Foods from planet

Expo e sapori culinari dal mondo

Alla scoperta di Expo 2015

Dopo le ultime due edizioni nella lontana Asia orientale, nel 2015 l'Esposizione Universale torna in Europa e affronterà a Milano il tema "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita" in padiglioni collettivi che racconteranno le medesime identità tematiche e filiere alimentari, in pieno spirito di condivisione e dialogo. Tutto questo sarà possibile in particolar modo grazie ai Cluster, la novità di Expo 2015: si tratta di aree comuni nelle quali i Paesi presenti potranno esporre la propria interpretazione del tema comune attraverso gli spazi funzionali come il mercato, mostre, eventi e degustazioni. 

I Cluster selezionati sono 9, tendenzialmente collegati ad un alimento chiave nella produzione e alimentazione mondiale: si parte dal cereale più diffusamente coltivato, il Riso, per passare al Cacao, al Caffè, agli immancabili Frutta e Legumi, esplorando anche il mondo delle Spezie e tutte le varietà di Cereali e Tuberi, senza dimenticare aree che sviluppano un complesso e particolare sistema alimentare come il Bio-Mediterraneo, le Isole e il Mare, e infine le Zone Aride

Secondo il progetto di Expo 2015, ogni cluster ha una precisa struttura: i visitatori potranno scoprire tutte le storie del Riso tra gli specchi d'acqua e il paesaggio agricolo della risaia, mentre nel padiglione del Cacao il percorso principale collega l'area degustazione all'area dove si svolgeranno le performance gastronomiche. Il cluster dedicato al Caffè si snoda nel viaggio dalla terra alla tazzina, con un allestimento tra piante di caffè, bar e area mercato. Il visitatore che invece vuole scoprire tutto su Frutta e Legumi si troverà in una piazza con pergolato, in cui poter sentire tutti i profumi provenienti anche dal cluster vicino, quello delle Spezie, dove la percezione sensoriale sarà portante. Si ispira alla forma del camino il padiglione dedicato ai Cereali e ai Tuberi, mentre i cluster del BioMediterraneo, della Zona Arida e di Isole, Mare e Cibo riproducono gli aspetti tipici delle aree: si passa da una cucina nel mezzo di un ampio spazio pieno di colori e sapori, ad una oasi con una fontana d'acqua, fino ad arrivare fino ad una copertura in bambù con suggestioni marine. 

Sono queste le premesse per un viaggio all'interno di Expo 2015, tra profumi e colori di tutto il mondo.

A cura di Valentina Colazzo e Carla Cigognini

Scopri: Tutte le novità su Expo 2015

Il cibo è la storia, il sapere oltre che il sapore di un popolo e di un territorio. (Gabriele Rubini - Chef Rubio)

Il Riso, dall'antichità ad oggi

Fin dall’antichità il Riso ha accompagnato l’uomo a tavola.  E’ originario dell’Asia e venne coltivato in Cina e in Indonesia fin dal VII-VI millennio Avanti Cristo. I Greci e i Romani però lo utilizzavano solamente per uso cosmetico e terapeutico. Giunse poi in India e nel Medio Oriente; nel Medioevo gli Arabi lo importarono in Sicilia e in Spagna Meridionale e nel XV secolo iniziò a diffondersi nell'Italia Settentrionale. Dal XVIII secolo il riso conquista tutta l'Europa, specialmente per fronteggiare le carestie.  

Scopri: Il riso tra i cereali più diffusi nel mondo

 

Riso

Dalla Birmania al Laos alla scoperta del riso

I Paesi di questo cluster sono Birmania, Bangladesh, Cambogia, Sierra Leone,  e Repubblica Democratica Popolare del Laos. 

La Birmania (o Myanmar, con capitale Naypyidaw) è uno Stato dell'Asia sudorientale e confina con Bangladesh, India, Cina, Laos e Thailandia. La cucina si basa principalmente sul riso ed usa spesso pesci, gamberi, maiale e montone. Il Mohinga, piatto nazionale, è un brodo di pesce gatto al curry con farina di ceci, vermicelli di riso e salsa di pesce. 

