it_IT News Blogo.it - Ultime notizie della sezione News Thu, 19 Oct 2017 20:10:37 +0000 Thu, 19 Oct 2017 20:10:37 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/news 2004-2014 Blogo.it Confermato il tetano nella bambina non vaccinata Thu, 19 Oct 2017 10:15:48 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572580/confermato-il-tetano-nella-bambina-di-7-anni-non-vaccinata-ricoverata-a-torino http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572580/confermato-il-tetano-nella-bambina-di-7-anni-non-vaccinata-ricoverata-a-torino Maria Vasta Maria Vasta

Tetano

La bambina di 7 anni ricoverata presso il Regina Margherita ha contratto il tetano. La conferma arriva dal dottor Giorgio Ivani, primario del reparto di Rianimazione, dove la piccola si trova ricoverata. Pochi giorni fa la bambina era stata portata in ospedale con sinromi importanti, come gravi difficoltà a deglutire e contrazioni muscolari. Sin dall’inizio i medici avevano ipotizzato che potesse trattarsi di tetano, malattia per la quale la bambina non sarebbe stata mai vaccinata. Dopo aver eseguito i dovuti esami, i medici sono riusciti ad escludere altre patologie, ed hanno quindi confermato la diagnosi di tetano.

La piccola è stata adesso vaccinata, e rimarrà ricoverata per almeno un mese nel reparto di terapia intensiva. Gli esperti spiegano infatti che, nonostante sia vigile, è necessario tenere la bambina sotto osservazione in Rianimazione, poiché, come spiega Ivani:

La letteratura indica un rischio di crisi per almeno trenta giorni.

A commentare l’accaduto è stata anche il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che ricorda a tutti quanto sia importante sottoporsi alle dovute vaccinazioni per proteggere la propria salute e quella di chi ci circonda.

Ribadisco che le vaccinazioni sono fondamentali e sono la prima arma che abbiamo a disposizione per prevenire numerose malattie. Ora speriamo in una pronta guarigione della bambina ricoverata a Torino che ha contratto il tetano, che, ricordo, si può evitare con un semplicissimo vaccino disponibile da decenni.

via | Ansa, Repubblica

PROSEGUI LA LETTURA

Confermato il tetano nella bambina non vaccinata é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 12:15 di Thursday 19 October 2017

]]>
0
Firenze: turista muore colpito da un capitello Thu, 19 Oct 2017 14:48:17 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587842/firenze-santa-croce-turista-morto http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587842/firenze-santa-croce-turista-morto Alessandro Guerra Alessandro Guerra

Un turista spagnolo è morto oggi pomeriggio all'interno della Basilica di Santa Croce a Firenze.

Secondo le prime informazioni, l'uomo è stato colpito da un capitello che è crollato improvvisamente da un'altezza di circa 30 metri.

A perdere la vita un 52enne di nazionalità spagnola che era in visita a Firenze con la moglie, la quale era accanto a lui quando è accaduto il drammatico incidente.

Il sito de Il Tempo riporta che l'elemento in pietra che si è staccato "misurerebbe circa 40 centimetri per 40".

Subito dopo l'incidente, avvenuto alle 14.40 circa di oggi, sono arrivati sul posto i sanitari del 118 oltre che i vigili del fuoco, la polizia di stato e la polizia municipale. Il personale del 118 ha provato a salvare l'uomo ma non c'è stato nulla da fare.

L'accesso alla Basilica è stato ovviamente interdetto ai turisti.

Foto: Wikipedia

PROSEGUI LA LETTURA

Firenze: turista muore colpito da un capitello é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 16:48 di Thursday 19 October 2017

]]>
0
Guerra di 'ndrangheta in Emilia-Romagna, 3 arresti Thu, 19 Oct 2017 14:43:29 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587843/guerra-di-ndrangheta-in-emilia-romagna-3-persone-arrestate http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587843/guerra-di-ndrangheta-in-emilia-romagna-3-persone-arrestate A.S. A.S.

Tre presunti esponenti di spicco della ndrangheta sono stati arrestati dalla polizia di Reggio Emilia che indagava su 2 omicidi avvenuti nel reggiano nel 1992 in cui rimasero vittime il 33enne Nicola Vasapollo ed il 35enne Giuseppe Ruggiero, nell'ambito di una feroce guerra di mafia combattuta tra Calabria e Nord Italia. Nel corso dell'operazione, denominata “Aemilia 1992”, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Bologna, i poliziotti della Squadra Mobile hanno eseguito anche perquisizioni nei confronti di altre persone coinvolte nelle indagini.

