazzati con il sistema di collocamento dell'asta competitiva, con le offerte degli operatori che vengono espresse in termini di rendimento.

Il 31 marzo 2017 scadranno BOT semestrali pet 6,6 miliardi di euro, mentre alla data del 14 marzo 2017 la circolazione dei BOT era di 114.423,328 milioni di euro, di cui 37.750 milioni di euro di BOT a 6 mesi e 76.673,328 milioni di euro di BOT a un anno.

Asta BOT 6 mesi 24 febbraio 2017 | Tasso giù

Nell'asta BOT a 6 mesi di oggi 24 febbraio 2017 il Tesoro ha piazzato tutti e 6 i miliardi di euro previsti dall'offerta, per un titolo di Stato che ha sempre un rendimento negativo e che scende a 0,294% da – 0,286% del collocamento precedente quando era stato raggiunto il minimo record. Buona comunque la domanda, pari a 9,1 miliardi di euro, per un rapporto di copertura di 1,52.

Asta BOT 6 mesi 24 febbraio 2017 | Dettagli

Il 24 febbraio 2017 saranno in asta BOT a 6 mesi per complessivi 6 miliardi di euro. I titoli di Stato sulla scadenza brevissima, il BOT trimestrale non viene offerto più da tempo dal Tesoro, scadranno il 31 agosto prossimo. I titoli possono essere sottoscritti per un taglio minimo di 1.000 euro.

I BOT sono collocati con il sistema dell'asta competitiva con offerte degli addetti esplicitate in termini di rendimento. Il codice Isin dell'asta di BOT semestrali è IT0005241788. Il Ministero dell'economia e delle finanze informa che a fine febbraio scadranno BOT semestrali per 6 miliardi di euro. A metà febbraio 2017 la circolazione dei BOT segnava 114.373,328 milioni di euro, di cui 37.600 milioni di euro di titoli semestrali e 76.773,328 milioni di euro di titoli di Stato annuali.

Asta BOT 6 mesi 27 gennaio | Tasso risale

Nell'asta BOT 6 mesi di oggi 27 gennaio 2017 sono stati collocati titoli di Stato per 6,5 miliardi con scadenza 31 luglio 2017, con tasso in salita dal minimo storico raggiunto nell'ultima asta semestrale ma sempre negativo a -0,286% da -0,317%. Buona la domanda pari a 10,11 miliardi di euro per un rapporto di copertura, pure in crescita, a 1,56 da 1,49.

Asta BOT 6 mesi del 27 gennaio 2017

Il 27 gennaio 2017 ci sarà l'asta di BOT a 6 mesi con scadenza: 31 luglio 2017 per un'offerta massima dei titoli di Stato sulla scadenza brevissima, il trimestrale ormai non viene più proposto da tempo dal Tesoro,per 6,5 miliardi di euro. Il codice ISIN dell'asta di BOt semestrali, sottoscrivibili per un tagli minimo di 1.000 euro, è IT0005239022. I BOT sono collocati con il sistema dell'asta competitiva con offerte degli operatori espresse in termini di rendimento.

Il 31 gennaio scadranno BOT a sei mesi per 6,49 miliardi di euro. Alla data del 13 gennaio 2017 circolavano BOT per 114.312,605 milioni di euro di cui 37.587,605 milioni di euro semestrali e 76.725 milioni a un anno.

Asta BOT 6 mesi 28 dicembre 2016

Nell'asta BOT a 6 mesi di oggi 28 dicembre 2016 il Tesoro ha collocato tutti i 6,5 miliardi di euro di titoli di Stato previsti dall'offerta con tasso in calo, giù fino al nuovo minimo storico, a -0,317% da -0,199% dell'asta semestrale di novembre. Il precedente minimo storico era invece stato registrato a ottobre (-0,295%). Buona la domanda, grazie alle richieste degli istituzionali, pari a 9,7 miliardi di euro, per un rapporto di copertura comunque in calo a 1,49 da 1,69 precedente.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 28 dicembre

L’ultima asta di BOT a 6 mesi del 2016 si terrà il 28 dicembre secondo quanto comunicato dal Tesoro ieri a mercati chiusi. Nel dettaglio verrà offerto il titolo di Stato sulla scadenza breve, 30 giugno 2017, per un massimo di 6,5 miliardi di euro.

Ricordiamo che i BOT possono essere sottoscritti per un taglio minimo di 1.000 euro e che sono collocati secondo il sistema dell’asta competitiva. Il codice Isin dell’asta di titoli semestrali del 28 dicembre prossimo è IT0005222143.

Il Tesoro fa sapere che a metà dicembre 2016 la circolazione dei BOT era uguale a 113.518,685 milioni di euro di cui 37.493,685 milioni di euro di titoli semestrali e 76.025 milioni di euro di titoli a un anno. Alla data del 30 dicembre 2016 scadranno BOT a 6 mesi per 6,41 miliardi di euro circa.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 28 novembre | Tasso sale

Il Tesoro nell'asta Bot a 6 mesi del 28 novembre 2016 ha venduto tutti i sei miliardi di euro di titoli di Stato previsti dall'offerta con tassi in crescita, ma sempre negativi, a -0,199%, dal minimo storico di -0,295% dell'analogo collocamento di ottobre. Buona la domanda pari a 10,163 miliardi di euro per un rapporto di copertura in aumento a 1,69 da 1,60 precedente.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 28 novembre 2016

Il 28 novembre 2016 il Tesoro terrà l'asta di BOT a 6 mesi con scadenza 31 maggio 2016 per un importo massimo dell’emissione pari 6 miliardi di euro. Il Codice Isin dell'asta del titolo di Stato semestrale è IT0005219412. I BOT vengono venduti con il sistema di collocamento dell'asta competitiva e possono essere sottoscritti per un taglio minimo di 1000 euro.

Il Ministero dell’economia e delle finanze (Mef) ha fatto sapere a fine novembre 2016 scadranno scadere BOT 6 mesi per 6 miliardi di euro. Alla data del 14 novembre 2016 la circolazione dei BOT era pari a 114.268,685 milioni di euro, di cui 37.493,685 semestrali e 76.775 milioni a 12 mesi.

Titoli di Stato | Risultati asta BOT 6 mesi 27 ottobre

Nell'asta Bot a 6 mesi di oggi il Tesoro ha venduto tutti i 6 miliardi di titoli di Stato previsti dall'offerta per un tasso che ha toccato il nuovo minimo storico a -0,295% da -0,257% dell'analogo collocamento di settembre e dal precedente minimo di -0,262% fatto segnare a maggio scorso. Comunque alta la domanda, pari a 9,63 miliardi di euro, per un rapporto di copertura in flessione a 1,60 da 1,73 precedente.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 27 ottobre

Per giovedì 27 ottobre 2016 il ministero dell'Economia e delle finanze ha fissato la data dell'asta di BOT semestrali di fine mese per un ammontare complessivo pari a 6 miliardi di euro, con regolamento al 31 ottobre.

Il titolo di Stato sulla scadenza brevissima (da tempo ormai non si fanno più aste di Bot trimestrali) scade il 28 aprile prossimo ed è sottoscrivibile per un taglio minimo di 1000 euro. Il Codice ISIN è IT0005216939. Contestualmente al collocamento vengono a scadenza 6,6 miliardi di BOT, tutti relativi al titolo a sei mesi.

Titoli di Stato | Risultati asta BOT 6 mesi 28 settembre

Nell'asta BOT a 6 mesi di oggi 28 settembre 2016 il Tesoro ha collocato tutti i sei miliardi di euro previsti dall'offerta con tassi ancora in flessione, a -0,257%, dal -0,237% della precedente e angoli asta. Buona la domanda che ha superato i 10,3 miliardi di euro.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 28 settembre 2016

Mercoledì 28 settembre 2016 il Tesoro metterà in asta BOT a 6 mesi

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 29 agosto 2016

Il 29 agosto 2016 il Tesoro terrà l'asta di titoli di Stato BOT a 6 mesi per un totale du 6 miliardi di euro contro 6,875 miliardi di BOT in scadenza tutti relativi al titolo semestrale. La data di regolamento cade il 31 agosto.

Il codice Isin dell'asta è IT0005211146, la scadenza del titolo il 28 febbraio 2017. I BOT possono essere sottoscritti per un taglio minimo di 1.000 euro e sono collocati con il sistema dell'asta competitiva con le offerte degli operatori espresse in termini di rendimento.

Alla data del 12 agosto 2016 la circolazione dei BOT era di 117.943,685 milioni di euro di cui quasi 39 milioni a 6 mesi e 78.975 milioni di euro a un anno.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 27 luglio 2016

Mercoledì 27 luglio 2016 si terrà l'asta di titoli di Stato Bot 6 mesi, come comunicato ieri dal ministero dell'Economia e delle Finanze a mercati chiusi. L'ammontare massimo previsto all'offerta per il BOT in scadenza il 31 gennaio 2017 è pari a 6,25 miliardi di euro, di poco inferiore ai 6,5 miliardi in scadenza.

La data di regolamento dell'asta cade due giorni dopo il collocamento, venerdì 29 luglio, e il codice Isin è IT0005203556. I BOT sono sootoscrivibili per un taglio minimo di 1.000 euro e vengono collocati con il sistema di dell'asta competitiva con offerte degli operatori espresse in termini di rendimento.

Il 29 luglio scadranno BOT per 6,5 miliardi di euro relativi al titolo semestrale. A metà luglio la circolazione dei BOT era pari a 117.356,08 milioni di euro, di cui 38.981,08 milioni semestrali e 78.375 milioni di euro a un anno.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi di oggi 28 giugno 2016

Nell'asta Bot a sei mesi di oggi 28 giugno 2016 il Tesoro ha collocato tutta l'ammontare previsto dall'offerta che era di 6 miliardi di euro. Buona la domanda, grazie alle richieste degli istituzionali, pari a 9,468 miliardi di euro. Il tasso del BOT semestrale resta negativo ma in salita a -0,150% da -0,262% della precedente analoga asta dello scorso mese.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 28 giugno 2016

Il 28 giugno prossimo il Tesoro terrà l’asta BOT a 6 mesi con scadenza 30 dicembre 2016 per un’offerta massima dell’emissione pari a 6 miliardi di euro. Il codice Isin dell’asta di BOT semestrali è IT0005199358. I titoli possono essere sottoscritti per un taglio minimo pari a 1.000 euro.

Ricordiamo che i Buoni Ordinari del Tesoro sono collocati con il sistema dell’asta competitiva, con offerte degli operatori esplicitate in termini di rendimento. Alla data del 30 giugno 2016 scadranno s BOT per 6,6 miliardi di euro, tutti relativi al titolo a sei mesi, come ricorda la nota diffusa dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 27 maggio 2016

Nell'asta BOT a 6 mesi di oggi 27 maggio 2016 il Tesoro ha collocato tutto l'ammontare previsto dall'offerta pari a 6 miliardi di euro a un tasso d'interesse sempre negativo e che è sceso al nuovo minimo storico del -0,262, dal -0,172 dell'asta sul titolo semestrale di aprile. La domanda è stata buona, grazie agli istituzionali, i BOT sono stati infatti richiesti per circa 9,76 miliardi di euro, per un rapporto di copertura di 1,63, in calo dall'1,75 dell'analoga asta di fine aprile.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 27 maggio 2016

Il 27 maggio si terrà l’asta di BOT a 6 mesi con scadenza 30 novembre 2016 per un’offerta di titoli sulla breve scadenza di massimo 6 miliardi di euro. Il codice ISIN è IT0005186405. I BOT sono piazzati con il sistema di collocamento dell'asta competitiva, con le offerte degli operatori espresse in termini di rendimento. Il minimo taglio di Bot acquistabile è di 1.000 euro.

A fine di maggio 2016 il Tesoro comunica che scadranno BOT semestrali per 5,5 miliardi di euro. Al 13 maggio 2016 i BOT in circolazione erano pari a 118.267,439 milioni di euro: 38.675 milioni di euro del titolo a sei mesi e 79.592 milioni di euro del titolo a un anno.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 27 aprile | Tasso negativo

Nell'asta di BOT a 6 mesi di oggi 27 aprile 2016 il Tesoro ha assegnato tutti i titoli di Stato previsti dall'offerta, pari a 6 miliardi di euro, a un tasso medio che restano negativo e in calo a -0,172%, - 12 punti base rispetto all'analoga asta del mese scorso, per quello che è il nuovo minimo. Tiene bene la domanda, pari a 10,48 miliardi di euro.

Asta BOT 6 mesi del 27 aprile 2016

Nell'asta BOT a 6 mesi del 27 aprile 2016 il Tesoro offrirà 6 miliardi di euro di titoli di Stato sulla scadenza brevissima con un regolamento che cade due giorni dopo. Il ministero dell'Economia e delle Finanze con un nota diffusa ieri a mercati chiusi ha precisato che contestualmente all'asta di mercoledì 27 aprile giungono a scadenza Buoni ordinari del Tesoro semestrali per un uguale identico.

Alla data del 14 aprile erano in circolazione 118,309 miliardi di BOt, di cui 30,075 miliardi semestrali mesi e 80,234 miliardi a un anno.

Asta BOT 6 mesi 29 marzo | Tasso negativo

Nell'asta BOT a 6 mesi di oggi 29 marzo 2016 il Tesoro ha piazzato tutti i 6 miliardi di euro di Titoli di Stato sulla scadenza brevissima previsti dall'offerta a un tasso di rendimento medio che resta negativo e in calo a -0,050% da -0,042% dell'analoga asta precedente. Tiene comunque la domanda che ha toccato 9,7 miliardi di euro.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 29 marzo 2016

Il 29 marzo 2016 si terrà la prossima asta di BOT 6 mesi (183 giorni). Il Tesoro ha comunicato che offrirà 6 miliardi di euro in titoli di Stato sulla scadenza breve (codice Isin: IT0005171738), con data di regolamento fissata al 31 marzo. Parallelamente giungeranno a scadenza Buoni semestrali sel Tesoro per 6,5 miliardi.

Al metà marzo erano in circolazione 118,63 miliardi di BOT, di cui 37,98 miliardi relativi al titolo a 6 mesi e 80,66 miliardi del titolo a un anno. Ricordiamo che i BOT possono essere sottoscritti pe run taglio minimo di mille euro e sono venduti con il sistema di collocamento dell'asta competitiva, le offerte degli operatori sono espresse in termini di rendimento.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 25 febbraio | Tasso sempre negativo

Il Tesoro nell'asta BOT 6 mesi di oggi ha collocato tutti i 6,25 miliardi di titoli di Stato previsti dall'offerta a un tasso ancora negativo, a -0,042%, ma in salita rispetto al -0,08% registrato nel precedente e analogo collocamento. Buona la domanda, pari a oltre 10,8 miliardi per un rapporto di copertura in rialzo a 1,74.

"Probabilmente questo incremento ha fatto seguito alle tensioni emerse nel comparto periferico, messo sotto pressione dall'inizio di febbraio" spiega uno strategist all'agenzia MF-DowJones. Gli investitori "ne approfittano per strappare qualche decimo di punti base in più e sfruttare così la parte corta dell'emissione".

Il tasso in miglioramento "più che altro, fa comodo alle banche e alle istituzioni finanziarie che, molto probabilmente, si troveranno presto di fronte ad uno scenario di tassi più bassi, soprattutto in vista di un ulteriore intervento della Bce".

