it_IT Motori Blogo.it - Ultime notizie della sezione Motori Fri, 24 Nov 2017 12:51:52 +0000 Fri, 24 Nov 2017 12:51:52 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/motori 2004-2014 Blogo.it Multe fatte col cellulare: a processo capo dei vigili Thu, 23 Nov 2017 17:00:47 +0000 http://www.autoblog.it/post/898716/multe-fatte-col-cellulare-a-processo-capo-dei-vigili-urbani-di-roseto http://www.autoblog.it/post/898716/multe-fatte-col-cellulare-a-processo-capo-dei-vigili-urbani-di-roseto Peppe Croce Peppe Croce


alberto sordi vigile
Andrà a processo il comandante della Polizia Municipale di Roseto degli Abruzzi, in provincia di Teramo. Il giudice dell'udienza preliminare ha infatti accolto la richiesta del PM, rinviando a giudizio il dirigente. L'accusa contestata è quella di falsità ideologica.

Secondo quanto riporta Il Centro dalle indagini, relative a fatti avvenuti tra ottobre e dicembre 2013, è emerso che il comandante della Municipale rosetana avrebbe emesso 1023 verbali per attraversamento dell'incrocio a semaforo rosso, uso del telefonino alla guida e guida senza cinture di sicurezza.

Per pizzicare gli automobilisti il comandante si piazzava armato di cellulare a bordo della sua vettura, ferma, e iniziava a fare video. Poi tornava al Comando e redigeva i verbali. Verbali che, in mancanza di contestazione immediata e non essendo basati su una rilevazione fatta con un dispositivo omologato, sarebbero nulli. Ma il comandante aveva trovato una soluzione.


Il poliziotto, infatti, affermava di essere impossibilitato alla contestazione immediata poiché a bordo della sua auto, in movimento nel senso opposto di marcia rispetto agli automobilisti pizzicati. In pratica il comandante, in appena due mesi, avrebbe incrociato oltre mille autovetture sulle strade di Roseto di cui si è poi ricordato tutte le targhe a memoria una volta tornato al Comando. Secondo il PM, invece, l'uomo si appostava a bordo strada proprio per pizzicare gli automobilisti senza curarsi della abbondante e chiarissima normativa che impone regole ben precise per la contestazione delle infrazioni del Codice della Strada. Spetterà ora agli avvocati del comandante della Polizia Municipale di Roseto degli Abruzzi dimostrare che il suo assistito, effettivamente, viaggiava in senso opposto e ricordava a memoria decine di targhe al giorno.

PROSEGUI LA LETTURA

Multe fatte col cellulare: a processo capo dei vigili é stato pubblicato su Autoblog.it alle 18:00 di Thursday 23 November 2017

]]>
0
Guida autonoma: Lyft ottiene il permesso Thu, 23 Nov 2017 15:30:16 +0000 http://www.autoblog.it/post/898707/guida-autonoma-lyft-ottiene-il-permesso-in-california http://www.autoblog.it/post/898707/guida-autonoma-lyft-ottiene-il-permesso-in-california Fabio Cavagnera Fabio Cavagnera

Taxi privati: Google finanzia Lyft contro Uber?

La California è sempre più un terreno fertile per la guida autonoma. Ora è toccato a Lyft ottenere il permesso di effettuare test per le auto senza conducente, dopo aver annunciato solamente qualche mesi fa di voler realizzare il proprio software per la guida autonoma. Ma non è ancora chiaro se testerà i veicoli con questo software oppure la tecnologia di uno dei partner con cui Lyft ha accordi.

L’azienda di ride sharing, infatti, ha lavorato con tante società legate alle auto senza conducente: da Ford a General Motors, da Waymo a Jaguar Land Rover. Come riportato da The Verge, un portavoce dell’azienda interpellato sul tema ha risposto: “Lyft non vuole essere lasciata fuori dalla festa”. Senza fornire ulteriori indicazioni, su cosa verrà testato sulle strade californiane.

