it_IT News Blogo.it - Ultime notizie della sezione News Thu, 14 Dec 2017 18:41:53 +0000 Thu, 14 Dec 2017 18:41:53 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/news 2004-2014 Blogo.it Salvataggio del leopardo caduto in un pozzo - video Thu, 14 Dec 2017 10:34:43 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589752/leopardo-caduto-in-un-pozzo-india-video http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589752/leopardo-caduto-in-un-pozzo-india-video Alessandro Guerra Alessandro Guerra


Arrivano dall'India le curiose immagini che ritraggono un leopardo intrappolato in un pozzo.

La storia arriva da Gauhati, dove una femmina adulta di leopardo è caduta in un pozzo vicino ad un'area residenziale.

Nel video si vede come un veterinario, supportato dagli uomini del corpo forestale, entra nel pozzo per liberare l'animale, dopo averlo calmato.

Una volta salvato, il leopardo è stato trasferito al parco zoologico locale.

Non è la prima volta che un leopardo si avvicina nelle zone residenziali della regione di Assam: solo qualche giorno fa uno aggredì e uccise una donna a Dibrugarh.

PROSEGUI LA LETTURA

Salvataggio del leopardo caduto in un pozzo - video é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 11:34 di Thursday 14 December 2017

]]>
0
Firenze: i rifugiati diventano stelle, videomapping Thu, 14 Dec 2017 10:24:32 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589743/firenze-ponte-vecchio-videomapping-migranti http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589743/firenze-ponte-vecchio-videomapping-migranti Alessandro Guerra Alessandro Guerra

La città di Firenze si è illuminata per Natale, e quest'anno vuole allo stesso tempo sensibilizzare i cittadini e i turisti sulle condizioni dei rifugiati.

Lo fa con un videomapping nel suo luogo più simbolico, Ponte Vecchio: il ponte, tutte le sere fino al 7 gennaio, si illumina con uno spettacolo video che vuole mettere in scena il collegamento tra popoli, città e culture diverse e per far riflettere sulle frontiere di oggi e di ieri.

Il progetto di videomapping è stato sviluppato da Ied (Istituto Europeo di Design) in collaborazione con Unhcr, e fa parte di F-Light, il festival delle luci che coinvolge gi edifici storici fiorentini durante le festività natalizie.

Sulla superficie di Ponte Vecchio i rifugiati - costretti a scappare da guerre e persecuzioni - diventano stelle cadenti. I fiori che compaiono rappresentano la possibilità di un nuovo inizio, di una vita dignitosa altrove.

"I rifugiati, i richiedenti asilo, gli apolidi, non sono solo dei numeri, sono innanzitutto delle persone con delle storie da ascoltare. Bisogna considerare queste migrazioni senza paura e con la consapevolezza di poterle gestire con spirito di umanità e di poter garantire protezione a chi è costretto a lasciare tutto alle proprie spalle per mettersi in salvo", commenta Carlotta Sami, Portavoce UNHCR per il Sud Europa.

PROSEGUI LA LETTURA

Firenze: i rifugiati diventano stelle, videomapping é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 11:24 di Thursday 14 December 2017

]]>
0
Salute, 8,8 milioni di italiani vittime di fake news Thu, 14 Dec 2017 08:28:57 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573885/salute-88-milioni-di-italiani-sono-vittime-di-fake-news-su-internet http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573885/salute-88-milioni-di-italiani-sono-vittime-di-fake-news-su-internet ValentinaRorato ValentinaRorato

Student girl working with a laptop in a green park

Sono 8,8 milioni le vittime di fake news nel corso dell’anno, 15milioni gli italiani che decidono di affidarsi a internet per avere informazioni in caso di disturbi, 3,5 milioni i genitori che si sono imbattuti in indicazioni mediche sbagliate. Il dottor G sta facendo “danni”, o perlomeno l’uso scorretto che se ne fa. Questi sono i dati emersi da una ricerca del Censis realizzata in collaborazione con Assosalute e presentata a Roma.

Quali sono le principali fonti di informazione? Per fortuna il medico di base (53,5%) e il farmacista (32,2%) ma il web continua a crescere (28,4%). Il 17% degli italiani consulta siti web generici sulla salute, il 6% i siti istituzionali, il 2,4% i social network. In particolare, tra i millennials sale al 36,9% la quota di chi usa autonomamente il web per trovare informazioni su come curare i piccoli disturbi. Il pericolo è fortemente percepito dagli italiani: il 69% vorrebbe trovare sui siti web e sui social network informazioni certificate sulle piccole patologie e sui farmaci per curarle da assumere senza obbligo della ricetta medica. Il presidente di Federfarma Marco Cossolo ha così commentato:

"Sulle fake news la questione non è tanto chiudere i siti o censurare l'informazione, ma per quanto riguarda i farmacisti fare un salto culturale nel rapporto tra web e social, nell'interazione tra negozio fisico e digitale, utilizzare questi strumenti utilizzando anche la conoscenza in modo documentato, confutando il linguaggio delle fake news che è poi accattivante per definizione".

PROSEGUI LA LETTURA

Salute, 8,8 milioni di italiani vittime di fake news é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 09:28 di Thursday 14 December 2017

]]>
0
Cuori di cioccolato Telethon: il 16 e 17 dicembre Thu, 14 Dec 2017 10:05:37 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573824/cuori-di-cioccolato-telethon-2017-il-16-e-17-dicembre-nelle-piazze-italiane http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573824/cuori-di-cioccolato-telethon-2017-il-16-e-17-dicembre-nelle-piazze-italiane Patrizia Chimera Patrizia Chimera

Cuori di cioccolato Telethon 2017

Sabato 16 e domenica 17 dicembre in più di 3500 piazze italiane sarà disponibile il Cuore di cioccolato di Telethon 2017, per sostenere i progetti di ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare. Con una donazione minima di 12 euro per la versione extrafondente o al latte e di 15 euro per la versione limitata alla gianduia, si potrà ricevere un cuore di cioccolato ed essere presenti all'appello di partecipare alla campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi per la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare di Fondazione Telethon.

