it_IT News Blogo.it - Ultime notizie della sezione News Thu, 17 Jan 2019 23:53:16 +0000 Thu, 17 Jan 2019 23:53:16 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/news 2004-2014 Blogo.it Carige, Tria: "Il governo auspica una soluzione privata della crisi" Thu, 17 Jan 2019 21:12:36 +0000 http://www.polisblog.it/post/422235/carige-tria-il-governo-auspica-una-soluzione-privata-della-crisi http://www.polisblog.it/post/422235/carige-tria-il-governo-auspica-una-soluzione-privata-della-crisi redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Spread Tria preoccupato

Il Ministro Tria ha parlato del caso Carige in audizione davanti alle commissioni Finanze di Camera e Senato, dove ha ribadito che il Governo "auspica una soluzione privata della crisi, che consenta il superamento in via definitiva delle attuali criticità". Per evitare l'intervento pubblico servirebbe quello di un gruppo bancario: "Il governo rimane in attesa della presentazione del piano industriale, che dovrebbe avvenire entro la fine del prossimo febbraio, e auspica che questo agevoli l'individuazione di possibili partner, in un'ottica di aggregazione e secondo logiche di mercato".

Il Ministro ha voluto sottolineare che "Carige non è una banca morta" come certificato anche dalla Bce. Nelle condizioni attuali è un istituto che potrebbe far gola: "ci sono, come in altre, problemi di crediti deteriorati che sono in ogni caso già in diminuzione da un po' di tempo. E ci sono alcuni 'tesoretti', come i crediti d'imposta, che è una delle cose che può attirare una banca in un processo di aggregazione".

L'ipotesi nazionalizzazione al momento non è sul tavolo. La ricapitalizzazione precauzionale è infatti "volta ad assicurare il rispetto di tutti gli indici di patrimonializzazione, anche negli scenari ipotetici di particolare severità". Si tratta comunque di scenari che Tria considera "altamente improbabili": "La misura è stata inserita al solo scopo precauzionale ed è da considerarsi del tutto residuale, in quanto del tutto remoto è il relativo scenario". Qualora lo scenario dovesse cambiare "andrebbero avviate le interlocuzioni con l'Europa al fine di negoziare le misure aiuto, il piano di ristruttura e il termine massimo entro quale la banca andrebbe restituita al mercato".

PROSEGUI LA LETTURA

Carige, Tria: "Il governo auspica una soluzione privata della crisi" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 21:12 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Reddito di cittadinanza, le ultime: prelievo mensile massimo di 100 euro Thu, 17 Jan 2019 16:40:19 +0000 http://www.polisblog.it/post/422231/reddito-di-cittadinanza-le-ultime-prelievo-mensile-massimo-di-100-euro http://www.polisblog.it/post/422231/reddito-di-cittadinanza-le-ultime-prelievo-mensile-massimo-di-100-euro redazione Blogo.it redazione Blogo.it

reddito cittadinanza prelievo

In attesa del testo definitivo che dovrebbe essere reso noto dalla maggioranza a breve, spuntano nuovi dettagli in merito al reddito di cittadinanza. Il beneficio economico, secondo quanto emerge da una bozza finita nelle mani delle agenzie di stampa, "verrà erogato attraverso la Carta Rdc". Secondo quanto emerge ancora dal documento, la carta che sarà fornita agli aventi diritto "permette di effettuare prelievi di contante entro un limite mensile non superiore ad euro 100 per un singolo individuo".

Con l’avvento della nuova misura, che partirà dal 1° aprile, scomparirà di fatto il reddito di inclusione, ma chi già lo percepisce potrà beneficiarne per tutto il periodo previsto dal vecchio sussidio. A partire dal mese di marzo, recita la bozza del nuovo decreto, il Rei "non può essere più richiesto e dal successivo mese di aprile non è più riconosciuto". Chi percepisce attualmente il Rei può continuare a beneficiarne, a meno che non presenti domanda per il Rdc.

Quota 100 non cumulabile

Novità anche per la pensione quota 100, che confermando indiscrezioni dei giorni scorsi, non sarà cumulabile con altri redditi da lavoro dipendente e autonomo a partire dal primo giorno di decorrenza della pensione e fino alla maturazione dei requisiti per l’accesso pensione di vecchiaia. Fanno eccezione i redditi derivanti da lavoro autonomo occasionale “nel limite previsto dalle disposizioni vigenti”.