L’attività investigativa ha permesso di ricostruire la vicenda che vide contrapposte la cosca Grande Aracri-Dragone-Ciampà e il sodalizio Vasapollo-Ruggiero in lotta per conseguire l'egemonia delle attività illecite nelle province di Crotone e Reggio Emilia. Entrambe le vittime, appartenenti al gruppo Vasapollo-Ruggiero, vennero uccise nelle rispettive abitazioni mentre erano ai domiciliari.

I killer, armati di pistola, per costringere Giuseppe Ruggiero ad aprire la porta di casa, simularono un controllo delle Forze dell'Ordine indossando divise avendo appositamente camuffato un auto di servizio. Il Gip di Bologna ha riconosciuto l aggravante mafiosa per entrambi gli omicidi.

polizia

PROSEGUI LA LETTURA

Guerra di 'ndrangheta in Emilia-Romagna, 3 arresti é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 16:43 di Thursday 19 October 2017

]]>
0
Autista del bus aggredito a causa di un cane Thu, 19 Oct 2017 13:38:37 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587825/la-spezia-autista-bus-aggredito http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587825/la-spezia-autista-bus-aggredito Alessandro Guerra Alessandro Guerra

Un autista dell'Atc, concessionaria del trasporto pubblico nella provincia della Spezia, è stato aggredito ieri pomeriggio da un ragazzo.

A raccontare la vicenda il quotidiano La Nazione, che ha anche raccolto la testimonianza della vittima quando era da poco arrivata in ospedale.

I fatti sono accaduti a La Spezia. L'autista, a bordo del Follo-Ceparana, ha avuto un diverbio con una ragazza che voleva salire sul bus con il suo cane, che però non aveva la museruola. Il 44enne conducente ha fatto presente che le regole dell'Atc permettono la presenza di cani (anche di piccola taglia) a bordo solo se con museruola.

"La ragazza ha iniziato a inveire contro di me così ho avvisato il centro operativo di Atc. La giovane, che era insieme alla madre, ha proseguito nelle suo imprecazioni contro di me anche quando siamo scesi in piazza Chiodo", ha raccontato l'autista.

A quel punto, la giovane fa una foto all'autista e - presumibilmente - la invia al fidanzato che dopo poco arriva sul posto, dove compie l'aggressione ai danni del 44enne.

"Quando me lo sono trovato di fronte, minaccioso, ho subito capito che mi voleva aggredire", ricostruisce l'autista. "Mi sono difeso, tirandogli addosso il maglioncino, ma questo, nel frattempo mi ha colpito in testa con il casco. Ben due volte. Il dolore è stato allucinante, quasi non mi reggevo in piedi".

Sul posto è giunta la polizia che ha bloccato l'aggressore. La vittima è stata trasferita al pronto soccorso.

PROSEGUI LA LETTURA

Autista del bus aggredito a causa di un cane é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 15:38 di Thursday 19 October 2017

]]>
0
Investi con Sicuramente Protetto di Genertellife Fri, 13 Oct 2017 07:00:03 +0000 http://www.soldiblog.it/post/122445/investi-nel-tuo-futuro-con-sicuramente-protetto-di-genertellife-s-p-a-societa-del-gruppo-generali http://www.soldiblog.it/post/122445/investi-nel-tuo-futuro-con-sicuramente-protetto-di-genertellife-s-p-a-societa-del-gruppo-generali Redazionali Blogo.it Redazionali Blogo.it

Advertisement

thinkstockphotos-478235388.jpg

Come investire al meglio e in modo sicuro i propri risparmi pensando in un’ottica di medio-lungo periodo? Se siete in cerca di un prodotto che investe i tuoi risparmi in una Gestione Separata che attui una politica di investimento prudente e miri a minimizzare il rischio e al contempo a massimizzare i rendimenti, l’assicurazione per l’investimento pensata da Genertellife S.p.A. fa al caso vostro.