Lo scopriremo nei prossimi mesi, nello stato americano dove numerose altre aziende hanno ottenuto questo permesso: dal grande rivale Uber, passando per Waymo, Mercedes, Tesla e Ford. Solo per citarne alcune.

PROSEGUI LA LETTURA

Guida autonoma: Lyft ottiene il permesso é stato pubblicato su Autoblog.it alle 16:30 di Thursday 23 November 2017

]]>
0
Black Friday 2017 auto: le offerte delle case Thu, 23 Nov 2017 14:45:49 +0000 http://www.autoblog.it/post/898228/black-friday-2017-auto-offerte-case http://www.autoblog.it/post/898228/black-friday-2017-auto-offerte-case Fabio Cavagnera Fabio Cavagnera

Black Friday

E l'arrivato il giorno del Black Friday 2017. Il venerdì dei grandi sconti, quello dove fare gli acquisti al prezzo più basso dell’anno, che quest’anno è oggi, il 24 novembre. Una tradizione tipicamente americana, il giorno dopo il Giorno del Ringraziamento, ma ormai esportata anche in Europa ed in Italia. Ed anche nel settore auto. Stiamo parlando già da qualche giorno delle offerte sugli accessori su Amazon, ma anche alcune case automobilistiche propongono le loro promozioni.

Nissan

nissan-x-trail-2017-9.jpg

La casa giapponese partecipa al Black Friday con un'offerta sulla gamma crossover: Juke, Qashqai e X-Trail, rispettivamente con uno sconto di 3.900 €, 3.400 € e 4.400 €. I clienti dovranno compilare un form su una piattaforma web, accessibile dalla pagina Facebook o dal sito ufficiale di Nissan Italia. L'offerta è valida solamente venerdì via web, poi i contratti d’acquisto in concessionaria potranno essere stipulati entro il 31 dicembre 2017.

Opel

Adam Rocks logo Opel

Il marchio tedesco propone degli sconti extra sui propri modelli, per chi acquisterà una vettura entro il 26 novembre e si recherà sul sito ufficiale, nella sezione ‘Opel Black Friday’, inserendo i propri dati, il modello ed il concessionario d’interesse. Gli sconti partono dal 15% per Opel Grandland per arrivare fino al 35% per Opel Corsa, ma ci sono offerte per tutta la gamma.

Smart

PROSEGUI LA LETTURA

Black Friday 2017 auto: le offerte delle case é stato pubblicato su Autoblog.it alle 15:45 di Thursday 23 November 2017

]]> 0 Il traffico paralizza Los Angeles, ma c'è di peggio Thu, 23 Nov 2017 14:00:53 +0000 http://www.autoblog.it/post/898683/il-traffico-paralizza-los-angeles-ma-ce-a-chi-e-andata-molto-peggio http://www.autoblog.it/post/898683/il-traffico-paralizza-los-angeles-ma-ce-a-chi-e-andata-molto-peggio Fabio Cavagnera Fabio Cavagnera

Oggi è il Thanksgiving Day negli Stati Uniti e milioni di americani si sono messi in viaggio. Le immagini che arrivano da Los Angeles lo testimoniano: l’autostrada 405 è rimasta completamente bloccata da un lungo (e infinito) serpentone di auto, che cercavano di uscire dalla città californiana e raggiungere la propria destinazione. Un’immagine non certo inconsueta anche dalle nostre parti, soprattutto durante gli esodi estivi. Ma quali sono le code più lunghe della storia?

C’è qualche dato non comune, ma tutti sono concordi: il peggior incolonnamento è avvenuto il 9 maggio 2008 a San Paolo, in Brasile. Un camion ribaltato su una delle arterie principali della città paralizzò completamente il traffico, causando nel complesso addirittura 292 chilometri di coda, coinvolgendo circa un terzo della città brasiliana. Un vero e proprio incubo.