Scopri: Il fascino dei paesi del riso
Il Bangladesh o "Repubblica Popolare del Bangladesh"  si trova in Asia, ha una superficie di 147.570 km² ed è popolato da 161 milioni di abitanti. 

Nella capitale Dacca troviamo banche ed uffici moderni ma la maggior parte della popolazione si dedica alla coltivazione di tè, senape e ovviamente riso.  

La cucina è molto simile a quella dei paesi Indiani e MedioOrientali e si basa principalmente sul riso e sul curry. 
La Cambogia  (la capitale è Phnom Penh) è uno Stato del Sud-est asiatico; si estende su 181,035 km² ed ha 14 milioni di abitanti.  Confina a nord con Thailandia e Laos, ad est col Vietnam, a sud ancora con Vietnam e il Golfo del Siam, ad ovest ancora con Golfo del Siam e Thailandia. 

Il Paese è principalmente legato all'agricoltura, del riso in particolare, l'alimento principale della dieta cambogiana.
La Repubblica della Sierra Leone è uno Stato dell'Africa Occidentale e si trova sulla costa dell'oceano Atlantico confinando con la Guinea a nord e a est, e con la Liberia a sud-est. Ha una superficie di 71.740 km² e circa 6 milioni di abitanti. 

Il lunedì di Pasqua, sulle spiagge della capitale Freetown, si festeggia  il giorno nazionale degli aquiloni (Kite-flying day).

Il Laos  (la capitale è Vientiane), conosciuto ufficialmente come "Repubblica Popolare Democratica del Laos" è uno stato del sud-est asiatico e confina a nord con la Cina, ad Est con il Vietnam, a sud con la Cambogia, ad ovest con la Thailandia e a nord-ovest con la Birmania.  Con 6 milioni di abitanti, la superficie è di 236.800 km².  Il Paese  si basa principalmente sull'agricoltura di sussistenza, in particolare di riso, che rende autosufficienti il 70% delle famiglie. Il turismo è aumentato dopo i primi anni Novanta, per le bellezze archeologiche e naturali. 

Se vedi un affamato non dargli del riso: insegnagli a coltivarlo. (Confucio)

Il sapore del cacao affascina Expo 2015

Il cacao è un albero dell'Amazzonia e viene coltivato in Asia e in Africa per i suoi semi, dai quali si ricava la polvere con cui si ottiene il cioccolato. La qualità del cacao viene valutata in base alla ricchezza dei grassi e alle caratteriche aromatiche. Le principali varietà di cioccolato sono: fondente (solo cacao e zucchero), al latte (se nell'impasto compare il latte) e gianduia (se arricchito con pasta di nocciole). Esiste anche il cioccolato bianco, ma è un uso improprio del termine cioccolato dal momento che non contiene cacao.

Scopri: Il cioccolato, il cibo degli dei e degli uomini

Là dove nasce il cioccolato

I Paesi di questo cluster sono Cuba, Camerun, Costa D'Avorio, Gabon, Ghana e Sao Tomé Principe. 

Cuba (capitale L'Avana) è un arcipelago dei Caraibi settentrionali. Sono famose le spiagge ma il Paese offre anche la giungla, i monti della Sierra Maestra e  il deserto. Il Rum è il drink cubano per eccellenza, a cui sono seguiti, ovviamente, cocktail come il Mojito, il Daiquiri e il Cuba Libre.

