A passo di... Denim

   

"Questo è il nostro tempo per danzare"

Storia DenimIl nuovo magazine di Blogo Donna ripercorre e analizza l'evoluzione del Denim negli anni, utilizzando come fil rouge i variegati stili del musical.

Giocheremo con tre opere che hanno segnato la storia della musica e del cinema: tre decenni simbolo di rivoluzioni estetiche sia nel mondo della moda sia in quello dell'entertainment.

A cominciare dal celebre Grease ambientato negli anni '50, decennio che si contraddistingue per una femminilità sensuale e ribelle.

Emergono, infatti, i primi movimenti giovanili, ispirati proprio ai fermenti culturali americani che caratterizzeranno il decennio successivo.


Negli anni '60 lo stile etnico domina su tutto e il musical Hair racconta la pacifica ribellione di un gruppo di giovani politicamente attivi che protestano contro la guerra in Vietnam e i valori conservatori della società dell'epoca.

Approderemo infine agli anni '80, decennio che segna un netto spartiacque nel mondo della moda: adesso tutto è permesso e lecito, anzi è gradito osare e ostentare.

Un inno alla provocazione e alla rivendicazione di una libertà a tutto tondo, proprio come accade con il ballo nel film Footloose.


A cura di Simona Cardillo e Caterina Di Iorgi
 

Scopri: La storia del Denim dalle origini al mito

 

"Ci sono dei momenti in cui si rimane senza parole, completamente perduti e disorientati, non si sa più che cosa fare. A questo punto comincia la danza" (Pina Bausch)

Grease, il Musical

Gli anni ‘50 vedono una rinascita di positività ed ottimismo, fiducia nel futuro che sembra roseo e patinato. La donna torna ad essere iperfemminile, giocando maliziosamente con gli abiti, trionfano le pin up e si diffonde la voglia di trasgressione grazie alla nascita del coinvolgente rock ’n' roll.

Sono gli anni di Grace Kelly, icona del bon ton e dell'eleganza, ma anche di Marilyn Monroe, simbolo di una femminilità ostentata e sensuale. Spopolano le Pin Up, che con la loro prorompenza diventano le vere protagoniste del decennio: da Brigitte Bardot a Kim Novak, da Anita Ekberg a Bettie Page, senza tralasciare le italianissime Sophia Loren e Gina Lollobrigida.

Nella moda esplode il denim abbinato a giubbotti di pelle, appariscenti stivali e t-shirt bianche. Divi del cinema e della musica come James Dean e Elvis Presley sono perfetti testimonial di questo new look, raccontato e interpretato in Grease da John Travolta e la sua banda di studenti "Thunderbirds".

Olivia Newton-John nei panni di Sandy incarna magnificamente le due anime estetiche degli anni '50: all'inizio del musical intepreta una timida studentessa che indossa abiti a clessidra portati con i tacchi non troppo alti e ballerine ai piedi; nelle scene finali invece si trasforma in una affascinante pin up tutta "pelle" e "ribellione".

Negli ultimi anni moltissime celebrities hanno reintrerpretato lo stile anni '50, tra loro Scarlett Johansson, Katy Perry, la star del Burlesque Dita Von Teese e l’iconica Amy Winehouse.

Scopri: Moda anni '50, gli abiti che hanno segnato un'epoca

Street Style Celebrities: il look di Kate Middleton

Kate Middleton si conferma regina di stile con le sue scelte sempre sobrie e raffinate. Semplice, ma elegantissima con giacca e pantaloni blu e una camicetta bianca arricchita da rouches che le donano un'immagine fresca e chic. Ecco alcuni consigli per imitare il suo look con accessori e capi d'abbigliamento in denim.

"Sogna come se dovessi vivere per sempre. Vivi come se dovessi morire oggi" (James Dean)

"Essere giovani vuol dire tenere aperto l'oblò della speranza, anche quando il mare è cattivo e il cielo si è stancato di essere azzurro" (Bob Dylan)

Hair, il Musical

Negli anni '60 esplode la moda della minigonna che diventa in assoluto il simbolo della rivoluzione femminile: è la prima volta che le donne scoprono così tanto le gambe. Emerge una femminilità più decisa e pragmatica, comincia a diffondersi il pensiero della filosofia Hippie che, con le sue scelte e le sue idee, influenzerà gli ultimi anni ’60 e i primi anni ’70.

E' il periodo in cui l'etnico domina su tutto e gli hippie sono i primi ad indossare i jeans a zampa d'elefante, le giacche afgane di agnello rovesciato, gli indumenti di camoscio a frange, i caftani, le bandane e le collane di perline. Il musical Hair è la perfetta metafora per raccontare lo stile di quegli anni con i suoi abiti al ginocchio, le stampe geometriche e optical.

La modella Twiggy diventa la nuova icona della moda e musa ispiratrice della stilista inglese Mary Quant, che in quel periodo inventa la minigonna. Si iniziano a sfoggiare anche gli stivali e le ballerine,  simboli degli anni '60, resi celebri da donne come Brigitte BardotJacqueline Kennedy e Audrey Hepburn.

Oggi celebrities come Sienna Miller e Kate Moss rappresentano l'anima più trendsetter e frizzante degli anni '60, mentre Marion Cotillard, Charlize Theron e Nicole Kidman con la femminilità e il loro stile etereo incarnano i canoni della bellezza e dell'eleganza più raffinata.