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 25 febbraio 2016

Giovedì 25 febbraio 2016 si terrà l'asta BOT a 6 mesi. Il Tesoro offrirà 6,25 miliardi di euro del titolo di Stato sulla scadenza breve, in prima tranche, con scadenza 31-8-2016, la data di regolamento è prevista quattro giorni dopo, quando giungeranno a scadenza Buoni semestrali per 6,75 miliardi. Al 12 febbraio scorso erano in circolazione 118,41 miliardi in BOT, 37,85 miliardi a 6 mesi e 80,56 miliardi a 12 mesi.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 27 gennaio 2016 | Tasso negativo

Nell'asta di BOT 6 mesi di oggi 27 gennaio 2016 il Tesoro ha venduto titolo di Stato per 6,5 miliardi, il massimo dell'offerta a un tasso che resta negativo, pari a -0,08% da -0,038% dell'ultima asta. Buona comunque la domanda, pari a 10,753 miliardi euro (rapporto di copertura a 1,65). Intanto sul mercato secondario lo spread tra BTP a 10 anni e Bund tedeschi analoghi è stabile sui 105 punti, per un tasso del decennale italiano all'1,48%.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 27 gennaio 2016

Martedì prossimo, 27 gennaio 2016, il Tesoro mette in asta BOT a 6 mesi per un ammontare massimo dell'offerta pari a 6,5 miliardi di euro (codice Isin: IT0005160129) con data di regolamento fissata due giorni dopo l'emissione dei titoli di Stato sulla scadenza breve. Lo ha comunicato ieri a mercati chiusi il ministero dell'economia e delle finanze precisando che contestualmente all'asta giungono a scadenza BOT emestrali per 7,15 miliardi.

I BOT sono emessi tramite il sistema di collocamento dell'asta competitiva, con le offerte degli operatori espresse in termini di rendimento. L'importo minimo sottoscrivibile è di 1.000 euro. Al 14 gennaio scorso erano in circolazione 120,26 miliardi di euro di BOT, di cui 38,50 miliardi a 6 mesi e 81,76 miliardi a un anno.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 29 dicembre 2015, tasso negativo

Nell'asta BOT a 6 mesi di oggi 29 dicembre 2015 il Ministero dell'economia e delle finanze ha piazzato tutti titoli di stato previsti dall'offerta, pari a 6 miliardi di euro, con un tasso d'interesse medio che rimane negativo, a -0,038%, anche se in salita di 7 centesimi sulla precedente e analoga asta. Buona comunque la domanda degli investitori pari a 7,8 miliardi di euro.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 29 dicembre 2015

Il Tesoro ha comunicato ieri a mercati chiusi che il 29 dicembre 2015 si terrà un'asta di BOT a 6 mesi, con regolamento al 4 gennaio 2016, per un'offerta complessiva di 6 miliardi di euro. Contestualmente all'emissione di fine dicembre del titolo di Stato sulla curva breve giungeranno a scadenza Buoni a 6 mesi per 6,75 miliardi.

A metà dicembre scorso erano in circolazione 121,823 miliardi di euro in BOt, di cui 38,65 miliardi a 6 mesi e 83,173 miliardi a 12 mesi. I Bot sono collocati con il sistema dell'asta competitiva con le offerte degli operatori espresse in termini di rendimento, il taglio minimo di sottoscrizione dei titoli è di 1.000 euro.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 26 novembre 2105 | Tasso negativo

Nell'asta BOT 6 mesi di oggi 26 novembre il Tesoro ha assegnato tutti e 5,5 miliardi titoli di stato sulla breve scadenza previsti dall'offerta a un tasso lordo negativo e in ulteriore calo rispetto all'analoga asta del mese scorso (-0,055%) a quota -0,112%. Resta comunque buona la domanda pari a 10 miliardi di euro, quasi il doppio dell'offerta per un rapporto di copertura di 1,79 da 2,02 della precedente emissione del titolo a 6 mesi.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 26 novembre 2015

Il 26 novembre 2015 il Tesoro mette in asta BOT a 6 mesi con scadenza 31 maggio 2016 per un ammontare massimo dell’offerta pari a 5,5 miliardi di euro. Ricordiamo che nell'analoga asta del titolo di stato semestrale del mese scorso il tasso d'interesse era sceso per la prima volta in territorio negativo. Il Codice Isin della nuova emissione è IT0005142747. Il taglio minimo acquistabile è pari a mille euro. I BOT sono collocati con il sistema dell’asta competitiva, con le offerte espresse in termini di rendimento. Dal Ministero dell’Economia e delle Finanze spiegano che a fine novembre 2015 scadranno BOT per 6 miliardi di euro, tutti relativi al titolo a sei mesi. Alla data del novembre 2015 la circolazione dei BOT era pari a 122,835 miliardi di euro di cui 39.150 milioni di euro semestrali e 83,685 mld annuali.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 29 ottobre 2015, tasso negativo


Come per l'asta CTZ di ieri anche per l'asta BOT a 6 mesi di oggi 29 ottobre 2015 il tasso scende sotto lo zero, negativo per la prima volta. Il Tesoro ha venduto stamattina tutti e 6 i miliardi di euro di titoli di Stato offerti con un rendimento medio in calo a -0,055% dallo 0,023% dell'asta sul titolo semestrale di settembre, per quello che è il nuovo minimo storico dopo aprile scorso quando il tasso aveva toccato quota zero. Buona comunque la domanda, pari a 12,7 miliardi di euro.

Dopo l'asta BOT a 6 mesi sul mercato secondario lo spread tra Btp a 10 anni e Bund tedeschi equivalenti rimane poco mosso, in area 97 punti base, per un rendimento del decennale del Tesoro all'1,42%.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 29 ottobre 2015

25 ottobre 2015

Il 29 ottobre 2015 il Tesoro mette in asta BOT a 6 mesi con scadenza 29 aprile 2016 per un importo di 6 miliardi di euro. Il codice ISIN è IT0005138216. I BOT sono sottoscrivibili per un taglio minimo di 1.000 euro e sono collocati con il sistema dell'asta competitiva, con le offerte degli operatori espresse in termini di rendimento.

Il giorno dopo l'asta, scadranno BOT semestrali per 6,5 miliardi di euro. A meta ottobre 2015 la circolazione dei BOT era pari a 123.235,094 milioni di euro: 39.650 milioni a sei mesi e 83.585,094 milioni di euro a 12 mesi.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 28 settembre 2015 | tasso sale

Oggi 28 settembre 2015 il Tesoro ha piazzato BOT a 6 mesi per 6,5 miliardi di euro a un tasso dello 0,023%, in rialzo dallo 0,007% dell'asta BOT semestrale di luglio-agosto e ai massimi da giugno scorso. Buona la domanda, pari a 1,65 volte l'offerta, in crescita rispetto al rapporto di copertura dell'analoga e precedente emissione (1,54)

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 28 settembre 2015


Il 28 settembre prossimo il ministero dell'economia e delle finanze mette in asta titoli di Stato sulla breve scadenza per un massimo di 6,5 miliardi di euro. Saranno collocati BOT a 6 mesi con scadenza al 31 marzo 2016 (183 giorni). Il Codice ISIN è IT0005127383. I BOT sono sottoscrivibili per un taglio minimo di 1000 euro.

I titoli semestrali saranno emessi con il sistema dell'asta competitiva cioè a dire che le offerte degli operatori vengono espresse in termini di rendimento. A meta settembre 2015 la circolazione dei BOT si attestava a 124.712,094 milioni di euro, 40.212 milioni per i semestrali e 84.500,094 milioni per quelli annuali. Il Tesoro ricorda che il 30 settembre scadranno BOT a sei mesi per 7,06 miliardi di euro.


Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 27 agosto 2015 | Tasso a 0,007%


Nell'asta BOT a 6 mesi di oggi 27 agosto il Tesoro ha assegnato tutti i 6,75 miliardi di euro di titoli di Stato previsti dall'offerta, con un tasso che è rimasto stabile allo 0,007%, lo stesso rendimento dell'analoga emissione di luglio. Buona la domanda anche se è risultata in calo, per un rapporto di copertura pari 1,54 volte l'importo offerto (la domanda ha superato di 1,54 volte l'offerta) da 1,79 precedente. Le richieste di BOT semestrali erano state pari a 10,4 miliardi di euro.

Ipotizzando l’applicazione di commissioni massime, secondo Assiom Forex il rendimento composto netto del BOT a 6 mesi sarebbe negativo a -0,198%. Il Tesoro spiega però nel caso in cui il prezzo totale di vendita, comprensivo dell'importo della ritenuta fiscale sia superiore a 100, l'importo massimo delle commissioni viene ridotto: i risparmiatori non pagheranno cioè un onere superiore a 100 euro, per ogni 100 euro di capitale sottoscritto.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 27 agosto 2015 | Caratteristiche


L'asta BOT semestrali di fine mese si terrà giovedì 27 agosto 2015, con regolamento il 31 agosto, per un ammontare massimo di 6,75 miliardi di euro per i titoli di stato sulla scadenza brevissima (182 giorni). Lo ha comunicato ieri a mercati chiusi il dipartimento del Tesoro del Ministero dell'economia e delle finanze.

Il Codice ISIN è IT0005125635. Ricordiamo che i BOT a 6 mesi sono venduti con il sistema di collocamento dell'asta competitiva, con le offerte degli operatori espresse in termini di rendimento. I titoli possono essere sottoscritti per un minimo di 1.000 euro.

Contestualmente sono in scadenza BOT per 7,344 miliardi. Al metà agosto scorso erano in circolazione 126,881 miliardi di Buoni ordinari del Tesoro, di cui 40,806 miliardi a 6 mesi e 86,075 miliardi a un anno.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 29 luglio 2015 | Tasso cala


Leggi tutto: http://www.soldionline.it/notizie/obbligazioni-italia/bot-caratteristiche-emissione-27-agosto-2015?cp=1

Nell'asta di oggi 29 luglio 2015 il Tesoro ha piazzato titoli di Stato BOT a 6 mesi per 6,5 miliardi di euro, il massimo dell'offerta, con un rendimento in netto calo allo 0,007% dallo 0,06% dell'analoga asta precedente.

Buona anche la domanda degli investitori, pari a 11,6 miliardi per un rapporto di copertura a 1,79 (le richieste hanno superato di 1,79 volte l'offerta), in aumento dall’1,58 dell’asta Bot semestrali del mese scorso. Il prezzo di aggiudicazione è stato stabilito a 99,996.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 29 luglio

25 luglio 2015

Mercoledì 29 luglio 2015 il Tesoro mette in asta BOT a 6 mesi con scadenza 29 gennaio 2016 per un importo massimo dell’emissione pari a 6,5 miliardi di euro con il sistema di collocamento dell'asta competitiva, le offerte degli operatori sono espresse in termini di rendimento.

I titoli di Stato sulla scadenza breve possono essere sottoscritti per un importo minimo di 1.000 euro. Il codice ISIN è IT0005122079. Alla fine di luglio scadranno BOT semestrali per 7,7 miliardi di euro. Il Mef informa che alla data del 14 luglio 2015 la circolazione di BOT era pari a 129.131,470 euro, 41.356,376 milioni di euro a sei mesi e 87.775,094 milioni di euro a un anno.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 26 giugno | Tasso sale a 0,06%


Il Tesoro nell'asta di oggi 26 giugno 2105 ha collocato 6,750 miliardi di euro di BOT a 6 mesi con un tasso in aumento allo 0,06%, dallo 0,004% registrato nell'asta del 27 maggio scorso. Buona la domanda, pari a 1,58 offerta.

La vicenda greca sta generando al momento tensioni contenute sui titoli di Stato italiani. Il rendimento è in linea con il tasso con cui scambiava sul mercato secondario, sui massimi dall'asta di febbraio scorso.

Dopo l'asta lo spread BTP decennale e Bund tedesco equivalente si attesta a 127 punti base, per un tasso del Btp al 2,12%.


Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 26 giugno

24 giugno 2015. Il 26 giugno il Tesoro metterà in asta BOT a 6 mesi (184 giorni), in scadenza il 31 dicembre 2015, per 6,75 miliardi di euro di titoli, 4 giorni dopo, spiega il ministero dell'economia in un comunicato, verranno a scadenza BOT semestrali per 7,7 miliardi di euro.

Alla data del 12 giugno c'erano in circolazione 129,514 miliardi di Buoni Ordinari del Tesoro, di cui 42,306 miliardi a sei mesi e 87,208 miliardi a 12 mesi. Il codice ISIN è IT0005118333, le domande di prenotazione in asta dei titoli di stato sulla scadenza breve vanno presentate entro domani.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 27 maggio 2015


Il Tesoro ha venduto nell'asta di oggi 27 maggio tutti i 6 miliardi di euro di BOT a 6 mesi previsti dall'offerta a un tasso d'interesse che ritorna poco sopra lo zero, a 0,004%.

Buona per la domanda che ha raggiunto gli 11,659 miliardi di euro per un rapporto di copertura aumentato a 1,94 da 1,80 dell'asta BOT semestrali del mese scorso.

In prossimità dell'asta sul secondario italiano lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 10 anni è tornato salire fino a 139,5 punti base, per un rendimento del Btp in rialzo all'1,93%, per scendere dopo il collocamento a 138,90 punti.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 27 maggio

25 maggio 2015 - L’asta di BOT a 6 mesi di maggio si svolgerà giorno 27, secondo quanto comunicato dal Mef, il Ministero dell’economia e delle finanze. I titoli di Stato sulla scadenza brevissima, 30 novembre 2015 (185 giorni), verranno offerti per iun importo nominale dell’emissione di 6 miliardi di euro.

Il codice ISIN è IT0005108326. Ricordiamo che il taglio minimo sottoscrivibile è pari a 1.000 euro e che i BOT sono collocati con il sistema dell'asta competitiva con le offerte degli operatori sono espresse in termini di rendimento.

Il 29 maggio 2015 scadranno BOT semestrali per 6,1 miliardi di euro. A metà maggio 2015 la circolazione dei BOT risulta essere pari a 129.618,229 milioni di euro, 42.410,574 milioni di BOT a sei mesi e 87.207,655 milioni a un anno.

Asta BOT 6 mesi 28 aprile 2015, tasso allo 0

Il Tesoro ha venuto oggi 28 aprile BOT (Buoni Ordinari del Tesoro) a 6 mesi per 6,5 miliardi di euro il massimo dell'offerta prevista per questa asta di titoli di Stato sulla scadenza breve.

Il tasso medio è al nuovo minimo storico, dallo 0,04% dell'analoga asta di marzo scende allo 0,00%. La domanda rimane comunque su livelli discreti pari a 11,7 miliardi per un rapporto di copertura di 1,8 (la richiesta supera di 1,8 volte l'offerta) contro 1,71 del mese scorso.

Il rendimento minimo accettato del BOT semestrale per la prima volta è quindi negativo. Il 19 gennaio scorso il ministero il Tesoro, prospetticamente, aveva ridotto le commissioni massime proprio sui BOT, annullandole in caso di tasso pari a zero o negativo.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 28 aprile 2015 | Caratteristiche emissione

24 aprile 2015. Il Tesoro mette in asta il 28 aprile 2015 titoli di Stato sulla scadenza breve, BOT a 6 mesi, con scadenza il 30 ottobre 2015 per un ammontare massimo dell'emissione stabilito in 6,5 miliardi di euro. Il codice ISIN è IT0005105140I.