Cos’è Sicuramente Protetto e dove investe

Sicuramente Protetto è l’assicurazione per l’investimento dei vostri risparmi senza costi di sottoscrizione e di intermediazione. I tuoi risparmi sono investiti al 100% nella Gestione Separata Glife Premium, una speciale gestione assicurativa dal profilo di rischio basso che attua una politica di investimento prudente e mira a massimizzare il rendimento nel medio-lungo periodo.
Negli ultimi anni la gestione Gestione Separata Glife Premium si è dimostrata un porto sicuro nei momenti di turbolenza e fluttuazione dei mercati.
I Rendimenti riconosciuti dalla Gestione Separata Glife Premium al netto del trattenuto annuo e al lordo degli oneri fiscali sono: nel 2016 pari al 1,85%, nel 2015 pari al 2,21%, nel 2014 pari al 2,41%, nel 2013 pari al 2,80%, nel 2012 pari al 2,85%. Da tenere in considerazione che i rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.

Puoi iniziare ad investire con un importo minimo pari a 5.000 euro e puoi decidere di integrare il tuo investimento in qualsiasi momento senza costi. La polizza ha durata a vita intera e sei tu a decidere quando desideri riscattare parzialmente o totalmente il tuo capitale trascorsi 12 mesi da ogni versamento.

Vantaggi di Sicuramente Protetto

Sicuramente Protetto non ha costi di attivazione e intermediazione ed è esente dall’imposta di bollo.
Il capitale versato è garantito al netto del costo di gestione trattenuto dal rendimento della Gestione Separata come indicato nelle condizioni di assicurazione.
Inoltre Sicuramente Protetto offre una protezione aggiuntiva che prevede una maggiorazione del capitale assicurato e rivalutato pari al 10% in caso di decesso per infortunio e del 20% in caso di decesso per incidente stradale.

Infine la competenza e la professionalità dei consulenti di Genertellife S.p.A. sono altri due fondamentali punti di forza che vi permettono di poter scegliere la strada migliore per l’investimento dei tuoi risparmi.

Per maggiori informazioni clicca qui!

Iniziativa in collaborazione con Genertellife S.p.a.

PROSEGUI LA LETTURA

Investi con Sicuramente Protetto di Genertellife é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 09:00 di Friday 13 October 2017

]]>
0
Boschi: via libera alla pensione con cumulo gratuito Wed, 11 Oct 2017 14:09:58 +0000 http://www.soldiblog.it/post/122433/cumulo-contributi-pensione-gratis http://www.soldiblog.it/post/122433/cumulo-contributi-pensione-gratis re.mar. re.mar.

cumulo gratuito dei contributi

Il cumulo gratuito dei contributi per la pensione è realtà. Il Ministero del Lavoro ha infatti dato l’ok alla bozza di circolare INPS sul cumulo gratuito dei contributi da parte dei liberi professionisti, questo significa che tutti i contributi pagati dai professionisti in gestioni diverse potranno essere considerati come unici, quindi cumulabili, senza nessun costo aggiuntivo per il contribuente. Il cumulo per l’esercizio del diritto alla pensione esiste già come procedura ma non gratuitamente, anzi con un costo rilevante.

Cumulo gratuito contributi pensione, come funziona

Il cumulo gratuito è finalizzato al raggiungimento dei requisiti per la pensione di vecchiaia e dei liberi professionisti permettendo di sommare tutti i contributi versati come lavoratori dipendenti e autonomi anche in relazione a periodi di lavoro discontinui. Inoltre il cumulo gratuito sarà utilizzabile per raggiungere il diritto alla pensione anticipata, nell’ambito dell’attuale disciplina normativa.

Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi ha annunciato le novità in materia con un post su Facebook:

"Via libera del ministero del Lavoro alla pensione col cumulo gratuito: commercianti, avvocati, medici e professionisti con carriere discontinue potranno mettere insieme i contributi previdenziali versati a casse diverse e andare in pensione senza versare un euro in più. Si stima che circa 7000 persone nel 2017 faranno la richiesta. Una piccola misura, ma importante, prevista durante i #MilleGiorni e inserita nella scorsa Legge di Bilancio che adesso trova finalmente attuazione. #avanti”.

PROSEGUI LA LETTURA

Boschi: via libera alla pensione con cumulo gratuito é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 16:09 di Wednesday 11 October 2017

]]>
0
Pensione a 67 anni dal 2019, si va verso il rinvio? Mon, 09 Oct 2017 09:10:15 +0000 http://www.soldiblog.it/post/122409/pensione-a-67-anni-rinvio http://www.soldiblog.it/post/122409/pensione-a-67-anni-rinvio re.mar. re.mar.

pensione a 67 anni

Mentre l’Associazione nazionale dei pensionati della Cia (Confederazione italiana agricoltori) chiede di portare le pensioni minime a 650 euro con la prossima legge di bilancio, il presidente della Commissione Lavoro alla Camera ed ex ministro del Welfare Cesare Damiano (Pd), fa sapere di essere al lavoro sull'ipotesi di un rinvio dell'innalzamento dell'età pensionabile a 67 anni dal 2019.