Scopri: Moda anni '60, stili e tendenze del decennio

Street Style Celebrities: il look di Victoria Beckham

L'ecclettica e fashionista Victoria Beckham sfoggia un look dai chiari rimandi agli anni '60 e '70. L'ex Posh Spice indossa con disinvoltura un paio di jeans a zampa d'elefante a cui ha abbinato un elegante cappotto, zeppe altissime a completarne il look.  Blogo Donna vi propone alcuni accessori per imitare il suo look.

"Dimenticate ciò che è successo ieri e domani, e oggi. Stasera creeremo un mondo completamente nuovo" (Jimi Hendrix)

"In un mondo pieno d'odio, dobbiamo avere ancora il coraggio di sperare. In un mondo pieno di rabbia, dobbiamo avere ancora il coraggio di confortare. In un mondo pieno di disperazione, dobbiamo avere ancora il coraggio di sognare. In un mondo pieno di sfiducia, dobbiamo avere ancora il coraggio di credere" (Michael Jackson)

Footloose, il Musical

I total look della moda anni '80 si fanno sempre più sexy e dallo spirito ribelle. Il denim è protagonista, diventando un vero e proprio capo cult, alla ricerca dell'ultima tendenza fashion. Abiti sempre più sensuali ed aderenti, minigonne sempre più mini e super stretch, colori fluo e stampe eccentriche ed esagerate.

A cominciare da Madonna, la “Material Girl”, che ha lanciato un vero e proprio stile con pantaloni aderentissimi, top a rete e micro giubbini in pelle nera. E’ lei ad usare per la prima volta pizzi e maglie oversize per colpire e scioccare. Le star della musica, come i Police e David Bowie, e i personaggi del grande schermo, come Jennifer Beals che interpreta la ballerina protagonista del film Flashdance, diventano icone per i giovani dell'epoca.

A regnare sono i colori fluo, il trucco esagerato, i capelli cotonati e le spalline. Non mancano i jeans a vita alta e caviglia strettissima, i fuseaux nei colori più sgargianti ed esagerati, le maglie a pipistrello, le felpone extralarge, il tutto spesso arricchito da dettagli rockeggianti come borchie e catene.

E' Footloose a raccontare gli eccessi e l'ostentazione dell'epoca: nelle varie sequenze si scorgono jeans strappati e rattoppati, giubbini di pelle e renna in stile cowboy, egregiamente indossati da Lori Singer e Kevin Bacon, protagonisti del film.

Eccessivi, stravaganti, eccentrici, punk, colorati, estrosi e kitch: gli anni '80 hanno rotto definitivamente ogni legame con il passato.

Scopri: Moda anni '80, icone e must have

Street Style Celebrities: il look di Miley Cyrus

Dal carattere forte e deciso e con un look che non ha nulla a che fare con Hannah Montana, la nuova Miley Cyrus indossa egregiamente alcuni must have degli anni '90: giubbotto  e top nero lucido, vistose collane, jeans larghi a vita bassa a cui ha abbinato un paio di décolleté bianche. Ecco alcune proposte per imitare il suo look.

"È più importante apparire che essere" (Madonna - Louise Veronica Ciccone)

"Il rock'n'roll era reale. Tutto il resto era irreale" (da The Beatles Anthology - John Lennon)

I Musical del 2014 a Roma, Milano, Londra e New York

E ora è tempo di musical da vedere nel 2014 in giro per il mondo. A cominciare dall'Italia che offre molti spettacoli nelle principali città italiane, vale a dire Roma e Milano, ma senza dimenticare la frizzante Londra per non parlare dell'esperienza unica di vedere un musical direttamente a Broadway, culla del cartellone più ricco con svariate produzioni sempre di altissimo livello.

Blogo Donna ha selezionato insieme agli amici di Soundsblog alcuni degli spettadoli che troverete sui palcoscenici d’Europa e di New York.

Da non perdere in Italia:

- Jesus Christ Superstar: Teatro Sistina, Roma
- La Famiglia Addams:  Teatro della Luna, Assago (Milano); Auditorium Conciliazione, Roma
- Dirty Dancing: Teatro Nazionale, Milano

Scopri: I musical del 2014 in Italia e all'estero

A Londra dal musical di Billy Elliott con le musiche di Elton John fino a quello de Il Re Leone, qui la nostra piccola selezione:

- Billy Elliot:  Victoria Palace Theatre
- The Bodyguard:  Adelphi Theatre
- Fame Forever: Lyric Theatre
- Les Miserables: Queen’s Theatre
- The Lion King: Lyceum Theatre
- Mamma Mia: Novello Theatre
- Thriller Live Tribute to Michael Jackson: Lyric Theatre
- We Will Rock You: Dominion Theatre
 
A New York non mancano produzioni quali Grease,  Chicago e Cabaret che sono dei classici senza tempo. Eccone alcune imperdibili:

- Cabaret: Studio 54
- Chicago: Ambassador Theatre
- Grease: Paper Mill Playhouse
- A Night With Janis Joplin: Gramercy Theatre
- The Phantom of the Opera: Majestic Theatre

"Si può essere tutto ciò che si vuole, basta trasformarsi in tutto ciò che si pensa di poter essere" (da Innuendo, Queen - Freddy Mercury)