Ma non è l’unico, visto che sui due restanti gradini del podio troviamo due ingorghi europei, causati entrambi dal maltempo. Il secondo è avvenuto in Russia il 30 novembre 2012, sulla strada M-10 tra San Pietroburgo e Mosca, dove le autorità hanno dovuto cibo, bevande ed addirittura consulenza psicologica agli automobilisti, rimasti bloccati fino a tre giorni in strada, a causa di una tempesta di neve. Poi dobbiamo tornare al 16 febbraio 1980, trasferendoci in Francia: per anni è stata la peggior coda di sempre, con i 175 km di coda a sud di Parigi tra rientri dalle località sciistiche e maltempo.

Si è andati oltre i 100 chilometri di coda anche a Houston, Tokyo e Pechino. Insomma, quando siete bloccati in coda nelle città o in autostrada in Italia, per un paio d’ore, ricordatevi c’è a chi è andata decisamente peggio.

PROSEGUI LA LETTURA

Il traffico paralizza Los Angeles, ma c'è di peggio é stato pubblicato su Autoblog.it alle 15:00 di Thursday 23 November 2017

]]>
0
Ciclomotore NES 5 e motociclo NES 10, gli elettrici Fri, 24 Nov 2017 07:15:57 +0000 http://www.motoblog.it/post/898707/ciclomotore-nes-5-e-motociclo-nes-10-gli-scooter-elettrici-in-stile-vintage http://www.motoblog.it/post/898707/ciclomotore-nes-5-e-motociclo-nes-10-gli-scooter-elettrici-in-stile-vintage Peppe Croce Peppe Croce



La start up torinese Nito Bikes (Nito sta proprio per Nuova Industria Torinese) offre in catalogo due soluzioni interessanti per soddisfare le esigenze di mobilità a emissioni zero in città: i due scooter elettrici NES 5 e NES 10. Differiscono per la velocità massima che possono raggiungere, ma condividono lo stile rétro e una grandissima varietà di combinazioni possibili di colore: ben 72 in totale.

Il NES 5 arriva a 45 kmh mentre il NES 10 a 90 kmh. Entrambi hanno un motore elettrico da 4 kW di potenza e pesano 85 kg batterie escluse. Queste ultime sono estraibili dalla pedana e permettono una autonomia ai due scooter, rispettivamente, di 60 e 80 km con una sola ricarica (che si fa in 4 ore). I freni, sia all'anteriore che al posteriore, sono a disco. La sella è biposto e le gomme misurano 120/90R10 all'anteriore e 130/90/R10 al posteriore.

Parlando dello stile di questi due scooter elettrici di Nito Bikes, impossibile non notare il grande faro tondo al centro dello scudo anteriore, la pedana in compensato marino e la sella rialzata sorretta da un telaio tubolare. Sotto la sella è possibile inserire uno scompartimento portaoggetti per il casco.

Disponibili da fine 2017, il NES 5 e il NES 10 avranno un prezzo a partire da, rispettivamente, di 4.740 euro e 5.250 euro.

PROSEGUI LA LETTURA

Ciclomotore NES 5 e motociclo NES 10, gli elettrici é stato pubblicato su Motoblog.it alle 08:15 di Friday 24 November 2017

]]>
0
Test Jerez 2018: Ducati in testa in MotoGP e SBK Thu, 23 Nov 2017 17:40:24 +0000 http://www.motoblog.it/post/898806/test-jerez-2018-ducati-in-testa-sia-con-la-motogp-che-con-la-sbk http://www.motoblog.it/post/898806/test-jerez-2018-ducati-in-testa-sia-con-la-motogp-che-con-la-sbk Flavio Atzori Flavio Atzori

andrea-dovizioso-motogp.jpg

La Ducati si prende la vetta dei test di Jerez de la Frontera, in questo secondo giorno in cui MotoGP e Superbike (in pista dal lunedi) convivono sulla pista Andalusa. Una Rossa in vetta con Andrea Dovizioso che chiude la giornata in 1'37.663 e trentasette giri compiuti. Non tanti a dire il vero. Anzi, Andrea è stato il pilota con meno giri completati, davanti a quello che invece, è stato il pilota più stakanovista sul circuito, ovvero Cal Crutchlow che, con i suoi 90 giri percorsi, si attesta in seconda piazza a 155 millesimi dal vice campione del mondo.