Un rinvio insomma del decreto direttoriale sulla pensione a 67 anni. "Noi lavoriamo all'idea di non far emanare dal Governo il decreto direttoriale dei ministeri del Lavoro e dell'Economia relativo all'innalzamento dell'età pensionabile a 67 anni a partire dal 2019. Con l'avvicinarsi della discussione parlamentare sulla legge di Bilancio si moltiplicano le proposte e le indiscrezioni giornalistiche...Ci auguriamo che l'articolo del Corriere della Sera di oggi che riferisce di una disponibilità del Governo a rimandare la decisione al 2018 trovi riscontro nella realtà".

 "Nel parere votato dalla Commissione Lavoro della Camera la scorsa settimana abbiamo chiesto un rinvio a giugno 2018" ha aggiunto l'esponente Pd che parla anche di licenziamenti: "una correzione di rotta sarebbe auspicabile: è vero che, dopo il Jobs Act, licenziare è più facile e conviene più dell'utilizzo degli ammortizzatori sociali". Secondo l'ex ministro: "Se non si interviene si moltiplicheranno casi come quello della Ericsson: licenziamenti collettivi senza ricorrere preventivamente all'uso della cassa integrazione al fine di alleviare il disagio e la disperazione dei lavoratori. Si tratta conclude di forme barbariche di relazioni industriali alle quali la legge deve porre un argine".

PROSEGUI LA LETTURA

Pensione a 67 anni dal 2019, si va verso il rinvio? é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 11:10 di Monday 09 October 2017

]]>
0
Coppia di coniugi arrestata per omicidio - video Thu, 19 Oct 2017 13:05:40 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587812/lamezia-terme-coppia-killer-video-polizia http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587812/lamezia-terme-coppia-killer-video-polizia Alessandro Guerra Alessandro Guerra


La Polizia di stato ha arrestato due coniugi in seguito all'omicidio avvenuto lo scorso 19 gennaio a Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro, quando fu assassinato Francesco Berlingeri.

La vittima possedeva un negozio di frutta e verdura ed era noto alle forze dell'ordine per furti di autovetture e di mezzi industriali. Le indagini della Polizia hanno permesso di scoprire che l'omicidio è maturato come vendetta proprio in quell'ambiente.

L'esecutore materiale dell'omicidio risulterebbe essere un uomo che si trovava già in carcere, in quanto detenuto per l'omicidio di Gregorio Mezzatesta, avvenuto a giugno.

Le indagini hanno permesso inoltre di scoprire che una donna, infermiera di 30 anni, è stata complice: è ora ritenuta responsabile di omicidio in concorso.

La 30enne avrebbe aiutato il marito e preparare ed eseguire l'omicidio: il giorno prima, le telecamere di sorveglianza hanno ripreso l'auto della donna nella zona dell'agguato. L'analisi del traffico delle celle telefoniche ha confermato la presenza di entrambi i coniugi sul luogo del delitto, prima e dopo l'agguato.

In alto il video che racconta alcune fasi dell'indagine che ha portato al doppio arresto.

PROSEGUI LA LETTURA

Coppia di coniugi arrestata per omicidio - video é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 15:05 di Thursday 19 October 2017

]]>
0
Virus Chikungunya: un caso a Bologna Thu, 19 Oct 2017 12:50:48 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571702/virus-chikungunya-ultime-notizie http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571702/virus-chikungunya-ultime-notizie ValentinaRorato ValentinaRorato

zanzara-punge-uomojpg

Nuovo caso di chikungunya. Questa volta a essere stato infettato è un uomo di Bologna, punto da una zanzara portatrice del virus mentre era all’estero. Sono state immediatamente attivate le misure di profilassi, come previsto dallo specifico protocollo regionale: è in corso la disinfestazione nell’area circostante l’ab

Di quale zona si tratta? Porta Saragozza, circoscritta tra le vie Risorgimento, Odone Belluzzi, Bellinzona, Volterra, Levi Civita, Valle di Preda. I residenti sono stati invitati a usare larvicidi nei pozzetti e nei tombini, eliminare sottovasi, evitare ristagni di acqua, non lasciare secchi o contenitori con l’apertura rivolta verso l’alto.

