it_IT Motori Blogo.it - Ultime notizie della sezione Motori Tue, 21 Feb 2017 05:10:52 +0000 Tue, 21 Feb 2017 05:10:52 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/motori 2004-2014 Blogo.it Audi 20quattro Ore delle Alpi 2017 Thu, 16 Feb 2017 19:00:29 +0000 http://www.autoblog.it/post/852632/audi-20quattro-ore-delle-alpi-2017 http://www.autoblog.it/post/852632/audi-20quattro-ore-delle-alpi-2017 Mirco Magni Mirco Magni

Tornare a partecipare a una gara già corsa in passato è sempre bello. Rivivere le sensazioni delle edizioni precedenti, notare i cambiamenti e, come in questo caso, correre a bordo di una nuova auto. La mia seconda esperienza alla 20quattro ore delle Alpi è stata esaltante quanto, e forse anche più della prima grazie alla mia compagna d’eccezione, la nuova Audi A4 Allroad quattro. Rispetto allo scorso anno, quando corsi a bordo di un’Audi A4 quattro, la strada è cambiata: in questa edizione della gara di regolarità ho corso nei circa 340 chilometri che separano Chamonix da San Bernardino.

I passi montani mi sono sempre piaciuti con le loro curve e tornanti ma affrontarli di notte mi ha sempre dato qualche problema. Quasi sempre non sono illuminati e le luci tradizionali delle auto spesso non illuminano a dovere le curve. Con la nuova A4 Allroad ho però potuto sfruttare tutta la potenza dei fanali Led illuminando a giorno anche le zone più buie. Per essere puntigliosi, come sono da sempre, devo però dire che nei tornanti più stretti ho sentito la mancanza di fanali adattivi che seguissero meglio le curve, illuminando anche lateralmente. Poco male però: una volta presi i punti di riferimento delle curve la grande agilità della familiare a trazione integrale non mi ha fatto temere nessun tratto, nemmeno le zone ghiacciate incontrate sul Passo del San Bernardino, poco prima di arrivare al termine della mia tappa.

A ogni curva il 3.0 TDI ha saputo farsi sentire dall’alto dei suoi 272 cavalli: la trazione, anche spalancando il gas, non è mancata praticamente mai nonostante i 600 Nm di questo V6. Proprio la coppia, disponibile tra i 1.500 e i 3.000 giri, rende particolarmente piacevole quest’auto. Il bilanciamento del sei cilindri la rende quieta, silenziosa e pacata ma basta un filo di gas per scatenare tutta la potenza di questa diesel capace di scattare da 0 a 100 chilometri orari in 5 secondi e mezzo per poi raggiungere i 250 chilometri all’ora di velocità prima che intervenga l’elettronica. Nonostante queste performance i consumi dichiarati del tre litri sono di 5.3 litri ogni 100 chilometri: nella nostra gara era impossibile raggiungere tale efficienza visti i dislivelli e lo stile di guida ma posso dire che in 340 chilometri ho consumato poco più di mezzo pieno, niente male considerando il tipo di strade.


Parte del merito va dato però anche alla trasmissione, sempre pronta a cambiar marcia per farci consumare meno pur essendo estremamente reattiva quando si vuole correre. A differenza dei quattro cilindri, l’Audi A4 Allroad 3.0 TDI quattro monta il cambio tiptronic. Niente doppia frizione quindi, ma non c’è da preoccuparsi. L’otto marce è estremamente fluido e piacevole, gli innesti sono rapidi e morbidi: praticamente non si sentono. Nonostante questo non bisogna immaginarsi un cambio orientato al comfort: dall’Audi Drive Select si può scegliere davvero tutto, anche la prontezza di risposta della trasmissione. Per avere una Allroad con il 3.0 TDI da 272 cavalli servono almeno 54.500 euro ma se si vuole un motore meno esoso l’Audi A4 Allroad 2.0 TDI parte da 43.300 euro.

Tra le caratteristiche immancabili in una vera Allroad è impossibile non citare la trazione integrale quattro, vero simbolo di questa 24 ore, pardon, 20quattro ore. L’Audi A4 Allroad sfrutta una delle ultime evoluzioni della tecnologia quattro: il differenziale centrale autobloccante opera meccanicamente e ripartisce il 60% della coppia dietro e il 40% davanti. Questo in situazioni di normale utilizzo ma, all’occorrenza, si può arrivare ad avere l’85% della coppia sull’asse posteriore o fino al 70% sull’avantreno.

