PlayMe

La vita è più divertente se si gioca. (Roald Dahl)   

Tutto può diventare giocattolo, purchè il suo scopo finale sia quello di svagare, divertire e il più delle volte insegnare qualcosa a chi lo utilizza. Dalle bambole di pietra dell'antico Egitto, a quelle di pezza e ai soldatini di latta, ai giochi super tecnologici, la strada che ha percorso il giocattolo è stata lunga ma sempre divertente, creativa e fantasiosa.

Le nuove tecnologie si sono affiancate ai tradizionali giocattoli, trasformandoli e rendendoli più sofisticati, interattivi, ma alla base di tutto resta il divertimento. E come dimenticare la teoria di Domenico Masi sul tempo libero? Il sociologo parla infatti di Ozio-Creativo, la sintesi tra piacere e dovere. Imparando l'arte dell'Ozio creativo riusciamo a mescolare il piacere del gioco con il "dovere" dello studio e del lavoro.

Scopri: Giocattoli, breve storia del divertimento

“Maturità dell'uomo significa avere ritrovato la serietà che si metteva nel gioco da bambini”. (Friedrich Nietzsche)

On the table...

Monopoli

Il Monopoli arrivò in Italia il 5 novembre 1935. I nomi delle vie erano quelli della Milano dell'epoca e dopo il Fascismo alcuni nomi, come Via del Fascio, vennero sostituiti con altri più neutrali. Il Monopoli vanta più di 1 miliardo di giocatori in 114 paesi nel mondo, in 47 lingue, e oltre 350 milioni di scatole vendute. Oltre 6 miliardi di casette verdi e più di 2 miliardi di alberghi rossi. E si stampano, leggenda vuole, più soldi del Monopoli che dollari veri.  La versione più preziosa al mondo è stata creata nel 1998 dal gioielliere Sidney Mobell: un Monopoly tutto d'oro e pietre preziose dal valore di 2 milioni di euro. 

Fonte: 80 anni di Monopoli
Il Gioco dell'Oca

Il Gioco dell'Oca come lo conosciamo oggi, con il percorso a spirale e le tradizionali caselle, venne creato nella seconda metà del XVI secolo. Siamo nel 1580 e Ferdinando I De' Medici decide di regalare il Gioco dell'Oca a Filippo II Re di Spagna. Il quale ne fu estasiato. C'erano già le caselle di oggi: i due dadi, il teschio, la coda, il ponte, il labirinto e l'oca.

Qualcuno ipotizza una sua discendenza dal gioco cinese Shing Kunt t'o (tradotto dovrebbe essere "La Promozione dei Mandarini"),  con un tabellone formato da 99 caselle, sempre a spirale. XVII secolo: in Inghilterra cominciò la produzione dei tabelloni e il gioco si diffuse tra il popolo. 

Scopri: Gioco dell'Oca, le origini del gioco da tavolo

Risiko - Game of Thrones

USAopoly, Hasbro e HBO presentano una versione di Risiko targata Game of Thrones. I giocatori dovranno interpretare una delle principali famiglie dei Sette Regni: Stark, Targaryen, Lannister, Martell, Baratheon, Tyrell e Ghiscari. Lo scopo sarà quello di dominare l'impero.

Nel gioco ci sono due tavole da gioco personalizzate e  28 carte-personaggio, il tutto fedele alla serie tv. Tre le modalità di gioco: la guerra dei Cinque Regni (Martell, Stark, Baratheon, Lannister e Tyrell cercheranno di conquistare Westerios); la guerra dell'Est (gioco per 2 giocatori dove ottenere il dominio di Essos combattendo fra Targaryen e Ghiscari); e tutti contro tutti, come nel classico Risiko.  

Scopri: Risiko in versione Game of Thrones
Tombola

La Tombola nasce a Napoli nel 1734 come alternativa casalinga al gioco del lotto. La tradizione vuole che questo gioco sia nato da una discussione tra il re Carlo di Borbone e padre Gregorio Maria Rocco sul gioco del lotto: il primo infatti lo voleva sotto controllo pubblico, perchè se fosse rimasto clandestino avrebbe sottratto soldi allo Stato, il secondo invece lo voleva abolire perchè lo considerava immorale per motivi religiosi. Il compromesso fu trovato vietando il lotto durante le festività natalizie, affinchè i fedeli si concentrassero solo nella preghiera. Le famiglie napoletane però trovarono uno stratagemma, organizzando questa versione casalinga.

Scopri: La tombola Napoletana

Scarabeo

Il gioco inventato da Aldo Pasetti nel 1963 è la variante italiana del più famoso gioco da tavolo Scrabble (nato nel 1938), ed è attualmente pubblicato da Editrice Giochi che ne ha acquisito i diritti dall'inventore. 

Scopo del gioco è quello di comporre, sulla plancia quadrata a scacchiera (con diciassette caselle per lato), parole di senso compiuto, sfruttando incroci di parole in orizzontale e verticale, utilizzando le caselle speciali per incrementare il punteggio, e le utilissime tessere jolly, per vincere, così, la partita. Può giocare chiunque (le partite sono da 2 a 4 giocatori): basta fare qualche giochino di strategia ed avere un occhio "attento".

Pictionary

Pictionary è un gioco di parole inventato da Robert Angel con la progettazione grafica di Gary Everson e pubblicato la prima volta nel 1985 da Angel Games Inc. Hasbro comprò il gioco nel 1994 da Western Publishing. 

Pictionary viene giocato a squadre e si cerca di indovinare specifiche parole in base ai disegni dei compagni di squadra. Le immagini non possono contenere numeri o lettere ed il tempo è scandito da una clessidra presente nella confezione. 



Twister

Twister fu presentato per il brevetto da Charles F. Foley e Neil Rabens nel 1966 ma divenne un successo quando Eva Gabor giocò in televisione con Johnny Carson nel "The Tonight Show" (il 3 maggio 1966). 