Nelle piazze ci saranno dei banchetti allestiti dai volontari di Fondazione Telethon, AVIS, UILDM, ANFFAS, UNPLI e Associazione Nazionale Bersaglieri. Si potrà anche richiedere di partecipare attivamento come volontario e aiutare a distribuire il cuore di cioccolato (telefonando al numero 06.44015758 oppure scrivendo all’indirizzo volontari@telethon.it).

Il Cuore di cioccolato da 210 grammi, al latte o fondente, e da quest’anno anche alla gianduia da 250 grammi, prodotto dall'azienda torinese Caffarel ed è inserito in un'elegante confezione.

Dal 16 al 23 dicembre si terrà anche la ventottesima edizione della maratona televisiva sulle reti RAI. Sabato 16 dicembre Antonella Clerici in prima serata su Rai 1 condurrà “IL MONDO A COLORI: una serata per Telethon”, per lanciare la settimana che si concluderà sabato 23 dicembre in prima serata su Rai 1, andrà in onda Soliti Ignoti Speciale Telethon, condotto da Amadeus.

Fino al 24 dicembre 2017, inoltre, è attivo il numero solidale 45518 e fino al 31 dicembre si possono anche fare donazioni con carta di credito.

PROSEGUI LA LETTURA

Cuori di cioccolato Telethon: il 16 e 17 dicembre é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 11:05 di Thursday 14 December 2017

]]>
0
Paradisi fiscali: ecco la lista nera dell'UE Wed, 06 Dec 2017 16:16:07 +0000 http://www.soldiblog.it/post/122805/paradisi-fiscali-ecco-la-lista-nera-dellue http://www.soldiblog.it/post/122805/paradisi-fiscali-ecco-la-lista-nera-dellue re.mar. re.mar.

paradisi fiscali

Quali sono i paradisi fiscali e i paesi che non forniscono cooperazione all’Unione Europea in materia fiscale? Il Consiglio ha pubblicato la lista dei paradisi fiscali, o delle giurisdizioni che fanno orecchie da mercante rispetto alle richieste di chiarimenti in ambito di fisco e movimenti finanziari potenzialmente sospetti.

La lista nera dei paradisi fiscali e dei paesi non cooperanti riguarderebbe ben diciassette giurisdizioni: Bahrain, Isole Marhall, Samoa e Samoa americane, Barbados, Grenada, e Guam, ma anche la Corea del Sud, l’ex colonia portoghese di Macao (ora regione amministrativa speciale cinese), la Mongolia, la Namibia e ancora Panama, Santa Lucia, Samoa, Trinidad e Tobago, Emirati Arabi Uniti, Tunisia e Palau, quest'ultima indipendente dal 1994 dagli Stati Uniti.

A dare il via libera alla prima black list dei paradisi fiscali formalizzata dall'Unione Europea è stato l'Ecofin che dopo 10 mesi di dialogo con questi paesi terzi considera i risultati insoddisfacenti. Per altri otto paesi in odore di paradiso fiscale, ma non ancora presenti in questo elenco, l'esame è stato rinviato a febbraio.

PROSEGUI LA LETTURA

Paradisi fiscali: ecco la lista nera dell'UE é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 17:16 di Wednesday 06 December 2017

]]>
0
Conti correnti zero spese: i migliori di dicembre Tue, 05 Dec 2017 12:00:49 +0000 http://www.soldiblog.it/post/27215/conti-correnti-zero-spese-i-migliori-di-dicembre-2017 http://www.soldiblog.it/post/27215/conti-correnti-zero-spese-i-migliori-di-dicembre-2017 re.mar. re.mar.

Conto Banca Dinamica di Banca Dinamica: conto corrente zero spese online cui si può abbinare un deposito al risparmio che in promozione e per i primi sei mesi offre un tasso d’interesse del 2% lordo se si fa richiesta di apertura conto entro il 31 dicembre 2017 e si attiva il conto entro il 30 gennaio 2018 effettuando l’accredito di stipendio o pensione oppure l’attivazione di un Piano di accumulo di almeno 100 euro mensili entro il 10 febbraio 2018. Il conto offre in ogni caso un tasso dell’1% lordo per i primi 3 mesi e dal quarto mese 1% solo con accredito di stipendio/pensione. L’imposta di bollo la paga la banca e i prelievi bancomat e V/pay sono gratuiti in tutta Europa.

Conto Webank di BPM: altro conto corrente online che resta tra i migliori anche a dicembre, per un tasso d’interesse annuo lordo dello 0,10%, nessun canone, 1000 euro di commissione trading gratis e 10’00 di esenzione bollo titoli.

Che Banca! Conto corrente digital-Opzione filiale di Mediobanca:conto disponile sia online, del tutto a zero spese, sia in filiale, con sportelli aperti fino alle 19 e anche il sabato mattina ma in questo secondo caso Che Banca! costa 24 euro all’anno. L’imposta di bollo la paga comunque l'istituto. I prelievi sono gratis in tutto il mondo.

Conti correnti zero spese: i migliori di novembre 2017

Conto Banca Dinamica di Banca Dinamica: si tratta di un conto corrente zero spese online cui si può abbinare un deposito al risparmio che in promozione e per i primi sei mesi offre un tasso d’interesse del 2% lordo se si fa richiesta di apertura conto entro il 31 dicembre 2017 e si attiva il conto entro il 30 gennaio 2018 effettuando l’accredito di stipendio o pensione oppure l’attivazione di un Piano di accumulo di almeno 100 euro mensili entro il 10 febbraio dell’anno prossimo. Il conto offre comunque un tasso dell’1% lordo per i primi 3 mesi e dal 4° 1% solo con accredito di stipendio/pensione. L’imposta di bollo la paga la banca. Prelievi bancomat e V/pay gratis in tutta Europa.