La ripartizione di coppia è immediata: l’ho notato non appena ho appoggiato le ruote dell’Audi A4 Allroad su una pista da sci dove era prevista una prova speciale. Gli sciatori partono dall’alto per scendere in basso mentre noi siamo partiti dal basso e abbiamo scalato la salita, mettendo alla frusta il V6 e intraversando tra le porte di uno slalom gigante, l’A4 Allorad che nemmeno nei tratti con meno aderenza ha dato segno di incertezza. A un certo punto però la neve morbida ha fatto affondare la mia auto ma, grazie all’assetto rialzato di 23 millimetri rispetto all’Audi A4 Avant e alla trazione integrale è bastato affondare con più decisione sul pedale destro per togliermi d’impaccio senza alcun problema.

PROSEGUI LA LETTURA

Audi 20quattro Ore delle Alpi 2017 é stato pubblicato su Autoblog.it alle 20:00 di Thursday 16 February 2017

]]> 0 Bentley Continental GT: foto spia della nuova generazione Wed, 15 Feb 2017 17:00:31 +0000 http://www.autoblog.it/post/852794/bentley-continental-gt-foto-spia-della-nuova-generazione http://www.autoblog.it/post/852794/bentley-continental-gt-foto-spia-della-nuova-generazione Mirco Magni Mirco Magni

Con l'avvicinarsi del debutto, previsto entro la fine di quest'anno, gli avvistamenti di prototipi di Bentley Continental GT e Bentley Continental GTC si fanno sempre più numerosi. Queta volta i muletti delle due sportive d'alta gamma sono stati avvistati in Svezia dove i collaudatori stavano effettuando test di durata al freddo nordeuropeo.

Le camuffature dei prototipi sono molto simili a quelle già viste nei precedenti avvistamenti: su un esemplare sono comparsi dei fanali a Led aggiuntivi, tuttavia provvisori. Il look, già delineato nelle precedenti foto spia, mostra una vettura molto meno massiccia rispetto all'attuale, con un design più filante e nettamente sportivo.

La Bentley Continental GT si baserà sulla piattaforma modulare MSB che già costituisce la base della Porsche Panamera. Sotto al cofano però si vedranno motori ben più pregiati: il W12 non dovrebbe mancare e sarà probabilmente accostato ad un 4.0 litri biturbo otto cilindri di potenza leggermente inferiore.

PROSEGUI LA LETTURA

Bentley Continental GT: foto spia della nuova generazione é stato pubblicato su Autoblog.it alle 18:00 di Wednesday 15 February 2017

]]>
0
Guida autonoma: i progressi di Drive.ai [Video] Wed, 15 Feb 2017 14:45:04 +0000 http://www.autoblog.it/post/852833/guida-autonoma-i-progressi-di-drive-ai-video http://www.autoblog.it/post/852833/guida-autonoma-i-progressi-di-drive-ai-video Alessandro Pinto Alessandro Pinto

Sulle strade tra San Francisco e la Silicon Valley, ormai non è raro vedere auto che si muovono autonomamente senza che l'operatore intervenga, ma è molto più difficile che ciò accada nel traffico serale di una giornata piovosa, quando è più complicato testare l'efficacia di un sistema di guida autonoma.

Come riporta Fortune, nel video diffuso da Drive.ai, start up americana che si occupa dello sviluppo di tecnologie basate su intelligenza artificiale da destinare alla guida autonoma, si possono notare i progressi fatti anche in condizioni difficili. Le immagini mostrano infatti il veicolo muoversi con disinvoltura tra le strade bagnate dalla pioggia e leggermente congestionate dal traffico serale, senza rendere mai necessario l'intervento dell'operatrice a bordo. Durante il suo percorso l'auto è passata per strade strette, ha attraversato un incrocio evitando una macchina passata col rosso e non ha mai avuto esitazioni, nonostante i riflessi dell'asfalto bagnato avrebbero potuto ingannare "la vista"del software.