PROSEGUI LA LETTURA

Reddito di cittadinanza, le ultime: prelievo mensile massimo di 100 euro é stato pubblicato su Polisblog.it alle 16:40 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Imola: Lega e M5S fanno cancellare insegne in arabo in Ausl e ospedali Thu, 17 Jan 2019 14:22:39 +0000 http://www.polisblog.it/post/422207/imola-lega-e-m5s-fanno-cancellare-insegne-in-arabo-in-ausl-e-ospedali http://www.polisblog.it/post/422207/imola-lega-e-m5s-fanno-cancellare-insegne-in-arabo-in-ausl-e-ospedali redazione Blogo.it redazione Blogo.it

imola scritte arabo

Addio alle scritte tradotte in arabo sulla segnaletica negli spazi dell’Ausl e degli ospedali: lo ha deciso il consiglio comunale di Imola, la cui maggioranza del Movimento 5 Stelle ha emendato e votato un ordine del giorno della Lega, astenuto il Partito Democratico. Come riferisce il quotidiano “Il Resto del Carlino”, già da tempo l’azienda sanitaria locale ha deciso di eliminare la lingua araba in favore di italiano ed inglese nella segnaletica, ma ora sulla vicenda è intervenuto direttamente anche il consiglio comunale. Nel testo proposto dalla Lega e approvato con i voti della maggioranza penta stellata, si legge che "non è certo la lingua araba ad agevole i fruitori degli spazi" e "nemmeno li aiuta a integrarsi".

Insomma, anche i pazienti arabi sarebbero in grado di muoversi tra gli spazi di aziende sanitarie e ospedali senza indicazioni nella loro lingua. Il promotore dell’ordine del giorno è il leghista Daniele Marchetti, che da consigliere regionale aveva già intrapreso iniziativa identica nell’Assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna. "Molte volte - dichiara il consigliere del Carroccio - si tende a mettere in campo azioni per le quali sembra quasi che sia il cittadino a doversi adeguare a lingue e culture straniere, mentre per noi integrazione significa il contrario".

Imola: il M5S perde l'assessora Dhimgjini



Intanto, però, la giunta guidata dal sindaco Manuela Sangiorgi, che ha strappato la città di Imola al Partito Democratico, perde i pezzi: Ina Dhimgjini ha lasciato il suo incarico di assessora ufficialmente perché "le si è presentata un'opportunità professionale importante". Non solo a livello nazionale, dunque, anche localmente sembra che il Movimento guidato da Luigi Di Maio faccia fatica a serrare i ranghi.

PROSEGUI LA LETTURA

Imola: Lega e M5S fanno cancellare insegne in arabo in Ausl e ospedali é stato pubblicato su Polisblog.it alle 14:22 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Inps: nel 2018 pensioni liquidate -20,4% Thu, 17 Jan 2019 13:44:18 +0000 http://www.polisblog.it/post/422202/inps-nel-2018-pensioni-liquidate-204 http://www.polisblog.it/post/422202/inps-nel-2018-pensioni-liquidate-204 redazione Blogo.it redazione Blogo.it

inps pensioni

L’Inps ha pubblicato il nuovo report sui flussi di pensionamento, dal quale emerge che nel 2018 sono state liquidate complessivamente 483.309 pensioni con un calo del 20,4% rispetto alle 607.525 dell’anno precedente. L’istituto nazionale della previdenza sociale ricorda che proprio nell’anno appena concluso è stato innalzato il requisito di vecchiaia delle donne, oltre a quello per l’assegno sociale, che è stato portato a 66 anni e sette mesi, come per gli uomini.

Le pensioni di vecchiaia nel 2018 sono state in totale 125.293 (-39,4%) e le anticipate 140.752. Inoltre, si legge all’interno dello stesso report, nell’anno in cui è entrato in vigore l’innalzamento dell’età da 65 anni e sette mesi a 66 anni e sette mesi sono stati liquidati 16.621 assegni sociali, -79% rispetto al 2017 quando sono stati 79.257. Quanto all’anno appena iniziato, è scattato un nuovo aumento dell’età per accedere agli assegni sociali, che prescinde dal versamento dei contributi a 67 anni.

PROSEGUI LA LETTURA

Inps: nel 2018 pensioni liquidate -20,4% é stato pubblicato su Polisblog.it alle 13:44 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Berlusconi si candida alle Europee "per fermare questo governo. M5s come i comunisti" Thu, 17 Jan 2019 13:12:24 +0000 http://www.polisblog.it/post/422194/silvio-berlusconi-candidato-alle-europee http://www.polisblog.it/post/422194/silvio-berlusconi-candidato-alle-europee redazione Blogo.it redazione Blogo.it

berlisconi candidato alle europee

Silvio Berlusconi si candida alle elezioni europee di primavera. L’ex premier lo ha annunciato oggi dalla Sardegna dove si trova in tour elettorale. Il leader di Forza Italia spiega che dietro la sua nuova discesa in campo ci sono due obiettivi collegati: quello di fermare "questo governo" e quello di difendere il liberalismo delle democrazie europee "come nel '94 quando decisi di fermare i comunisti".