Si tratta di un contagio importato, però a fini precauzionali si consiglia anche di proteggersi dalle punture utilizzando repellenti.

252 casi tra Anzio, Latina e Roma

12 ottobre 2017

Nella Regione Lazio i casi autoctoni di Chikungunya sono saliti a 252, di questi 197 casi sono residenti o riportano un soggiorno nel comune di Anzio. Dei restanti 55 casi, 50 sono residenti nella città di Roma e 5 nel comune di Latina. Questi i dati registrati dal Sistema di sorveglianza delle Malattie infettive della Regione Lazio. La Regione, in una nota, ha poi dichiarato:

"Si invitano i Comuni a procedere alle disinfestazioni dando comunicazione alla cittadinanza degli orari e dei giorni degli interventi che vanno ripetuti. La Regione Lazio è ancora in attesa di conoscere il numero delle disinfestazioni effettuate da Roma Capitale nelle aree indicate. Si sottolinea infatti che la prevenzione, mediante l'azione di disinfestazione, è fondamentale per evitare l'ulteriore diffondersi del virus".

Attualmente i focolai sono quattro, stando a quanto riferito dal Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc): Anzio, Latina, Roma nel Lazio e Guardavalle Marina in Calabria.

"È probabile che nei prossimi mesi vengano rilevati altri casi in queste aree, complici condizioni climatiche ancora adatte alla zanzara, mentre è improbabile che arrivi in altri paesi europei, dove nelle prossime settimane le condizioni ambientali saranno più difficili per la zanzara A. albopictus”.

Foto | Regione Lazio

Focolaio in Calabria, 55 nuovi casi

10 ottobre 2017

È stato identificato un nuovo focolaio di Chikungunya, dopo i primi 6 casi in Calabria, ora se ne contano ben 55 nell’area di Guardavalle.

Tutto è partito da quattro casi segnalati tra il 19 e il 25 settembre 2017 - uno nel Lazio e tre in Emilia-Romagna - relativi a persone residenti in queste Regioni, che avevano sviluppato sintomi indicativi dell’infezione lo scorso agosto mentre si trovavano a Guardavalle Marina (CZ). Questi casi sono risultati positivi alle indagini di laboratorio effettuate.

Sono in corso valutazioni epidemiologiche e microbiologiche, per la conferma della diagnosi nei casi sospetti e per valutare se questo focolaio sia in relazione con quello osservato nel Lazio.

Il 29 settembre 2017 il Centro nazionale sangue (Cns) ha annunciato la sospensione della raccolta delle donazioni di sangue in donatori residenti nel Comune di Guardavalle e per tutti quelli che hanno soggiornato, anche per poche ore, in questa località nel periodo considerato.

La notizia ufficiale è stata diffusa tramite Epicentro il portale dell’epidemiologia per la sanità pubblica a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell’Istituto Superiore di Sanità.

Via | Epicentro

6 casi anche in Calabria

3 ottobre 2017

Piccola epidemia di Chikungunya in Calabria. A Guardavalle Marina, in provincia di Catanzaro, sono stati diagnosticati i primi 6 casi, ovviamente segnalati al Ministero da alcuni medici di medicina generale.

Dopo le indagini di laboratorio, sono state avviate tutte le procedure previste dal Ministero, per debellare la zanzara che porta il virus. Dal rapporto preliminare dell’Istituto superiore di sanità è emerso che il focolaio è circoscritto al territorio di Guardavalle Marina e che al momento non vi sono altri Comuni interessati.

Sempre per prevenire la diffusione del virus, è stata decretata la sospensione cautelativa dalla donazione dei donatori residenti nel Comune di Guradavalle e con l’esclusione per 28 giorni dalla donazione dei donatori che abbiano soggiornato, anche per poche ore, nel suddetto Comune.

Notificati 101 nuovi casi nel Lazio, isolato il virus



3 ottobre 2017

La Regione Lazio ha comunicato di aver isolato il virus responsabile dell'epidemia di Chikingunya, grazie al lavoro svolto dal laboratorio di virologia dell'Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani. Il virus isolato è stato denominato: CHIKV/ITA/Lazio-INMI1-2017.

Il virus è stato caratterizzato su base molecolare. La sequenza è stata depositata al National center for biotechnology information, National institute of health, Usa, e a breve sarà accessibile per la comunità scientifica.