Tutto ciò è stato possibile grazie alla tecnologia di Drive.ai, il cui software di apprendimento è basato su un sofisticato sistema di intelligenza artificiale in grado riconoscere oggetti, persone, segnali stradali, elaborando le informazioni ricevute per prendere la giusta decisione. Come confermano le parole del CEO Sameep Tandon: "la guida di notte, sotto la pioggia, o in altre situazioni complesse è possibile per merito della nostra tecnologia che elabora le informazioni e prende decisioni in maniera molto simile al cervello umano." 

PROSEGUI LA LETTURA

Guida autonoma: i progressi di Drive.ai [Video] é stato pubblicato su Autoblog.it alle 15:45 di Wednesday 15 February 2017

]]>
0
Volkswagen Touareg: nuove foto spia sulla neve Thu, 16 Feb 2017 11:00:06 +0000 http://www.autoblog.it/post/852977/volkswagen-touareg-nuove-foto-spia-sulla-neve http://www.autoblog.it/post/852977/volkswagen-touareg-nuove-foto-spia-sulla-neve Alessandro Pinto Alessandro Pinto

Proseguono i collaudi della nuova Volkswagen Touareg, come dimostrano le nostre foto spia che hanno ripreso 2 prototipi impegnati in un test invernale sulla neve. Nonostante la mimetizzazione è possibile vedere alcuni dettagli stilistici della nuova generazione, con il frontale che dovrebbe riprendere quello della sorella minore Tiguan e le fiancate dove sono presenti linee decisamente più marcate rispetto al modello uscente.

La nuova Touareg, che arriverà nel corso del 2017, condividerà la stessa piattaforma in alluminio e acciaio ad alta resistenza utilizzata per l’Audi Q7 e la Bentley Bentayga, con un sensibile risparmio di peso rispetto al modello che sostituisce. Anche se da parte di Volkswagen non ci sono ancora dettagli al riguardo, possiamo aspettarci una vasta gamma di motori a benzina e diesel, oltre ad una versione ibrida plug-in. Non è da escludere una successiva versione completamente elettrica.

PROSEGUI LA LETTURA

Volkswagen Touareg: nuove foto spia sulla neve é stato pubblicato su Autoblog.it alle 12:00 di Thursday 16 February 2017

]]>
0
I "38" di Valentino Rossi. Auguri! Thu, 16 Feb 2017 07:52:42 +0000 http://www.motoblog.it/post/843768/valentino-rossi-38-anni-auguri-buon-compleanno http://www.motoblog.it/post/843768/valentino-rossi-38-anni-auguri-buon-compleanno Massimo Falcioni Massimo Falcioni

Campionato del Mondo MotoGP 2017 - E’ doveroso, oltre che per il bon ton, fare gli auguri di buon compleanno a Valentino Rossi, il fenomeno “sempreverde” simbolo mondiale del motociclismo show-business. Compiere 38 anni, in questi nostri tempi controversi ma anche straordinari dove molti potenti ultra novantenni reggono le sorti di importanti aziende e della politica, è davvero un gioco da ragazzi. E uno come Valentino Rossi – come già fu per Max Biaggi – che del “gioco-serio” ha fatto la propria ragione di vita, ne è fra gli interpreti più significativi e apprezzati.

PHILLIP ISLAND, VICTORIA - FEBRUARY 16:  Fans celebrate the birthday of Valentino Rossi of Italy and Movistar Yamaha MotoGP during 2017 MotoGP pre-season testing at Phillip Island Grand Prix Circuit on February 16, 2017 in Phillip Island, Australia.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images) Valentino dimostra sul campo che in una età dove molti nello sport si avviano a misurarsi con il passato negli immancabili “Amarcord” è ancora possibile cimentarsi al massimo livello mondiale, non per partecipare ma per competere, lottando per la vittoria in gara e in campionato.

E’, forse, una sfida con se stessi prima che una battaglia con gli avversari. Una sfida personale che coinvolge tutti, anche i detrattori, sprigiona la scintilla che alimenta passioni quasi planetarie portando il motociclismo ben oltre i propri confini, fuori dal tempo e dallo spazio.