Conto Webank di BPM: conto corrente online che offre un tasso d’interesse annuo lordo dello 0,10%, zero canone, 1000 euro di commissione trading gratis e altrettante di esenzione bollo titoli. Conto Banca Dinamica di Banca Dinamica: si tratta di un conto corrente zero spese online cui si può abbinare un deposito al risparmio che in promozione e per i primi sei mesi offre un tasso d’interesse del 2% lordo se si fa richiesta di apertura conto entro il 31 dicembre 2017 e si attiva il conto entro il 30 gennaio 2018 effettuando l’accredito di stipendio o pensione oppure l’attivazione di un Piano di accumulo di almeno 100 euro mensili entro il 10 febbraio dell’anno prossimo. Il conto offre comunque un tasso dell’1% lordo per i primi 3 mesi e dal 4° 1% solo con accredito di stipendio/pensione. L’imposta di bollo la paga la banca. Prelievi bancomat e V/pay gratis in tutta Europa.

Conto Webank di BPM: conto corrente online che offre un tasso d’interesse annuo lordo dello 0,10%, zero canone, 1000 euro di commissione trading gratis e altrettante di esenzione bollo titoli. Se si fa richiesta di apertura del conto entro il 10/11/2017 accreditandovi stipendio/pensione o aprendo una linea vincolata a 12 mesi senza facoltà di svincolo anticipato con un minimo 1000 euro ci sono in regalo 120 euro di buoni carburante TotalErg.

Che Banca! Conto corrente digital-Opzione filiale: il conto corrente di Mediobanca è disponile sia online, completamente a zero spese, sia in filiale, con sportelli aperti fino alle 19 e anche il sabato mattina ma in questo secondo caso costa 2 euro al mese. Imposta di bollo a carico della banca.

Conti correnti zero spese: i migliori di ottobre 2017


Nessuna novità nei migliori conti correnti zero spese di ottobre 2017, secondo la panoramica offerta da confrontaconti.it. Vediamo tassi d’interesse e le offerte migliori delle banche sia per i conti online che allo sportello.

Conto BancaDinAmica di Banca DinAmica: conto corrente zero spese online che dà l’1% lordo per i primi 3 mesi, dal quarto 1% solo con l’accredito dello stipendio o della pensione. Prelievi bancomat e V-pay sono gratuiti e inoltre in promozione il conto offre il 2% lordo per i primi 6 mesi con accredito di stipendio o pensione o attivazione di un piano di accumulo di almeno 100 euro mensili entro il 31 ottobre 2017. L'imposta di bollo la paga la banca.

Conto Webank.it di BPM: sempre tra i migliori conti correnti zero spese online, e attivo anche in filiale,  Webank offre un tasso annuo lordo dello 0,10% oltre a 1.000 euro di commissioni trading gratuite e 1.000 euro di esenzione bollo per deposito titoli.

Che Banca! Opzione in Filale - Gruppo Mediobanca: si tratta di un conto corrente a zero spese se si opera esclusivamente via web, infatti se si sceglie l’Opzione in Filiale, che comprende assistenza e per operazioni allo sportello, il conto costa 24 euro all'anno. Che Banca - Opzione Filiale offre il vantaggio di sportelli aperti fino alle 19:00 e anche il sabato mattina. L’imposta di bollo è pagata dalla banca.

Conti correnti zero spese: i migliori di settembre 2017


Ecco i migliori conti correnti zero spese di settembre 2017 secondo confrontaconti.it, con i tassi d'interesse e le promozioni offerte dalle banche.

Conto BancaDinAmica di Banca Dinamica: è un conto corrente zero spese online che rende l’1% lordo per i primi 3 mesi, dal quarto 1% soltanto con l’accredito dello stipendio o della pensione. I prelievi bancomat e V-pay sono gratis. In promozione il conto Banca DinAmica assicura il 2% lordo per 6 mesi con accredito di stipendio o pensione o attivazione di un piano di accumulo di almeno 100 euro mensili previa richiesta di attivazione entro il 31 ottobre 2017. L'imposta di bollo è a carico della banca.

Conto Webank.it di BPM: tra i migliori conti correnti zero spese online di settembre 2017
assicura un tasso annuo loro allo 0,10%; 1.000 euro di commissioni trading gratuite e 1.000 euro di esenzione bollo per deposito titoli.

Che Banca! Opzione in Filale - Gruppo Mediobanca: conto corrente a zero spese operando esclusivamente online. Con l’Opzione in Filiale, cioè con assistenza e per operazioni allo sportello, costa 2 euro al mese, 24 all'anno. In questo caso sportelli aperti fino alle 19:00 e anche sabato mattina. Non si paga l'imposta di bollo perché se l'accolla la banca.

Conti correnti zero spese: i migliori di agosto 2017


I migliori conti correnti zero spese di agosto 2017 nella panoramica offerta come ogni mese da confrontacont.it. Cosa propongono le banche, i tassi d'interesse e le promozioni “acchiappa clienti”.

Conto BancaDinAmica di Banca Dinamica: è un conto corrente zero spese online che rende l’1% lordo per i primi 3 mesi dalla sottoscrizione, dal quarto mese l'1% con l’accredito dello stipendio o della pensione. I prelievi bancomat e V-pay sono gratuiti così come l’imposta di bollo. In promozione il conto Banca DinAmica assicura il 2% lordo per 6 mesi con accredito di stipendio o pensione o attivazione di un PAC di almeno 100 euro mensili entro il 31 ottobre 2017.