Purtroppo però il contagio continua a diffondersi. Secondo il Servizio regionale di sorveglianza malattie infettive sono pervenute un totale di 102 notifiche di casi di Chikungunya. Dieci i nuovi casi, di cui «cinque sono residenti o hanno riportato un soggiorno nel comune di Anzio nei 15 giorni precedenti l’esordio dei sintomi», mentre gli altri cinque «sono residenti nel comune di Roma e non hanno collegamenti con Anzio». E, con l'aumento dei casi, Roma potrebbe diventare un nuovo focolaio.

11 nuovi casi nel Lazio di cui quattro a Roma

21 settembre 2017

Non si sono ancora fermati i casi di virus Chikungunya a Roma e nel Lazio: si aggiungono altre 4 persone registrate martedì nella capitale, come recita il bollettino della Regione del 19 settembre. Secondo il Servizio regionale di sorveglianza malattie infettive (Seresmi) sono pervenute un totale di 76 notifiche di casi di Chikungunya. Dunque, 11 casi in più rispetto all’ultima rilevazione effettuata nella giornata di lunedì 18. Intanto le donazioni di sangue sono sospese solo nel territorio di Asl Rm 2 e nel Comune di Anzio.

Vediamo meglio dove risiedono i pazienti: di questi 11 nuovi casi 7 sono residenti o hanno effettuato un soggiorno nel Comune di Anzio nei 15 giorni precedenti l’esordio dei sintomi. Ma i restanti 4 nuovi casi sono residenti nel comune di Roma e non hanno collegamenti con Anzio. Come mai? La zanzara tigre è ormai molto diffusa ed è proprio lei che veicola il virus (è responsabile anche di Dengue e Zika), quindi presente anche nella Capitale.

64 casi nel Lazio, uno anche nelle Marche

17 settembre

Non solo Lazio. Un caso di Chikungunya anche nelle Marche. Si tratta di un uomo, residente nella Vallesina, che ad agosto è stato ad Anzio, il centro laziale epicentro del contagio.

Ne ha dato notizia, ieri sera, il sindaco di Fabriano, spiegando che l’Istituto zooprofilattico si è attivato e annunciando anche una maxi disinfestazione della zona adiacente l’ospedale, dove l’uomo è stato ricoverato. Il paziente colpito dalla malattia febbrile acuta virale è stato dimesso ieri. In una nota la Regione Lazio ha così comunicato:

"Sono 64 i casi di Chikungunya accertati dal Seresmi (Servizio Regionale di Sorveglianza Malattie Infettive) ad oggi 6 settembre 2017. Di questi, 54 sono i casi che hanno residenza ad Anzio o che hanno soggiornato nei 15 giorni precedenti ad Anzio, 7 casi sono a Roma e 3 casi sono a Latina".

A questi si aggiungono uno Emilia Romagna (in provincia di Modena) e uno in Lombardia (in provincia di Mantova). I focolai di Chikungunya in corso in Italia sono sotto osservazione anche da parte dell'Oms. L’Organizzazione mondiale della sanità non esclude ulteriori casi nei prossimi giorni. Lo si legge in un documento pubblicato sul suo sito.

“C'è il rischio di ulteriori trasmissioni perché la zanzara Aedes Albopictus (la cosiddetta zanzara tigre) è ormai stanziale nel bacino del Mediterraneo; perché il vettore ha dimostrato in passato la capacità di sostenere focolai di Chikungunya; perché l'area dove si sono verificati i casi è densamente popolata e molto turistica, soprattutto nei mesi estivi”.

27 casi in Italia, 10 diagnosticati nel Lazio

15 settembre 2017

Salgono a 27 i casi notificati di Chikungunya, di cui 10 nuovi casi rispetto alla giornata di ieri sono residenti o riportano un soggiorno nel comune di Anzio e sette casi non risultano aver viaggiato in Italia o all'estero nei 15 giorni precedenti l'esordio dei sintomi. Questo è quanto ha comunicato la Regione Lazio.


"Ieri come sapete è stato adottato un provvedimento: ovviamente il Centro nazionale sangue ha garantito la fornitura per coprire quello che ci sarà in meno, inevitabilmente, a seguito di questo blocco. Quindi non ci saranno problemi per la rete sanitaria".