Così nasce il mito, oltre gli alti e bassi cui nessuno sfugge e oltre gli svarioni e i limiti caratteriali pur evidenti: numeri freddi di un palmares straordinario, unico, non facilmente raggiungibile.

I numeri saranno anche freddi ma in questo caso, scaldano i cuori di tanti perché esprimono – piaccia o no - il valore inequivocabile del “fenomeno” Rossi. In campo da 21 anni, 348 gare mondiali disputate, 114 vinte, 221 podi, unico pilota ad aver vinto il mondiale in quattro classi diverse e con moto da caratteristiche diverse, 9 titoli mondiali.

valentino-rossi-test-motogp-phillip-island-2017-02.jpg

E non è finita. Ecco. I numeri non sono tutto, ma pesano perché restano scritti nel firmamento del motociclismo dove la stella di Valentino è fra le più brillanti in assoluto. Non ripetiamo qui le analisi tecniche ed agonistiche da noi più volte espresse sull’asso di Tavullia. Ma vogliamo ripeterci. Senza intenzioni provocatorie e senza reticenze ipocrite o logiche da fans, davanti a Rossi ci si deve (sempre) togliere il cappello, rispettando e applaudendo un fuoriclasse sul crinale del mito fra i miti.

PHILLIP ISLAND, AUSTRALIA - FEBRUARY 15:  Valentino Rossi of Italy and the Movistar Yamaha MotoGp team looks on during 2017 MotoGP pre-season testing at Phillip Island Grand Prix Circuit on February 15, 2017 in Phillip Island, Australia.  (Photo by Robert Cianflone/Getty Images)

Tempo fa abbiamo scritto su Motoblog: “Il motociclismo tutto deve ringraziare Valentino per quello che in pista e fuori (immagine e comunicazione) ha fatto e fa, un pilota che rifiuta la cornice dorata nell’olimpo degli ex per misurarsi ancora in un motociclismo che evolve con nuovi mezzi e nuovi piloti, una sfida umana prima ancora che tecnica, che va ben oltre la classifica di una gara e di un campionato”. Ecco. In pista anche in questo 2017 che parte per una nuova stagione avvincente, con Valentino a caccia del suo titolo numero 10. Una chimera? Chi lo sa! Comunque uno dei grandi motivi di interessi – forse il principale – per rendere la MotoGP così seguita nel mondo. Auguri, Vale! E grazie.

PROSEGUI LA LETTURA

I "38" di Valentino Rossi. Auguri! é stato pubblicato su Motoblog.it alle 08:52 di Thursday 16 February 2017

]]>
0
Goldentyre Sardegna Rally Race 2017 Thu, 16 Feb 2017 07:30:07 +0000 http://www.motoblog.it/post/843517/goldentyre-sardegna-rally-race-2017 http://www.motoblog.it/post/843517/goldentyre-sardegna-rally-race-2017 Umberto Schiavella Umberto Schiavella

Goldentyre Sardegna Rally Race

Nato nel 2008 il Sardegna Rally Race è diventato in poco tempo l’appuntamento centrale fisso del Mondiale e del Campionato Italiano. La decima edizione prevista per il prossimo giugno è stata però esclusa dal calendario Mondiale, ma non per questo sarà meno interessante.

Il Goldentyre Sardegna Rally Race si terrà tra il 10 e il 15 giugno con una formula rivista proprio in virtù di questa bruciante esclusione. Il nuovo formato di gara è volto a privilegiare la compattezza e la facilità di assistenza: cinque giorni di Super Rally su un itinerario unico ed entusiasmante sotto il profilo dell’agonismo e del turismo.

La gara sarà organizzata in tre tappe in linea, due tappe ad “anello e due doppie soste per non essere sempre in viaggio, il tutto condito dalla famosa e leggendaria ospitalità sarda e dai costi di iscrizione più bassi in assoluto. Una decima edizione che, a detta degli organizzatori, nonostante l’impasse legata alla licenza mondiale, sarà la più bella in assoluto.

Le iscrizioni sono aperte, se siete interessati questa è la mail a cui scrivere: info@bikevillage.it.