I BOT semestrali sono collocati con il sistema dell'asta competitiva, le offerte degli operatori sono espresse in termini di rendimento. La sottoscrizione minima per i BOT a sei mesi è di 1.000 euro.

Nella precedente e analoga emissione del mese scorso il titolo semestrale del Tesoro aveva fatto segnare un tasso vicinissimo allo 0 (0,040%), ultimo minimo storico.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 27 marzo | Tasso al minimo record

Nell'Asta BOT a 6 mesi di oggi 27 marzo 2015 il Tesoro ha collocato titoli di Stato sulla scadenza breve per 7 miliardi di euro, il massimo dell'ammontare previsto dall'offerta.

Il tasso è calato al nuovo minimo record dello 0,040% rispetto allo 0,090% di collocamento del BOT a sei mesi dell'ultima asta.

La domanda è stata pari a 1,71 volte l'offerta, per un rapporto di copertura in lieve calo rispetto a 1,81 dell’ultima asta BOT semestrale.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 27 marzo 2015

Venerdì 27 marzo 2015 il Tesoro mette in asta BOT a 6 mesi (183 giorni) per un massimo di 7 miliardi di euro. La scadenza è fissata al 30 settembre 2015 e il Codice ISIN è IT0005091480.

I Bot saranno collocati con il sistema dell’asta competitiva, le offerte verranno espresse in termini di rendimento. I BOT possono essere sottoscritti per un importo minimo di 1.000 euro.

Cinque giorni dopo l'asta di fine marzo del titolo di Stato sulla scadenza breve andranno in scadenza Bot semestrali per 7,7 miliardi di euro. A metà marzo i BOT in circolazione risultano pari a 131.320,591 milioni di euro, 43.104,652 mln per il titolo a sei mesi e 88.215,939 milioni per il titolo a un anno.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi di oggi 25 febbraio, tasso al minimo storico


I BOT a 6 mesi fanno segnare un tasso al minimo storico nell'asta di oggi, 25 febbraio, di titoli di Stato sulla scadenza breve. Il Tesoro ha infatti piazzato titoli per 7 miliardi di euro, il massimo previsto dall'offerta, per un tasso in calo dallo 0,16% allo 0,09% della precedente analoga emissione

Buona la domanda che ha toccato i 12,635 miliardi, per un rapporto di copertura pari a 1,81 (la richiesta ha superato di 1,81 volte l'offerta) in salita da 1,74 precedente.

Sul mercato secondario italiano oggi lo spread Btp-bund decennali tedeschi ha aperto poco mosso a 109 punti base, dai 108 della chiusura di ieri, per un tasso di rendimento del titolo a 10 anni italiano all'1,45%.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 25 febbraio 2015


Il 25 febbraio si tiene la seconda asta di titoli di Stato di fine mese con il Tesoro che proverà a collocare BOT a 6 mesi per un massimo di 7 miliardi di euro. I Bot semestrali (185 giorni) in offerta hanno codice Isin IT0005086084 e scadono il 31 agosto del 2015.

Il regolamento dei titoli a brevissimo termine è fissato due giorni dppo l'emissione quando, ricorsa il Ministero dell'economia e delle finanze, vengono a scadenza BOT a sei mesi per 7,5 miliardi.

Alla data del 13 febbraio erano in circolazione 132,540.356 miliardi di Bot, di cui 43,260.276 mld a 6 mesi e 89,280.080 miliardi a un anno.

I BOT sono venduti con il sistema di collocamento dell'asta competitiva, le offerte degli operatori sono espresse in termini di rendimento. L'importo minimo di sottoscrizione dei titoli è pari a mille euro.

Titoli di Stato | Risultati asta BOT 6 mesi di oggi 28 gennaio

Tutti e 7 i miliardi di euro di BOT a 6 mesi previsti dall'offerta sono stati venduti oggi 28 gennaio dal Tesoro che nell'asta di stamattina ha ottenuto buoni risultati assegnato i titoli di Stato sulla scadenza brevissima con tassi in deciso calo allo 0,16% dallo 0,297% registrato nell'analoga asta di dicembre, a un passo dal minimo storico dello 0,13%, fatto segnare ad agosto scorso. Ottimo il rapporto di copertura, per una domanda in crescita che supera di 1,74 volte l'offerta da 1,39 precedente.

"La richiesta ha registrato un forte aumento. Una copertura di tutto rispetto"

commenta un esperto all'agenzia Mf-DowJones, la discesa dei tassi potrebbe continuare. Dopo l'esito dell'asta lo sprea Btp-Bund decennali tedeschi si attesta a 124 punti base per un tasso del Btp decennale sale all'1,62% dall'1,535% registrato alla chiusura di ieri.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 28 gennaio 2015

27 gennaio 2015. Dopo il buon esito delle aste di oggi, il Tesoro mette in asta domani 28 gennaio 2015 BOT a 6 mesi per un'offerta complessiva pari a 7 miliardi di euro. I titoli di Stato hanno scadenza 31 luglio 2015, 182 giorni. A fine mese scadono BOT semestrali per 7,163 miliardi di euro. Il Codice ISIN è IT0005075699.

Alla data del 14 gennaio erano in circolazione 132,3 miliardi di Buoni ordinari del Tesoro, qui 89,6 annuali dei quali annuali e 42,72 miliardi a 6 mesi. Il regolamento per i titoli in asta domani è stabilito due giorni dopo l'emissione. I Bot sono collocati con il sistema di collocamento dell'asta competitiva, le offerte degli operatori espresse in termini di rendimento.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 29 dicembre 2014 | Tasso in salita

AGGIORNAMENTO ore 12:30. Il Tesoro ha venduto stamattina tutti e 7 i miliardi di euro di BOT a 6 mesi previsti dall'offerta, con un tasso di rendimento medio salito allo 0,297% dallo 0,272% dell'analoga asta di novembre. La domanda ha superato di 1,39 volte l'offerta ma il rapporto di copertura è in calo da 1,72 precedente.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi di oggi 29 dicembre

Titoli di Stato sulla brevissima scadenza in emissione oggi 29 dicembre 2014. Il Ministero dell'economia e delle finanze mette in asta 7 miliardi di euro di Bot a 6 mesi (179 giorni) in scadenza il 31 dicembre 2015 e con data di regolamento che cade nell'anno nuovo, il 2 gennaio, contestualmente scadono Bot semestrali per 8,25 mld di euro.

Al 12 dicembre 2014 il Mef ricorda che erano in circolazione 133,745.612 miliardi di Buoni ordinari del Tesoro, dei quali 43,273.276 di Bot a 6 mesi e 90,472.336 miliardi a 12 mesi.

Il mercato secondario italiano oggi ha aperto in calo, c'è abbastanza cautela per via del voto per l'elezione del presidente della Repubblica in Grecia, voto decisivo per la permanenza o meno dell'attuale governo, voto che influenza tutta la periferia dell'eurozona.

Alle 9:00 il tasso del Btp decennale italiano saliva a 1,97% da 1,944% della chiusura del 23 dicembre con lo spread Btp/Bund a 10 anni che si è portato a 139 punti base da 135 punti della chiusura del 23 dicembre.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi di oggi 26 novembre, tasso in calo

Il Tesoro nell'asta di Bot a 6 mesi di oggi ha venduto tutti e 6 i miliardi di euro di titoli previsti come target massimo dall'emissione, a un tasso di rendimento medio in calo allo 0,272%, ai minimi da settembre, dallo 0,379% del collocamento di ottobre. La domanda ha superato di 1,72 volte l'offerta (1,73 precedente), le richieste hanno toccato quota 10,32 miliardi.

Sul secondario italiano intanto lo spread tra il Btp a 10 anni e il bund tedesco equivalente continua a viaggiare al di sotto dei 140 punti base, in area 139 punti, con il rendimento del titolo italiano al 2,14% contro un tasso sotto il 2% del decennale iberico.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 26 novembre 2014

25 novembre 2014. Aste di titoli di Stato di fine mese al via. Domani 26 novembre 2014 il Tesoro prova a collocare 6 miliardi di BoT a 6 mesi, in scadenza il 29 maggio 2015. L'emissione dei titoli a breve hanno data di regolamento fissata al 28 novembre, quando scadono circa 7,15 miliardi di BOT semestrali. Il codice ISIN è: IT0005067258.

I Buoni ordinari del Tesoro con scadenza semestrale sono venduti con il sistema di collocamento dell'asta competitiva, le offerte degli operatori espresse in termini di rendimento. I titoli possono essere sottoscritti per un taglio minimo di 1.000 euro.


Dal Mef nei giorni scorsi avevano fatto sapere che vista l’ampia disponibilità di cassa, quindi le ridotte esigenze di finanziamento, le aste dei CTZ e dei BTP€i previste per oggi sono state annullate. Stessa cosa per le aste a medio-lungo termine previste per l'11 dicembre 2014.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 29 ottobre, tasso sale a 0,379%

Il Tesoro ha piazzato oggi 29 ottobre Bot semestrali per 6,5 miliardi di euro, l'intero ammontare previsto dall'offerta, facendo registrare rendimenti in rialzo per il titolo di Stato sulla brevissima scadenza. Il tasso del Bot a 6 mesi sale allo 0,379% rispetto allo 0,232% dell'asta precedente, meglio per i risparmiatori, peggio per le casse pubbliche che dovranno pagare più interessi. Buona la domanda anche se il rapporto di copertura è stato pari a 1,73, in calo rispetto a 1,85 dell'analogo collocamento del mese scorso.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 29 ottobre, offerta da 6,5 mld

28 ottobre 2014. Il Tesoro domani, mercoledì 29 ottobre 2014, offre in asta, con regolamento due giorni dopo, 6,5 miliardi di Bot a 6 mesi (181 giorni) contro di 7,7 miliardi di titoli di Stato semestrali che vanno in scadenza.

Alla data del 14 ottobre la circolazione di Buoni ordinari del Tesoro era pari a 136,074.041 miliardi: 45,463.000 miliardi di Bot 6 mesi e 90,611.041 miliardi a 12 mesi.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi di oggi 26 settembre 2014, tasso in rialzo

Il Tesoro stamattina ha piazzato tutti i 7 miliardi di euro di BOT a 6 mesi previsti dall'asta di oggi 26 settembre, con un tasso di rendimento in rialzo allo 0,232%, dal precedente minimo storico dello 0,136% dell'analogo collocamento di agosto. La domanda è stata in netto rialzo, quasi 13 miliardi, per un rapporto di copertura che si è portato a 1,85 da 1,63 precedente.

Il tasso del BOT semestrale è tornato in rialzo per la prima volta da sei mesi, quando era sullo 0,594%. Poi era stato un continuo aggiornamento dei minimi del rendimento, fino al collocamento odierno.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 26 settembre 2014, l'offerta del Tesoro


25 settembre 2014. Il Tesoro domani 26 settembre 2014 chiude la settimana in aste di titoli di Stato con il collocamento di BOT a 6 mesi, prima tranche, con scadenza 31 marzo 2015 e codice ISIN: IT0005047037.

L'ammontare complessivo dell'offerta è pari a 7 miliardi di euro di titoli semestrali. Il termine per la prenotazione da parte dei risparmiatori è fissata come sempre per il giorno precedente all'asta, cioè oggi 25 settembre 2014. Le domande in asta si presentano entro le 11.00 di domani mentre la data di regolamento è fissata per l'ultimo giorno del mese quando scadono BOT semestrali per 8,25 miliardi di euro.

Alla data del 12 settembre c'erano in circolazione BOT a sei mesi per 46 miliardi e BOT a un anno per 92,3 miliardi, per un ammontare complessivo di 138,3 miliardi di euro di Buoni Ordinari del Tesoro sulla breve e brevissima scadenza.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi 27 agosto 2014, tasso al minimo storico

27 agosto 2014. Il Tesoro ha collocato stamattina tutti e 7,5 miliardi di BoT a 6 mesi previsti all'offerta per un tasso di rendimento medio di assegnazione ancora in calo allo 0,136% dallo 0,236% della precedente asta di luglio. È il nuovo minimo storico dall'introduzione dell'euro. Buona la domanda che ha superato di 1,63 volte l'offerta, dal bid to cover di 1,75 della scorsa asta.

E il rinnovato clima di fiducia sui titoli del nostro debito pubblico si rispecchia nell'andamento del mercato secondario: lo spread tra il Btp e il Bund tedesco decennale ha aperto oggi in ulteriore ribasso, a 146,4 punti dai 147 della chiusura di ieri, con un rendimento del titolo a 10 anni del Tesoro al 2,39%. Il differenziale italiano resta più basso di quello dei titoli equivalenti britannici (Gilt) e del Bund tedesco.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 27 agosto 2014


Il ministero dell'Economia e delle Finanze fa sapere che il 27 agosto 2014 verrano messi in asta Buoni ordinari del Tesoro a 6 mesi per complessivi per 7,5 miliardi. Il regolamento fissato per il giorno 29 del mese. L'emissione dei titoli a breve termine di fine agosto arriva in prossimità dello scadere di oltre 8,6 miliardi di BOT semestrali (il 29 agosto).

Alla data del 14 agosto la quota di Bot in circolazione era pari a 140,202 miliardi, dei quali 47,131 miliardi di Bot a 6 mesi e 93,071 miliardi 12 mesi.

Ieri sul secondario italiano lo spread tra Btp a Bund tedeschi decennali ha chiuso a 159 punti base. Il differenziale in settimana si sé progressivamente ridotto per un tasso del titolo di Stato italiano che si attesta al 2,58%.

Titoli di Stato | Asta BOT annuali di oggi 12 agosto, tasso al minimo storico

AGGIORNAMENTO ORE 14.00. Nuovo minimo storico per il titolo di Stato annuale del Tesoro che ha venduto nell'asta di stamattina tutti i 7 miliardi di titoli a 12 mesi con il tasso in calo allo 0,279% dal precedente minimo di luglio (0,387%). La domanda è stata pari a 1,83 volte l'offerta di collocamento, per 12,807 miliardi di euro, in salita rispetto a luglio. Il totale dei BoT in circolazione a metà agosto risulta pari a 139,5 miliardi di euro.

Dopo il buon esito dell’asta dei Certificati del Tesoro zero coupon (CTz) di ieri (con il rendimento al nuovo minimo storico), il Tesoro oggi 12 agosto 2014 mette in asta BoT (Buoni ordinari del Tesoro) a 12 mesi per un totale di 7 miliardi, cifra inferiore a quella che va in scadenza (8,65 miliardi), con gli analisti di UniCredit che stimano nuove flessioni dei tassi, su livelli record, allo 0,28%-0,29%.

Sul mercato secondario il tasso di rendimento del BTp decennale è sceso al 2,78%, dal 2,81% di venerdì, con lo spread giù di 4 punti a quota 171. Sull'obbligazionario italiano non sembra aver impattato dunque il cartellino giallo di Moody’s. L'agenzia di rating ieri ha ridotto le stime del Pil italiano 2014 a -0,1% dal precedente +0,5%, rivedendo al rialzo previsione del debito pubblico per il 2014: al 136,4% dal 135,8% precedente.

Titoli di Stato | Asta Bot sei mesi del 29 luglio, com'è andata

Il Ministero dell'economia e delle finanze ha piazzato nell'asta di stamattina tutti e 7 i miliardi di Bot a 6 mesi previsti dall'offerta per il nuovo tasso di rendimento minimo raggiunto dall'introduzione dell'euro: 0,236% contro lo 0,309% dell'asta di giugno.