Berlusconi punta quindi ad assumere un ruolo di rilievo nel Ppe e in Europa, contro la rete di alleanze sovraniste di Matteo Salvini che nei giorni scorsi ha parlato di un asse italo-polacco da sostituire a quello franco-tedesco.

Berlusconi è in Sardegna per sostenere la candidata azzurra Daniela Noli alle elezioni suppletive alla Camera del Collegio di Cagliari che si terranno domenica. Da Quartu il Cav ha lanciato la sua candidatura alle elezioni europee del 26 maggio 2019. Se sarà capolista in tutta Italia, per cercare di risollevare le sorti del partito, è ancora presto per dirlo.

Di certo c'è che per l'ex presidente del Consiglio il governo gialloverde deve andare a casa il prima possibile. Berlusconi ha precisato che si candiderà per senso di responsabilità: "Alla bella età che ho, ho deciso per senso di responsabilità di andare in Europa dove manca il pensiero profondo del mondo".

Il presidente di Forza Italia pensa "che ci sia bisogno di cambiare questo Governo, perché una parte, quella dei 5 Stelle, è fatta da persone che non hanno alcuna esperienza né competenza. Sono come quei signori della sinistra comunista del 1994, ma in più hanno questo grave difetto".

Berlusconi punterà su un governo nemico del lavoro e delle imprese, con la Lega bloccata dal Movimento 5 stelle su grandi opere e taglio delle tasse. Per il rilancio di Forza Italia c’è già una data: il 26 gennaio il partito compirà 25 anni e in questa occasione i "gilet azzurri" manifesteranno nelle piazze italiane al grido di "meno tasse e più lavoro".

PROSEGUI LA LETTURA

Berlusconi si candida alle Europee "per fermare questo governo. M5s come i comunisti" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 13:12 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Pronto Soccorso, uso improprio per il 50% degli italiani Thu, 17 Jan 2019 12:05:56 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/585581/pronto-soccorso-uso-improprio-per-il-50-degli-italiani http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/585581/pronto-soccorso-uso-improprio-per-il-50-degli-italiani ValentinaRorato ValentinaRorato

Pronto soccorso strapieno. Quante volte avete avuto bisogno e vi siete trovati davanti lunghe code? Purtroppo capita con una certa frequenza. Il Rapporto annuale "Ospedali & Salute 2018", presentato oggi in Senato, promosso dall'Associazione Italiana Ospedalità Privata (AIOP) e realizzato dalla società Ermeneia a dimostrato che oltre il 50% degli italiani ricorre ai dipartimenti di emergenza quando non trova una risposta dalla medicina territoriale.

Circa la metà delle persone in lista d’attesa (10,6 milioni) ha vissuto, almeno, un'esperienza di accesso al Pronto Soccorso - che, in generale, ha riguardato quasi un terzo della popolazione adulta, pari a 14,5 milioni di persone - registrando, nel 20,7% dei casi, ulteriori attese, in media tra le 3 e le 10 ore prima di essere visitati.

Non è tutto più di 1 caso su 4, tenta, direttamente, la strada del Pronto Soccorso come soluzione per ridurre i tempi di accesso a visite, accertamenti diagnostici e ricoveri, con tutte le conseguenze negative che ne derivano rispetto all'affollamento degli ospedali, costretti a far fronte a un numero crescente di pazienti, in molti casi senza avere le risorse e gli strumenti adeguati.

Ricordiamo che il Pronto Soccorso dovrebbe rispondere a un’emergenza, mentre quasi il 30% dei pazienti nell’ultimo anno non aveva un disagio grave, mentre il 6,9% lo ha fatto per la mancata reperibilità del medico di famiglia, per l'insorgere del problema di salute fuori dall'orario di visita o nel fine settimana.

PROSEGUI LA LETTURA

Pronto Soccorso, uso improprio per il 50% degli italiani é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 12:05 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Papa Francesco: "Anche Gesù fu un profugo" Thu, 17 Jan 2019 11:14:25 +0000 http://www.polisblog.it/post/422187/papa-francesco-anche-gesu-fu-un-profugo http://www.polisblog.it/post/422187/papa-francesco-anche-gesu-fu-un-profugo redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Papa Francesco

Papa Francesco ha affrontato a più riprese in queste ultime settimane il delicato tema dei migranti, in un momento in cui i governi europei, a cominciare da quello italiano, hanno dichiarato guerra agli sbarchi e stanno chiudendo le frontiere.