PROSEGUI LA LETTURA

Goldentyre Sardegna Rally Race 2017 é stato pubblicato su Motoblog.it alle 08:30 di Thursday 16 February 2017

]]>
0
SBK: Mercado out per la prima gara in Australia Wed, 15 Feb 2017 19:23:42 +0000 http://www.motoblog.it/post/843684/sbk-mercado-out-per-la-prima-gara-in-australia http://www.motoblog.it/post/843684/sbk-mercado-out-per-la-prima-gara-in-australia Flavio Atzori Flavio Atzori

leandro-mercado-2.jpg
Brutte notizie per il team Iodaracing e, sopratutto, per Leandro Mercado. Il vice campione Stock1000 2016 si è infortunato durante una sessione di allenamento in Motocross.
Un incidente piuttosto duro considerando come il giovane argentino abbia riportato la frattura di tre costole ed una falda di pneumotorace.

Le condizioni di Mercado - come riporta lo stesso team di Giampiero Sacchi - non sono critiche, ma i dottori hanno sconsigliato al pilota di volare, fin tanto che la falda di pneumotorace non sarà completamente chiusa.

A questo punto, il team Iodaracing ha deciso di non affrontare la lunga trasferta australiana, puntando a presentarsi direttamente nel secondo round in Thailandia l'11 e 12 marzo prossimi, in base anche all'effettivo recupero fisico del proprio pilota.

Davvero un inizio sfortunato per la compagine italiana che aveva da poco stretto l'accordo con il pilota argentino e con la casa di Noale per proseguire ufficialmente la propria avventura con Aprilia.

PROSEGUI LA LETTURA

SBK: Mercado out per la prima gara in Australia é stato pubblicato su Motoblog.it alle 20:23 di Wednesday 15 February 2017

]]>
0
Alonso ritiro a fine 2017? "Non penso proprio" Mon, 13 Feb 2017 11:21:41 +0000 http://www.motorsportblog.it/post/151067/alonso-ritiro-a-fine-2017-non-penso-proprio http://www.motorsportblog.it/post/151067/alonso-ritiro-a-fine-2017-non-penso-proprio Fabio Cavagnera Fabio Cavagnera

Fernando Alonso

Il contratto di Fernando Alonso con la McLaren scadrà al termine della stagione 2017 e molti hanno ipotizzato un ritiro dello spagnolo alla chiusura del prossimo Mondiale. Le ultime annate sono state difficili per l’iberico, sia alla Ferrari che soprattutto a Woking, dove la monoposto non è mai stata competitiva per lottare per il vertice. E difficilmente pare potrà esserlo anche quest’anno.

Tuttavia, il suo storico fisioterapista smentisce l’ipotesi: “Non penso possa essere l’ultima stagione in Formula 1 – ha detto Fabrizio Borra all’emittente spagnola Cadena CopeE’ più motivato degli anni scorsi”. Alonso si allena circa sei ore al giorno, in vista del nuovo Mondiale e, rivela sempre il fisioterapista, “dobbiamo ogni tanto fermarlo”. Dunque, è un pilota molto carico per il 2017.

“Sta lavorando molto duramente, come nei suoi primi anni della carriera – ha proseguito – E le monoposto erano fisicamente più impegnative quando ha iniziato, anche rispetto al 2017”. Una stagione con alcune novità a livello regolamentare: “La maggiore velocità in curva, rispetto alle scorse annate, richiederà un maggiore impegno fisico da parte dei piloti”.

PROSEGUI LA LETTURA

Alonso ritiro a fine 2017? "Non penso proprio" é stato pubblicato su Motorsportblog.it alle 12:21 di Monday 13 February 2017

]]>
0
Auto elettriche: sono convenienti? Thu, 16 Feb 2017 08:00:35 +0000 http://www.ecoblog.it/post/167928/auto-elettriche-quanto-conviene http://www.ecoblog.it/post/167928/auto-elettriche-quanto-conviene A.S. A.S.

L'auto elettrica è più conveniente rispetto a un'auto a benzina? Il caso tedesco.

Questa domanda impazza da qualche giorno su diversi media specializzati e blog, da quando uno studio dell'Adac, l'automobile club tedesco, ha preso in esame i costi per chilometro dei veicoli elettrici sul mercato tedesco mettendoli in parallelo con i loro modelli a benzina: è emerso che soltanto un modello (Kia Soul EV) è più economico rispetto alla versione a benzina o diesel, con un costo per chilometro di 0,469 euro.