Tuttavia Twister è un gioco controverso. La società che ha prodotto il gioco, Milton Bradley, è stata accusata dai suoi concorrenti di vendere "il sesso in una scatola". L'accusa nacque perché, probabilmente, Twister è stato il primo popolare gioco americano ad usare corpi umani come pedine. 

Taboo

Taboo è un gioco di società ideato dalla Milton Bradley Company, famosa società produttrice di giochi da tavolo. 

Si gioca a squadre e lo scopo del gioco è far indovinare ai membri del proprio gruppo una parola, senza però pronunciare una le famose parole tabù, cioè cinque parole correlate a quella da indovinare. Ad esempio, per far indovinare la parola "Arresto", non si possono utilizzare i termini "Polizia", "Stop", "Liberare", "Imprigionare" e "Manette".
Trivial Pursuit 

In Trivial Pursuit i giocatori rispondono a domande di cultura generale. Il gioco è nato per una scommessa: nel dicembre del 1979, Chris Haney, ricercatore iconografico e Scott Abbott, giornalista sportivo, stavano giocando a Scarabeo quando cominciarono a discutere su chi avrebbe inventato un gioco migliore. La sfida si trasformò in una collaborazione che coinvolse anche John, il fratello di Chris; nel 1980 fondarono (insieme all'avvocato Ed Werner) la Horn Abbot Ltd per la produzione e distribuzione del gioco. Il nome Trivial Pursuit fu inventato dalla moglie di Chris e il gioco fu lanciato sul mercato internazionale nel 1983.
Cluedo

Cluedo (Clue in originale) nacque da un'idea di  Anthony Pratt, impiegato di un avvocato. Si tratta di un gioco da tavolo che riproduce un giallo, originariamente prodotto nel 1948 da Waddington Games. Il tabellone mostra la dimora Tudor Hall ed è diviso in nove stanze. Nella casa è avvenuto un delitto, i giocatori sono tutti sospettati e lo scopo del gioco è trovare il colpevole, l'arma e la stanza dove accaduto l'omicidio.

I sospettati (nella versione originale) si chiamano Kassandra Scarlet, Victor Plum, Jack Mustard, Jacob Green, Diane White, Eleanor Peacock. Nella prima edizione del gioco le armi erano: La corda, Il tubo di piombo, Il pugnale, La chiave inglese, Il candeliere e La rivoltella.
Indovina Chi?

Indovina Chi? è un gioco da tavolo per bambini progettato da Theo e Ora Coster pubblicato originariamente nel 1979 in Gran Bretagna dall'azienda MB con il nome Guess Who?. Si gioca in due, e per vincere si deve scoprire per primo l’identità del personaggio misterioso dell'avversario. I giocatori si fanno a turno una domanda a cui si può rispondere sì o no. Ad ogni risposta si abbassano (o si chiudono, dipende dalla versione) le finestrelle dei personaggi che non corrispondono alla risposta ottenuta, fino a quando non resterà un solo personaggio e quindi la risposta esatta. Ovviamente si può cercare di indovinare prima della fine, in base agli indizi.
L'allegro chirurgo

"L'allegro chirurgo" è il nome italiano del gioco Operation, ideato da John Spinello e commercializzato da Milton Bradley dal 1965. Nel gioco bisogna "operare" un paziente disegnato sulla plancia metallica estraendo dal suo corpo alcuni oggetti di plastica. Si devono usare delle pinzette ma se si toccano i bordi dei buchi si sente un suono, si illumina il naso del paziente e significa che l'operazione è fallita.

"L'allegro chirurgo" è molto famoso nel mondo e in Italia e in commercio ci sono diverse varianti: la versione Travel, Cars 2, Dottoressa Peluche, Simpsons, Guerre Stellari, Nightmare Before Christmas e tante altre.
Forza 4

"Forza 4" è un gioco da tavolo di allineamento prodotto dalla Milton Bradley nel 1974. Ricorda molto "Cerchi e Croci" che si gioca sulla carta con la semplice penna. L'obiettivo è mettere in fila 4 delle proprie pedine colorate ma la forza di gravità rende tutto più difficile: i cerchietti devono infatti essere inseriti in una griglia verticale e cadono quindi verso il basso.

Il gioco è conosciuto con i nomi inglesi Connect 4, Vertical Tic-Tac-Toe, Gravitational Tic-Tac-Toe e 4-in-a-row, ed ha ispirato numerose varianti, fra cui Forza 4 Evolution e Forza 4 Cube. Ricordiamopoi Forza4x4 e Forza 4 Centrifuga, inventato da Beppi Menozzi e Paolo Fasce e noto con il nome di Gravity.

Small Soldiers ​(1998)

Quando la tecnologia missilistica viene utilizzata per migliorare i giocattoli,  i Gorgonauti e i Commando Elite prendono troppo sul serio la loro battaglia. "Small Soldiers" è una commedia del 1998 diretta da Joe Dante.

"Il gioco è la medicina più grande". (Lao Tzu)

Giocattoli in... "sala"

Transformers nascono come linea di giocattoli negli anni '80 prodotti da Takara-Tomy e solo in seguito diventeranno oggetto di numerosi adattamenti tra cui fumetti, cartoni televisivi e film. Il primo è la pellicola d'animazione Transformers: The Movie del 1986 e dal 2007 inizia la saga live-action diretta da Michael Bay. 

Scopri: 15 film basati su giochi e giocattoli
G.I. Joe è una linea di giocattoli prodotta dalla Hasbro a partire dagli anni Sessanta. Sul grande schermo arrivano nel 2009 con il film G.I. Joe - La nascita dei Cobra diretto da Stephen Sommers (non di certo entusiasmante) mentre il secondo capitolo G.I. Joe - La vendetta (2013) con regia di Jon Chu sembra aver aggiustato il tiro. 