Scopri: Un viaggio nei paesi del cacao e del cioccolato
Il Camerun (capitale Yaoundé) si trova in Africa equatoriale. Confina a nord-ovest con la Nigeria, a nord-est con il Ciad, a est con la Repubblica Centrafricana, a sud-est con la  Repubblica del Congo, e a sud con la Guinea Equatoriale e il Gabon. E una parte del Camerun s'affaccia sull'oceano Atlantico, nel Golfo di Guinea. La sua superficie si estende su 475.440 km² con una popolazione di 19 milioni di abitanti. Il Paese ha una varietà stupefacente di paesaggi: alte montagne, foreste tropicali, vulcani, savana e parchi nazionali. 
La Costa d'Avorio  (capitale Yamoussoukro) si trova in  Africa occidentale, si estende su una superficie di 322 460 km² ed è popolata da 19 milioni di abitanti. Il Paese confina ad ovest  con Guinea e Liberia, ad est con il Ghana, a nord con il Burkina Faso e con il Mali, e a sud con il Golfo di Guinea. 

La Costa d'Avorio è ricca di famosi parchi nazionali e basa la sua economia sull'esportazione  di semi di cacao,  caffè  e olio di palma. 
Gabon (capitale Libreville), ossia la Repubblica Gabonese, si trova nell'Africa Centrale: ha 1 milione e mezzo di abitanti su una superficie di 267.667 km². 

Il Paese vive soprattutto con l'esportazione del petrolio e del legname; l'agricoltura invece si distingue per le piantagioni di arachidi, cacao, banane e canna da zucchero. Il paesaggio varia tra  pianure, monti  e   savana.

Il Ghana (capitale Accra) si trova in  Africa occidentale e confina ad ovest con la Costa d'Avorio, a nord con il Burkina Faso, ad est con il Togo, e  a sud con il golfo di Guinea. Affacciandosi sull'Oceano Atlantico,  il Ghana  è una meta molto amata da chi ama il surf. Da ricordare, inoltre, il Lago Volta, il più grande lago artificiale del mondo.  Il Paese è il secondo maggior produttore mondiale di cacao. La superficie  è di 238.540 km² con una popolazione di 25 milioni di abitanti. 
Sao Tomé e Principe  (capitale São Tomé) è un piccolo stato indipendente sotto forma di arcipelago al largo dell'Africa centro-occidentale, formato da due isole maggiori del golfo di Guinea, São Tomé e Príncipe. Le due isole sono ricoperte da ricche foreste,  numerosi fiumi e parecchie montagne.

L'economia si basa sulle vendita di alcuni prodotti coltivati: cacao, caffè, copra e olio di palma. La superficie del Paese è di 1 001 km² con 165mila abitanti.

Cacao e Cioccolato

Mangiare è incorporare un territorio. (Jean Brunhes)

Il caffè: energia e sapore in un chicco

​Il caffè è un piccolo albero sempreverde e dai suoi semi torrefatti e macinati si ottiene la famosa bevanda conosciuta in tutto il mondo. I frutti del caffè sono bacche rosse e  vengono lavorate in modo da estrarne i chicchi,  esportati o messi in commercio allo stato grezzo. Le aziende distributrici si occupano della torrefazione e della tostatura. Il caffè è coltivato nella fascia tropicale della Terra, dall'America del Sud all'Asia passando per l'Africa ed è la materia prima più scambiata al mondo, dopo il petrolio. 

​Scopri: Il caffè, la bevanda che unisce il mondo

Caffè

L'aroma del caffè si diffonde tra i continenti

​I Paesi presi in considerazione per il Caffè sono: Burundi, Costa Rica, El Salvador, Kenya, Ruanda, Uganda, Yemen, Etiopia e Guatemala.

Il Burundi (capitale Bujumbura) è un piccolo stato africano, confina  con il Ruanda,  la Repubblica Democratica del Congo, e la Tanzania.  L'agricoltura è la prima fonte di economia, per il consumo e per il commercio, puntando principalmente su caffè, agrumi, banane, cotone, canna da zucchero, palma da olio, tè e tabacco. 