Terzo Jorge Lorenzo a 258 millesimi, davanti ad un Andrea Iannone che conferma ancora una volta i progressi suoi e di casa Suzuki. Dopo la prima piazza del primo giorno, ecco una buona conferma: quarta posizione anche se il muro del minuto e 38 secondi non è stato abbattuto. Conferme anche per quanto concerne la KTM che continua a crescere con Pol Espargaro, davanti ad Alex Rins e Tito Rabat, apparso ben più a suo agio con la Ducati Avintia che con la Honda del team Marc VDS.

Ottavo è Danilo Petrucci, staccato di poco più di un secondo. Il ternano precede Jack Miller, suo nuovo compagno di squadra. Franco Morbidelli è invece undicesimo, dietro Smith ma davanti a quello che sembra il pilota più vicino in termini prestazionali al rookie campione del mondo, ovvero l'altro esordiente Nakagami. Entrambi hanno messo a segno sessanta giri con riferimenti distanti tra loro di appena 69 millesimi. Che le MotoGP abbiano puntato sul finire anche al tempo è indubbio. Quest'oggi infatti, la prima Superbike è quidicesima, con Marco Melandri che chiude a due secondi esatti dal vertice.

melandri-superpole.jpg

C'è da sottolineare come siano mancate all'appello le Kawasaki però, con Rea di nuovo a casa dopo quel tira e fuggi verso il principe William, con tanto di onoreficenza. Da sottolineare la seconda piazza di Alex Lowes, a precedere la Motogp di Alex Marquez - ancora un poco acerbo per la classe regina - poi Leon Camier, staccato di circa un decimo da Melandri. La strada sarà ancora lunga, ma forse la Honda in Camier ha trovato l'uomo che gli mancava.

motogp-test-jerez-ducati.jpg

PROSEGUI LA LETTURA

Test Jerez 2018: Ducati in testa in MotoGP e SBK é stato pubblicato su Motoblog.it alle 18:40 di Thursday 23 November 2017

]]>
0
Black Friday di Amazon: le offerte #motoblogapproved Thu, 23 Nov 2017 13:00:09 +0000 http://www.motoblog.it/post/898778/black-friday-2017-di-amazon-le-offerte-motoblogapproved http://www.motoblog.it/post/898778/black-friday-2017-di-amazon-le-offerte-motoblogapproved Umberto Schiavella Umberto Schiavella

black_friday.jpg
Mancano poche ore alla chiusura della settimana del Black Friday. Fino a domani venerdì 24 novembre, come ormai da tradizione, è possibile approfittare delle tante offerte proposte da Amazon. Abbiamo selezionato una serie di prodotti e accessori utili per la moto, ma non solo, date un'occhiata...

1. BLACK+DECKER

trapano.jpg
Trapano avvitatore a percussione con doppia batteria. Undici regolazioni regolazioni coppia + percussione. Due velocità meccaniche, mandrino autoserrante, luce LED. Dotato di due batterie da 18 V. Prezzo di 99,99 euro, anziché 165,95 e spedizione gratuita.

2. Victorinox Swisschamp

multiuso.jpg
Il celebre multiuso svizzero con 33 funzioni. Un fedele compagno d'avventura. Prezzo di 39,90 euro, anziché 82,00. Spedizione gratuita.

3. SanDisk Ultra

scheda-memoria.jpg
Scheda di Memoria SDHC da 128 GB. Velocità fino a 80 MB/sec, classe 10 FFP. Prezzo di 40,99 euro, anziché 69,99 con spedizione gratuita.

4. Abus

blocca-disco.jpg
Antifurto blocca disco per moto. Prezzo di 107,68 euro, anziché 125,33, con spedizione gratuita.

5. Zacro

telo.jpg
Telo coprimoto universale. Impermeabile, antivento e anti UV. Realizzato in poliestere, traspirante e dotato di buco per catena e lucchetto. Prezzo di 13,99 euro, anziché 29,99.