L'azienda LEGO, fondata nel 1916 da Ole Kirk Christiansen, ha iniziato a produrre i famosi mattoncini a partire dal 1949. Il primo meraviglioso lungometraggio dedicato ai leggendari mattoncini, The Lego Movie, è arrivato nel 2014, diretto da Phil Lord e Chris Miller e realizzato attraverso un mix di tre tecniche: CGI, stop motion e live action.  

Masters of the Universe è stata una linea di action figures della Mattel molto amata che è arrivata in tv con He-man e i dominatori dell'universo. Nacquero poi fumetti, videogiochi e un film live-action del 1987, il famigerato I dominatori dell'universo di Gary Goddard con Dolph Lundgren nei panni di He-Man e Frank Langella in quelli di Skeletor.

Battaglia navale era popolare ancor prima che diventasse un gioco da tavolo prodotto da Milton Bradley nel 1967, seguito da un paio di successive versioni "hi-tech". Nel 2012 esce il film live-action Battleship prodotto da Hasbro e diretto da Peter Berg. Nel cast Taylor Kitsch, Alexander Skarsgård, Liam Neeson, Brooklyn Decker e la cantante Rihanna.

Dungeons & Dragons nasce come gioco di ruolo fantasy creato da Gary Gygax e Dave Arneson, pubblicato per la prima volta nel 1974 dalla Tactical Studies Rules. D&D ha dato vita a giochi da tavolo, giochi di carte collezionabili, fumetti, videogiochi, cartoni animati e il film live-action Dungeons & Dragons - Che il gioco abbia inizio (2000) di Courtney Solomon.

Cluedo venne creato dall'inglese Anthony Pratt e debuttò nel 1948. Il game originale ha generato giochi da tavolo spin-off, videogiochi, spettacoli teatrali, serie tv, libri, musical e un lungometraggio live-action dal titolo Signori, il delitto è servito (Clue) del 1985 di Jonathan Lynn con un cast corale che includeva Tim Curry e Christopher Lloyd.

Bratz nasce come una linea di fumettose bambole prodotte dalla MGA Entertainment che hanno generato cartoni animati, videogiochi, musica, merchandising vario e il film live-action Bratz (Bratz: The Movie) uscito nel 2007 e diretto da Sean McNamara. La pellicola ha collezionato 5  nomination ai Razzie Awards tra cui Peggior film e Peggior rip-off.


Jem e le Holograms nasce come una linea di bambole distribuita dalla Hasbro, ma il successo e la trasformazione in un'icona anni '80 arriva con la serie animata televisiva "Jem". Nel 2016 arriverà nei cinema italiani il film live-action Jem e le Holograms di Jon M. Chu che punta ad una confezione adatta ad una nuova generazione cresciuta a pane e talent show.

La tavola Ouija è un gioco da tavolo Hasbro che in realtà cela un presunto strumento di comunicazione con i defunti. Il gioco da tavolo venne prodotto in origine da Parker Brothers poi acquistata da Hasbro che proseguì nello sfruttare la proprietà arrivando a produrre nel 2014 il poco ispirato horror Ouija diretto da Stiles White. 

“La gente non smette di giocare perché diventa vecchia; diventa vecchia perché smette di giocare.” Oliver Wendell Holmes Jr.

Dalle romantiche bambole alle rombanti macchinine

Barbie

Dici Bambola e il pensiero corre ovviamente alla Barbie, star assoluta nonostante le avversarie del momento. Barbie (il cui vero nome è Barbara Millicent Roberts) è nata nel 1959 da un'idea di Ruth Handler ed ogni anno si presenta nei negozi in diverse versioni con nuovi vestiti, accessori e look. Tutto questo senza dimenticare poi tutti gli amici della Barbie, gli animali, le case, le auto, per un giro di affari enorme. Dopo 43 anni di fidanzamento, Barbie e Ken si sono lasciati nel 2004. Nel 2006, però, sono tornati insieme. La Barbie più venduta è stata la Totally Hair Barbie del 1992, con capelli lunghi fino ai piedi.

Scopri: le bambole più famose della Mattel

Monster High

Di epoca più recente sono le bambole Monster High. Prodotte dal 2010, sono delle rivali della Barbie: a differenza delle Barbie, qui l'ispirazione è decisamente più in stile Halloween: i diversi look ricordano Dracula, il mostro di Frankenstein, la Mummia, Medusa, il mostro della laguna nera, il fantasma dell'Opera, zombie e lupi mannari. Le bambole principali si chiamano infatti: Frankie Stein, Draculaura, Clawdeen Wolf, Lagoona Blue, Cleo de Nile, Deuce Gorgon e Ghoulia Yelps. Anche Monster High ha una serie di cartoni animati, film, accessori, giocattoli, prodotti di cancelleria e vestiario.

Polly Pocket

Polly Pocket è un altro storico evergreen della Mattel la cui produzione va avanti dal 1998. In realtà la linea Polly Pocket venne lanciata nel 1989 dalla ditta inglese Bluebird Toys. Nel 1998 venne acquistata però dalla Mattel, che la sottopose a un pesante restyling.

A differenza delle precedenti si tratta di bambole in miniatura: in origine erano alte meno di un pollice e realizzate in plastica rigida, con il passaggio alla Mattel sono diventate alte 2-3 centimetri con abiti in gomma e struttura di plastica flessibile.

Winx

Le Fatine Winx nascono da Winx Club, una serie animata italiana ideata da Iginio Straffi e realizzata dallo studio di animazione Rainbow in co-produzione con Rai Fiction. Venne trasmessa in Italia da Rai 2 dal 28 gennaio 2004. Le Winx principali sono: Bloom, Stella, Flora, Tecna, Musa ed Aisha, ognuna con una caretteristica principale e presentate sottoforma di bambola con look diversi e personalizzati. 