In Germania il governo concede un bonus di 4.000 euro per passare a questo tipo di motorizzazioni e lo studio dell'Adac è, in tal senso, una doccia abbastanza fredda per chi pensava di risparmiare comprando un'auto elettrica. Secondo quanto riferisce Ansa Motori è interessante anche osservare il paragone tra la Mercedes Classe B 250e e le due varianti, benzina e diesel, dello stesso modello: la Classe B elettrica vince se confrontata con la B 220 4MATIC a benzina (0,621 euro contro 0,657) ma risulta meno conveniente della B 220 d a gasolio, che costa 0,602 euro al km. Sono, scritta come va scritta, "i conti della serva" ma vanno certamente studiati.

Secondo le tabelle dell'Adac tra i modelli elettrici il più economico, in senso generale, è la Peugeot iOn (0,361 euro al km) mentre la classifica delle meno convenienti è guidata dalla Tesla Model S 70D con 1,37 euro al km (in funzione della non applicabilità del bonus governativo, specifica l'ente tedesco).

Occorre prendere in considerazione molti aspetti per capire l'incidenza della problematica che il mercato delle auto elettriche tedesco si troverà ad affrontare: gli incentivi governativi, lo sviluppo delle tecnologie e sopratutto i costi per chilowatt dell'energia elettrica, sia nel mercato domestico che in quello della rete di ricarica. Elementi che non sono assolutamente presenti nel mercato delle auto elettriche in Italia, dove la rete infrastrutturale di ricarica è la più scadente d'Europa e dove anche sotto il profilo degli incentivi governativi e dei costi energetici si prospetta come molto differente, in peggio, rispetto quello tedesco.

Auto elettrica: quanto costa un pieno?

Se la ricarico di notte o di giorno, ovviamente, il costo cambierà (e non di poco) e questo è un problema che andrà sicuramente risolto per evitare picchi di richiesta nell'arco della giornata, che potrebbero creare problemi di sovraccarico alla rete elettrica. E quindi a tutte le utenze.

Negli Stati Uniti Tesla ha creato, nel sud della California, dei centri di stoccaggio dell'energia elettrica - che sarà prodotta dalla stessa Tesla, gettandosi a capofitto in un mercato che allo stato attuale è una prateria vergine. E questa è solo una delle soluzioni che i produttori di auto europei potrebbero adottare.

Se in Germania gli incentivi arrivano ad un massimo di 4.000 euro in Francia il provvedimento governativo per incentivare l'acquisto di auto elettriche ha avuto notevole successo grazie a un contributo di 6.300 euro incrementabile di altri 3.700 euro rottamando un’auto diesel.

Il governo francese tiene maggiormente conto, ad esempio, dei risparmi in termini di costi ambientali e, più in generale, delle problematiche legate alle economie locali nei giorni di targhe alterne o di blocco del traffico, che nelle città di Francia sono frequenti tanto quanto nelle città italiane.

PROSEGUI LA LETTURA

Auto elettriche: sono convenienti? é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 09:00 di Thursday 16 February 2017

]]>
0
Auto a GPL 2017: modelli e prezzi Wed, 15 Feb 2017 10:00:43 +0000 http://www.ecoblog.it/post/167765/auto-a-gpl-2017-modelli-e-prezzi http://www.ecoblog.it/post/167765/auto-a-gpl-2017-modelli-e-prezzi Paolo Sperati Paolo Sperati

Le auto a GPL sono da sempre considerate con grande interesse da parte di case e automobilisti. Rappresentano una valida alternativa per ridurre i costi di percorrenza visto che il costo del GPL è inferiore di circa il 50% rispetto a quello della benzina. Il GPL, acronimo di Gas di Petrolio Liquefatto, è una miscela di propano e butano. Non può dunque definirsi un carburante alternativo - come lo è invece il metano - dato che è un prodotto della lavorazione del petrolio ma le emissioni sono comunque più basse rispetto a quelle dei veicoli alimentati a gasolio o benzina.