6. i-Bike I-fold 20

i-bike.jpg
Bicicletta ripiegabile elettrica a pedalata assistita. RUOTE da 20". Freno anteriore a disco. Freno posteriore a tamburo. Luce anteriore e catarifrangente posteriore. Batteria integrata nel telaio, estraibile con chiusura di sicurezza. Supporto batteria 8, 8 ah. Autonomia 40 km. Prezzo di 559,99 euro, anziché 799,00. Spedizione gratuita.

7. D-Link

d-link.jpg
Videocamera di sorveglianza wireless. Dotata di LED a infrarossi permette di vedere anche in assenza di luce. Si collega alla rete Wi-Fi e trasmette immagini video di ottima qualità per il monitoraggio di casa, garage e ufficio anche in condizioni di totale oscurità. È possibile accedervi in remoto da qualunque postazione tramite Internet. Provvista di slot per MicroSD card. prezzo di 62,90 euro, anziché 109,99.

8. UE Wonderboom

casse-bluetooth.jpg

Ultimate Ears Wonderboom, combo casse Bleutooth. Ricaricabili, con dieci ore di autonomia, impermeabili. Prezzo per la coppia 139,90, anziché 208,99 con spedizione gratuita.

9. Flash Drive per iPhone.

pen-drive.jpg
Pen-drive con connettore Lightning per iPhone. 128 GB, formattata con filesystem FAT32/exFAT. USB 3.0. Prezzo di 76,99 euro, anziché 102,99 con spedizione gratuita.

10. Manfrotto

manfrotto.jpg
Treppiede con testa ibrida per fotocamera e videocamera. Cinque sezioni, realizzato in alluminio nero. Disponibile in tre colori differenti e dotato di borsa per trasporto. Prezzo di 53,90 euro, anziché 71,15 con spedizione gratuita.

PROSEGUI LA LETTURA

Black Friday di Amazon: le offerte #motoblogapproved é stato pubblicato su Motoblog.it alle 14:00 di Thursday 23 November 2017

]]>
0
Operazione Yamaha Safe Ride: controlli gratuiti Thu, 23 Nov 2017 12:00:33 +0000 http://www.motoblog.it/post/898761/operazione-yamaha-safe-ride-controlli-gratuiti-per-moto-e-scooter-yamaha http://www.motoblog.it/post/898761/operazione-yamaha-safe-ride-controlli-gratuiti-per-moto-e-scooter-yamaha Peppe Croce Peppe Croce



Puntuale come il maltempo, torna l'operazione Yamaha Safe Ride che prevede controlli gratuiti per tutti i mezzi, moto e scooter, del produttore dai tre diapason. Yamaha, infatti, conferma anche quest'anno il suo impegno per aumentare la sicurezza di guida dei suoi prodotti.

L'operazione Safe Ride prevede un controllo gratuito sullo stato delle principali componenti legate alla sicurezza del veicolo e di usufruire di importanti sconti su ricambi e manodopera. Controlli che possono essere già effettuati presso le officine ufficiali Yamaha. Il pacchetto gratuito di controlli prevede:


  • Controllo pastiglie e liquido freni

  • Controllo dischi freno

  • Controllo tubazioni dei freni

  • Controllo sospensioni

  • Controllo pneumatici

  • Controllo cuscinetti sterzo, leveraggi e ruote


In caso siano necessarie riparazioni o sostituzioni, l'iniziativa prevede alcune vantaggiose condizioni come il cambio liquido freni e olio forcella gratuiti, il 40% di sconto sugli pneumatici scooter e 30% sugli pneumatici moto, il 30% di sconto sulle tubazioni dei freni, 20% di sconto su cuscinetti, dischi, pastiglie, ricambi sospensioni e, infine, il 10% di sconto sulla manodopera.

Il tutto, ovviamente, con ricambi originali Yamaha. Si può aderire all'offerta fino al 28 febbraio 2018.