Si è stimato che le Winx siano le terze bambole più popolari nel mondo ed il  merchandise supera il miliardo e mezzo di euro annui nel 2007, con oltre il 70% in più rispetto al 2006.
Bratz

Le Bratz sono state create dal disegnatore di giocattoli Carter Bryant. Nel 2000 incontrò Isaac Larian, direttore della Micro-Games America Entertainment (MGA Entertainment), che passò i bozzetti delle bambole alla figlia Larian. La ragazza lo convinse a realizzarle e a metterle sul mercato.

Le cinque Bratz originali (dell'altezza di 25 cm) sono state rilasciate nel 2001: Cloe, Jade, Sasha, Yasmin e Meygan hanno gli occhi a mandorla truccati pesantemente, labbra lucide e grandi e vestiti glamour. Da loro si sono sviluppati ovviamente altri personaggi, cartoni animati, film, videogiochi, musica ed una sconfinata serie di merchandising.
Cabbage Patch Kids

Si tratta di una linea di bambole morbide create da Xavier Roberts e registrate presso l'ufficio del copyright degli Stati Uniti nel 1978. Sono state uno dei giocattoli più famosi degli anni ottanta e venivano vendute in Italia con il nome di Bamboli del Campo Incantato.

Ogni bambola aveva un certificato di nascita e di adozione. La pubblicità diceva: "Non sono assolutamente incantevoli i Bamboli del campo incantato? Morbidoni, unici, ciascuno con la sua espressione e tutti diversi l'uno dall'altro, non chiedono altro che di farsi adottare..."
Cicciobello

Cicciobello è nato nel 1962 da un'idea di Gervasio Chiari, fondatore della fabbrica di bambole Sebino. Si tratta di una bambola che riproduce un neonato di pochi mesi a grandezza naturale, e le bambine si prendono cura di lui sentendosi così come piccole mamme.

Il bambolotto aveva in origine capelli biondi, occhi azzurri e guance rosse. Indossava una tutina azzurra e aveva un ciuccio da cui non si voleva mai seperare. Col tempo sono state messe in vendita tantissime versioni: Angelo Negro, amici nel mondo, asilo, coniglietto, cuore a cuore, pelle di pesca, prime coccole, primi passi, rock, sciatore, tesorino, primo amore e tante altre.
Peluche

Tutti amano i peluche: bambini e adulti. La Treccani definisce così Peluche:  derivato dal verbo verbo peluchier "togliere i peli, spelare" che risale, come l’italiano piluccare, dal latino piluccare. I pupazzi di peluche sono disponibili in tantissime varianti: enormi, piccoli, a grandezza naturale fino ad essere usati come portachiavi.

Ovviamente tutti gli animali possono essere "trasformati" in peluche, anche quelli senza pelo: in commercio esistono infatti peluche di rettili, pesci, perfino dinosauri. E naturalmente ogni personaggio di un film d'animazione può diventare un peluche: da Winnie the Pooh a Topolino.
Macchinine 

I motori sono amatissimi dai bambini: il fascino delle macchinine è intramontabile e non sparisce neanche diventati adulti. Camion, trattori, ruspe, scavatori, automobili, trenini, elicotteri fino ad arrivare alle auto radiocomandate.

Il marchio che viene subito in mente quando si parla di macchinine è Hot Wheels che ha messo in commercio anche delle meravigliose piste in tantissime versioni mozzafiato: Sfida Al T-Rex, Mega Vortice, Corsa dal Grattacielo, Squalo Spiaggia e moltissime altre.

“L'uomo è più vicino a se stesso quando raggiunge la serietà di un bambino intento nel gioco".  (Eraclito)

"Il bimbo che non gioca non è un bambino, ma l'adulto che non gioca ha perso per sempre il bambino che era dentro di sé e che gli mancherà molto".  (Pablo Neruda)

Toy Story 3 - La grande fuga (2010)

Terzo fortunatissimo capitolo della saga di Toy Story, iniziata nel 1995 grazie alla Pixar. In questo episodio i giocattoli si devono preparare alla partenza di Andy per il college. Che ne sarà di loro? Premio Oscar 2011 come miglior film d'animazione.

Un mondo tutto da... costruire!

Lego

La Danese LEGO è stata fondata nel 1916 dal falegname Ole Kirk Christiansen, ma l'azienda ha prodotto i mattoncini dal 1949. Il nome LEGO, nato nel 1934, deriva dalle parole danesi "legt godt" che significa "gioca bene". Esistono i mattoncini "classici" ma col tempo sono state realizzate anche altre versioni: dalla Duplo, per i più piccoli con mattoncini più grandi (quindi non ingeribili) alla LEGO Technic (con motori e ingranaggi particolari). 

L'azienda si è poi dedicata a settori cinematografici: esiste infatti la serie Lego Star Wars, Disney, Super Heroes, Lo Hobbit, Harry Potter e tanti altri. 
Playmobil

Le figure Playmobil sono state sviluppate dall'azienda di giocattoli tedesca Geobra Brandstätter che lanciò la prima linea nel 1974. E' da sempre amata dai bambini per i suoi playset e figure di cavalieri, pirati, pompieri, poliziotti e indiani pellerossa. La linea è nata prevalentemente per i maschietti ma si è estesa nell'ultimo decennio con set e pupazzetti "in rosa" dedicati alle bambine.  

I set sono coloratissimi, le figure sono alte 7 centimetri e mezzo per essere facilmente manipolate dai piccoli (in effetti nascono per loro!), si piegano in avanti, sono in grado di stare seduti e tenere in mano gli oggetti, sono curate nei particolari e dotate di accessori intercambiabili.

Meccano

Il Meccano è un gioco di costruzione inventato e brevettato nel 1901 da Frank Hornby, commesso di Liverpool che lo chiamò Mechanics Made Easy. In origine era formato da barrette metalliche perforate che venivano unite con viti, dadi e bulloni per costruire modellini funzionanti e apparecchi meccanici. Ora in commercio ci sono delle versioni con barre di plastica destinate ai bimbi piccoli. 