Il Santo Padre è tornato ad affrontare l'argomento e stavolta non lo ha fatto in un discorso pubblico, ma nella prefazione del libro "Luci sulle Strade della Speranza. - Insegnamenti di Papa Francesco su migranti, rifugiati e tratta", una raccolta degli insegnamenti magistrali di Papa Francesco su migranti, rifugiati e tratta dall'inizio del Suo Pontificato alla fine del 2017.

Papa Francesco, con un tono decisamente meno polemico di quello usato da Don Paolo Tofani lo scorso dicembre, ha paragonato Gesù ai migranti di oggi, sottolineando anche come quella che è la figura centrale del Cristianesimo è stato a tutti gli effetti un migrante:

Gli esodi drammatici dei rifugiati sono un'esperienza che Gesù Cristo stesso provò, assieme a i suoi genitori, all'inizio della propria vita terrena, quando dovettero fuggire in Egitto per salvarsi dalla furia omicida di Erode.

Da qui un discorso più generale sulla migrazione, che sottintende un chiaro invito ad essere più sensibili, come cristiani, di fronte alla disperazione di queste persone:

Spostarsi e stabilirsi altrove con la speranza di trovare una vita migliore per se stessi e le loro famiglie: è questo il desiderio profondo che ha mosso milioni di migranti nel corso dei secoli.

Bergoglio ha anche fatto una dichiarazione che non piacerà affatto ai tanti cristiani ipocriti già chiamati in causa qualche settimana fa dal Santo Padre:

I movimenti umani, pur generando sfide e sofferenze, stanno arricchendo le nostre comunità, le Chiese locali e le società di ogni continente.

PROSEGUI LA LETTURA

Papa Francesco: "Anche Gesù fu un profugo" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 11:14 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Quaranta migranti fermati al confine, ci sono anche minorenni Thu, 17 Jan 2019 10:47:26 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/614043/quaranta-migranti-fermati-al-confine http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/614043/quaranta-migranti-fermati-al-confine Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

migranti fermati traforo monte bianco

Sono una quarantina i migranti fermati la scorsa notte ai confini, al traforo del Monte Bianco. Erano diretti in Francia su un furgone e due monovolume. A bordo c'erano soprattutto persone di origine asiatica, provenienti da paesi come Iraq e Pakistan.

La polizia sta cercando di capire se i migranti fermati, tra cui alcuni minorenni, siano regolari. In caso negativo gli autisti dei mezzi, uno con targa italiana, uno con targa spagnola e l'altro con targa inglese, verrebbero arrestati per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Il tunnel autostradale noto come traforo del Monte Bianco collega Courmayeur, in Valle d'Aosta, a Chamonix, nell'Alta Savoia francese.

PROSEGUI LA LETTURA

Quaranta migranti fermati al confine, ci sono anche minorenni é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 10:47 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Reddito di cittadinanza, i conti non tornano: assegno medio di 390 euro? Thu, 17 Jan 2019 10:17:15 +0000 http://www.polisblog.it/post/422175/reddito-di-cittadinanza-i-conti-non-tornano-assegno-medio-di-390-euro http://www.polisblog.it/post/422175/reddito-di-cittadinanza-i-conti-non-tornano-assegno-medio-di-390-euro redazione Blogo.it redazione Blogo.it

reddito di cittadinanza sarà la metà Luigi Di Maio su trivelle e fonti rinnovabili

Il reddito di cittadinanza potrebbe scendere da 780 euro a 390 euro mentre la platea dei beneficiari si ridurrebbe. A fornire la stima dell'assegno medio, che per il governo si aggira invece sui 500 euro, è uno studio dello Svimez, associazione privata senza fini di lucro per lo sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno.

Dal report Svimez di cui Repubblica ha fornito un’anticipazione e che si basa sugli stanziamenti previsti nella legge di bilancio 2019 emergono numeri diversi da quelli indicati dal governo, sia sul totale dei beneficiari sia sugli importi degli assegni del reddito di cittadinanza.

Provvedimento che, lo ricordiamo, non esiste ancora, perché deve essere varato con un decreto da collegare alla manovra di bilancio (così come la norma sulle pensioni quota 100). Il Cdm previsto per oggi ha in agenda proprio il via libera alle due misure (salvo ulteriori slittamenti).