Buona la domanda pari a 1,75 volte l'offerta (da 1,73 dell'asta di giugno) cioè uguale a 12,2 miliardi di euro, che conferma l'interesse degli investitori per i titoli del debito pubblico italiani.

Nell'asta di Ctz di ieri il rendimento è sceso al nuovo minimo storico dall'introduzione della moneta unica europea mentre domani ci saranno le aste di medio-lungo termine: 4,5 6 miliardi di euro di Btp a 5 e 10 anni e 1-1,5 miliardi di Ccteu a 5 anni.

Dopo l'asta Bot semestrali di oggi sul mercato secondario italiano lo spread tra Btp e Bund tedeschi decennali, che aveva aperto sui 151 punti base, si attesta in area 152 punti per un tasso del Btp sotto il 2,7%, al 2,65%.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 29 luglio 2014


28 luglio 2014. Domani 29 luglio 2014 il Tesoro metterà in asta BOT a 6 mesi (186 giorni) per un massimo di 7 miliardi di euro, due giorni dopo, giungono a scadenza BOT semestrali per 8,143 miliardi di euro. Il Codice ISIN del Bot in collocamento domattina è IT0005037251.

I Bot sono venduti con il sistema di collocamento dell'asta competitiva, le offerte degli operatori sono espresse in termini di rendimento, per titoli che possono essere sottoscritti per un importo di 1.000 euro minimo. A metà luglio la quota di Buoni ordinari del Tesoro in circolazione era pari a 142.107,121 milioni di euro, 48.111,08 dei quali a sei mesi e 93.996,041 milioni di euro a un anno.


Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi di oggi 28 maggio, tasso in calo

Il Tesoro fa il botto nell'asta di oggi sulla scadenza brevissima collocando tutti i 6,5 miliardi di euro di Bot a 6 mesi offerti, per una domanda di 11,021 miliardi e un tasso in calo, come previsto, allo 0,492% dallo 0,594% dell'analoga asta precedente, a fine aprile.

Domani banco di prova più importante per i titoli di Stato italiani, con le aste Btp a 5 e 10 anni e CctEu 15 novembre 2019.

Dopo l'asta di stamattina sul mercato secondario lo spread Btp-Bund è a quota 165 punti base con un rendimento del decennale italiano sempre sotto la soglia del 3%, al 2,97%.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 28 maggio 2014


27 maggio 2014. Dopo il buon esito delle aste di oggi, domani 28 maggio il Tesoro mette in asta Bot semestrali per 6,5 miliardi di euro con data di regolamento due giorni dopo, quando scadranno Bot a sei mesi per 7 miliardi. Gli analisti prevedono redimenti in calo.

Alla data del 14 maggio 2014 la circolazione di Buoni ordinari del Tesoro era pari 142,857.121 miliardi, 48,511.080 miliardi a 6 mesi (182 giorni) e 94,346.041 miliardi a un anno.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi di oggi 28 aprile 2014: tasso in rialzo

28 aprile 2014. Il Tesoro fa il pieno collocando nell'asta BOT a sei mesi di oggi 28 aprile tutti e 7 i miliardi di titoli previsti dall'offerta, per un tasso lordo in leggero rialzo allo 0,594%, rispetto allo 0,504% dell'asta precedente. La domanda si conferma su buoni livelli, essendo arrivate richieste per 11,2 miliardi, per un rapporto di copertura pari a 1,61 da 1,66 precedente.

Lo spread tra Btp decennali e Omologhi Bund tedeschi sul mercato secondario rimane stabile dopo l'asta, a 163 punti base. L'attesa è ora per domani quando ci saranno le aste di Btp e di Ccteu.

Titoli di Stato | Asta BOT a 6 mesi del 28 aprile 2014


23 aprile. Il dipartimento del Tesoro del Ministero dell'economia e delle finanze informa che lunedì 28 aprile 2014 ci sarà l’asta di titoli di Stato sulle scadenza brevissima con un'offerta per complessivi 7 miliardi di euro di BOT a 6 mesi.

Due giorni dopo vengono a scadenza BOT semestrali per 8,1 miliardi di euro. Nell'ultima asta del titolo a sei mesi il tasso era salito allo 0,504% dal precedente minimo storico dello 0,455%

Stamattina intanto sul mercato secondario lo spread tra Btp decennale e Bund tedesco equivalente ha aperto a 154,9 punti, stabile rispetto alla chiusura di ieri, per un rendimento del Btp che resta sui minimi, al 3,08%. Lo spread Bonos spagnoli-Bund si attesta invece a 152,3 punti base, con un tasso del titolo iberico al 3,05%.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi: buona la domanda, ma il tasso sale

27 marzo 2014. Il Tesoro fa il pieno e colloca tutti i 7,5 miliardi di euro di Bot a 6 mesi, in prima tranche, previsti dall'offerta. Il tasso di rendimento sale però allo 0,504% dal minimo storico dello 0,455% fatto segnare nell'ultima asta del titolo semestrale del mese scorso. La domanda è comunque in crescita, il rapporto di copertura passa da 1,44 del collocamento di febbraio a 1,66.

E se è vero che i titoli del debito pubblico italiano hanno ritrovato la fiducia degli investitori, anche stranieri, e ci sono prospettive di miglioramento dei conti vista la minore spesa prevista per gli interessi da pagare sul debito, d'altra parte, nota Investire oggi:

prestare soldi a soldi allo Stato per 6 mesi non conviene più. Come dimostrato dal bid to cover (1,66), inferiore a quello dell’asta CTZ (0,202) di ieri. Al netto dell’inflazione (0,70%), delle imposte sugli interessi (12,50%) e dei costi bancari e del bollo sul deposito titoli (0,02%), il rendimento reale alla fine del periodo di maturazione è indubbiamente negativo. E’ la classica situazione che viene a crearsi in uno scenario di costo del denaro a zero, che anticipa la deflazione - osservano gli esperti.

Dopo l'asta lo spread tra Btp e Bund tedeschi scende a 176 punti base, con un rendimento del decennale italiano in calo al 3,30% sul mercato secondario. Il differenziale tra Bonos spagnoli a 10 anni ed equivalenti Bund si aggira invece sui 172 punti base, per un tasso dei Bonos al 3,26%.

Titoli di Stato | Asta BOT 6 mesi del 27 marzo 2014

La settimana di aste dei nostri titoli di Stato prosegue stamattina con il Tesoro che offre un massimo di 7,5 miliardi di Bot a 6 mesi, per 8,57 miliardi del titolo semestrale che sempre oggi 27 marzo, contestualmente, giungono a scadenza.

Il titolo obbligazionario di breve termine stamane scambiava sul mercato secondario a un tasso dello 0,514% dallo 0,455% dell'asta di un mese fa, difficilmente replicabile, quando il Bot a sei mesi aveva toccato minimo dall'introduzione dell'euro.

Titoli di Stato | Asta BoT 6 mesi 26 febbraio 2014: tasso al minimo storico


26 febbraio 2014. Nell'asta di oggi 26 febbraio i nostri titoli di Stato sulla scadenza breve fanno registrare un nuovo minimo storico: il tasso di rendimento medio del BOT a 6 mesi è sceso sotto la soglia dello 0,5% per la prima volta dall'introduzione della moneta unica europea, attestandosi allo 0,455% dallo 0,59% della precedente asta di gennaio. Più fiducia nei titoli del nostro debito pubblico, che proprio per questo però rendono di meno rispetto a qualche mese fa.

Il Tesoro ha collocato tutta l'offerta di Bot semestrali, pari a 8,5 miliardi di euro previsti. In calo il rapporto di copertura, cioè la domanda, che passa 1,44 da 1,52 di gennaio.

Dopo l'asta lo spred tra Btp e Bund a 10 anni sio aggira sui a 191,7 punti base, con rendimento in calo al 3,57%: sul fronte azionario Piazza Affari dopo il buon esito del collocamento sale dello 0,15%, con il Ftse Mib sopra i 20mila punti, a 20.502. Il battesimo dei mercati per il nuovo governo Renzi si conclude domani con le aste di media-lunga scadenza.

Titoli di Stato | Asta BoT 6 mesi del 26 febbraio 2014

24 febbraio. Dopo la smentita di un inasprimento della tassazione sui BoT, l'ipotesi era stata avanzata dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio, il Mef proverà a collocare mercoledì 26 febbraio 8,5 miliardi di Buoni ordinari del Tesoro a 6 mesi. Due giorni dopo, data di regolamento, scadranno 9,775 miliardi di titoli di Stato a 182 giorni.

Al 14 febbraio 2014 la circolazione complessiva di Bot era di 146,132.124 miliardi, 50,382.080 miliardi a 6 mesi e 95,750.044 miliardi a 12 mesi.

I titoli in asta il 26, possono essere sottoscritti per un minimo di mille euro. Il Tesoro informa che non essendoci specifiche esigenze di cassa, non verrà offerto questo mese il BoT trimestrale.


(in aggiornamento)

Titoli di Stato | Asta Bot 6 mesi 29 gennaio 2014: rendimento in discesa, buona la domanda

Il Tesoro ha collocato tutti e 8 i miliardi di euro di Bot a 6 mesi - Isin IT0004986433 - previsti dall’offerta di oggi, con un rendimento dello 0,590%, in calo dallo 0,827% registrato nell'asta di fine dicembre. La domanda di Bot semestrali è salita: bid to cover a 1,52 da 1,32 precedente.

Dopo l'asta sul mercato secondario lo spread Btp-Bund decennali tedeschi si attesta a 214 punti, con rendimento del Btp al 3,82%. Nel Def si prevede che lo spread non debba superare i 200 punti base a fine 2014. Sull’azionario, a Piazza Affari il Ftse Mib è in crescita dello 0,52% a 19.548 punti.

"C'è grande appetito per i nostri titoli sia da parte di investitori italiani che esteri"

commenta Maria Cannata, direttore generale del debito pubblico al Mef. Nelle aste di ieri il rendimento dei Ctz era sceso al minimo storico.

Titoli di Stato: asta Bot 6 mesi del 29 gennaio 2014


28 gennaio 2014. Il dipartimento del Tesoro del Mef informa che all'asta di domani 29 gennaio 2014 verranno offerti 8 miliardi di Bot a 6 mesi con regolamento previsto per il 31 gennaio.

Alla data del 14 gennaio 2014 erano in circolazione Buoni ordinari del Tesoro per 149,429.044 miliardi: 52,014 miliardi di Bot semestrali (181 giorni) e 97,415.044 miliardi di Bot a un anno.

Nelle aste di oggi invece sono stati piazzati Btpei (indicizzati all'inflazione dell'eurozona) con scadenza settembre 2018 per 1,25 miliardi di euro, con un tasso di interesse in calo all'1,39%, e 2,5 miliardi di Ctz con scadenza dicembre 2015 con un rendimento in discesa dello 0,315% sulla precedente asta e che segna così il minimo storico (1,031%).

La settimana di aste per i nostri titoli di Stato si chiuderà il 30 gennaio con il più importante banco di prova delle scadenze di medio-lungo termine. Sul mercato secondario europeo dei titoli del debito pubblico lo spread Btp-Bund dopo le aste di oggi si aggira sui 217 punti base (dai 226 toccati nella prima mattinata di ieri) con tasso del decennale italiano al 3,85%.

Titoli di Stato: asta Bot a 6 mesi, il Tesoro fa il pieno

29 maggio 2013. Dopo i CTz e BTP€i oggi il Tesoro fa il pieno con l’asta dei Buoni ordinari del Tesoro collocando tutti gli 8 miliardi di BoT a 6 mesi. Il rendimento medio è in lieve rialzo allo 0,538%, dal minimo storico di fine aprile scorso, allo 0,503%. La domanda ha superato l’offerta del mercato di 1,58 volte, il rapporto di copertura sale così dal precedente 1,40, segnale che il mercato crede nel debito sovrano dell’Italia che oggi vedrà concretizzarsi la sua uscita dalle secche delle procedura di infrazione Ue per deficit eccessivo avviata nel lontano 2009. Il vicepresidente della commissione europea Antonio Tajani, stamattina alle 10 aveva già annunciato in un tweet l’ok di Bruxelles, ma la riunione della commissione Ue era ed è ancora in corso e si attende la conferenza stampa delle 14 per l’ufficializzazione.

Nel tweet, poi cancellato verso le 11, si leggeva:

la Commissione Ue raccomanda l'abrogazione della procedura per deficit eccessivo a carico dell'Italia.

Per il nostro Paese si prevedono sei raccomandazioni della Commissione per rafforzare economia e competitività mentre per Francia, Spagna e Olanda si profila un allungamento dei tempi per raggiungere gli obiettivi di risanamento, per far scendere il deficit sotto il 3% del Pil.

Piazza Affari dopo l’asta dei BoT prosegue debole anche se meglio della altre piazze finanziarie europee, mentre sul secondario lo spread Btp/Bund viaggia sui 256 punti base e il rendimento del decennale del Tesoro fa registrare un incremento fino al 4,08%. Il differenziale Bonos spagnoli Bund equivalenti sale a 281 punti, con il tasso dei Bonos al 4,32%.

Si apprezza anche il Bund tedesco: il clima sfavorevole causato dal taglio delle stime sull'economia delle Cina da parte del Fondo Monetario Internazionale ha messo sotto stress tutto il debito dell'Eurozona.

PROSEGUI LA LETTURA

Titoli di Stato: asta BOT 6 mesi del 29 marzo é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 12:42 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0
Evasione fiscale e contributiva a quota 110 miliardi Wed, 29 Mar 2017 14:28:53 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/581189/evasione-fiscale-e-contributiva-a-quota-110-miliardi http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/581189/evasione-fiscale-e-contributiva-a-quota-110-miliardi RM RM

evasione fiscale e contributiva

L'evasione fiscale e contributiva in Italia tocca quota 110 miliardi di euro all’anno. Il dato è riferito al 2014 e certifica come la lotta all’evasione sia una battaglia molto difficile da vincere. A fornire questi numeri è stato, stamane, il presidente della Commissione per la redazione della "Relazione annuale sull'economia non osservata e sull'evasione fiscale e contributiva”, cioè l’ex presidente Istat ed ex ministro del lavoro Enrico Giovannini.

In audizione alla Commissione Bicamerale il professore Giovannini ha parlato dell'evasione fiscale e contributiva in riferimento al triennio 2012-2014. Nel 2014 il tax gap, ovvero la differenza tra le imposte che si dovrebbero pagare e quelle effettivamente pagate si è fatto più ampio, per arrivare a quota 111,6 miliardi di euro dai 108 miliardi del 2012.

Il sommerso riguarda le più svariate attività e impieghi: dal negozio sotto casa, alle badanti fino a settori come quello delle costruzioni piuttosto che dei servizi alle imprese. Più in dettaglio è stato rilevato un sommerso del 30% nei servizi alle famiglie, del 26% nel commercio e negli esercizi pubblici, del 24% nelle costruzioni e del 20% nei servizi alle imprese.

Il coordinatore dell'Ufficio studi della Cgia Paolo Zabeo commenta così i dati diffusi oggi sull'evasione fiscale e contributiva: "Ci sono ancora moltissime persone completamente sconosciute al fisco che continuano a nascondere quote importanti di valore aggiunto. Non dimentichiamo, poi, il mancato gettito imputabile alle manovre elusive delle grandi imprese, delle multinazionali del web e alla fuga di alcuni grandi istituti bancari e assicurativi che hanno spostato le sedi fiscali nei Paesi con una marcata fiscalità di vantaggio per pagare meno tasse".