Fa sapere Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, dopo il blocco delle donazioni di sangue di ieri. Questa sospensione causa, nella capitale, una carenza di 200-250 sacche di sangue nei prossimi giorni, una quantità paragonabile ad una maxi-emergenza. Intanto è partita una gara di solidarietà: 849 sacche di sangue sono state donate da 10 Regioni per il Lazio.

È stato notificato anche dall'azienda Usl di Modena un caso di Chikungunya per un residente di Casinalbo. Il Comune di Formigine, in provincia di Modena, ha attivato il piano di emergenza sanitaria con disinfestazione della zona interessata.

Quattro nuovi casi a Roma: la Regione chiede al Comune la disinfestazione

12 settembre 2017

Nuove infezioni da Chikungunya: dopo 3 casi a Anzio, altri 4 a Roma, nella zona sud-est. La Regione Lazio ha convocato domani un tavolo con il Campidoglio per sollecitare la disinfestazione dalle zanzare del territorio comunale. Non è stata ancora indetta la sospensione delle donazioni di sangue nella Capitale, ma la misura potrebbe essere adottata a breve, come successo a Anzio.

Non è la prima volta che accade in Italia: nell'agosto del 2007 sono stati notificati i primi casi autoctoni in Emilia Romagna, circa 250, e si registrò anche un decesso, una donna che soffriva anche di altre malattie. La prima epidemia nota è stata descritta nel 1952 in Tanzania, anche se già nel 1779 era stata descritta un’epidemia in Indonesia forse attribuibile allo stesso agente virale.

PROSEGUI LA LETTURA

Virus Chikungunya: un caso a Bologna é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 14:50 di Thursday 19 October 2017

]]>
0
Incendia oltre 100 automobili: arrestato - VIDEO Wed, 18 Oct 2017 08:24:31 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587775/roma-incendia-oltre-100-automobili http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587775/roma-incendia-oltre-100-automobili Daniele P. Daniele P.

Un ragazzo di 31 anni, già fermato lo scorso luglio nel quartiere romano dell'EUR per aver dato fuoco ad alcune autovetture, è stato arrestato ieri dai carabinieri di Pomezia, alle porte della Capitale, con l'accusa di aver appiccato oltre 100 incendi nell'area sud di Roma nel corso dei mesi estivi.

Un piromane seriale incastrato dai filmati delle telecamere di sicurezza di alcuni edifici commerciali situati in prossimità dei luoghi colpiti e dall'analisi dei tabulati telefonici, così come dell'attività di pedinamento messa in atto dalle autorità dopo l'episodio di luglio.

Il 31enne, secondo quanto ricostruito, avrebbe dato fuoco ad oltre 100 automobili nel corso di pochi mesi. L'uomo non si limitava ad incendiare automobili, ma era solito tornare sul luogo poche ore dopo per controllare quanti danni era riuscito a provocare.

Ora, dopo settimane di indagini ed accertamenti, per il 31enne si sono aperte le porte del carcere.

PROSEGUI LA LETTURA

Incendia oltre 100 automobili: arrestato - VIDEO é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 10:24 di Wednesday 18 October 2017

]]>
0
Caduta dei capelli: la biotina funziona? Thu, 19 Oct 2017 08:21:40 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572220/caduta-dei-capelli-la-biotina-funziona http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572220/caduta-dei-capelli-la-biotina-funziona Andrea Butkovič Andrea Butkovič

Biotina caduta dei capelli

La questione è ampiamente dibattuta: la biotina, o vitamina B7, viene raccomandata da molti medici e soprattutto dalle aziende che la commercializzano. La biotina si è rivelata centrale nella perdita dei capelli di chi ne soffriva la carenza, ma non esiste alcuno studio a conferma dei benefici nelle persone sane.

Come a dire: chi non ha abbastanza biotina potrebbe andare incontro a una perdita dei capelli anche molto importante, ma non è detto il contrario. Non possiamo essere sicuri, infatti, che la biotina sotto forma di integratore faccia bene ai capelli e sia capace di contrastare l'alopecia o la calvizie.

Tuttavia, non ci sono rischi o controindicazioni rispetto all'assunzione di vitamina B7 o biotina come integratore. Sono molti gli integratori per capelli disponibili in commercio, ma nessuno di questi ha un'efficacia confermata.