Tra il 1916 e il 1963 venne pubblicata la rivista Meccano Magazine. Nel 2008 l'artista Chris Burden ha costruito la scultura “What My Dad Gave Me” con oltre un milione di pezzi di Meccano. Si tratta di un grattacielo alto venti metri esposto al Rockefeller Center.

Mega Bloks

Mega Bloks è una società canadese di giocattoli per bambini ora di proprietà della Mattel. Sono costruzioni per bambini in età prescolare e usare questi mattoncini di diverse forme e dimensioni è un modo ideale per sviluppare le mani e coordinare i movimenti. I bambini apprendono e sviluppano capacità importanti come la pazienza e ovviamente sviluppano la loro creatività.  

La Lego ha intentato cause contro Mega Bloks Inc. perché il sistema ad incastro è una violazione dei marchi detenuti da Lego. Il 14 settembre 2010 la Corte di giustizia europea ha stabilito che il design del mattoncino Lego "svolge una funzione tecnica e non può essere registrato come marchio".

Nanoblock

Nanoblock sono costruzioni adatte alla manualità adulta: i micro mattoncini sono infatti di dimensioni piccolissime che misurano appena 4mm x 4mm x 5 mm.

Nanoblock è stato introdotto sul mercato giapponese nel 2008 da Kawada Co. Ltd, una società di giocattoli con sede a Tokyo, in Giappone. In Italia si trovano diversi prodotti a tema: animali, luoghi e strutture del mondo, cartoni animati, strumenti musicali, costruzioni natalizie, fino alle Scatole Grandi di alto livello di difficoltà e le scatole di costruzioni libere con mattoncini base.
GeoMag

Geomag è un gioco di costruzioni magnetiche. Fu inventato e brevettato da Claudio Vicentelli nel 1998, attualmente prodotto dalla Geomagworld SA in Svizzera. 

I "mattoncini" in questo caso sono barrette con due magneti alle estremità e grazie al magnetismo è possibile creare un numero illimitato di strutture. Nel 2013 nasce la KOR Geomag: un puzzle tridimensionale formato da un cuore di settori agganciati magneticamente ad una sfera centrale. Si possono realizzare simpatici animaletti e a tante altre fantasiose creature come extraterrestri e robot.

Lego City

"Nell'uomo autentico si nasconde un bambino: che vuole giocare". Friedrich Nietzsche

Carte, che passione!

Tressette

E' un gioco di carte più popolare d'Italia. Classificato tra i giochi d'azzardo, necessita di un mazzo di 40 carte da gioco che possono essere (regionali italiane o francesi) dalle quali togliere gli 8, i 9 e i 10, in modo tale da avere 4 carte di semi diversi per ogni valore compreso tra asso e 7, più 12 figure totali.

Il numero ideale di giocatori è di 4-6, ma si può giocare anche con 2 giocatori e fino ad un massimo di 10-12. Uno dei giocatori è il mazziere, che cambia durante il gioco. Ogni giocatore compete esclusivamente contro il mazziere di turno.

Scopri: Giochi di carte di Natale
Scopa

E' probabilmente il gioco di carte più popolare in Italia.
Durante questo gioco, ogni giocatore riceve 3 carte dal mazziere, che a sua volta posa 4 carte scoperte sul tavolo ed il restante mazzo di carte inutilizzato accanto a sè.

Ogni giocatore posa a terra una delle carte in proprio possesso. Calando una carta dello stesso valore, prende la carta dal tavolo.  Con una carta  può anche prendere da terra due o più carte il cui valore sommato uguaglia il valore della propria carta. Quando sul tavolo non rimane nessuna carta dopo una presa, si dice che si è fatto "scopa".

Sette e mezzo

​E' uno dei giochi più popolari del Natale. Si gioca con un mazzo di quaranta carte da gioco che possono essere regionali italiane o francesi (in quest'ultimo caso vanno tolti gli 8, i 9 e i 10). Si gioca con un minimo di 4 giocatori fino ad un massimo di 12, mazziere incluso.

I giocatori non competono fra di loro ma ognuno compete esclusivamente contro il mazziere di turno. Lo scopo del gioco è quello di realizzare il punteggio più alto possibile senza sballare, vale a dire senza superare i 7 punti e mezzo.
Saltacavallo

Se giocare a Saltacavallo non vi dice nulla, è perchè questo gioco ha tantissimi nomi, a seconda dei posti in cui si gioca: Cucù, Cucco, Cucùlo, Cucùscio, Morto, Passa l'asso, Asso che corre, Asu ca fusce, Asso che fugge, Asso fuggente, Cuccu, Picuzzo.

E' un gioco di carte italiano che si pratica con un mazzo di 40 carte divise in quattro semi: cuori, quadri, fiori, picche, se si gioca con le carte francesi oppure coppe, denari, bastoni, spade se si prendono semi italiani.
Trentuno

Per chi sa già giocare a Mambassa o alla Petrangola, imparare le regole di questo gioco di carte tipicamente natalizio sarà semplice. Si gioca normalmente con un mazzo da 40 carte (piacentine, napoletane ecc.) altrimenti si prendono quelle francesi togliendo gli 8, i 9, i 10 e i jolly. Il numero di giocatori può variare da un minimo di 4 fino ad un massimo di 12.

Come si gioca: le carte dal 2 al 7 valgono il valore nominale; tutte le figure (fante, cavallo e re) valgono 10 mentre l'Asso vale 11. Se si ha tre assi, tre fanti tre, cavalli o tre re si fa tris.
Briscola

Si gioca con un mazzo di 40 carte con i valori A, 2, 3, 4, 5, 6, 7, donna, cavallo, re, di semi italiani o francesi. Si può giocare in due o in coppie di due, o in tre eliminando un 2 o in sei, o tre contro tre.