PROSEGUI LA LETTURA

Evasione fiscale e contributiva a quota 110 miliardi é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 16:28 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0
Uccise un uomo 13 anni fa, catturato grazie a Facebook Wed, 29 Mar 2017 08:11:58 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/581187/uccise-un-uomo-13-anni-fa-catturato-grazie-a-facebook http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/581187/uccise-un-uomo-13-anni-fa-catturato-grazie-a-facebook Andrea S. Andrea S.

80enne tenta di derubare 70enne bresso

Segnatevi questo promemoria: se doveste uccidere qualcuno e poi provare a farla franca, meglio lasciar perdere Facebook e gli altri social network. Un romeno è stato catturato a distanza di 13 anni, grazie al suo profilo Facebook che ha permesso alla polizia di monitorarne il profilo e controllare i movimenti.

L'uomo, 47 anni, aveva ucciso un 87enne, Carlo Ossola, di Comerio (Varese) ed è stato arrestato in Germania su mandato di arresto europeo emesso dall'autorità giudiziaria di Varese, ed è già stato estradato in Italia, in attesa di giudizio.

Il complice dell'uomo, invece, era già stato arrestato nel 2005. I due avevano ucciso l'anziano colpendolo con una roncola durante un tentativo di rapina.

PROSEGUI LA LETTURA

Uccise un uomo 13 anni fa, catturato grazie a Facebook é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 10:11 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0
Piqué attacca il Real: "Trasmette valori sbagliati" Wed, 29 Mar 2017 14:55:30 +0000 http://www.outdoorblog.it/post/471707/pique-contro-il-real-madrid-trasmette-valori-sbagliati http://www.outdoorblog.it/post/471707/pique-contro-il-real-madrid-trasmette-valori-sbagliati Stefano Capasso Stefano Capasso

Gerard Piqué ha fatto scoppiare un pandemonio in Spagna con alcune dichiarazioni molto offensive nei confronti del Real Madrid. Il difensore del Barcellona è da sempre un convinto autonomista, favorevole cioè alla divisione della Catalogna dallo stato centrale. Anche questi antichi contrasti hanno da sempre creato forti tensioni tra le due principali squadre di calcio della Spagna: il Barcellona e appunto il Real Madrid.

Piqué si è lasciato andare ad affermazioni molto pesanti nei confronti dei rivali di sempre, accusati di giocare sporco anche in sede giudiziaria: "Non lavorerei mai per il Real Madrid. Non mi piacciono i valori che trasmette. Apprezzo molto i giocatori del Real, molti sono amici, ma la persona che li ha mandati a giudizio e che casualmente ha riservato un trattamento diverso a Cristiano Ronaldo (Marta Silva de Lapuerta, ex segretaria della giunta direttiva del Real e oggi all'Avvocatura dello Stato) occupa allo stadio il posto accanto a Florentino Perez sappiamo come funzionano le cose e io dico quello che penso, non mi pento di nulla".

Stando a quanto si vocifera in Spagna, queste parole di Piqué non verranno lasciate cadere nel nulla. A quanto pare il Real Madrid starebbe seriamente pensando di querelare il difensore spagnolo per diffamazione, così come Marta Silva de Lapuerta starebbe pensando di fare lo stesso.

PROSEGUI LA LETTURA

Piqué attacca il Real: "Trasmette valori sbagliati" é stato pubblicato su Outdoorblog.it alle 16:55 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0
Pattinaggio, Mondiali: Kostner ottava dopo il corto Wed, 29 Mar 2017 14:48:10 +0000 http://www.outdoorblog.it/post/471706/pattinaggio-mondiali-helsinki-2017-carolina-kostner-coppie-artistico-29-marzo http://www.outdoorblog.it/post/471706/pattinaggio-mondiali-helsinki-2017-carolina-kostner-coppie-artistico-29-marzo Lucia Resta Lucia Resta

Il ritorno di Carolina Kostner sul palcoscenico iridato è stato un po’ al di sotto delle aspettative, a tradirla sono stati i passi, che solitamente sono uno dei suoi punti di forza. L’azzurra oggi si è esibita nel programma corto ai Mondiali di Helsinki 2017, ottenendo solo un ottavo posto. Sulle note di God of Thunder di Kitaro e Bonzo’s Montreux di John Bonham dei Led Zeppelin, Carolina ha ottenuto in totale 66.33 punti, di cui 32.44 per gli elementi tecnici e 33.89 per i components. La nota dolente è che il punteggio è molto più basso, di circa sei punti, rispetto a quanto fatto, con lo stesso programma, agli Europei di Ostrava, dove alla fine si classificò al terzo posto conquistando il bronzo.

E a proposito di Europei, la campionessa d’Europa in carica e campionessa mondiale uscente procede spedita verso una riconferma: la russa Evgenia Medvedeva è in testa dopo il programma corto con ben 79.01 punti: sulle note di The River Flows in You di Lorenzo de Luca e The Winter di Balmorhea ha ottenuto 42.10 per gli elementi tecnici e 36.81 per i components. Il punteggio della russa è più alto di quello ottenuto nel programma corto agli Europei vinti di recente, ma non è il miglior punteggio stagionale nella prima parte di gara, perché nel Grand Prix aveva ottenuto uno più alto.

Queste sono le prime dieci classificate del programma corto:
1) Evgenia Medvedeva (Russia) 79.01
2) Kaetlyn Osmond (Canada) 75.98
3) Gabrielle Daleman (Canada) 72.19
4) Anna Pogorilaya (Russia) 71.52
5) Karen Chen (Usa) 69.98
6) Maria Sotskova (Russia) 69.76
7) Ashley Wagner (Usa) 69.04
8) Carolina Kostner (Italia) 66.33
9) Wakaba Higuchi (Giappone) 65.87
10) Elizabet Tursynbaeva (Kazakistan) 65.48

Coppie di artistico: azzurri in finale


Nella gara delle coppie di artistico entrambe le coppie azzurre si sono qualificate alla finale. Nel programma corto Valentina Marchei e Ondrej Hotarek si sono esibiti su Seven Nation Army di The White Stripes e hanno ottenuto 71.04 punti, di cui 40.24 per gli elementi tecnici e 30.80 per i components, classificandosi al nono posto. Nicole Della Monica e Matteo Guarise hanno ottenuto 70.08 in totale e si sono piazzati all’undicesimo posto. Al comando troviamo i Wenjing Sui e Cong Han con 81.23 punti seguiti dai tedeschi Aliona Savchenko e Bruno Massot con 79.84.

Queste le prime undici coppie qualificate alla finale (in tutto sono in 16 ad accedere al libero):
1) Wenjing Sui e Cong Han (Cina) 81.23
2) Aliona Savchenko e Bruno Massot (Germania) 79.84
3) Evgenia Tarasova e Vladimir Morozov (Russia) 79.37
4) Xiaoyu Yu e Hao Zhang (Cina) 75.23
5) Natalia Zabiiako e Alexander Enbert (Russia) 75.23
6) Liubov Ilyushechkina e Dylan Moscovitch (Canada) 73.14
7) Meagan Duhamel e Eric Radford (Canada) 72.67
8) Alexa Scimeca Knierim e Chris Knierim (USA) 72.17
9) Valentina Marchei e Ondrej Hotarek (Italia) 71.04
10) Vanessa James e Morgan Cipres (Francia) 70.10
11) Nicole Della Monica e Matteo Guarise (Italia) 70.08

PROSEGUI LA LETTURA

Pattinaggio, Mondiali: Kostner ottava dopo il corto é stato pubblicato su Outdoorblog.it alle 16:48 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0
Porsche 911: foto spia al Nurburgring Wed, 29 Mar 2017 12:15:38 +0000 http://www.autoblog.it/post/862222/porsche-911-foto-spia-al-nurburgring http://www.autoblog.it/post/862222/porsche-911-foto-spia-al-nurburgring Fabio Cavagnera Fabio Cavagnera

Dopo averla spiata qualche settimana fa sulle fredde strade svedesi, la nuova Porsche 911 prosegue i suoi test su un territorio un po’ più naturale: il circuito del Nurburgring. Così il nostro fotografo l’ha pizzicata nel corso dei collaudi sullo storico tracciato tedesco, dove possiamo notare una vettura con qualche novità estetica, seppur mantenendo il classico look della 911.

La nuova Porsche 911 sarà un po’ più ampia, come già visto anche dai muli, mentre nel retro possiamo notare una disposizione delle luci che ricorda un po’ la Mission E Concept, presentata al Salone di Francoforte 2015. Sempre nel posteriore troviamo il nuovo spoiler, più ampio e che occupa tutto il retro, mentre sono previsti altre novità, come nuove maniglie delle portiere.

Come di consuetudine, anche la nuova Porsche 911 avrà le versioni coupé e cabriolet, che sono attese tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019, mentre circa sei mesi più tardi arriverà anche la versione Targa. In seguito, sono previste la GT3 e la GT3 RS, mentre attende ancora conferme l’indiscrezione sull’arrivo, per la prima volta, di una 911 con tecnologia ibrida.

PROSEGUI LA LETTURA

Porsche 911: foto spia al Nurburgring é stato pubblicato su Autoblog.it alle 14:15 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0
iPhone 8: Rumors su dual-cam verticale e Touch ID Wed, 29 Mar 2017 13:00:27 +0000 http://www.melablog.it/post/198355/iphone-8-sara-iphone-edition-rumors-su-dual-cam-verticale-e-touch-id http://www.melablog.it/post/198355/iphone-8-sara-iphone-edition-rumors-su-dual-cam-verticale-e-touch-id Carlo Carlo

Quasi non si fa in tempo a digerire l'ultima fuga di notizie riguardante i prossimi iPhone che già la successiva raggiunge il piatto portando, in alcuni casi, nuovi dettagli. Certamente ormai non è la prima volta che si sente parlare del design di iPhone 8 ma le ultime news sembrano mettere in discussione, in parte, quanto appreso in precedenza.

Le informazioni, riportate di seconda mano da 9to5mac, proverrebbero direttamente da Foxconn, uno dei più grandi fornitori di Apple e riguardano il presunto prototipo di un iPhone 8 appunto. Stando alla fonte, gran parte delle idee attualmente in circolazione sono corrette tranne per alcuni dettagli.

La differenza più eclatante riguarderebbe il sensore Touch ID che, secondo quanto ipotizzato finora, dovrebbe essere integrato direttamente sotto il display utilizzando tecnologie all'avanguardia. Al contrario, invece, il sensore potrebbe essere semplicemente riposizionato sul retro del dispositivo come in alcuni modelli di LG.

Si parla poi di un nuovo tipo di dual-camera nel quale i due sensori fotografici sarebbero schierati verticalmente anziché orizzontalmente come in iPhone 7. Il tutto sarebbe poi posizionato su una scocca posteriore in materiale metallico anziché in vetro come previsto; secondo l'informatore la copertura in vetro sarebbe troppo fragile se sollecitata ad urti e cadute, cosa che avrebbe convinto Apple scegliere una lega metallica. L'ultimo dettaglio riguarda il nome dello smartphone che potrebbe essere battezzato "iPhone Edition", appellativo che si è già potuto leggere e sentire diverse volte nel corso delle ultime settimane.

Naturalmente, come sempre, si tratta di informazioni non confermate ed illazioni; la fonte della leak è sicuramente meno affidabile di altre ed è quindi bene assumere il tutto con una buona dose di scetticismo.

PROSEGUI LA LETTURA

iPhone 8: Rumors su dual-cam verticale e Touch ID é stato pubblicato su Melablog.it alle 15:00 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0
Power Rangers: nuove clip in italiano e locandine Wed, 29 Mar 2017 14:36:07 +0000 http://www.cineblog.it/post/682121/power-rangers-nuove-clip-in-italiano-locandine-e-un-motion-poster http://www.cineblog.it/post/682121/power-rangers-nuove-clip-in-italiano-locandine-e-un-motion-poster Pietro Ferraro Pietro Ferraro

 

01 Distribution ha reso disponibili un nuovo video del reboot Power Rangers in arrivo nei cinema italiani il 6 aprile.

Il nuovo video è una seconda clip in italiano con una nuova scena del film che vi proponiamo insieme a 5 nuove locandine e un motion poster condiviso sull'account ufficiale del film.

Il misterioso motion poster ritrae il casco utilizzato dal Ranger Verde. Come i fan dei Power Rangers sanno questo film non dispone di un Ranger Verde, ma ciò potrebbe confermare un rumor di lunga data legato al film e anticipare quello che vedremo in Power Rangers 2.

 

 

Attenzione a seguire trovate potenziali spoiler sul film quindi proseguite nella lettura a vostro rischio e pericolo.

 

Nel lontano maggio 2016 la teoria di un fan ipotizzava che la nefasta Rita Repulsa, interpretata da Elizabeth Banks, sia in realtà il Ranger Verde, dal momento che alcuni elementi del suo costume verde corrispondono ai costumi dei Power Rangers. Quando i nuovi Power Rangers sono stati svelati, molti sono rimasti sorpresi che non ci fosse un Ranger Verde, dal momento che questo personaggio era parte del team originale della serie tv. Sembra che ci possa essere qualcosa di vero in quella teoria con Rita Repulsa che pare sia in possesso della moneta verde che sarà presente, insieme al casco, nella scena dopo i titoli di coda del film recentemente confermata dal regista Dean Israelite.

 

 

Nella serie televisiva originale, il Ranger verde era Tommy Oliver, interpretato da Jason David Frank. Tommy sarebbe apparso nei panni di diversi Ranger nella serie tv, come il Ranger bianco, il Ranger rosso e il Ranger nero. Mentre Tommy Oliver non apparirà in questo nuovo film dei Power Rangers, lui sarà menzionato e probabilmente imposterà alcuni elementi del sequel.

 


 

 

Power Rangers: prima clip in italiano, nuova locandina e confermata scena dopo i titoli di coda


 

Il 6 aprile tornano nei cinema italiani i Power Rangers in un reboot che promette un rilancio in grande stile dell'iconico franchise anni '90

In attesa di goderci in sala i nuovi Power Rangers vi proponiamo una nuova locandina ufficiale e una prima clip in italiano del film con i ragazzi che iniziano la fase di addestramento guidati da Alpha 5, ma Zack Taylor alias Black Ranger (interpretato da Ludi Lin) sembra avere qualche problema.

Vi segnaliamo inoltre che il regista Dean Israelite ha recentemente confermato al sito Collider che il film avrà una scena dopo i titoli di coda, anzi in realtà non sarà alla fine dei titoli di coda, ma bensì circa a metà e durerà circa due minuti e mezzo. Dato che Lionsgate ha in programma almeno altri 5 film dei Power Rangers con due trilogie collegate è presumibile che la scena bonus introduca Power Rangers 2.

 

power-rangers-prima-clip-in-italiano-nuova-locandina-e-confermata-scena-dopo-i-titoli-di-coda-1.jpg

 

 

Power Rangers: prima clip, nuove foto e locandine


 

Il prossimo 6 aprile tornano i Power Rangers in un reboot che prova a coniugare la nostalgia dei fan di lunga data strizzando l'occhio alle nuove generazioni e bisogna ammettere dai primi trailer che il risultato sembra piuttosto interigante.