PROSEGUI LA LETTURA

Operazione Yamaha Safe Ride: controlli gratuiti é stato pubblicato su Motoblog.it alle 13:00 di Thursday 23 November 2017

]]>
0
Piste ciclabili sopraelevate per le e-bike Thu, 23 Nov 2017 17:22:38 +0000 http://www.ecoblog.it/post/173901/piste-ciclabili-sopraelevate-per-le-e-bike-nel-futuro-secondo-bmw-vision-e%c2%b3-way http://www.ecoblog.it/post/173901/piste-ciclabili-sopraelevate-per-le-e-bike-nel-futuro-secondo-bmw-vision-e%c2%b3-way Peppe Croce Peppe Croce



In un futuro non molto lontano, fatto di mobilità elettrica dalle forme non per forza simili a quelle di una automobile, le principali case automobilistiche dovranno assumere un nuovo ruolo per sopravvivere: non più solo produttori di automobili, ma fornitori di servizi di mobilità complete e innovative.

E di idee, tante e buone idee. Anche coraggiose, se necessario. Come coraggiosa è sicuramente l'idea che sta dietro BMW Vision E³ Way, il concept di viabilità del futuro sviluppato dal centro ricerca BMW di Shanghai in collaborazione con l'università Tongji, che prevede soluzioni completamente nuove per muoversi nelle metropoli del futuro.

Già la E³, E alla tripla, sta per Elevated, Electric, Efficient. E dice tutto: sopraelevata, elettrica ed efficiente, come deve essere la strada delle future metropoli secondo BMW. Ma, in questo caso, non si tratta di una strada per automobili ma per e-bike, scooter elettrici e qualunque altro mezzo elettrico leggero.


In quest'ottica nelle piste ciclabili sopraelevate circolano solo mezzi a motore elettrico a emissioni zero. E circolano "protetti" dagli altri mezzi che potrebbero causar loro pericolo, come le automobili o i mezzi pesanti. Quest piste ciclabili sono trasparenti e chiuse, per proteggere chi vi circola dentro anche dalle intemperie. E climatizzate, per aumentare il comfort anche nelle giornate estive. All'interno di questi "tubi ciclabili" si viaggia a bassa velocità (5/25 kmh) e a senso unico, per minimizzare gli incidenti. In caso di necessità i sensi di marcia possono essere invertiti: ad esempio nelle ore di punta è possibile dedicare due o più corsie all'ingresso in città o all'uscita verso la periferia.

Nessun incrocio né semaforo, perché non servono, ma numerosi svincoli per raggiungere i meandri della metropoli in maniera rapida e con meno stress. L'idea è quello di un flusso di veicolo elettrici che viaggiano senza fermarsi o rallentare, come un fiume che scorre lento ma senza intoppi.

"La BMW Vision E³ Way apre una nuova dimensione della mobilità in agglomerati sovraffollati: efficiente, conveniente e sicura - spiega Markus Seidel, direttore dell'ufficio tecnologico di BMW in Cina - Funziona semplicemente creando spazio dedicato per il traffico a zero emissioni a due ruote". Idea semplice e, probabilmente, sempre più necessaria.

PROSEGUI LA LETTURA

Piste ciclabili sopraelevate per le e-bike é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 18:22 di Thursday 23 November 2017

]]>
0
A Londra UPS consegna con i rimorchi elettrici Thu, 23 Nov 2017 16:02:43 +0000 http://www.ecoblog.it/post/173876/a-londra-ups-consegna-i-pacchi-con-i-rimorchi-elettrici-a-pedalata-assistita http://www.ecoblog.it/post/173876/a-londra-ups-consegna-i-pacchi-con-i-rimorchi-elettrici-a-pedalata-assistita Peppe Croce Peppe Croce



Il corriere UPS sta sperimentando al centro di Londra, dall'inizio di questo mese di novembre, una nuova soluzione a impatto zero per la consegna dei pacchi. Il tratto dell'ultimo miglio, quello tra il deposito e il destinatario del pacco. Le consegne vengono effettuate a bordo di una bicicletta tradizionale, alla quale è collegato un carrello con motore elettrico.