Il mazziere distribuisce 3 carte per ognuno e lascia una carta sul tavolo coprendola per metà con il mazzo trasversale. Questa carta segnerà il seme di briscola e sarà l'ultima carta ad essere pescata. Non è possibile vedere i punti effettuati dagli avversari. I punti disponibili sono 120. Vince chi realizza almeno 61 punti.
​Poker

E' un gioco di carte popolarissimo in tutto il Mondo. Le regole non variano solo in base al tipo del gioco ma anche in base alla zona del Mondo in cui ci si trova. Vince chi ottiene l'intero montepremi nel “piatto” pari all'ammontare delle puntate in denaro o in fiche.

Vince chi ottiene la combinazione di maggiore valore o chi porta altri giocatori ad abbandonare la partita. Le combinazioni vincenti in ordine decrescente sono: Scala Reale, Scala Colore, Poker, Full, Colore, Scala, Tris, Doppia Coppia, Coppia, Carta più alta.

Mercante in fiera

E' uno dei giochi di carte più antichi - pare risalga al Settecento - e non ha limite di giocatori, anzi, più si è meglio è. Si gioca con due mazzi identici da 40 o più carte ciascuno; ogni mazzo ha un colore differente (uno rosso e uno blu) e su ogni carta è rappresentata una figura diversa.

I giocatori scoprono le carte e le dispongono in linea davanti a loro. Le carte rimaste nel mazzo blu sono messe all'asta, una o più carte alla volta, a piacimento del banditore/mazziere, che deve porre in opera tutto il suo spirito per rendere più divertente l'asta.

"Giocare significa allenare la mente alla vita. Un gioco non è mai solo un gioco". (Stephen Littleword)

Electronic-Games

Smartphone e Tablet

Quali sono i videogiochi più divertenti e influenti?

- Fallout Shelter: Un po' XCOM e un po' FTL
- Vainglory: Il miglior MOBA gratuito mai affacciatosi su sistemi mobile
- XCOM Enemy Unknown: La versione portatile del capolavoro gestionaledi 2K Games
- Osmos: Un gameplay adatto anche ai neofiti
- Le avventure grafiche di Telltale Games

Scopri: Mobile Gaming, ecco i migliori videogiochi per tablet e smartphone  
Playstation 4 di Sony

Tutte le novità sulla console di ultima generazione di casa Sony, presentata al Mondo il 20 febbraio 2013 e rilasciata in Europa il 29 novembre 2013, pochi giorno dopo il suo arrivo negli Stati Uniti. L’approdo in Giappone è datato 22 febbraio 2014, mentre i giocatori cinesi hanno potuto toccare con mano la nuova console soltanto nel marzo 2015.

Qui potete trovare tutte le ultime informazioni su PlayStation 4 e sui titoli in uscita, anteprima ed esclusive in arrivo da Sony e dagli sviluppatori, senza dimenticare le nuove funzionalità che arriveranno sulla console mese dopo mese, aggiornamento dopo aggiornamento.

Scopri: I migliori games su Playstation 4
La console Xbox One di Microsoft

Xbox One, l’ultima console di Microsoft, è stata presentata il 21 maggio 2013 e rilasciata il tutto il mondo tra il novembre dello stesso anno - in Europa e negli Stati Uniti il 22 novembre - e il settembre dell’anno successivo.

Qui trovate tutte le ultime novità non soltanto su Xbox One, ma anche sui titoli che saranno rilasciati in esclusiva, le applicazioni disponibili e quelle che Microsoft intende lanciare, senza dimenticare gli aggiornamenti del firmware che arriveranno di mese in mese.

Scopri: I giochi su Xbox
La console Wii U di Nintendo

E' stata la prima console da tavolo dell'ottava generazione ad essere immessa sul mercato ed oggi rappresenta una console per videogiochi che ha in gran parte sostituito Wii.

Wii U ha rivoluzionto a il rapporto tra TV e giocatore grazie ad una potente console ad alta definizione dotata di un nuovo controller: il Wii U GamePad che ha già cambiato il modo di giocare in compagnia.

I suoi principali concorrenti sono PlayStation 4 di Sony e Xbox One di Microsoft.

Scopri: I migliori games su Nintendo Wii  U

I VideoGames sbarcano a Hollywood

Warcraft - L'inizio scritto e diretto da Duncan Jones è l'adattamento del videogame Warcraft che ha debuttato nel 1993. Il film arriverà nelle sale a giugno 2016 e promette un'avventura fantasy di ampio respiro tra CG e live-action. 

Scopri: 25 film tratti da videogiochi

Paul W. Anderson dirige Resident Evil (2002), tratto dall'omonima serie di videogiochi survival horror. La serie cinematografica ad oggi conta cinque capitoli ma "Resident Evil: The Final Chapter" è stato annunciato per gennaio 2017. In ogni film l'eroina Alice Abernathy è interpretata da Milla Jovovich.

Mortal Kombat (1995) di Paul W.S. Anderson è tratto dal famoso picchiaduro con arti marziali. L'adattamentto di Anderson diverte e intrattiene anche se perde lungo la strada l'iperviolenza che contraddistingueva il videogame. Da segnalare l'utilizzo di una trascinante colonna sonora techno. Il film ha fruito di un sequel dal titolo "Mortal Kombat: Annihilation" (1997).

Il film live-action Prince of Persia - Le sabbie del tempo (2010) diretto da Mike Newell, prodotto da Jerry Bruckheimer e interpretato da Jake Gyllenhaal nei panni del protagonista Dastan è uno dei migliori adattamenti da videogames. Il gioco Prince of Persia è nato nel 1989, come un classico platform game pubblicato per Apple II da Brøderbund.

Il film live-action Silent Hill (2006) diretto da Christophe Gans è tratto dalla famosa serie survival horror sviluppata da Konami. La pellicola crea la giusta atmosfera sfruttando la dimensione oscura del gioco. L'adattamento di Gans ha un confusionario sequel tutto da dimenticare dal titolo "Silent Hill: Revelation" (2012). 