Conto Hello Money - Hello Bank! di BNL : new entry di agosto 2017 questo contro corrente zero spese online rientra tra i migliori, assicurando un tasso lordo dello 0,1% ma con tassi che possono però arrivare anche all’1% (per giacenze da 25.000 a 100.000 euro). Non c’è imposta di bollo perché se ne fa carico la banca.

Che Banca! Opzione in Filale - Gruppo Mediobanca: conto corrente zero spese se si usa solo online, con l’Opzione in Filiale, per assistenza e operazioni allo sportello, costa 24 l’anno. Con Che Banca! Opzione in filiale gli sportelli sono aperti fino alle 19:00 e anche sabato mattina. L’imposta di bollo la paga la banca.

Conti correnti zero spese: i migliori di luglio 2017


I migliori conti correnti zero spese di luglio 2017 nella consueta rassegna mensile di confrontacont.it. Ecco quali sono, i tassi d'interesse e le promozioni che offrono le banche.

Conto BancaDinAmica di Banca Dinamica: si tratta di un conto corrente zero spese online con caratteristiche da conto deposito: assicura l’1% lordo per i primi 3 mesi dalla sottoscrizione, dal 4° mese l'1% con l’accredito dello stipendio o della pensione. Prelievi bancomat e V-pay gratuiti e imposta di bollo a carico della banca. In promozione il conto Banca DinAmica offe il 2% lordo per 6 mesi facendo richiesta di apertura entro il 31 luglio 2017 e l'attivazione entro il 15 settembre 2017 con una di queste attività: accredito di stipendio o pensione o attivazione di un PAC di almeno 100 euro mensili entro il 30 settembre 2017.

Conto Webank di BPM: il secondo conto zero spese online tra i migliori del mese, senza canone o altre spese extra, assicura un tasso lordo dello 0,10%, 1.000 euro di commissioni trading gratuite e 1.000 euro di esenzione bollo deposito titoli. L’imposta di bollo prevista dalla legge è di 34,20 euro all’anno.

Che Banca! Opzione in Filale - Gruppo Mediobanca: conto corrente zero spese se si opera online, ma che con l’Opzione in Filiale, per assistenza e operazioni allo sportello, costa 2 euro al mese. Che Banca! Opzione in filale offre sportelli aperti fino alle 19:00 e sabato mattina. L’imposta di bollo è a carico della banca.

Conti correnti zero spese: i migliori di giugno 2017


Vediamo quali sono i migliori conti correnti zero spese di giugno 2017nella panoramica del mese offerta da confrontacont.it, con i tassi d'interesse e le promozioni pensate per la clientela dagli istituti di credito.

Conto BancaDinAmica di Banca Dinamica: conto corrente a zero spese online che resta tra i migliori anche a giugno grazie alle sue caratteristiche di conto deposito: assicura l’1% lordo per i primi 3 mesi dalla sottoscrizione, dal 4° mese 1% con l’accredito dello stipendio o della pensione. I prelievi bancomat e V-pay sono gratis in tutt’Europa e l’imposta di bollo la paga la banca.

Conto Webank di BPM: conto zero spese online, senza canoni o altre spese fisse che assicura un tasso lordo dello 0,10%, 1000 euro di commissioni trading gratuite e 1000 euro di esenzione bollo deposito titoli. L’imposta di bollo è di 34,20 euro all’anno.

Che Banca! Opzione in Filale - Gruppo Mediobanca: conto corrente a zero per le operazioni online ma se si sceglie l’Opzione in Filiale, per assistenza e operazioni allo sportello, costa 24 euro l’anno. Con Che Banca! Opzione in filale il cliente può contare su sportelli aperti fino alle 19:00 e anche al sabato mattina. L’imposta di bollo la paga la banca.

Conti correnti zero spese: i migliori di maggio 2017


Eccoci con i migliori conti correnti zero spese di maggio 2017, online e allo sportello, in base alla selezione offerta da confrontaconti.it.

Conto BancaDinAmica di Banca Dinamica: conto corrente zero spese con attivazione e operatività online che ha caratteristiche di conto deposito nel senso che rende l’1% lordo per i primi 3 mesi dalla sottoscrizione, dal 4° mese in poi 1% solo con l’accredito dello stipendio o della pensione. Il conto non prevede nessuna spesa fissa e i prelievi bancomat e V-pay sono gratis in tutta Europa. Dell’imposta di bollo se ne fa carico la banca, imposta in ogni caso non dovuta se il valore medio di giacenza annua del conto non va oltre i 5000 euro.

Conto Webank di BPM: altro conto zero spese online che resta tra migliori a maggio 2017 offrendo un tasso lordo dello 0,10%, 1000 euro commissioni trading gratuite e 1000 euro di esenzione bollo deposito titoli. Non ci sono canoni o spese fisse a parte l’imposta di bollo prevista dalla legge, pari a 34,20 euro all’anno.

Che Banca! Opzione in Filale - Gruppo Mediobanca: conto corrente migliore tra quelli in filiale anche a maggio: e a zero spese se si effettuano operazioni online ma se si sceglie l’Opzione in Filiale, per assistenza e operazioni allo sportello, il conto costa 2 euro al mese. Che Banca! ha tra vantaggi quello di garantire filiali del gruppo aperte fino alle 19:00 e anche al sabato mattina e di farsi carico dell’imposta di bollo al posto del cliente.

Conti correnti zero spese: i migliori di aprile 2017


I migliori conti correnti zero spese di aprile 2017, online e in filiale, secondo la panoramica offerta da confrontaconti.it. Vediamo l'offerta delle banche alla clientela.