Con questo sistema (che in pratica è molto simile ad una e-bike) il ciclista non sente il peso del carrello e delle merci, che può arrivare anche a 200 chilogrammi, è riesce a raggiungere facilmente le sue destinazioni nel centro di Londra. E' ancora un esperimento, realizzato all'interno del progetto Low Impact City Logistics, che vede la partecipazione, oltre a UPS, anche di Fernhay, Skotkonung, dell'Università di Huddersfield, e di Outspoken Delivery.


"Low Impact City Logistics è un progetto collaborativo che potrebbe rivoluzionare il modo in cui consegniamo i pacchi nelle nostre città - spiega Peter Harris, direttore della Sostenibilità in UPS - UPS ha una lunga storia nello sviluppo e nella promozione dell'uso sostenibile della tecnologia e dei metodi di consegna, e questa collaborazione faciliterà una soluzione di consegna urbana unica al mondo"

Il carrello è ovviamente a emissioni zero, poiché spinto da un motore elettrico comandato da una leva sul manubrio della bicicletta. E' dotato di una batteria, che viene ricaricata al deposito UPS. Dicevamo che si tratta di un esperimento, ma non è il primo per UPS che già altrove, in USA, ha sperimentato soluzioni simili.

Ad esempio a Pittsburgh, in Pennsylvania, dove da agosto di quest'anno UPS sta sperimentando la consegna dei pacchi a bordo di uno strano triciclo elettrico. In pratica una e-bike a tre ruote cassonata, una soluzione più spaziosa ma più ingombrante rispetto alla bicicletta con carrello elettrico in fase di test a Londra.

A questi esperimenti, infine, vanno aggiunte soluzioni già esistenti in alcune città dove UPS consegna, come le biciclette con rimorchio tradizionale non elettrificato. Queste ultime vengono usate soprattutto per consegne di pacchi leggeri in zone dove, per restrizioni del traffico, i mezzi a motore termico non possono circolare.

E' probabile che, se l'esperimento londinese otterrà buoni risultati e se i costi di consegna non aumenteranno troppo, anche in altre città del mondo inizieranno a girare queste biciclette UPS con rimorchio elettrico a pedalata assistita.

PROSEGUI LA LETTURA

A Londra UPS consegna con i rimorchi elettrici é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 17:02 di Thursday 23 November 2017

]]>
0
Autobus Mercedes Citaro Elettrico dal 2018 Thu, 23 Nov 2017 12:13:22 +0000 http://www.ecoblog.it/post/173865/autobus-mercedes-citaro-elettrico-in-produzione-dal-2018 http://www.ecoblog.it/post/173865/autobus-mercedes-citaro-elettrico-in-produzione-dal-2018 Peppe Croce Peppe Croce



E' iniziato il conto alla rovescia per il lancio dell'autobus Mercedes Citaro E-CELL, versione elettrica del collaudato autobus di linea del gruppo Daimler. Verrà presentato a Settembre 2018 ad Hannover, nel corso dell'IAA Commercial Vehicles Show. Il Citaro elettrico, infatti, è già sotto test nella Sierra Nevada in Spagna, dove Mercedes testa ogni suo nuovo modello di autobus. Altri test sono stati effettuati al Circolo Polare Artico.

Le caratteristiche principali di questo bus cittadino, oltre alla trazione 100% elettrica e a emissioni zero, sono il design modulare delle batterie (che permette di variare l'autonomia dell'autobus in base alle esigenze), la gestione dell'impianto termico e la resistenza ai climi estremi.

"Il nostro city bus produce zero emissioni ed è silenziosissimo in città - spiega il capo di Daimler Buses, Hartmut Schick - Gli ingegneri al momento stanno eseguendo i test sui prototipi in condizioni estreme. Per quanto riguarda il concetto tecnico dietro questo bus, che include un sistema modulare di batterie e una gestione termica avanzata, il Citaro elettrico a batterie è chiaramente una pietra miliare".