Scopri: I Paesi del Caffè presenti a Expo 2015
La Costa Rica (o il Costarica, con capitale San José) si trova nell'America Centrale.  Confina a nord con il Nicaragua, ad est con il mar dei Caraibi e Panamá, a sud e a ovest con l'oceano Pacifico; la superficie è di 51 100 km² con 4 milioni di abitanti. L'economia si basa sulle esportazioni di materiali elettronici, tessili e biomedici; l'agricoltura vanta colture di banane, ananas e caffè di alta qualità. 

Il Costa Rica è famoso per i suoi paesaggi naturali: promontori, spiagge bianche e foreste incontaminate; il tutto ha favorito in questi ultimi anni il turismo.   
El Salvador (capitale San Salvador) si trova nell'America Centrale, a confine con Guatemala e Honduras e bagnato dall'oceano Pacifico. 

L'economia è basata sulle piantagioni (caffè, cotone, canna da zucchero) e sul turismo. Splendidi sono i  paesaggi, le foreste e le antiche architetture Maya. Il Paese si estende su 21.040 km² con 6 milioni di abitanti.

Il Kenya (capitale Nairobi) si trova sulla costa orientale dell'Africa, confina  a nord con l'Etiopia e il Sudan del Sud, a sud con la Tanzania, a ovest con l'Uganda, a nord-est con la Somalia ed è bagnato dall'oceano Indiano ad est.  Il Paese è famoso per il turismo: i viaggiatori amano  le sue spiagge, i paesaggi, gli altopiani, le foreste di baobab e la Rift Valley. Senza dimenticare i parchi naturali dove vedere animali selvaggi. La superficie del Kenya è di 582.650 km² con 40 milioni di abitanti. 

Il Ruanda (capitale Kigali), in Africa Orientale, è uno dei Paesi i più poveri al mondo.  Sopravvive con i finanziamenti esteri e con l'esportazione di caffè ed altri prodotti. Il Ruanda è conosciuto per i gorilla, le foreste e il Lago Kivu, una sorta di piccolo mare dalla  superficie di 2700 km². Il Ruanda si estende su una superficie di 26.338 km² con 10 milioni di abitanti. 

Lo stemma del Paese recita il motto "Unità - Lavoro - Patriottismo" e vede disegnata una ruota d'ingranaggio, due scudi, un sole, un cesto di pace, una spiga di sorgo e una di caffè.

L'Uganda (capitale Kampala) si trova in Africa Orientale con una superficie di 241.038  km² e 34 milioni di abitanti. Il Paese viene chiamato   "la Perla d'Africa" ed è una meta per il turisti che amano le escursioni e il trekking.  La cucina si basa sulle banane verdi (matoke), riso e il posho (una polenta di mais).

Lo Stemma dell'Uganda è formato da uno scudo e due frecce e due animali (un cob ugandese e  una gru coronata) e recita: "Per Dio e per la mia Patria".

​Lo Yemen (ufficialmente Repubblica Unita dello Yemen, con capitale Sana'a) si trova nell'estremità meridionale della Penisola Araba e si estende su una superficie di 527 970 km² con 24 milioni di abitanti.  Pier Paolo Pasolini lo descrive così: «Lo Yemen, architettonicamente, è il paese più bello del mondo. Sana'a, la capitale, è una Venezia selvaggia sulla polvere senza San Marco e senza la Giudecca, una città-forma, la cui bellezza non risiede nei deperibili monumenti, ma nell'incompatibile disegno... è uno dei miei sogni».

Nell'Africa Orientale si trova l'Etiopia   (capitale Addis Abeba), che si estende per 1.127.127 km² con 86 milioni di abitanti. Confina a nord con l'Eritrea, ad est con il Gibuti e la Somalia, a sud con la Somalia e con il Kenya, a nord-ovest con il Sudan e a sud-ovest con il Sudan del Sud. Il Paese è ricco di storia e cultura ed è famoso per le scoperte archeologiche degli ultimi 40 anni.  Proprio qui è stato trovato Lucy, lo scheletro di un pre-ominide appartenente alla specie Australopithecus afarensis, di 3,5 milioni di anni fa. 