Il live-action Lara Croft - Tomb Raider (2001) diretto dal Simon West può contare sul carisma e sulla sensualità di Angelina Jolie ma il film non entusiasma, pur essendo ricco di azione. Seguirà un secondo capitolo dal titolo Tomb Raider - La culla della vita (2003) diretto Jan de Bont. E' in preparazione un nuovo Tomb Raider, con la regia di Roar Uthaug.

Due i film live-action dedicati alla serie Hitman: Hitman - L'assassino del 2007 diretto da Xavier Gens e interpretato da Timothy Olyphant e Hitman - Agent 47 del 2015 diretto da Aleksander Bach e interpretato da Rupert Friend. Entrambi i film compiono l'errore di non scegliere protagonisti dotati della fisicità e del carisma necessari ad impersonare l'Agente 47.
Davanti ad un franchise videoludico così importante come Final Fantasy ci si attendeva senza dubbio qualcosa di più dall'adattamento in CG Final Final Fantasy (2001) diretto da Hironobu Sakaguchi e Moto Sakakibara. Un film d'animazione cinematograficamente inerte tanto che ad oggi è considerato uno dei maggiori flop della storia del cinema.​ 
Il film live-action Max Payne (2008) diretto da John Moore e interpretato da Mark Wahlberg ha un'interessante look cupo e attinente alle atmosfere del videogioco. Wahlberg non brilla come protagonista, il film sembra più un esercizio di stile e manca del cuore necessario. Critica e fan del videogame hanno bocciato l'operazione ma al botteghino ha funzionato piuttosto bene.

L'adattamento live-action Need for Speed (2014), diretto da Scott Waugh e interpretato da Aaron Paul. è un "revenge-movie" su quattro ruote senza pretese e senza una trama di spessore che riesca a dare consistenza alla curatissima parte action. Need for Speed ha la pecca di non raggiunge il livello di coinvolgimento di un "Fast & Furious".

Il film live-action Doom  (2005) diretto da Andrzej Bartkowiak punta sul carisma del roccioso Dwayne Johnson "The Rock" ma cambia molti elementi del videogame e le atmosfere prettamente horror si perdono all'interno di un action senza guizzi, con una trama che latita a favore di una serie di riferimenti al gioco originale piazzati un po' a caso.​
Super Mario è un personaggio cult nel mondo dei videogames e degli arcade anni '80 e l'adattamento live-action Super Mario Bros. (1993), di Rocky Morton e Annabel Jankel, vedeva protagonisti Bob Hoskins (Mario), John Leguizamo (Luigi), Dennis Hopper (Re Koopa) e Samantha Mathis (Principessa Daisy). Il gioco è un classico platform nato nel 1985.  
Il film live-action Street Fighter - Sfida finale (1994) diretto da Steven E. de Souza è interpretato da Jean-Claude Van Damme e Raul Julia e include tutti i personaggi giocabili principali del videogame, ma l'aspetto eccessivamente fumettoso , le sequenze di arti marziali poco coinvolgenti e una trama confusionaria rendono il tutto a tratti comicamente surreale.

Il film live-action Tekken (2009). diretto da Dwight H. Little. vede protagonista Jon Foo nei panni di Jin Kazama. Un’operazione girata con il rigore di un direct-to-video senza verve e con una trama troppo lontana da quella dell'originale. Katsuhiro Harada, uno dei creatori del videogame originale, in un messaggio via Twitter definì il live action "orrendo".

L'adattamento live-action House of the Dead (2003) diretto da Uwe Boll è tratto dallo sparatutto horror "The House of the Dead" (abbreviato in HOTD), prodotto da SEGA, e giocabile con una light gun (pistola per videogame). Il film, con i suoi dialoghi imbarazzanti e gli zombie posticci, è così brutto da non meritarsi neanche il titolo di "scult".

Pixels (2015) è senza dubbio materia prima da nerd. Il film, diretto da Chris Columbus, e ispirato ad un cortometraggio racconta di un'invasione aliena a base di videogames arcade anni '80, sventata da un team di "vecchi" videogiocatori incalliti guidati da Adam Sandler che veste i panni di un ex campione di Donkey Kong e Pac-Man. 

Il regista Uwe Boll dopo il terribile "House of the Dead" mette mano al classico videogame horror Alone in the Dark e in particolare dirige un live-action del 2005 ispirato al videogame sequel "Alone in the Dark: The New Nightmare" noto anche come "Alone in the Dark 4". La serie di videogames ha debuttato nel 1992 e ha generato 6 sequel.

Il live-action Bloodrayne del 2005 è il migliore tra tutti gli adattamenti da videogames diretti da Uwe Boll, ma il film ha scatenato comunque le ire dei giocatori che ancora gridano vendetta per questo mediocre fantasy. Il film ha fruito anche di due sequel diretti dallo stesso Boll: BloodRayne 2 (2007) e BloodRayne III: The Third Reich (2010).
Il film In the Name of the King (2007) è diretto da Uwe Boll, tratto dal videogioco per Pc Dungeon Siege e interpretato da Jason Statham. Cast e location salvano in parte la pellicola ma il regista proprio non riesce a non banalizzare il tutto trasformandolo in un frullatone copia/incolla senza una vera identità se non quella di un bizzarro fantasy low-budget.

Ralph Spaccatutto (2012)

Il cattivo di un videogioco vuole diventare un eroe ma il sogno di essere "buono" porterà scompiglio a tutto il mondo arcade in cui vive. Nomination agli Oscar 2013 come miglior film d'animazione. 

​"L'uomo è veramente uomo soltanto quando gioca". (Friedrich Schiller)

Quando il gioco si fa adulto...