Un'auto a GPL conviene sotto diversi punti di vista. Il prezzo competitivo del carburante consente di ammortizzare il maggiore investimento per l'acquisto dell'auto, solitamente più cara di circa 1.000-2.000 euro rispetto allo stesso modello con motore benzina. I dati di vendita indicano che a gennaio 2017 il mercato delle auto a GPL ha fatto segnare un +30% rispetto allo stesso mese del 2016 mentre lo scorso anno si è registrato un calo del 15% con 102.000 immatricolazioni totali. Best seller la Ford Fiesta, auto a GPL più venduta nel 2016 in Italia con 11.463 unità, seguita da Fiat Panda, Dacia Sandero e Lancia Ypsilon.

La gamma dei modelli commercializzati attualmente in Italia è ampia e copre praticamente tutte le carrozzerie e quasi tutti i segmenti. A trainare il settore sono soprattutto Opel e il Gruppo FCA con Alfa, Fiat e Lancia ma anche DaciaFord e Suzuki possono contare su un'offerta variegata. I prezzi partono da un minimo di 9.480 euro per la DR DR Zero, tra le vetture a GPL più economiche insieme alla Dacia Sandero. Il prezzo di listino più alto è della Opel Insignia con 31.800 euro.

Il costo delle auto a GPL potrebbe comunque risultare leggermente più basso grazie agli incentivi. Le case spesso propongono auto a gpl in offerta specie in caso di permuta o rottamazione. Non da ultimo si possono trovare diverse auto a gpl a km 0 e molte vetture usate. Qui sotto trovate i modelli in vendita nel 2017 in Italia. Tutte le nuove auto a GPL hanno il serbatoio fornito di serie e sono definite bi-fuel perché lo stesso motore funziona anche a benzina aumentando l'autonomia del mezzo. Molte sono adatte anche ai neopatentati.

Auto a GPL 2017, modelli e prezzi


(listino aggiornato a gennaio 2017)
Alfa Romeo Giulietta da euro 25.200
Alfa Romeo MiTo da euro 20.700
Citroen C3 da euro 15.750
Dacia Dokker da euro 11.700
Dacia Duster da euro 12.900
Dacia Lodgy da euro 11.700
Dacia Logan MCV da euro 11.100
Dacia Sandero da euro 9.850
DR City Cross da euro 11.980
DR Evo5 da euro 16.980
DR Zero da euro 9.480
DR DR5 da euro 15.980
Fiat 500 da euro 15.350
Fiat Panda da euro 14.050
Fiat 500L da euro 21.800
Fiat Punto da euro 16.300
Fiat Tipo euro 17.800
Ford B-Max da euro 18.750
Ford C-Max da euro 21.400
Ford Fiesta da euro 14.250
Ford Focus da euro 20.400
Ford Ka da euro 12.000
Hyundai i10 da euro 12.100
Hyundai i20 da euro 15.450
Hyundai ix20 da euro 18.200
Kia Picanto da euro 11.550
Kia Rio da euro 14.100
Kia Venga da euro 17.750
Lancia Ypsilon da euro 15.100
Mitsubishi ASX da euro 22.140
Mitsubishi Outlander da euro 31.700
Mitsubishi Space Star da euro 13.650
Nissan Juke da euro 19.050
Nissan Micra (2010) da euro 12.550
Nissan Note da euro 16.450
Opel Adam da euro 15.500
Opel Astra da euro 20.400
Opel Corsa da euro 15.350
Opel Insignia da euro 31.800
Opel Karl da euro 13.700
Opel Meriva da euro 21.500
Opel Mokka X da euro 24.700
Peugeot 208 da 15.250 euro
Renault Clio da 15.350 euro
Subaru Forester da euro 32.030
Subaru XV da euro 22.090
Suzuki Baleno da euro 15.700
Suzuki Celerio da euro 10.590
Suzuki Jimny da euro 19.300
Suzuki Swift da euro 15.150
Suzuki Vitara da euro 21.900

PROSEGUI LA LETTURA

Auto a GPL 2017: modelli e prezzi é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 11:00 di Wednesday 15 February 2017

]]>
0
Auto ibride: Lexus LS 500 Full Hybrid al Salone di Ginevra Tue, 14 Feb 2017 10:00:45 +0000 http://www.ecoblog.it/post/167881/auto-ibride-al-salone-di-ginevra-lexus-presenta-ls-500-full-hybrid http://www.ecoblog.it/post/167881/auto-ibride-al-salone-di-ginevra-lexus-presenta-ls-500-full-hybrid A.S. A.S.