Lionsgate ha reso disponibile una prima clip del film che include alcune immagini già viste nei trailer, ma fornite con un po' di contesto. Nel video si vede la banda che entra per la prima nell'astronave, la casa di Zordon e Alpha 5, di quest'ultimo c'è anche una breve introduzione al personaggio alla fine di questo filmato con qualche battuta di Bill Hader che interpreta il personaggio.

Originariamente si pensava che il nuovo film dei Power Rangers avesse fruito di un budget non eccessivo e si era partato di 35 milioni di dollari, ma è stato recentemente rivelato che il film ha un budget molto più grande di ben 105 milioni che diventa una bella sfida al box-office per Lionsgate e Saban che intendono dare nuova vita e futuri film al franchise.

Insieme alla clip vi proponiamo anche  una ricca galleria fotografica con foto e nuove locandine ufficiali.

 

 

 

Power Rangers: nuovo trailer internazionale e locandine del reboot


 

Il prossimo 6 aprile debutta nei cinema italiani il reboot Power Rangers e come di consueto, per ingannare l'attesa, proseguiamo col proporvi nuovo materiale sul film che oggi include un trailer internazionale con nuove sequenze della malvagia Rita Repulsa e 3 nuove locandine ufficiali del film.

Le nuove scene di Rita Repulsa ci danno una migliore comprensione di quanto potente sia in realtà questo personaggio definito "pura malvagità", e possiamo anche avere un'idea di quanto imponente sia Goldar. La missione di Rita Repulsa sulla Terra, dopo migliaia e migliaia di anni di prigionia, è quella di riportare Goldar alla vita e parole sue "distruggere ogni cosa".

Il malvagio Goldar era già stato confermato attraverso l'annuncio di una linea di giocattoli ispirata al film e confermato anche il "Putty Patrol" che vediamo nel corso di una scena in cui Rita Repulsa cerca di rubare dei lingotti d'oro dalla Banca centrale russa e in una sequenza di lotta in cui i cinque scagnozzzi si tramutano in pietra e sfidano i Rangers. A quanto riporta un recente rumor Rita Repulsa starebbe cercando di rubare oro in tutto il mondo allo scopo di far risorgere Goldar, la cui "essenza molecolare" è stata vaporizzata.

 

 

 

Power Rangers: nuovo trailer, spot tv e locandine del reboot


 

Disponibili un trailer finale, uno spot tv, una nuova immagine ufficiale e 4 locandine del reboot Power Rangers in arrivo nei cinema italiani il prossimo 6 aprile. Questi nuovi video ci mostrano l'iconico Zordon, doppiato da Bryan Cranston, insieme alla malvagia Rita Repulsa (Elizabeth Banks) e Goldar, oltre a ad una breve scena con Alpha 5 (Bill Hader). La scena con Alpha 5 lo mostra mentre abbatte un nemico al grido di "Power Rangers"!

 

 

Nei filmati anche una nuova scena in cui di RJ Cyler alias Blue Ranger chiede Zordon se loro sono più come Iron Man o Spider-Man, mentre cerca di capire che tipo di eroi realmente sono. Abbiamo anche un altro sguardo al possente Goldar, agli Zord e una scena in cui Becky G dice casualmente alla sua famiglia che lei è un supereroe.

 

 


   

Power Rangers: nuovo trailer italiano del reboot

  Il prossimo 6 aprile i Power Rangers tornano sul grande schermo in versione "reboot" pronti ad unire le forze per salvare ancora una volta la Terra dalle mire di conquista della malvagia Rita Repulsa, interpretata per l'occasione da un'istrionica Elizabeth Banks. Il trailer mette in mostra il nuovo look dark e una storia di origine molto simile a quella del found footage con supereroi "Chronicle". Il cast vede Bryan Cranston, doppiatore della serie tv originale, prestare la voce a Zordon mentore dei Rangers mentre Billy Hader doppia il robot Alpha 5, un'altra vecchia conoscenza dell'amata serie tv anni '90.  

Il film segue cinque ragazzi ordinari delle scuole superiori che si troveranno a diventare qualcosa di straordinario. Questo gruppo di estranei scopriranno che la loro piccola città di Angel Grove, come il resto del mondo, sono sul punto di essere cancellati da una minaccia aliena. Scelti dal destino, i nostri eroi scoprono rapidamente di essere gli unici che possono salvare il pianeta, ma per farlo dovranno superare i loro problemi quotidiani e fare squadra come Power Rangers prima che sia troppo tardi.

    power-rangers-locandina-italiana-del-reboot.jpg  

Power Rangers: nuovo trailer del reboot

  Disponibile un nuovo trailer di Power Rangers, il reboot che racconterà una nuova storia di origine dei cinque personaggi che diventeranno l'ultima incarnazione dei guerrieri della cultura pop che debuttarono nell'omonima serie tv del 1993. Anche questo nuovo trailer è incentrato sui Rangers: Dacre Montgomery (Red Ranger), Naomi Scott (Pink Ranger), RJ Cyler (Blu Ranger), Becky G (Yellow Ranger) e Ludi Lin (Black Ranger). Li vediamo da studenti reietti delle scuole superiori al loro primo incontro come squadra quando trovano i "trasformanti" che li muteranno per la prima volta in Power Rangers. Mentre continuano ad esplorare i loro poteri incontrano anche il loro mentore, Zordon (doppiato da Bryan Cranston) e il suo assistente robot Alpha 5 (doppiato da Bill Hader). Nella seconda parte del trailer possiamo finalmente vedere i Power Rangers nei loro nuovi costumi mentre affrontano la malvagia Rita Repulsa (interpretata da Elizabeth Banks) e i suoi mostruosi sgherri. La mitologia della serie racconta che Rita era un Ranger Verde traditore che ora serve Lord Zedd. Nel trailer possiamo vederla mentre convoca l'imponente creatura Goldar, un nemico che risale alla prima stagione della serie tv. Il reboot dei Power Rangers diretto da Dean Israelita debutta nei cinema italiani il 6 aprile 2017.    

Power Rangers: primo trailer italiano del reboot

  I Power Rangers tornano sul grande schermo a marzo 2017 in un reboot diretto dal Dean Israelite (Benvenuti a ieri) di cui vi possiamo proporre un primo trailer italiano, filmato che ammicca palesemente al found footage con supereroi Chronicle di Josh Trank. Il franchise Power Rangers nasce come serie tv live-action negli anni '90 e si basa su un sottogenere giapponese noto come "Super Sentai", serie televisive fantascientifiche anni '70 e '80 come la celeberrima Goggle Five. La storia ruota attorno a cinque liceali che diventano supereroi e devono salvare la Terra dalla malvagia Rita Repulsa interpretata da Elizabeth Banks.

Il film segue cinque ragazzi ordinari delle scuole superiori che si troveranno a diventare qualcosa di straordinario. Questo gruppo di estranei scopriranno che la loro piccola città di Angel Grove, come il resto del mondo, sono sul punto di essere cancellati da una minaccia aliena. Scelti dal destino, i nostri eroi scoprono rapidamente di essere gli unici che possono salvare il pianeta, ma per farlo dovranno superare i loro problemi quotidiani e fare squadra come Power Rangers prima che sia troppo tardi.

  Il cast include anche Bryan Cranston nei panni di Zordon, il leader de facto dei Power Rangers. I Power Rangers sono Becky G (Yellow Ranger - Trini), Ludi Lin (Black Ranger - Zack), Dacre Montgomery (Red Ranger - Jason), Naomi Scott (Pink Ranger - Kimberly) e RJ Cyler (Blu Ranger - Billy).   power-rangers-primo-trailer-italiano-del-reboot.jpg    

Power Rangers: un video svela "Goldar" e cover del fumetto ufficiale ispirato al reboot

  Un recente aggiornamento ha rivelato che il "Putty Patrol" dalla serie tv originale Power Rangers, insieme con il malvagio Goldar, apparirannno nel tanto atteso reboot Power Rangers. Nel film "l'essenza molecolare" di Goldar è sparsa in tutto il mondo dopo essere stato vaporizzato milioni di anni fa, con Rita Repulsa (Elizabeth Banks) che raccoglierà le particelle d'oro per risuscitarlo. Oggi possiamo dare un primo sguardo in anteprima al nuovo look di Goldar grazie ad un nuovo spot televisivo della linea di giocattoli che Bandai ha dedicato a Megazord che mostra anche il giocattolo Goldar che sarà presto disponibile. Anche se si tratta solo di un giocattolo, è probabile che avrà una somiglianza con il Goldar che vedremo nel film. Inoltre il sito IGN rivela che Boom! Studios sta collaborando con Saban Film per pubblicare una graphic-novel dal titolo Saban's Power Rangers: Aftershock, che avrà luogo subito dopo gli eventi del film. La graphic novel di 96 pagine debutterà il 29 marzo 2017, la settimana successiva al debutto nelle americane del nuovo film dei Power Rangers. A seguire la descrizione ufficiale del fumetto.  

Dalla casa editrice della popolare serie a fumetti sui Power Rangers arriva una storia originale ambientata nell'universo del prossimo lungometraggio Power Rangers. Questo esplosivo racconto tutto nuovo riprende subito dopo gli eventi dell'attesissimo film di Lionsgate nei cinema dal marzo 24 2017. Guarda il film e poi tuffati in profondità continuando le avventure di Jason, Kimberly, Trini, Zack e Billy. Scritto da Ryan Parrott (Star Trek: Starfleet Academy, Batman: Gates of Gotham), illustrato dall'artista Lucas Werneck con un'esclusiva cover di Greg Smallwood (Moon Knight).

 

  Fonte: Movieweb    

Power Rangers: nuove locandine ufficiali e svelato il look della tigre robot Dinozord

PROSEGUI LA LETTURA

Power Rangers: nuove clip in italiano e locandine é stato pubblicato su Cineblog.it alle 16:36 di Wednesday 29 March 2017

]]> 0 Valerian e la città dei mille pianeti: nuovo trailer Wed, 29 Mar 2017 14:15:39 +0000 http://www.cineblog.it/post/630359/valerian-e-la-citta-dei-mille-pianeti-nuovo-trailer-italiano-del-film-di-luc-besson http://www.cineblog.it/post/630359/valerian-e-la-citta-dei-mille-pianeti-nuovo-trailer-italiano-del-film-di-luc-besson Federico Boni Federico Boni

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

01 distribution ha reso disponibili un secondo trailer italiano e una nuova locandina ufficiale di Valerian e la città dei mille pianeti, il nuovo spettacolare film fantascientifico di Luc Besson che ci riporta ai fasti del classico Il quinto elemento.

L'ultimo aggiornamento di Luc Besson ha offerto qualche dettaglio sul personaggio alieno di Dan Matka, un ambasciatore che si trova spesso a partecipare alle riunioni del Consiglio dei pianeti sulla stazione Alpha. Dan rappresenta solo una delle oltre 2000 specie aliene che transiteranno sul grande schermo in questo suggestivo adattamento della graphic-novel francese di Pierre Christin e Jean-Claude Mézières

La maggior parte del tempo quando si vedono alieni in un film, stanno cercando di distruggere qualcosa, ma Alpha è la città della scienza e della cultura. Ognuno è impegnato in uno scambio di conoscenze. E' un mondo molto ricco.

Nell’anno 2740, Valerian e Laureline (Dane DeHaan e Cara Delevingne) sono Corpi Speciali incaricati dal governo di mantenere l’ordine in tutto l’universo. Seguendo gli ordini del loro comandante, Valerian e Laureline si imbarcano per una missione nella città intergalattica di Alpha, metropoli in continua espansione e dimora di migliaia di specie diverse provenienti da ogni angolo della Galassia. Questa importante e storica città, è sotto l’attacco di un nemico sconosciuto. Valerian e Laureline dovranno combattere contro il tempo per trovare l’origine di questa forza maligna e fermarla prima che distrugga il nostro universo.

Luc Besson ha rivelato in una recente intervista che ha deciso di realizzare "Valerian" dopo aver contattato il co-creatore Jean-Claude Mézières per lavorare su Il quinto elemento. Luc Besson ha aggiunto di essere un fan del fumetto da quando aveva 10 anni.

Il cast di supporto del film include Clive Owen, Ethan Hawke, Rihanna, John Goodman, Yifan Wu e Herbie Hancock.

 

valerian-e-la-citta-dei-mille-pianeti-nuova-locandina-2.jpg

 

 

Valerian e la città dei mille pianeti: trailer italiano del film di Luc Besson


 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Finalmente disponibile un primo teaser trailer italiano, accompagnato da una locandina ufficiale, di Valerian e la città dei mille pianeti, il nuovo film fantascientifco del regista Luc Besson (Il Quinto elemento, Lucy) con protagonisti Dane DeHaan e Cara Delevingne.

Il film è basato su una serie classica di graphic novel, "Valerian & Laureline". Besson è un fan dei fumetti di "Valerian" dall'età di dieci anni e il film è un sogno che diventa realtà per il regista. Il titolo è considerato un "antenato" di Star Wars e Avatar ed è stato fonte d'ispirazione per entrambi questi popolari franchise fantascientifici. La storia segue due agenti spaziali che hanno il compito di risolvere crimini in tutto il loro universo.

Nell’anno 2740, Valerian e Laureline sono Corpi Speciali incaricati dal governo di mantenere l’ordine in tutto l’universo. Seguendo gli ordini del loro comandante, Valerian e Laureline si imbarcano per una missione nella città intergalattica di Alpha, metropoli in continua espansione e dimora di migliaia di specie diverse provenienti da ogni angolo della Galassia. Questa importante e storica città, è sotto l’attacco di un nemico sconosciuto. Valerian e Laureline dovranno combattere contro il tempo per trovare l’origine di questa forza maligna e fermarla prima che distrugga il nostro universo.

 

valerian-e-la-citta-dei-mille-pianeti-trailer-italiano-e-poster-del-film-di-luc-besson.jpg

 

 

Valerian: anteprima trailer con Rihanna, dettagli sulla trama e nuove foto ufficiali


 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

In attesa dell'imminente primo trailer di Valerian e la Città dei Mille pianeti di Luc Besson, ci giungono via Twitter nuovi brevi teaser video che ci mostrano i due protagonisti, Dane DeHaan e Cara Delevingne, e la cantante Rihanna che si esibisce in un numero musicale.

Insieme ai video ci sono anche nuove foto ufficiali del film via EuropaCorp con scorci della metropoli intergalattica Alpha e un primo sguardo alla razza aliena conosciuta come Kortan Dahuk. Alpha è una metropoli in continua espansione costituita da migliaia di specie diverse provenienti da tutti e quattro gli angoli dell'universo. I Diciassette milioni di abitanti di Alpha sono confluiti nel corso del tempo per unire i loro talenti, la tecnologia e le risorse per il miglioramento della popolazione. Una seconda foto ci mostra l'interno del Big Market, il più grande centro commerciale sia di Alpha che dell'universo. Con oltre un milione di punti vendita, il mercato è un enorme attrazione turistica che esiste in una dimensione alternativa. La terza e ultima foto presenta i Kortan Dahuk, la prima razza extraterrestre ad attraccare alla Stazione Spaziale Alpha nell'anno 2135. Essi provengono dal pianeta di Kas-Oñar, 5.000 anni luce dalla Terra. Impegnati nella ricerca di armonia e bellezza, sono una razza che ha viaggiato molto e con una grande esperienza per quanto riguarda l'interazione con altre specie.