Conto BancaDinAmica di Banca Dinamica: conto corrente online zero spese che resta tra i migliori anche ad aprile 2017 e che assicura un tasso d’interesse lordo dell’1% per i primi 3 mesi, dal 4°mese con l’accredito di stipendio o pensione. Non ci sono canoni o spese variabili e anche l’imposta di bollo è pagata dalla banca. I prelievi bancomat e V-pay sono gratis in tutta Europa.

Conto Webank di BPM: conto zero spese online che offre un tasso lordo dello 0,10% e nessuna altra spesa fissa o variabile; si paga solo il bollo previsto dalla legge di 34,20 euro all’anno, non dovuto se il valore medio di giacenza annua del conto non supera i 5000 euro. In più Webank offre 1000 euro commissioni trading gratuite e altri 1000 euro di esenzione bollo deposito titoli.

Che Banca! Opzione in Filale - Gruppo Mediobanca: è il miglior conto corrente rilevato in filiale ad aprile 2017, del tutto a zero spese se si opera online mentre se si sceglie l’Opzione in Filiale, per assistenza e operazioni allo sportello, il conto costa 24 euro all’anno. Che Banca! offre poi filiali del gruppo aperte fino alle 19:00 e anche di sabato mattina. L’imposta di bollo la paga la banca.

Conti correnti zero spese: i migliori di marzo 2017


Eccoci con i migliori conti correnti zero spese di marzo 2017 nella panoramica del mese offerta da confrontaconti.it.

Conto BancaDinAmica di Banca Dinamica: conto corrente online senza canone o altri costi che offre un tasso d’interesse dell’1% lordo per i primi tre mesi, dal quarto mese in poi rende l'1% solo con l'accredito dello stipendio o della pensione. Con conto BancaDiAmica non si paga l’imposta di bollo perché se l’accolla la banca. Prelievi Bancomat e V-Pay sono gratuiti in tutt’Europa.

Conto Webank di BPM: altro conto zero spese online che resta tra migliori: è operativo anche in filiale e dà un tasso a regime dello 0,10% lordo. Nessun canone o altri costi fissi o variabili. Il conto offre tra l’altro 1.000 euro di commissioni trading gratuite e 1.000 euro di esenzione bollo per il deposito titoli. L’imposta di bollo è di 34,20 euro all’anno ed è dovuta solo quando il valore medio di giacenza annuo è superiore a 5.000 euro.

Che Banca! Opzione Filiale di Mediobanca: conto corrente completamente a zero spese se si opera online; con l’Opzione in Filiale, per assistenza e operazioni invece allo sportello, il conto costa 2 euro al mese. Il conto Che Banca! assicura ai suoi clienti, filiali del gruppo aperte fino alle 7 di sera e il sabato mattina. Altro vantaggio è che l’imposta di bollo è a carico della banca.

Conti correnti zero spese: i migliori di febbraio 2017


Ecco i migliori conti correnti zero spese di febbraio 2017, online e in filale, secondo la panoramica offerta da confrontaconti.it.

Conto BancaDinAmica di Banca Dinamica: conto corrente zero spese online, senza canoni o altri costi fissi, tra i migliori anche a febbraio 2017 e che rende un tasso d’interesse dell’1% lordo per i primi 3 mesi dalla sottoscrizione. Dal 4° mese dà l'1% se si accredita sul conto lo stipendio o la pensione. Il conto non prevede l’imposta di bollo perché se ne fa carico la banca e permette prelievi Bancomat e V-Pay gratuiti in Europa.

Conto Webank di BPM: conto zero spese online, ma operativo anche in filiale, che assicura un tasso a regime dello 0,10% lordo. Non sono previsti canoni o altri costi fissi/variabili e il conto offre 1.000 euro di commissioni trading gratuite e 1.000 euro di esenzione bollo per il deposito titoli. L’imposta di bollo è di 34,20 euro all’anno, dovuta soltanto se il valore medio di giacenza annuo supera i 5.000 euro.

Che Banca! Opzione filiale di Mediobanca: conto corrente a zero spese se si opera solo online; con l’Opzione in Filiale, per assistenza e operazioni invece allo sportello, il conto costa 24 euro all’anno, cioè due euro al mese. Che Banca! garantisce ai clienti filiali aperte fino alle 7 di sera e anche il sabato mattina. L’imposta di bollo la paga la banca.

Conti correnti zero spese: i migliori di gennaio 2017


I migliori conti correnti zero spese di gennaio 2017? Ecco alcune delle più interessanti proposte offerte dalle banche alla clientela in questo inizio d’anno, riportate da confrontaconti.it.

Conto BancaDinAmica di Banca Dinamica: conto corrente a zero spese online che si conferma tra i migliori anche a gennaio 2017 offrendo un tasso d’interesse dell’1% lordo per i primi 3 mesi, dal 4° mese 1% solo con l’accredito dello stipendio o della pensione. Il conto non prevede canoni, non prevede imposta di bollo, la paga la banca, e assicura prelievi Bancomat e VPay gratis in Europa.

Webank di BPM: Il conto corrente zero spese online della Popolare di Milano, operativo anche in filiale, offre un tasso a regime dello 0,10% lordo. Non c'è nessun costo fisso o variabile il conto offre 1.000 euro di commissioni trading gratuite e altrettanti di esenzione bollo per deposito titoli. L’imposta di bollo costa 34,20 euro l’anno, ma è dovuta solo se il valore medio di giacenza annuo supera i 5.000 euro.

Che Banca! Opzione filiale di Mediobanca: Sempre tra i migliori conti correnti, è completamente a zero spese se si opera online; con l’Opzione in Filiale, per assistenza e operazioni allo sportello, costa 2 euro al mese (24 euro annui). Tra i vantaggi, le filiali aperte fino alle 7 di sera e anche il sabato mattina e l’imposta di bollo a carico della banca.