Dal 9 al 19 marzo 2017 si terrà a Ginevra, in Svizzera, il l'87esimo International Motor Show, il salone dell'Auto forse più importante del continente europeo: un'occasione d'oro per Lexus per presentare la nuova LS 500 Full Hybrid, l'ammiraglia ibrida che promette alte prestazioni e un altissimo livello di eleganza in perfetto stile Lexus.

L'auto è stata progettata sulla scia della premiere mondiale al Salone di Detroit della LS 500 e del suo motore V6 twin-turbo 3.5 benzina.

Nel video in testa a questo post vi proponiamo la recensione di How To Car, specializzato proprio nei modelli Lexus e tra i massimi esperti di questo marchio. La ibrida Lexus sarà ammirabile da tutti presso lo spazio 4211 riservato a Lexus al Padiglione 4 del Salone di Ginevra, uno spazio impostato sui punti di forza del brand, con i visitatori che potranno immergersi negli elevatissimi livelli di maestria artigianale, qualità e sicurezza di Lexus. Un design che per la prima volta in Europa incarnerà la nuova strategia di comunicazione “Experience Amazing” scelta dal brand.

1920_ls-500h-02-stu-dh-2017hires.jpg

LS Hybrid è, scrive Lexus, la berlina di lusso più silenziosa al mondo, con uno Speech Intelligibility Index (che misura la semplicità di conversazione a bordo) di quasi il 100% a 100 km/h, vanta lo schermo multimediale più ampio al mondo, un sistema di climatizzazione all’avanguardia e il sistema di sicurezza avanzato Pre Crash.

Ulteriori dettagli di questo modello verranno rilasciati alla conferenza stampa di presentazione il prossimo 7 marzo 2017: per ora i potenziali acquirenti dovranno accontentarsi della propria fantasia.

PROSEGUI LA LETTURA

Auto ibride: Lexus LS 500 Full Hybrid al Salone di Ginevra é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 11:00 di Tuesday 14 February 2017

]]>
0
Honda e Hitachi: 40 mln per la moto elettrica del futuro Mon, 13 Feb 2017 11:06:18 +0000 http://www.ecoblog.it/post/167818/honda-e-hitachi-40-milioni-per-la-moto-elettrica-del-futuro http://www.ecoblog.it/post/167818/honda-e-hitachi-40-milioni-per-la-moto-elettrica-del-futuro A.S. A.S.

honda-rc-e-concept-1.jpg

Una joint venture da 40 milioni di euro per sviluppare, produrre e commercializzare motori di nuova generazione per veicoli elettrici: è il progetto nato dall'accordo tutto giapponese tra Honda e Hitachi, che i primi del mese di febbraio hanno siglato un memorandum di intesa - comprendente un investimento "iniziale" di circa 40 milioni di euro - che verranno stanziati per il 51% dalla Hitachi e il restante 49% dalla Honda.

L'obiettivo è lavorare sulla progettazione e la realizzazione di motori elettrici, quindi a emissioni zero, che possano essere immessi sul mercato (sia proprio che in partnership con altre aziende): come scrivono i nostri colleghi di Blogo Motori infatti entro marzo le due aziende sigleranno l'accordo vero e proprio in modo da poter essere già operativi entro luglio. La nuova joint venture aprirà avrà impianti di produzione e uffici di vendita in Cina, negli Stati Uniti e in Giappone, così da poter attingere da tre mercati molto diversi tra loro per migliorare la tecnologia, ridurre i costi e offrire veicoli elettrici più competitivi.

Nel 2011 Honda ha presentato il suo primo concept motociclistico elettrico, la Honda RC-E, mentre Hitachi è dal 1999 che produce e vende i suoi motori elettrici: esperienze che, sommate assieme, daranno certamente molto filo da torcere ai competitor in tutto il mondo.

PROSEGUI LA LETTURA

Honda e Hitachi: 40 mln per la moto elettrica del futuro é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 12:06 di Monday 13 February 2017

]]>
0