Il regista Luc Besson intervistato da Entertainment Weekly ha detto che la cantante e attrice Rihanna, che interpreta un personaggio non svelato, è stata la sua prima scelta per il ruolo.

Rihanna è stato il mio primo desiderio. In primo luogo per la sua voce e il modo in cui lei sorride, guarda e come si esprime. In secondo luogo perché sapevo che non sarebbe stata intimidita dal set. Lei si esibisce in stadi con 100.000 persone. Hai la certezza che la ragazza non sarà timida riguardo alla macchina da presa, la troupe e tutto questo.

Luc Besson ha rivelato che Rihanna avrà oltre 20 minuti su schermo con il suo ruolo che riserverà "molte sorprese". Besson ha parlato a EW dell'attrice e della sua dedizione al lavoro.

Era molto diretta con me. Mi ha detto: "Luc, voglio imparare, voglio lavorare. Basta che mi lasci fare". E devo dire che si è rivelata un grande partner e ha fatto tutto quello che gli ho chiesto e credetemi io pretendo molto.

Valerian e la città dei mille pianeti debutta nei cinema il 21 luglio 2017.

 






       

Valerian: nuovo video e foto dal set del film di Luc Besson

  Aggiornamento di Pietro Ferraro   A gennaio sono iniziate le riprese di Valerian e la Città dei Mille pianeti, il nuovo film fantascientifico del regista Luc Besson in arrivo nei cinema il 21 luglio 2017. Dopo una prima iagine ufficiale, Besson ha ora condiviso un gran numero di nuove foto dal set attraverso i social media che ritraggono il cast del film al lavoro tra cui Dane DeHaan, Cara Delevingne e Clive Owen. Il film è basato sulla serie classica di graphic-novel Valerian e Laureline di cui Besson è un appassionato lettore sin da ragazzino. Il titolo è considerato un "antenato" di Star Wars e Avatar, due franchise che hanno preso ispirazione da questo iconico fumetto. La storia segue due agenti spaziali che hanno il compito di risolvere crimini in tutto il loro universo.

Valerian (Dane DeHaan) e Laureline (Cara Delevingne) sono operativi speciali per il governo dei territori umani incaricati di mantenere l'ordine in tutto l'universo. Valerian è più propensa ad un rapporto professionale con il suo partner che invece è palesemente intenzionato ad intraprendere con la collega una liason romantica. Ma i molti flirt di lui e i valori tradizionali di lei portano Laureline a rifiutare qualsiasi coivolgimento emotivo. Su ordine del loro comandante (Clive Owen), Valerian e Laureline s'imbarcano in una missione che li porterà nella città intergalattica mozzafiato nota come Alpha, una metropoli in continua espansione abitata da migliaia di specie diverse provenienti da tutti e quattro gli angoli dell'universo. I diciassette milioni di abitanti di Alpha sono confluiti in questo luogo per unire i loro talenti, la tecnologia e le risorse per il miglioramento di tutti. Purtroppo non tutti su Alpha hanno questi stessi obiettivi, infatti forze invisibili sono al lavoro ponendo la coppia di agenti e la loro missione in grande pericolo.

Besson ha rivelato che il suo film non sarà come un cinecomic Marvel, sarà un mix tra un giallo e un'indagine investigativa e che nei due protagonisti ci sarà un'ambiguità di fondo che non li renderà buoni al 100%.  













 

Fonte: Movieweb

 

 

Valerian: primo video dal set del film di Luc Besson


 

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Sulla scia di Jupiter Ascending nel 2017 Valerian e la Città dei Mille pianeti del regista Luc Besson porterà di nuovo sul grande schermo fantascienza di ampio respiro. Durante gli MTV Movie Awards è stato rilasciato un esclusivo dietro le quinte con un video dal set di "Valerian" che ricordiamo interpretato da Dane DeHaan visto nei panni del Goblin in The Amazing Spider-Man 2 e Cara Delevingne la strega "Incantatrice" dell'imminente cinecomic Suicide Squad.

Basandosi su una serie classica di graphic novel, "Valerian & Laureline", il visionario sceneggiatore e regista Luc Besson traspone questo materiale iconico in una saga di fantascienza contemporanea, unica ed epica. Besson è un fan dei fumetti di "Valerian" dall'età di dieci anni e il film è un sogno che diventa realtà per il regista, noto per classici come Il quinto elemento e Leon. Il titolo è considerato un "antenato" di Star Wars e Avatar ed è stato fonte d'ispirazione per entrambi questi popolari franchise fantascientifici. La storia segue due agenti spaziali che hanno il compito di risolvere crimini in tutto il loro universo. Luc Besson parla della della sua visione che sul set anticipa ciò che verrà poi realizzato con gli effetti visivi.

Quando guardo lo schermo blu io vedo tutto. La mia immaginazione si trova molto a suo agio con lo schermo blu.

Valerian (Dane DeHaan) e Laureline (Cara Delevingne) sono operativi speciali per il governo dei territori umani incaricati di mantenere l'ordine in tutto l'universo. Valerian è più propensa ad un rapporto professionale con il suo partner che invece è palesemente intenzionato ad intraprendere con la collega una liason romantica. Ma i molti flirt di lui e i valori tradizionali di lei portano Laureline a rifiutare qualsiasi coivolgimento emotivo. Su ordine del loro comandante (Clive Owen), Valerian e Laureline s'imbarcano in una missione che li porterà nella città intergalattica mozzafiato nota come Alpha, una metropoli in continua espansione abitata da migliaia di specie diverse provenienti da tutti e quattro gli angoli dell'universo. I diciassette milioni di abitanti di Alpha sono confluiti in questo luogo per unire i loro talenti, la tecnologia e le risorse per il miglioramento di tutti. Purtroppo non tutti su Alpha hanno questi stessi obiettivi, infatti forze invisibili sono al lavoro ponendo la coppia di agenti e la loro missione in grande pericolo.

A proposito della storia Luc Besson dice che una parte di essa si svolge come un'indagine di polizia e un giallo e che "Valerian" non sarà come un film Marvel in cui si sa immediatamente chi è il cattivo. Ci saranno due agenti e non si saprà se uno dei due è in realtà malvagio. Vi è un vero mistero al centro di Valerian e la città dai mille pianeti, e questo è il motivo per cui il regista è così riluttante a discutere la trama nel dettaglio.

 

Fonte: Movieweb

 

 

Valerian: prima immagine ufficiale del film di Luc Besson


valerian-prima-immagine-ufficiale-del-film-di-luc-besson.jpg

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Lo scorso gennaio l'attrice Cara Delevingne ha rivelato la prima foto dal set di Valerian e la città dei mille pianeti con la produzione che ha preso il via a Parigi. con le riprese ancora in corso il regista Luc Besson ha ora condiviso la prima foto ufficiale del film, con il regista affiancato dai protagonisti Cara Delevingne e Dane DeHaan in costume.

La storia è incentrata su Valerian (Dane DeHaan) e Laureline (Cara Delevingne), che stanno esplorando Sirte, pianeta-capitale di un sistema di 1.000 mondi. La loro missione è quella di scoprire se i Syrtians potrebbero rappresentare un pericolo per la Terra. Quello che trovano è un impero decadente guidato da aristocratici decadenti, una popolazione matura per la rivoluzione e una casta di misteriosi saggi mascherati che tirano con circospezione i fili da fortezze nascoste. Trascinati dal vento della storia, gli agenti della Terra dovranno scegliere da che parte stare.

Il cast di supporto è completato da Clive Owen, Rihanna, Ethan Hawke, John Goodman, Herbie Hancock e Yifan Wu. Virginie Besson-Silla sta producendo il film per conto della EuropaCorp. Luc Besson in precedenza ha rivelato sulla sua pagina Instagram che la produzione si svolgerà per 115 giorni, quindi potrebbero arrivare altre foto dal set. La serie a fumetti su cui si basa il film ha debuttato nel 1967 e da allora ha venduto oltre 10 milioni di copie ed è stata tradotta in 21 lingue.

Il progetto sarà il più ambizioso e costoso mai prodotto dalla EuropaCorp di Luc Besson, ma dettagli specifici sul budget investito non sono stati rivelati. Luc Besson sta dirigendo da una sua sceneggiatura con una data di uscita fissata al 21 luglio 2017.

valerian-prima-immagine-ufficiale-del-film-di-luc-besson-2.jpg

 

Fonte: Luc Besson Facebook

 

 

Valerian di Luc Besson: prime foto dal set con Cara Delevingne


valerian-di-luc-besson-prime-foto-dal-set-con-cara-delevingne.jpg

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Cara Delevingne ha festeggiato il nuovo anno con l'avvio delle riprese di Valerian e la città dei mille pianeti. L'attrice ha pubblicato sulla sua pagina Instagram le prime immagini dal set che includono anche una foto con l'attrice al fianco del suo co-protagonista Dane DeHaan che proviene dalla pagina del regista Luc Besson.

La storia è incentrata su Valerian (Dane DeHaan) e Laureline (Cara Delevingne), che stanno esplorando Sirte, pianeta-capitale di un sistema di 1.000 mondi. La loro missione è quella di scoprire se i Syrtians potrebbero rappresentare un pericolo per la Terra. Quello che trovano è un impero decadente guidato da aristocratici decadenti, una popolazione matura per la rivoluzione e una casta di misteriosi saggi mascherati che tirano con circospezione i fili da fortezze nascoste. Trascinati dal vento della storia, gli agenti della Terra dovranno scegliere da che parte stare.

Il cast di supporto del film include Clive Owen, Ethan Hawke, Herbie Hancock e Rihanna. Luc Besson sta dirigendo da una sua sceneggiatura con una data di uscita fissata al 21 luglio 2017.

Il progetto si basa sulla serie di albi a fumetti "Valerian e Laureline" creata da Pierre Christin e Jean-Claude Mézières. La serie a fumetti ha debuttato nel 1967 e da allora ha venduto oltre 10 milioni di copie ed è stata tradotta in 21 lingue. Il progetto sarà il più ambizioso e costoso mai prodotto dalla EuropaCorp di Luc Besson, ma dettagli specifici sul budget non sono stati rivelati. Cara Delevingne, che vedremo nell'atteso cinecomic con supercattivi Suicide Squad in uscita nei cinema ad agosto, è apparsa anche in Città di carta e Pan. Luc Besson ha rivelato sulla sua pagina Intagram che le riprese di Valerian avranno una durata di 115 giorni, quindi rimanete sintonizzati per ulteriori aggiornamenti.

 




 

Una foto pubblicata da Cara Delevingne (@caradelevingne) in data:


Una foto pubblicata da @lucbesson in data:

 

Fonte: Movieweb

 

 

Valerian, il nuovo sci-fi di Luc Besson: Dane DeHaan e Cara Delevingne protagonisti


Schermata 2015-05-12 alle 19.40.20

Incassati addirittura 458,863,600 dollari in tutto il mondo con Lucy, Luc Besson, che ha più volte detto di no all'ipotesi sequel dello sci-fi con Scarlett Johansson mattatrice, ha annunciato la sua prossima fatica cinematografica. Che sarà ancora una volta legata alla fantascienza. Valerian and the City of A Thousand Planets il titolo, ufficializzato dallo stesso regista di Nikita e Leon via Twitter, con tanto di primo poster con logo e primi attori protagonisti. Ovvero Dane DeHaan e Cara Delevingne, ex modella di fatto prestata al cinema. Adattamento cinematografico dell'omonima graphic novel di Pierre Christin, Valerian andrà incontro alle riprese nel mese di dicembre, per poi uscire in sala nel 2017. Valérian e Laureline agenti spazio-temporali il titolo italiano della graphic novel, in patria nata nel 1967 e nel nostro Paese dal 2009 edita 001 Edizioni, per una saga editoriale che dinanzi ad un possibile successo cinematografica potrebbe diventare anche franchise per il grande schermo. Oltre 10 milioni di copie vendute, fino ad oggi, con traduzione in 21 lingue. L'EuropaCorp del regista, ovviamente, produrrà, finanzierà e distribuirà la pellicola in tutto il mondo. Protagonisti l’agente spazio-temporale Valèrian e l’avvenente Laureline, ovvero DeHaan e la Delevingne, in un fumetto che ha appassionato gli amanti del genere perché a dir poco imprevedibile, all'interno di un mondo dove i confini dello spazio e del tempo scompaiono di fronte alla fantasia sfrenata dei suoi autori, Pierre Christin e Jean-Claude Mèzieres. Nella prima delle 3 avventure di Valerian abbiamo assistito ad un viaggio che ha condotto i lettori dal medioevo al futuro più remoto e incredibile. Bisognerà ora capire 'quale' avventura Besson vorrà portare in sala.

 

 


 

Fonte: TheWrap

 

 

PROSEGUI LA LETTURA

Valerian e la città dei mille pianeti: nuovo trailer é stato pubblicato su Cineblog.it alle 16:15 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0
Underworld: Blood Wars - prima clip in italiano Wed, 29 Mar 2017 13:40:42 +0000 http://www.cineblog.it/post/630896/underworld-blood-wars-prima-clip-in-italiano-spot-tv-e-nuove-locandine http://www.cineblog.it/post/630896/underworld-blood-wars-prima-clip-in-italiano-spot-tv-e-nuove-locandine Federico Boni Federico Boni

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Sony Pictures il prossimo 6 aprile porterà nei cinema italiani Underworld: Blood Wars, quinto capitolo della saga action-horror che racconta l'eterna lotta tra vampiri e licantropi.

Sony ha reso disponibili una prima clip in italiano e uno spot tv che vi proponiamo insieme a due nuovi poster ufficiali che ritraggono la sensuale Kate Beckinsale che torna ancora una volta nei panni di Selene. La prode vampira dovrà vedersela con un nuovo potente, ambizioso e spietato leader Lycan, interpretato da Tobias Menzies, che ha intenzione di dare una svolta alla guerra sfruttando il sangue di Selene e di sua figlia.

 

 

 

 

Underworld: Blood Wars - nuovo trailer italiano, locandina e data di uscita


 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Sony Pictures ha fornito una nuova data di uscita italiana per Underworld: Blood Wars slittato al 6 aprile. L'annuncio è accompagnato da un nuovo trailer italiano che vi proponiamo insieme ad una nuova locandina ufficiale del film.

Il quinto capitolo del secolare scontro tra vampiri e licantropi vede il ritorno della vampira guerriera Selene (Kate Beckinsale) che sarà di nuovo coinvolta in questa sangunosa faida quando entrerà in campo Marius, un nuovo e spietato leader Lycan (Tobias Menzies) che ha intenzione di sfruttare il sangue di Selene e di sua figlia.

Il cast è completato da Theo James (David), Lara Pulver (Semira) Charles Dance (Thomas), James Faulkner, Peter Andersson, Bradley James, Daisy Head e Clementine Nicholson.

 

underworld-blood-wars-nuovo-trailer-italiano-locandina-e-data-di-uscita-2.jpg

 

 

Underworld: Blood Wars - nuovo trailer e locandina


 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Sony Pictures ha reso disponibili  un nuovo trailer e una locandina di Underworld: Blood Wars in arrivo nelle sale italiane il 26 gennaio 2017. La faida millenaria tra i vampiri e Lycan (lupi mannari) continua in questo quinto episodio della serie action-horror "Underworld".

Kate Beckinsale torna per la quarta volta nei panni della vampira guerriera Selene affiancata da volti familiari della saga: Charles Dance (Il trono di spade) e Theo James (Divergent) rispettivamente padre e figlio del clan dei vampiri.