 

Via | Medicalnewstoday.com

PROSEGUI LA LETTURA

Caduta dei capelli: la biotina funziona? é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 10:21 di Thursday 19 October 2017

]]>
0
Giornata Nazionale della Dermatite Atopica Thu, 19 Oct 2017 08:00:56 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572442/oggi-e-la-prima-giornata-nazionale-della-dermatite-atopica http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572442/oggi-e-la-prima-giornata-nazionale-della-dermatite-atopica ValentinaRorato ValentinaRorato

Dermatite da sudore adulti

Per la prima volta, oggi 19 Ottobre 2017, si celebra la Prima Giornata Nazionale della Dermatite Atopica (DA o eczema atopico), malattia cronica infiammatoria della pelle molto diffusa tra i bambini ma anche tra gli adulti. Alle 11.30, al Tempio di Adriano - Sala Giunta (in Via del Burrò, 147 - Roma), l’Associazione Nazionale Dermatite Atopica ospita un importante incontro.

Durante il convegno si cercherà di fare luce sulla dermatite atopica, una patologia ancora da svelare, soprattutto come malattia dell’adulto e nelle sue forme più gravi e invalidanti. La Giornata sarà anche l’occasione per incoraggiare la costituzione di un gruppo multidisciplinare per la valutazione dell’impatto della malattia in Italia.

PROSEGUI LA LETTURA

Giornata Nazionale della Dermatite Atopica é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 10:00 di Thursday 19 October 2017

]]>
0
Come rinforzare le ossa con i consigli degli esperti Wed, 18 Oct 2017 09:30:02 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572538/come-rinforzare-ossa-e-scheletro-con-i-consigli-degli-esperti http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572538/come-rinforzare-ossa-e-scheletro-con-i-consigli-degli-esperti Maria Vasta Maria Vasta

Proteggere la salute delle ossa è molto importante, poiché scheletro e ossa servono a sorreggere il nostro corpo, proteggere gli organi e molto altro ancora. Ma come fare, quindi, a proteggere ossa e articolazioni in maniera efficace? A darci qualche utile consiglio sono gli esperti della trasmissione "In forma con Starbene", che rivelano che attività fisica e corretta alimentazione rappresentano gli step fondamentali per avere ossa sane. Fra gli sport consigliati, troviamo indubbiamente il nuoto, le passeggiate a piedi, la bicicletta, ma anche semplicemente stare all’aria aperta, per fare il pieno di Vitamina D, fondamentale per la salute delle ossa.

Assumere alimenti ricchi di magnesio (come mandorle, soia, fichi, mele, …), verdure a foglia larga (broccoli, spinaci e cavolini di bruxelles), peperoni, legumi, pesce e alimenti ricchi di fosforo è inoltre importante per proteggere la salute delle nostre ossa.

Seguite le interessanti spiegazioni nel breve video in alto per saperne di più e scoprire come proteggere la vostra salute e migliorare la vostra vita!

Salute delle ossa

PROSEGUI LA LETTURA

Come rinforzare le ossa con i consigli degli esperti é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 11:30 di Wednesday 18 October 2017

]]>
0
Psicologia: la musica rende gli uomini più attraenti Wed, 18 Oct 2017 08:01:39 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572216/psicologia-la-musica-rende-gli-uomini-piu-attraenti http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572216/psicologia-la-musica-rende-gli-uomini-piu-attraenti Andrea Butkovič Andrea Butkovič

La musica rende attraenti

Alcuni ricercatori dell'Università di Vienna e dell'Università di Innsbruck hanno scoperto il valore della musica nei rapporti sociali e in particolare nella scelta del partner da parte delle donne. La musica attiverebbe dei meccanismi biologici capaci di rendere più attraenti gli uomini. 

Vedere un uomo che suona o canta potrebbe essere un indicatore di elevate abilità cognitive e fisiche per le donne. Ma l'esperimento condotto dagli scienziati austriaci rivela molto di più. A un gruppo di donne è stato chiesto di giudicare quanto fossero attraenti i volti di una trentina di uomini; quelle che stavano ascoltando musica li giudicavano molto più attraenti rispetto a quelle che non la ascoltavano.

Lo stesso, tuttavia, non vale per gli uomini, che non mostravano alcuna differenza nel modo di giudicare i volti femminili ascoltando o meno la musica. Più la musica veniva giudicata coinvolgente ed emozionante, più elevati erano i giudizi delle donne sull'attraenza degli uomini.

 

Via | Medicalnewstoday.com

PROSEGUI LA LETTURA

Psicologia: la musica rende gli uomini più attraenti é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 10:01 di Wednesday 18 October 2017

]]>
0