Le batterie al litio del Citaro elettrico saranno modulari e customizzabili, per soddisfare un vasto range di possibili richieste di autonomia. Potranno essere ricaricate da una colonnina in una rimessa, ma ci saranno anche altre soluzioni di ricarica. La trazione posteriore elettrica è già stata sperimentata con un altro modello, il Citaro G BlueTec Hybrid.

Il sistema avanzato di gestione della temperatura e climatizzazione del Citaro elettrico, invece, è stato studiato per ridurre notevolmente i consumi della batteria. In un veicolo senza motore termico, infatti, il calore da immettere nell'abitacolo deve essere generato elettricamente e questo comporta un notevole consumo della batteria.


Il Citaro elettrico in questi giorni è sottoposto agli stessi duri test riservati a tutti i prototipi di autobus Mercedes, anche con motore termico tradizionale. La casa tedesca ha due luoghi preferiti per i test: uno al caldo estremo, la Sierra Nevada in Spagna, e uno al freddo estremo, il Circolo Polare Artico. Se i prototipi superano i test in entrambi gli ambienti, allora Mercedes è sicura che potranno operare correttamente a temperature normali, sulle strade delle nostre città.

Il Citaro elettrico non è il solo autobus a batteria attualmente in sviluppo in casa Daimler-Mercedes: in Nord America, infatti, entro il 2019 arriverà il Saf-T-Liner C2 Electric Bus "Jouley" di Thomas Built Buses, noto produttore di scuolabus americano che fa parte del gruppo Daimler dal 2003.

PROSEGUI LA LETTURA

Autobus Mercedes Citaro Elettrico dal 2018 é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 13:13 di Thursday 23 November 2017

]]>
0
Nasce Enjoy Cargo, il car sharing dei furgoni Wed, 22 Nov 2017 13:35:09 +0000 http://www.ecoblog.it/post/173854/nasce-enjoy-cargo-il-car-sharing-dei-furgoni-firmato-eni-fiat http://www.ecoblog.it/post/173854/nasce-enjoy-cargo-il-car-sharing-dei-furgoni-firmato-eni-fiat Peppe Croce Peppe Croce


Nasce Enjoy Cargo, il car sharing dei furgoni firmato Eni-Fiat
Importanti novità da Fiat e Eni dall'incontro di ieri pomeriggio a Palazzo Chigi, alla presenza del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni: le due società italiane hanno lanciato una collaborazione su tecnologie e materiali per l'assorbimento del gas naturale, una sperimentazione per un nuovo carburante Eni e la fornitura di veicoli Fiat Doblò alla flotta del car sharing Eni di Enjoy.

Per quanto riguarda il primo punto, le due aziende si sono impegnate a collaborare per migliorare l'attuale tecnologia legata al gas naturale compresso per automobili. Si studieranno nuove tecnologie e materiali adsorbenti che dovrebbero consentire di trasportare a pressioni molto più basse il gas compresso, diminuendo il peso dei serbatoi e aumentando l'autonomia con un pieno.

Per quanto riguarda il nuovo carburante Eni, invece, si tratta di una benzina con un 20% di carburanti alternativi: 15% di metanolo e 5% di bioetanolo. Sarà sperimentato sui veicoli Fiat e promette di ridurre le emissioni complessive di CO2 per chilometro percorso del 4%, perché quel 20% di carburante verde inserito nella miscela è ottenuto dalla fotosintesi delle piante che, come è noto, assorbe CO2.

La flotta Enjoy di Eni, infine, si arricchisce dell'offerta Enjoy Cargo con i Fiat Doblò disponibili a partire da inizio 2018. Si tratta del primo servizio al mondo di sharing dei furgoni per il trasporto di cose che non sia vincolato a un punto di prelievo e un punto di riconsegna del mezzo. I Fiat Dobò, infatti, potranno essere presi e lasciati in qualunque stallo oggi disponibile per i normali veicoli Enjoy. Infine, il 20% della flotta dei Fiat Doblò di Enjoy Cargo sarà con alimentazione a metano.

PROSEGUI LA LETTURA

Nasce Enjoy Cargo, il car sharing dei furgoni é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 14:35 di Wednesday 22 November 2017

]]>
0