Conti correnti zero spese: i migliori di dicembre 2016


I migliori conti correnti zero spese di dicembre 2016, online e in filiale, nella nostra rassegna del mese realizzata in base all’analisi di confrontaconti.it.

Conto Banca dinAmica di Banca Dinamica: conto corrente online a zero spese che si conferma tra i migliori anche a dicembre e che offre un tasso lordo dell’1% annuo per i primi 3 mesi; dal 4° mese rende l'1% con l’accredito dello stipendio o della pensione. Non si paga l’imposta di bollo, prelievi e V/pay sono gratuiti in tutta Europa.

Conto Webank di Banca Popolare di Milano: conto corrente online, disponibile anche in filiale, senza canone o altre spese fisse che assicura un tasso a regime dello 0,10% lordo annuo, 1.000 euro di commissione trading gratis e 1.000 euro di esenzione bollo per deposito titoli. L'imposta di bollo sul conto corrente prevista dalla legge è di 34,20 euro l’anno, non è dovuta quando il valore medio di giacenza annuo non supera 5.000 euro.

Conto Che Banca! Opzione in filiale di Gruppo Mediobanca: conto corrente, disponibile online e in filiale, che assicura sportelli aperti da lunedì a venerdì fino alle 19:00 e anche il sabato mattina. Con l’Opzione assistenza in filiale il conto costa 2 euro al mese, 24 euro l’anno, 0 euro se si opera online. L’imposta di bollo è a carico della banca.

Conti correnti zero spese: i migliori di novembre 2016


Conto bancaDinAmica di Banca Dinamica: conto corrente a zero spese online che rimane tra i più redditizi offrendo un tasso d’interesse dell’1% lordo per i primi 3 mesi, dal quarto mese 1% solo con accredito dello stipendio o della pensione. I prelievi bancomat e V/pay sono gratuiti in tutt'Europa e dell’imposta di bollo si fa carico la banca.

Conto Webank di BPM: Il conto corrente online e in filiale a zero spese Webank assicura a regime lo 0,10% lordo e offre 1.000 euro di trading gratuito oltre a 1.000 euro di esenzione bollo per l'eventuale deposito titoli. L'imposta di bollo costa 34,20 euro ma non è dovuta se il valore della giacenza media annua non supera i 5.000 euro.


Conto corrente Che Banca! - Opzione filiale: conto corrente zero spese online e in filiale, che ha il vantaggio di sportelli aperti fino alle 19 e anche il sabato mattina. Con l’Opzione in filiale il conto costa però 2 euro al mese, senza è un conto zero spese. L’imposta di bollo la paga la banca.

Conti correnti zero spese: i migliori di ottobre 2016


I migliori conti correnti zero spese di ottobre 2016 nella nostra panoramica mensile fatta con l'aiuto di confrontaconti.it.

Conto bancaDinAmica di Banca Dinamica: conto zero spese online che offre un tasso d’interesse dell’1% lordo. I prelievi bancomat e V/pay sono gratis in tutta Europa e non si paga nemmeno l’imposta di bollo.

Conto Webank di BPM: ancora tra i migliori conti correnti zero spese Webank.it rende a regime lo 0,10% lordo e offre 1.000 euro di trading gratuito e 1.000 euro di esenzione bollo per il deposito titoli.


Conto corrente Che Banca! - Opzione filiale: conto corrente, disponibile online e in filiale, che assicura sportelli aperti fino alle 19 e anche il sabato mattina. Con l’Opzione in filiale il conto costa però 24 euro all’anno, senza è a zero spese a tutti gli effetti tanto più che dell’imposta di bollo si fa carico la banca.

Conti correnti zero spese: i migliori di settembre 2016



Ecco i migliori conti correnti zero spese di settembre 2016 secondo la panoramica realizzata da Conforntaconti.it questo mese.

Conto BancadinAmica di Banca Dinamica: conto corrente zero spese online che offre un tasso di interesse dell'1% lordo a regime, prelievi e V/pay gratuiti in tutta Europa e zero imposta di bollo perché la paga la banca.

Conto Webank.it di Bpm: altro conto corrente a zero spese online che assicura un tasso a regime dello 0,10% lordo, nessuna spesa di canone, fissa o variabile. L'imposta di bollo prevista dalla legge per giacenze medie annue superiori a 5000 euro costa 34,20 euro l'anno.

Che Banca! Opzione filiale di Mediobanca: conto corrente che permette attivando l'Opzione in filiale di usufruire di sportelli aperti fino alle 19 e anche il sabato mattina. L'opzione costa però 2 euro al mese, 24 all'anno, senza l'opzione in filale Che Banca! è un conto corrente zero spese a tutti gli effetti tanto più che l'imposta di bollo è a carico della banca.

Conti correnti zero spese: i migliori di agosto 2016


Un uomo di 49 anni è morto oggi sul lavoro a via Tarsia, nel centro di Napoli.

L'uomo, un operaio napoletano, stava lavorando alla ristrutturazione di un appartamento, quando - per cause ancora non chiare - è caduto dal terzo piano.

Si legge sul sito del Mattino che il lavoratore stava ricoprendo il terrazzo con una guaina impermeabile e che - cadendo - ha trascinato con sé una bombola del gas e un cannello bruciatore.

I tentativi di soccorso delle persone che hanno assistito alla scena sono stati inutili: l'uomo è morto sul colpo. Il personale del 118, accorso sul posto, non ha potuto far altro che constatare il decesso.

Gli agenti di polizia del Commissariato Dante sono al lavoro per ricostruire l'incidente e verificare eventuali responsabilità.