Come si arriva alla stima di un reddito di cittadinanza medio di 390 euro? Il calcolo dello Svimez è presto fatto: dividendo i 6 miliardi stanziati per il 2019 per 1,7 milioni di famiglie beneficiarie (5 milioni di persone) e considerando i mesi di fruizione (da aprile a dicembre 2019) la cifra teorica dell'assegno sarebbe di 391 euro. Il numero dei beneficiari coinciderebbe quindi con i poveri assoluti stimati dall’Istat che sono appunto 1,7 milioni di famiglie.

A prendere l’assegno massimo di 780 euro sarebbero in pratica i single senza nessuna entrata e senza casa di proprietà. Se sono proprietari di casa l’assegno cala a 500 euro, se hanno un mutuo sulle spalle l'assegno sarà di 650 euro.

Lo Svimez precisa che l’assegno medio potrebbe essere in verità più alto, pari a 630 euro secondo la platea indicata dal governo e suddivisa per classi di reddito. Però ci vorrebbero più risorse.

Di dotazione "insufficiente" parla il direttore dello Svimez Luca Bianchi: "Ce ne vorrebbero 9,8 di miliardi. Di cui 3 e mezzo solo per chi è a reddito zero" senza contare che la questione di 1,3 milioni di working poor, il 60% dei quali vive al centro-nord, deve esse ancora definita.

I working poor - persone che pur lavorando vivono in stato di povertà perché mal pagati, precari, part time e cosa via - una volta intascato il reddito potrebbero decidere di farsi licenziare per lavorare magari in nero e prendere il massimo dell’assegno.

Il premier Giuseppe Conte stamane ha ribadito che per i furbetti del reddito è previsto il carcere fino a 6 anni.

PROSEGUI LA LETTURA

Reddito di cittadinanza, i conti non tornano: assegno medio di 390 euro? é stato pubblicato su Polisblog.it alle 10:17 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Caporalato, oltre 400 stranieri sfruttati a Latina: 6 arresti - VIDEO Thu, 17 Jan 2019 09:45:06 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/614038/caporalato-latina-6-arresti http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/614038/caporalato-latina-6-arresti Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Sei persone sono state arrestate stamattina a Latina nel corso di una importante operazione contro il caporalato, frutto di una delicata indagine che ha permesso di accertare come una cooperativa di Sezze, la Agri Amici, fosse in realtà una cooperativa di copertura molto attiva nello sfruttamento di stranieri messi a lavorare nei campi in condizioni disumane.

Stando a quanto emerso durante le indagini, almeno 400 stranieri sarebbero finiti nella rete dei caporali di questa cooperativa. Quasi tutti romeni e nordafricani, gli stranieri venivano stipati nei furgoni della cooperativa e trasportati da un paese all'altro e da un campo all'altro, a seconda delle esigenze dei caporali, e costretti a lavorare nei campi per dieci ore consecutive e pagati 4 euro all'ora.

A finire in manette sono stati sei cittadini italiani accusati di aver violato la normativa vigente sul caporalato, mentre altre persone - tra le quali figurano almeno un sindacalista e un ispettore del lavoro - sono indagate a vario titolo per intermediazione illecita, sfruttamento del lavoro, estorsione e riciclaggio.

Contestualmente alle ordinanze di custodia cautelare, le forze dell'ordine stanno eseguendo il sequestro dei mezzi di trasporto e di lavoro legati alla cooperativa, ma anche beni mobili e immobili riconducibili agli arrestati.

Caporalato a Latina

PROSEGUI LA LETTURA

Caporalato, oltre 400 stranieri sfruttati a Latina: 6 arresti - VIDEO é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 09:45 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Farmaci antiblastici, effetti collaterali Thu, 17 Jan 2019 09:00:27 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/585548/farmaci-antiblastici-effetti-collaterali http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/585548/farmaci-antiblastici-effetti-collaterali ManuelaChimera ManuelaChimera

Farmaci antiblastici, effetti collaterali: nausea e vomito

Con il termine di farmaci antiblastici o farmaci antineoplastici si intende l'insieme dei farmaci usati per inibire o contrastare lo sviluppo dei tumori. Ci sono diverse classi di farmaci antiblastici, ciascuna con diverse sottoclassi e molecole. Ciascuna di esse può avere i suoi effetti collaterali. Fra le classi più comuni di farmaci antiblastici abbiamo:

  • agenti alchilanti: ciclofosfamide, clorambucile, cisplatino, carboplatino, lomustina...
  • antimetaboliti: metotrexato, citarabina...
  • antibiotici citotossici e correlati: doxorubicina, bleomicina...
  • antimitotici di origine naturale: vinblastina, vincristina, colchicina...
  • terapie mirate: sorafenib, rituximab, tretinoina...
  • ormoni e antagonisti ormonali: desametasone, prednisone, tamoxifene, leuprolide, triptorelina, medrossiprogesterone acetato, levotiroxina
  • modificatori biologici di risposta: interferone, interleuchine, eritroproietina, filgrastim...
  • agenti vari: mitotane, procarbazina, acido acetilsalicilico, celecoxib, triossido di arsenico, N-idrossiurea, asparaginasi, terapia genica...

Anche per quanto riguarda gli effetti collaterali dei farmaci antiblastici, riconosciamo:

  1. effetti collaterali immediati
  2. effetti collaterali precoci
  3. effetti collaterali tardivi

Farmaci antiblastici: effetti collaterali immediati

Gli effetti collaterali immediati dei farmaci antiblastici si sviluppano subito e interessano soprattutto l'apparato gastroenterico:

  • vomito (acuto, tardivo o anticipatorio): il primo tipo dipende dal farmaco, dalla dose, dallo schema, dalla via di somministrazione e dalla velocità di somministrazione; il secondo compare in terza giornata; il terzo tipo è di origine ansiosa
  • diarrea

Come complicanze del vomito si ha:

  • dimagrimento
  • lacerazioni dell'esofago
  • polmonite ab ingestis
  • deiscenza di eventuali ferite chirurgiche

Fra i farmaci che provocano spesso il vomito abbiamo:

  • cisplatino
  • carmustina
  • carboplatino
  • ciclofosfamide
  • adriamicina
  • citarabina
  • metotrexato
  • 5-fluorouracile

Farmaci antiblastici: effetti collaterali precoci

Fra gli effetti collaterali precoci dei farmaci antiblastici abbiamo:

  • diarrea: causata soprattutto da 5-fluorouracie e metotrexato
  • stomatite: lesioni eritematose che evolvono in ulcere. Causata soprattutto da metotrexato, 5-fluorouracile e citarabina
  • tossicità emopoietica: anemia, neutropenia e piastrinopenia
  • neurotossitictà: ileo paralitico, problemi vescicali o disturbi sensitivo-motori per problemi a livello periferico o cecità transitoria e convulsioni per problemi a livello centrale

Farmaci antiblastici: effetti collaterali tardivi

I più importanti effetti collaterali tardivi dei farmaci antiblastici sono:

  • tossicità cardiaca: pericardite, infarto, scompenso cardiaco e cardiomiopatie. Antracicline e trastuzumab sono quelli più coinvolti
  • tossicità renale: insufficienza renale transitoria o acuta. I farmaci maggiormente coinvolti sono il cisplatino, le nitrosuree, il metotrexate e l'ifosfamide

Foto | iStock

PROSEGUI LA LETTURA

Farmaci antiblastici, effetti collaterali é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 09:00 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Reddito di cittadinanza, Conte: "Fino a 6 anni di carcere per i furbetti" Thu, 17 Jan 2019 08:25:02 +0000 http://www.polisblog.it/post/422171/reddito-di-cittadinanza-guerra-ai-furbetti http://www.polisblog.it/post/422171/reddito-di-cittadinanza-guerra-ai-furbetti redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Nel giorno decisivo per il reddito di cittadinanza e quota 100, con l'atteso Consiglio Dei Ministri che darà il via libera ai due provvedimenti, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha concesso una lunga intervista a La Stampa, fornendo qualche dettaglio in più sulle prossime misure del suo esecutivo e su quelle già ben note, a cominciare al reddito di cittadinanza.

Conte sa benissimo che la percentuale dei "furbetti dell'ISEE" in Italia è molto alta e il rischio di truffe col reddito di cittadinanza è dietro l'angolo. Il governo, però, sa già come ridurre al minimo questo rischio:

Questa riforma contiene contromisure adeguate. E in fase attuativa saremo molto vigili contro i furbi che pensano di poter abusare di questa misura. Abbiamo predisposto strumenti di controllo in modo da poter incrociare le banche dati e di permettere all'Inps e alla Guardia di Finanza di fare tutte le verifiche sulle dichiarazioni Isee. Sono fiducioso che le misure saranno efficaci per contrastare gli abusi.

Il premier conferma il pugno duro: fino a 6 anni di carcere per "chi fornisce dati falsi o continua a lavorare in nero. Mi sembra una pena sufficiente a scoraggiare qualsiasi furbetto".