Anna Foerster, regista televisiva al suo esordio sul grande schermo, dirige Underworld 5 da una sceneggiatura di Cory Goodman (The Last Witch Hunter, Priest), sulla base di personaggi originali creati da Kevin Grevioux, Len Wiseman e Danny McBride.

 

underworld-blood-wars-nuovo-trailer-e-locandina-2.jpg

 

Fonte: Collider

 

Underworld: Blood Wars - nuovo trailer dal New York Comic-Con


 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Sony Pictures ha presentato un nuovo trailer di Underworld: Blood Wars al New York Comic-Con che vi proponiamo insieme ad un nuovo trailer internazionale e quattro locandine. Kate Beckinsale ritorna nei panni del vampiro Selene in questo nuovo episodio della serie di "Underworld" che arriva a quattro anni dal precedente capitolo Underworld: Il risveglio. La storia vede Selene ancora impegnata a combattere per porre fine alla eterna faida tra il clan Lycan e la fazione dei vampiri.

Il cast vede il ritorno di Theo James nei panni di David e di Charles Dance in quelli di suo padre Thomas affiancati da Tobias Menzies (Outlander, Roma) e Lara Pulver (Sherlock), che interpreteranno rispettvamente un nuovo leader Lycan chiamato Marius e un vampiro ferocemente ambizioso di nome Semira; Il cast è completato da James Faulkner (Game of Thrones), Peter Andersson (Millennium: Uomini che odiano le donne), Bradley James (Damien), Daisy Head (Fallen), Oliver Stark, Clementine Nicholson, Alicia Vela-Bailey, Trent Garrett, Brian Caspe, Peter Andersson e la nuova arrivata Clementine Nicholson.

L'esordiente Anna Foerster (Criminal Minds) dirige da una sceneggiatura di Cory Goodman (The Last Witch Hunter, Priest). Il film debutta nei cinema italiani il 26 gennaio 2017.

 

 

 

 

 

Fonte: Collider

 

Underworld: Blood Wars - trailer italiano di "Underworld 5"


 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Sony Pictures ha reso disponibile un primo trailer italiano ufficiale di Underworld – Blood Wars, quinto capitolo della saga action-horror con protagonista Kate Backinsale che racconta della faida secolare tra vampiri e locantropi.

Kate Beckinsale veste ancora una volta i panni della prode vampira guerriera Selene affiancata dal vampiro David di Theo James (David), il leader lycan Marius di Tobias Menzies, l'ambiziosa e feroce vampira Semira di Lara Pulver e il vampiro anziano Thomas di Charles Dance. Completano il cast James Faulkner, Peter Andersson, Bradley James, Daisy Head e la nuova arrivata Clementine Nicholson.

Alla regia Anna Foerster apprezzato direttore della fotografia che ha contribuito a blockbuster come Independence Day, The Day After Tomorrow e White House Down. La Foerster debutta sul grande schermo dopo aver diretto episodi delle serie tv Criminal Minds e Outlander.

 

underworld-blood-wars-locandina-italiana.png

 

 

Underworld: Blood Wars - primo trailer di "Underworld 5"


 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Selene, vampira guerriera  e "Venditore di morte",  torna in azione contro il clan dei Lycan e la fazione di vampiri che l'ha tradita nel primo trailer di Underworld: Blood Wars.

Prodotto da Screen Gems e Lakeshore Entertainment, Underworld: Blood Wars prosegue la storia iniziata nel lontano 2003 con l'Underworld originale. Si tratta del quinto film di questo franchise action-horror e sarà nelle sale americane il 6 gennaio 2017. Nel film Selene e il suo alleato David si trovano di fronte ad una nuova minaccia mentre la guerra tra vampiri e licantropi infuria.

Theo James (meglio conosciuto per il suo lavoro nella serie "Divergent") torna nei panni di David riprendendo il ruolo che ha interpretato per la prima volta in Underworld: Il risveglio. A completare il cast ci gli sono attori britannici Tobias Menzies (Outlander, Roma) e Lara Pulver (Sherlock) nei panni rispettivamente di un formidabile nuovo leader Lycan e un ferocemente ambizioso vampiro. Charles Dance (Il trono di spade) torna nei panni del vampiro anziano Thomas. Altri membri del cast includono James Faulkner (Il trono di spade), Peter Andersson (Millennium - Uomini che odiano le donne), Bradley James (Damien), Daisy Head (Fallen) e la nuova arrivata Clementine Nicholson.

Underworld: Blood Wars è diretto da Anna Foerster nota per la regia di episodi delle serie tv Criminal Minds e Outlander. La Foerster è anche un apprezzato direttore della fotografia che ha contribuito a blockbuster come Independence Day, The Day After Tomorrow e White House Down.

Cory Goodman (The Last Witch Hunter, Priest) ha scritto la sceneggiatura di Underworld: Blood Wars basata su personaggi originali creati da Kevin Grevioux, Len Wiseman e Danny McBride. Tom Rosenberg (The Lincoln Lawyer, Million Dollar Baby), Gary Lucchesi (Million Dollar Baby, Underworld) e Richard S. Wright (The Lincoln Lawyer, Underworld) di Lakeshore Entertainment sono produttori insieme a David Kern (Underworld: Il risveglio) e Len Wiseman (Underworld, Total Recall).

 

Fonte: Collider

 

Underworld 5: primo poster e titolo ufficiale del sequel con Kate Beckinsale


underworld-5-primo-poster-e-titolo-ufficiale-del-sequel-con-kate-beckinsale-3.jpg

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

L'antica guerra tra licantropi e vampiri è pronta ad imperversare di nuovo in Underworld 5. Screen Gems e Lakeshore Entertainment hanno rivelato il titolo di questo ultimo capitolo della saga di Underworld che sarà intitolato Underworld Blood Wars, notizia che arriva accompagnata da un primo teaser poster ufficiale del film.

Underworld Blood Wars vede protagonista Kate Beckinsale che torna a riprendere il ruolo della vampira guerriera Selene. In questo sequel ritroviamo anche Theo James nei panni di David, fidato alleato di Selene. Il film sarà nelle sale americane giusto in tempo per Halloween con un'uscita fissata al 14 ottobre di quest'anno.

Nel cast aci sono anche gli attori britannici Tobias Menzies e Lara Pulver nei panni rispettivamente di un formidabile nuovo leader Lycan e di un vampiro ferocemente ambizioso. Charles Dance tornerà ancora una volta a ritrarre il leggendario vampiro anziano Thomas. Completano il cast James Faulkner, Peter Andersson, Bradley James, Daisy Head e l'esordiente Clementine Nicholson.

Underworld Blood Wars è diretto da Anna Foerster, tra i crediti della regista svariati episodi per le serie tv Criminal Minds e Outlander. La Foerster è stata anche direttore della fotografia di Independence Day, The Day After Tomorrow e Sotto assedio - White House Down, tutti film diretti da Roland Emmerich. La sceenggiatura di questo quinto Underworld è di Cory Goodman basata sui personaggi creati da Kevin Grevioux, Len Wiseman e Danny McBride.

Il tema di produzione al fianco di Anna Foerster include il direttore della fotografia Karl W. Lindenlaub, lo scenografo Ondrej Nekvasil, la costumista Bojana Nikitovic e il montatore Peter Amundson (Pacific Rim, Underworld: La ribellione dei Lycans).

 

underworld-5-primo-poster-e-titolo-ufficiale-del-sequel-con-kate-beckinsale.jpg

 

Fonte: Movieweb

 

 

Underworld 5: iniziate le riprese del sequel con Kate Beckinsale


 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Sono iniziate a Praga le riprese della quinta puntata del sequel Underworld 5. Il franchise ha incassato quasi 500 milioni di dollari in tutto il mondo. Le dieci settimane di riprese si svolgeranno interamente nella capitale della Repubblica ceca e nelle zone circostanti. In questo momento Underworld 5 non ha un titolo ufficiale, ma è confermato che Kate Beckinsale tornerà come Selene.

Anche Theo James torna come David, l'alleato di Selene, l'attore riprende il ruolo svolto in Underworld - Il risveglio. Gli attori britannici Tobias Menzies e Lara Pulver interpretano rispettivamente il nuovo formidabile leader Lycan e un vampiro ferocemente ambizioso e torna Charles Dance nel ruolo del Vampiro Anziano Thomas. A completare il cast internazionale del film troviamo James Faulkner, Peter Andersson, l'esordiente Clementine Nicholson, Bradley James e Daisy Head.

Alla regia troviamo Anna Foerster, tra i suoi crediti episodi delle serie tv Criminal Minds e Outlander. La Foerster è anche nota per il suo lavoro come direttore della fotografia di blockbuster come Independence Day, The Day After Tomorrow e Sotto assedio - White House Down.

La sceneggiatura di Underworld 5 è stata scritta da Cory Goodman ed è basata su personaggi originariamente creati da Kevin Grevioux, Danny McBride e Len Wiseman, quest'ultimo regista dell'Underworld originale e del sequel Underworld: Evolution è anche co-produttore di questo nuovo film.

Dietro le quinte a supporto di Anna Foerster un team che include il direttore della fotografia Karl W. Lindenlaub, lo scenografo Ondrej Nekvasil, la costumista Bojana Nikitovic e il montatore Peter Amundson. Questa per Kate Beckinsale sarà la quarta apparizione nella saga di Underworld, l'attrice non è apparsa nel terzo film, il prequel Underworld 3: La ribellione dei Lycans che ha debuttato nel 2009, ma ha fatto ritorno nel capitolo successivo Underworld - Il Risveglio uscito nel 2012.

 

Fonte: Collider

 

 

Underworld 5, confermata Kate Beckinsale


selene

 

A volte ritornano. 12 anni la prima volta e 3 anni dopo la 4°, Kate Beckinsale sarà nuovamente il vampiro Selene in Underworld 5. Lakeshore Entertainment e Screen Gems hanno deciso di continuare la saga horror nel 2003 portata in sala da Len Wiseman. Secondo quanto riportato dall'Hollywood Reporter sarà una donna, ovvero Anna Foerster, a sedersi dietro la macchina da presa. Per lei tanta esperienza sui set di Roland Emmerich. E' stata anche la direttrice della fotografia in White House Down.

Insieme alla Beckinsale sarà di ritorno anche Theo James, nei canini del vampiro David. Proprio sul set del primo Underworld l'attrice lasciò l'allora compagno Michael Sheen per il regista Wiseman, suo sposo dal 2004. Incassati 95 milioni di dollari in tutto il mondo, il film del 2003 ebbe un primo sequel nel 2006, Underworld: Evolution (111 milioni), per poi fare tris nel 2009 con Underworld - La ribellione dei Lycans. Peccato che qui la diva si concesse un semplice cameo, con il box office internazionale fermatosi a quota 92 milioni. Nel 2012 il ritorno negli abiti di Selene con Underworld - Il risveglio, arrivato ai 160 milioni di dollari worldwide.

Nel frattempo vista nel pessimo Stonehearst Asylum di Brad Anderson e in Absolutely Anything di Terry Jones, la Beckinsale ha sorprendentemente deciso di accettare un altro sequel, a questo punto pronto ad uscire in sala tra il 2016 e il 2017.

Fonte: Comingsoon.net

PROSEGUI LA LETTURA

Underworld: Blood Wars - prima clip in italiano é stato pubblicato su Cineblog.it alle 15:40 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0
Secchezza oculare e tiroide: qual è il legame? Wed, 29 Mar 2017 12:04:32 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/568205/secchezza-oculare-e-tiroide-qual-e-il-legame http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/568205/secchezza-oculare-e-tiroide-qual-e-il-legame Andrea Butkovič Andrea Butkovič

Secchezza oculare e tiroide: qual è il legame?

La tiroide è una ghiandola centrale per il corretto funzionamento del nostro organismo. Si trova alla base del collo, sotto la laringe, ma i suoi effetti possono farsi sentire in tutto il corpo. La tiroide produce infatti due ormoni, la tiroxina e la triiodotironina, entrambi indispensabili per la nostra salute.

In caso di malfunzionamento della ghiandola tiroidea si possono presentare una serie di sintomi, a volte anche gravi. Un sintomo non preoccupante che può essere spesso collegato alla tiroide è la secchezza oculare. Si tratta di un fenomeno fastidioso e parzialmente invalidante, che può avere diverse cause.

Una di queste è la Malattia di Graves, una forma di oftalmopatia detta tiroidea, che colpisce i muscoli extraoculari e il tessuto connettivo dell'orbita, oltre alla ghiandola lacrimale. L'85% delle persone che ne soffrono, presentano una forma cronica di secchezza oculare. Molto spesso però anche le persone che soffrono di ipotiroidismo o ipertiroidismo lamentano il sintomo della secchezza oculare, che si presenta a volte anche nella Tiroidite di Hashimoto.

 

PROSEGUI LA LETTURA

Secchezza oculare e tiroide: qual è il legame? é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 14:04 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0
Parafilie: cosa sono e come si manifestano Wed, 29 Mar 2017 09:11:18 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/567607/parafilie-cosa-sono-e-come-si-manifestano http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/567607/parafilie-cosa-sono-e-come-si-manifestano Andrea Butkovič Andrea Butkovič

Le parafilie sono disturbi sessuali psicologici che coinvolgono soprattutto gli uomini

Le parafilie sono definite come degli impulsi, dei forti desideri sessuali che alcune persone provano non nei confronti del normale atto sessuale, ma verso oggetti insoliti e che spesso rendono invalidante la vita della persona che ne soffre o dell'oggetto del desiderio. Tra le parafilie più ricorrenti, che colpiscono quasi sempre gli uomini e in minor parte le donne, ci sono i desideri di umiliazione o dolore, l'utilizzo di oggetti particolari o il coinvolgimento di minori, animali o persone non consenzienti.

In ambito psicopatologico la pedofilia è considerata come una parafilia, ovvero come un comportamento sessuale atipico che provoca nella persona un forte impulso erotico - sessuale persistente e irrefrenabile. Solitamente le parafilie sono completamente accettate dalla persona che ne soffre e in caso contrario, quando queste pulsioni  causano sofferenza in chi le prova, si parla di disturbo parafilico.

Le parafilie vengono suddivise in base all'atto o all'oggetto verso cui si indirizzano e le più comuni sono:


  • pedofilia: attrazione per minori e bambini

  • esibizionismo: bisogno di mostrare i propri genitali a persone sconosciute

  • feticismo: uso di oggetti non sessuali per ottenere l'eccitazione (es. scarpe)

  • masochismo: bisogno di essere umiliati o di provare dolore

  • sadismo: bisogno di umiliare o provocare dolore

  • frotteurismo: bisogno di toccare o palpare persone non consenzienti

  • voyeurismo: bisogno di spiare persone nude o in atteggiamenti intimi

  • travestimento: bisogno di indossare vestiti del sesso opposto


La concezione medica di parafilie è soggetta a molti cambiamenti nel tempo, perché dipende strettamente da fattori sociali: fino al 1987 ad esempio anche l'omosessualità era inserita nelle parafilie. La pedofilia non è considerata da molti come una parafilia, poiché considerarla una malattia equivarrebbe a giustificare i casi di abuso di minori.

PROSEGUI LA LETTURA

Parafilie: cosa sono e come si manifestano é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 11:11 di Wednesday 29 March 2017

]]>
0