Modellismo

Il Modellismo ha tantissimi appassionati e questo hobby consiste nel realizzare modelli costruiti con diversi materiali: plastica, cartone, carta, legno, vetroresina. Le piccole opere vanno dalle automobili alle navi, dagli aerei ai trenini.

Utilizzando un radiocomando i modellini statici si possono muovere diventando dinamici. In vendita, oltre ad i classici modellini da costruire, ci sono ovviamente anche tutti gli strumenti e accessori del "mestiere".
Bambole Reborn

Si tratta di bambole realizzate in vinile ed assomiglianti ai bambini veri. In realtà non si tratta di giocattoli ma di pezzi da collezionisti. Reborn sta per "rinate" perchè sono nate due volte, costruite partendo da degli arti in vinile e dei busti in stoffa.

Le Reborn vengono realizzate a mano e spesso su richiesta del compratore con particolari tratti distintivi. Ovviamente in questo caso i prezzi salgono fino ad arrivare a migliaia di euro. Il prezzo aumenta anche in base alla misura della bambola, al costo del kit, se si desiderano abiti eleganti o altri accessori particolari.

Giochi di ruolo

Nei giochi di ruolo o GdR, GDR o RPG (dall'inglese role-playing game) i giocatori interpretano il ruolo di un personaggio che deve "muoversi" attraverso regole specifiche. Il termine role playing venne usato per la prima volta dallo psicologo Jacob Levi Moreno nel 1934. Il dottore usava la "tecnica dello psicodramma" dove il paziente recitava un avvenimento del suo passato con l'aiuto di un antagonista. 

Questi tipi di giochi si suddividono in: Giochi di ruolo da tavolo, di carte o di carta e penna, giochi di ruolo dal vivo (GRV o LARP dall'inglese Live Action Role-playing), giochi di ruolo online, videogiochi di ruolo (CRPG dall'inglese Computer Role-playing game).

Droni

Al parco, all'aria aperta o nel cortile di casa: l'acquisto dei droni è aumentato considerevolmente negli ultimi anni in Italia e all'estero. In particolar modo, i droni Parrot Bebop sono i più apprezzati in commercio.

La loro popolarità è dovuta in gran parte alla presenza di un pilota automatico, grazie al quale è possibile programmare preventivamente il tragitto del percorso.

Basta un semplice dispositivo Mobile (come uno smartphone o un tablet) per specificare l’itinerario che si desidera che il drone percorra. 

Scopri: Droni e consigli 

Puzzle

Il puzzle è stato inventato nel 1760 da John Spilsbury, un cartografo e incisore di Londra. In origine si disegnavano le figure sul legno che veniva poi ritagliato con un seghetto. I puzzle moderni sono realizzati incollando una foto su un foglio di cartone che viene poi tagliato con una fustella.

Nel 2010 Ravensburger ha presentato il puzzle più grande del mondo: 32.256 pezzi. Si tratta della retrospettiva delle opere di Keith Haring. Il puzzle è lungo 5,44 metri, alto 1,92 e pesante circa 17 chili. Nella confezione è compreso un trolley per facilitare il trasporto della scatola.
Action Figure

Big Jim, G.I. Joe e He-Man rientrano, ad esempio, nella categoria delle Action figure (letteralmente "modellino in azione")  ma gli "adulti" comprano questi "pupazzini" per le loro collezioni. Queste riproduzioni in scala possono essere personaggi di film o serie televisive: da Guerre stellari a The Walking Dead, passando per le pellicole dei supereroi ai videogames ai manga e ai fumetti.  Il mercato delle action figure è un settore molto importante nel merchandising cinematografico ed i costi variano possono essere molto elevati in base alla rarità di ogni action. Attenzione: alcuni collezionisti non tolgono l'action neppure delle scatole.

Scopri: Gadget e Action Figures cinematografici
Scacchi

L'origine degli scacchi è controversa. Secondo alcuni deriverebbero da un gioco in India (dal nome chaturanga) presso l'impero Gupta attorno al VI secolo. 
Secondo altre teorie sarebbero nati invece dallo xiangqi (di origine cinese). Gli scacchi hanno raggiunto l'Europa occidentale e la Russia a partire dal IX secolo. Dal XV secolo gli scacchi diventarono il "gioco dei re", amato da sovrani come Enrico I, Enrico II, Giovanni I eRiccardo I d'Inghilterra, Filippo II e Alfonso II di Spagna e Ivan il Terribile, zar di Russia

Il primo torneo internazionale di scacchi si svolse a Londra nel 1851 in occasione dell'Expo: vinse il tedesco Adolf Anderssen.

Dama

La parola dama deriva dal latino domina ed indica il "pezzo sovrano" e l'intero gioco. Ci sono diversi tipi di dama: italiana, inglese (Draughts, conosciuta negli Stati Uniti come Checkers), la dama brasiliana, canadese, pool (giocata negli Stati Uniti sud orientali), spagnola, russa e turca. 

L'unica dama che viene giocata con regole comuni in tutti i paesi è la dama internazionale (detta anche polacca) che è stata adottata dalla Federazione Mondiale (FMJD) e viene utilizzata nell'ambito internazionale per le gare nei Campionati Europei,  nei Campionati Mondiali e nei Tornei Internazionali.
LEGO

Anche se il LEGO è amatissimo (di base) da grandi e piccini dedichiamo un posto particolare alle costruzioni per "adulti". In commercio esistono le versioni LEGO Technic (formata da pezzi meccanici, ingranaggi, motori e sensori), LEGO Mindstorms (per costruire robot e sistemi automatici), LEGO Architecture (dedicata ai monumenti del mondo: da il Louvre alla Fontana di Trevi) fino ai Prodotti Ideas cioè i progetti sviluppati dai fan.

​Senza dimenticare ovviamente i LEGO Creator Expert (i cui palazzi possono essere assemblati insieme per formare fantastici e dettagliatissimi diorama) e alcune scatole della versione LEGO CITY.