Il sito internet da cui fare le domande per il reddito di cittadinanza sarà pronto nel mese di marzo e l'esecutivo di Conte spera di riuscire ad erogare i primi sussidi già a partire dal prossimo aprile. Scenario realistico?

Stiamo lavorando proprio per questo. È chiaro che è una road map con tempi molto stringenti e un percorso serrato, ma abbiamo già iniziato a lavorare per l'attuazione del provvedimento e farci trovare pronti.

Oggi, dopo il vertice a Palazzo Chigi insieme a Matteo Salvini e Luigi Di Maio, il Consiglio dei Ministri darà il via libera anche al reddito di cittadinanza e la macchina organizzativa sarà ufficialmente messa in moto.

PROSEGUI LA LETTURA

Reddito di cittadinanza, Conte: "Fino a 6 anni di carcere per i furbetti" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 08:25 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Bologna, smantellato il racket dei servizi funebri: 30 arresti Thu, 17 Jan 2019 07:50:17 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/614035/bologna-smantellato-il-racket-dei-servizi-funebri http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/614035/bologna-smantellato-il-racket-dei-servizi-funebri Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

pompe funebri

Maxi operazione dai carabinieri di Bologna contro il racket dei servizi funebri nel capoluogo dell'Emilia-Romagna. Un vero e proprio duopolio, come emerso nel corso di diversi mesi di indagini, in mano a due diverse imprese di pompe funebri che erano riuscite a fare cartello e a controllare le camere mortuarie dei due principali ospedali della città, l'Ospedale Maggiore e il Policlinico Sant'Orsola-Malpighi.

Non c'era spazio per nessun altro al di fuori delle due imprese che, secondo la Procura della Repubblica di Bologna, avevano messo in piedi a tutti gli effetti un'associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e al riciclaggio.

Accertato il modo in cui le due imprese erano riuscite ad organizzare il tutto in questi ultimi anni, i carabinieri hanno identificato le figure chiave e hanno fatto scattare gli arresti: dalle prime ore di oggi sono state eseguite 30 misure cautelari e 43 perquisizioni che hanno portato al sequestro di un patrimonio da 13 milioni di euro.

L'operazione ha visto il coinvolgimento di oltre 300 militari.

Foto | iStock

PROSEGUI LA LETTURA

Bologna, smantellato il racket dei servizi funebri: 30 arresti é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 07:50 di Thursday 17 January 2019

]]>
0
Ok in Cdm al Decreto per Reddito di Cittadinanza e quota 100 Thu, 17 Jan 2019 07:24:16 +0000 http://www.polisblog.it/post/422169/reddito-quota-100-cdm http://www.polisblog.it/post/422169/reddito-quota-100-cdm redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legge sul reddito di cittadinanza e quota 100.

Dopo il passaggio in Consiglio, il Premier Conte ha parlato in conferenza stampa accompagnato da Di Maio e Salvini. Il Premier ha descritto l'approvazione dei due provvedimenti come "una tappa fondamentale per questa esperienza di governo" essendo "due misure che non rispondono a estemporanee promesse elettorali, ma costituiscono un progetto di politica economica sociale di cui questo governo va fiero".

A Luigi di Maio è spettato il compito di illustrare il Reddito di Cittadinanza, cosa che ha fatto utilizzando anche delle slide (in cima al post).

Di Maio ha confermato che il reddito di cittadinanza si potrà tramutare in uno sgravio fiscale - "fino ad un massimo di 18 mesi" - per le aziende che assumeranno i beneficiari. Se invece un beneficiario deciderà di aprire in prima persona un'azienda potrà vedersi riconosciuto "fino a 16 mesi di assegno per avviarla". Gli obiettivi sono infatti quelli di "stimolare l'autoimpiego e abbassare il costo del lavoro".

Il leader dei 5 Stelle ha rivendicato l'approvazione del provvedimento: "In sette mesi abbiamo realizzato le misure centrali del contratto di governo: reddito di cittadinanza e quota 100 sulle pensioni. Adesso abbiamo la dimostrazione con i fatti che tutti gli altri punti del contratto si possono realizzare. A chi diceva fosse fantascientifico dico che la migliore risposta è questa".

Nel decreto sono state previste "norme anti-divano", per non consentire "abusi del reddito". Come annunciato nel corso di questi anni, si perderà il reddito qualora si dovessero rifiutare 3 proposte di lavoro, ma come ha spiegato Di Maio "non converrà rifiutare la prima domanda" perché "dalla seconda l'offerta (di lavoro ndr.) è più lontana, e la terza è in tutta Italia".