Foto: il luogo dell'incidente - da Google Maps Street View

PROSEGUI LA LETTURA

Napoli: operaio cade da terzo piano e muore é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 18:57 di Tuesday 12 December 2017

]]>
0
Uccide i tre gatti della compagna, condannato Tue, 12 Dec 2017 17:44:58 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589699/uccide-gatti-della-ex-condanna-sentenza http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589699/uccide-gatti-della-ex-condanna-sentenza Alessandro Guerra Alessandro Guerra

È arrivata la sentenza relativa al caso dell'uomo che ha ucciso i tre gatti della ex compagna.

I fatti, accaduti a Lucca, risalgono a settembre 2015 quando la donna, rientrando a casa dopo il lavoro, trovò due dei suoi tre gatti morti sotto i mobili della cucina e l'altro gatto gravemente ferito, con i tendini tagliati.

Grigiolino e Nera, questi i nomi dei primi due, furono aggrediti a bastonate e morirono sul colpo. Nuvola, già gravemente ferita, subì nuove sevizie nelle successive settimane e venne poi soppressa visti i gravi peggioramenti a cui andava incontro.

Il processo si è concluso con la condanna a un anno e sei mesi di reclusione per l'aggressore, l'ex convivente della donna.

La Lav, che si era costituita parte civile, ha dato rilevanza alla condanna sul suo sito e sulle pagine social, dove si leggono i commenti da parte di Ilaria Innocenti, responsabile Area Animali Familiari: "Pur auspicando un inasprimento delle pene per i reati di maltrattamento e uccisione di animali, siamo soddisfatti della sanzione penale inferta dal Tribunale di Lucca, anche in considerazione del fatto che nel corso dell’udienza del 10 novembre scorso il Pubblico Ministero aveva chiesto 8 mesi di reclusione".

La Lav sottolinea la brutalità della "violenza atroce e perpetrata nel tempo che ha provocato la morte di tre animali e causato sofferenza alla donna che viveva con loro da molti anni".

La sentenza è anche l'occasione per chiedere ancora una volta l'aumento delle pene per casi del genere: "Ci auguriamo che la morte di Grigiolino, Nera e Nuvola sia di stimolo al nuovo Governo e al nuovo Parlamento per l'ormai improcrastinabile inasprimento delle pene per chi maltratta e uccide animali, reati le cui vittime talvolta non sono solo gli animali, ma anche le persone che vivono con loro, private degli affetti e costrette a subire scene di inenarrabile violenza e ferocia vedendo gli animali con cui hanno condiviso la vita familiare maltrattati e uccisi barbaramente".

Foto: Lav

PROSEGUI LA LETTURA

Uccide i tre gatti della compagna, condannato é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 18:44 di Tuesday 12 December 2017

]]>
0
Ecco perché dormire fa bene alla memoria Wed, 13 Dec 2017 11:30:20 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573848/ecco-perche-dormire-fa-bene-alla-memoria http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573848/ecco-perche-dormire-fa-bene-alla-memoria Maria Vasta Maria Vasta

Dormire memoria

Dormire migliora la memoria e aiuta ad archiviare i ricordi. A suggerirlo è uno studio condotto dai membri della University of York e pubblicato sulla rivista Cortex, secondo cui quando richiamiamo un ricordo alla memoria, questo viene ‘aggiornato’ con le nuove informazioni, ed il sonno ci aiuta a consolidare la nuova versione e quella originaria della stessa esperienza. Per giungere a tale conclusione gli esperti hanno esaminato un campione di persone, ed hanno chiesto loro di prendere parte a un test basato sulla collocazione di alcune parole su uno schermo. Ai partecipanti è stato dunque chiesto di ricordare dove fossero collocate le parole. Successivamente metà dei volontari ha dormito per 90 minuti, mentre l’altra metà è rimasta sveglia.

Quindi, tutti i volontari sono stati invitati ad effettuare un altro test relativo alla collocazione delle parole sullo schermo, ed esaminando le loro performance sarebbe emerso che i partecipanti che avevano dormito avrebbero fornito risposte più precise in termini di distanza sia rispetto alla posizione originaria della parola che alla posizione aggiornata, suggerendo che il sonno aveva quindi rafforzato la memoria.

Studi precedenti hanno dimostrato l'importanza del sonno per la memoria. La nostra ricerca

spiegano gli esperti

fa un ulteriore passo avanti dimostrando che il sonno rafforza sia le vecchie che le nuove versioni di un'esperienza, aiutandoci ad usare la nostra memoria in modo adattivo. Siamo stati in grado di dimostrare che il sonno apporta benefici a tutte le molteplici rappresentazioni della stessa esperienza nel nostro cervello.

via | ScienceDaily

PROSEGUI LA LETTURA

Ecco perché dormire fa bene alla memoria é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 12:30 di Wednesday 13 December 2017

]]>
0
Intossicazione da acqua: che accade se beviamo troppo Wed, 13 Dec 2017 09:28:24 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573211/intossicazione-da-acqua-cosa-succede-se-ne-beviamo-troppa http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573211/intossicazione-da-acqua-cosa-succede-se-ne-beviamo-troppa Patrizia Chimera Patrizia Chimera

bere acqua

Bere poca acqua non fa bene al nostro organismo. Ma anche berne troppa potrebbe essere causa di problemi anche gravi: avete mai sentito parlare di intossicazione da acqua? Capita quando ne assumiamo troppa con la conseguenza che i livelli di sodio si abbassano improvvisamente nel nostro sangue. Gli esperti consigliano di fare attenzione, perché se non trattata in tempi brevi può anche essere fatale.

I sintomi dell'intossicazione da acqua sono nausea e altri disturbi digestivi, alterazioni dello stato di coscienza, obnubilamento e raramente convulsione e anche coma. Il trattamento a breve termine prevede la riduzione dell'assunzione di liquidi, con somministrazione di diuretici, come il furosemide, per poter aiutare l'organismo a liberarsi dell'acqua in eccesso.