Di Maio ha poi promesso che da febbraio sarà pronto il sito internet che dirà "quali documenti sono da preparare". Dal mese di marzo si potrà invece inviare la documentazione, senza dover "andare a nessuno sportello, se non si vuole". In alternativa ci si potrà rivolgere agli sportelli postali o ai Caf: "Dopodiché l'Inps verifica e il reddito sarà erogato con una normalissima carta elettronica di Poste italiane. Dopo l'accesso al programma, entro 30 giorni, si sarà contattati dai soggetti attuatori". Tutto dovrebbe dunque partire da aprile.

Per quanto riguarda le pensioni di cittadinanza "ci saranno 780 euro se il pensionato vive da solo e per un nucleo fino a 1032 euro di pensione di cittadinanza".

Il compito di presentare 'quota 100' è invece spettato a Matteo Salvini: "Sono felice. Tanto impegno ma ci siamo: dalle parole ai fatti. Ci dicevano che non si poteva: diritto alla pensione per un milione di italiani contiamo possa trasformarsi in diritto al lavoro per un altro milione di italiani che non deve scappare all'estero".

Salvini ha dedicato 'quota 100' "alla signora Fornero e a Monti", annunciando che l'obiettivo finale è 'quota 41', ovvero la possibilità di andare in pensione dopo 41 anni di lavoro indipendentemente dall'età anagrafica. Motivo per il quale "la signora Fornero si dovrà preparare a piangere ancora".

Il video della Conferenza stampa:

"Risorse trovate, il decretone è pronto"

17 Gennaio - Ore 8:30

Luigi Di Maio - Giuseppe Conte - Matteo Salvini

Le risorse per quota 100 e reddito di cittadinanza ci sono. Il decretone sarà varato nel Cdm di oggi che dalle 16 inizialmente previste slitta alle 18. Una nota diffusa da Palazzo Chigi dopo il vertice tra il premier, i due vice, Tria e il sottosegretario al lavoro Claudio Durigon, spiega che sulle due misure non c’è nessun problema nell’esecutivo e che è stata trovata una soluzione sia per gli stanziamenti del Tfr degli statali (Tfs), anticipato per tutti, sia per il fondo volo Alitalia.

Il sottosegretario Durigon poco fa uscendo da Palazzo Chigi ha detto: "Tutto risolto, tutto bene, il testo è pronto. Il nodo del Tfr agli statali è stato risolto e sono state trovate le coperture". 

Reddito di cittadinanza e quota 100: vertice a Palazzo Chigi, oggi il Cdm

L’atteso Consiglio dei Ministri dedicato all’approvazione del decreto che rende attuativi il reddito di cittadinanza e quota 100, i due cavalli di battaglia dell’esecutivo di Giuseppe Conte, si terrà alle 16 di oggi, giovedì 17 gennaio 2019.

Dopo le voci di ulteriore slittamento che si sono susseguite negli ultimi giorni, è stato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte a fugare ogni dubbio, confermando l’importante appuntamento di oggi, che sarà anticipato da un vertice a Palazzo Chigi coi due vicepremier, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, per mettere a punto gli ultimi dettagli:

Innanzitutto avremo un consiglio dei ministri importantissimo. Approveremo il decreto che contiene i due provvedimenti chiave di questo governo: il reddito di cittadinanza e quota 100, misure che molti italiani aspettano da tempo e che finalmente diventeranno leggi dello Stato.

Il vertice a Palazzo Chigi è iniziato già in mattinata. Oltre a Conte, Di Maio e Salvini, alla riunione hanno preso parte il ministro dell'Economia Giovanni Tria, i sottosegretari Laura Castelli e Massimo Garavaglia, il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro e il sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon.

Forse già in serata, quindi, gli italiani avranno tutti i dettagli sul reddito di cittadinanza, le tempistiche e quali saranno le modalità per fare la richiesta quando sarà il momento. E lo stesso sarà per quota 100, finora illustrata a grandi linee soltanto nella legge di bilancio approvata lo scorso dicembre.

Di rientro a Roma da N'Djamena, dopo due giorni in Africa, in Niger e nel Ciad. È stata una missione molto importante...

Posted by Giuseppe Conte on Wednesday, January 16, 2019

PROSEGUI LA LETTURA

Ok in Cdm al Decreto per Reddito di Cittadinanza e quota 100 é stato pubblicato su Polisblog.it alle 07:24 di Thursday 17 January 2019

]]>
0