Bere molta acqua e mantenersi idratati è fondamentale, ma c'è chi potrebbe esagerare. Non ci sono quantità precise, l'importante è bere per mantenersi idratati: guardare il colore delle urine potrebbe aiutarci, se sono chiare allora stiamo apportando i giusti liquidi.

PROSEGUI LA LETTURA

Intossicazione da acqua: che accade se beviamo troppo é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 10:28 di Wednesday 13 December 2017

]]>
0
Tetraparesi spastica: fisioterapia e riabilitazione Tue, 12 Dec 2017 13:45:31 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573424/tetraparesi-spastica-fisioterapia-e-riabilitazione http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573424/tetraparesi-spastica-fisioterapia-e-riabilitazione Andrea Butkovič Andrea Butkovič

Riabilitazione e fisioterapia tetraparesi spastica

Una persona con tetraparesi spastica non riesce a muovere volontariamente i muscoli delle gambe e delle braccia. I sintomi della tetraparesi possono coinvolgere anche l'ipertono muscolare e la rigidità, ma possono presentarsi anche spasmi muscolari, epilessia e molti altre condizioni correlate al danno cerebrale.

La tetraparesi spastica può verificarsi alla nascita, ma anche durante il corso della vita, in seguito a traumi, ictus, poliomelite, sclerosi multipla, tumori e malattie genetiche. Ogni volta la tetraparesi si manifesta in modi differenti ed è necessaria una diagnosi approfondita e specialistica. Ma come si cura la tetraparesi e quali sono gli interventi di riabilitazione possibili?



  • Fisioterapia: utile e necessaria soprattutto nella fase di sviluppo per aiutare il bambino a camminare e a sviluppare delle strategie utili a superare gli ostacoli della malattia;

  • Logopedia: in alcuni casi il danno cerebrale coinvolge anche la produzione del linguaggio e la persona deve essere coadiuvata nel processo di apprendimento o recupero della comunicazione;

  • Supporto psicologico: in molti casi le persone che soffrono di tetraparesi devono essere aiutate nel superamento delle barriere sociali e nell'acquisizione di fiducia e autostima; 

  • Presidi ortopedici: deambulatori, scarpe ortopediche, stampelle e molti altri ausili possono essere di grande aiuto per la persona con tetraparesi spastica;

  • Farmaci: a seconda dei bisogni specifici, verranno somministrati dei trattamenti in grado di controllare i sintomi come le convulsioni o l'ipertono muscolare;

  • Interventi chirurgici: possono correggere alcuni difetti, come quelli scheletrici.


 

Foto | Flickr

PROSEGUI LA LETTURA

Tetraparesi spastica: fisioterapia e riabilitazione é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 14:45 di Tuesday 12 December 2017

]]>
0
Farmaci antidepressivi, quali sono e come funzionano Tue, 12 Dec 2017 08:54:40 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573821/farmaci-antidepressivi-quali-sono-e-come-funzionano http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573821/farmaci-antidepressivi-quali-sono-e-come-funzionano ValentinaRorato ValentinaRorato

Close up of woman hands holding a pills.

I farmaci antidepressivi sono medicinali che dovrebbero curare gli stati depressivi e di ansia, agendo sul cervello: regolarizzano la serotonina, la noradrenalina e in parte anche la dopamina, migliorando di conseguenza l’umore del paziente (neurotrasmettitori). Una disfunzione di queste sostanze interferisce con il ciclo sonno-sveglia, gli sbalzi d’umore, l’attività sessuale ed eventuale aggressività.

Quali sono i principali antidepressivi? Le categorie sono le seguenti:

Inibitori delle MAO (I-MAO): inibitori irreversibili delle mono-ammino-ossidasi, enzimi degradativi delle monoammine neuronali. Il più noto è tranilcipromina (Parmodalin).

Antidepressivi triciclici: noti con la sigla (ADT) sono farmaci di vecchia generazione. I più famosi sono Clomipramina (Anafranil), Imipramina (Tofranil), Amitriptilina (Laroxyl), Trimipramina (Surmontil), Nortriptilina (Dominans, Noritren), Perfenazina (Mutabon), Trazodone (Trittico). Non danno particolare dipendenza né assuefazione, ma il loro impiego prolungato può produrre importanti effetti collaterali e alterazione dei parametri ematici.

Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI): inibiscono selettivamente i trasportatori della serotonina; non interagiscono con gli altri recettori noradrenergici. I principali sono Fluoxetina (Prozac, Fluoxerene, Fluoxetina), Fluvoxamina (Maveral, Fevarin, Dumirox), Paroxetina (Sereupin, Seroxat, Eutimil, Daparox), Sertralina (Zoloft, Tatig), Citalopram (Elopram, Seropram) ed Escitalopram (Entact, Cipralex). E, in ultimo, Dapoxetina (Priligy), che tratta anche l’eiaculazione precoce.

Antidepressivi specifici serotoninergici e noradrenergici (NASSA): fungono da antagonisti per i recettori α2 sulle terminazioni nervose, fisiologicamente deputati a bloccare il rilascio di serotonina e noradrenalina. Appartengono a questa classe: mianserina (Lantanon) e mirtazapina (Mirtazapina, Remeron).

Inibitori della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina (SNRI): hanno un meccanismo di azione multiplo come i triciclici, senza però interagire con i recettori M1, H1 ed α1. I più noti sono Efexor, Cymbalta, Xeristar, Valdoxan, Tymanax, Zarelis.

Hypericum perforatum: Iperico o erba di San Giovanni. È un antidepressivo modesto, efficace solo con forme lievi.

Via | My Personaltrainer; Pharmamedix

PROSEGUI LA LETTURA

Farmaci antidepressivi, quali sono e come funzionano é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 09:54 di Tuesday 12 December 2017

]]>
0