Il Guatemala (capitale Città del Guatemala) si trova nell'America Centrale,  confina a nord e nordovest con il Messico, ad nordest con il Belize a sud e sudest confina con El Salvador e con l'Honduras e si affaccia a ovest sull'Oceano Pacifico e a est sul Mar dei Caraibi. Il Paese ha una superficie di 108.890 km² con 14 milioni di abitanti. Per i turisti il Guatemala offre i resti antichissimi della civiltà Maya e degli Aztechi.  

L'emblema del Guatemala è costituito dall'uccello Quetzal, simbolo di libertà e il motto recita: "Il Paese dell'Eterna Primavera".

Non riesco a sopportare quelli che non prendono seriamente il cibo. (Oscar Wilde)

Le vitamine della Frutta e le proteine dei Legumi

La frutta si può mangiare al naturale, ma anche negli abbinamenti più svariati: può diventare confettura o succo; o usata per cucinare dolci ma anche  piatti salati.

legumi sono ricchi di proteine vegetali, carboidrati e minerali, associati a un buon tenore di vitamina B. Si possono mangiare freschi o secchi ed è consigliato l’abbinamento dei legumi con i cereali, perché le loro diverse carenze di aminoacidi si integrano perfettamente a vicenda. 

Scopri: Legumi e frutta sfamano il mondo

Frutta e Legumi

Frutta e Legumi per il sostentamento della Terra

I Paesi di questa sezione sono: Bening, Gambia, Guinea, Guinea Equatoriale, Kirghizistan, il Congo, Uzbekistan e Zambia.

Il Benin (capitale Porto-Novo) si trova in Africa, si estende su 112 620 km² con 8 milioni di abitanti, e confina con il Golfo del Benin, il Togo,  la Nigeria e  con Burkina Faso e Niger.  Il Paese è conosciuto per i suoi paesaggi incontaminati ed affascinanti e per le riserve naturali. Dal 1992 il Vodun (o "Voodoo") è stata riconosciuta come una delle religioni ufficiali del Paese.

Scopri: Frutta e Legumi arrivano a Expo 2015
La Repubblica del Gambia  (capitale Banjul) si trova nell'Africa Occidentale con una superficie di 11.300 km² e 1 milioni e 700 mila abitanti. E' il più piccolo stato del continente ed è completamente circondato dal Senegal. Per i turisti segnaliamo il Parco Nazionale del Gambia di 11.300 km².  L'economia del Paese è caratterizza dall'agricoltura e dall'esportazione di arachidi.

Lo Stemma del Gambia è il simbolo araldico ufficiale del paese e contiene il motto del Paese: "Progresso, Pace, Prosperità".

Sempre in Africa Occidentale troviamo la Guinea (capitale Conakry) con 245.857 km² e 10 milioni e mezzo di abitanti. Il Paese confina con Guinea-Bissau e Senegal a nord, Mali a nord e nord-est, con la Costa d'Avorio a sud-est,  laLiberia a sud, e  ad ovest con la Sierra Leone. 

L'economia si basa essenzialmente sull'agricoltura con  colture alimentari: riso, mais, manioca, patate e riso. Le esportazioni sono legate al caffè, ananas, agrumi, arachidi e palme da olio.

La Guinea Equatoriale si trova nell'Africa centrale ed è formata da due zone. La parte terrestre confina a nord con il Camerun, con Gabon ad est e a Sud e ad ovest con il Golfo di Guinea. La parte insulare invece è formata dall'Isola di Bioko e dall'Isola di Annobón. 

Il Paese si estende per  28.051 km² con solo 680mila abitanti; qui troviamo spiagge bellissime, mare incontaminato e foreste vergini. La capitale è Malabo ma nel 2020 sarà spostata a Oyala.

E ora andiamo in Asia Centrale. In Kirghizistan  (capitale Biškek), 199.945 km² con 5 milioni e 400mila di abitanti. Il Paese  confina con Cina, Kazakistan, Tagikistan e Uzbekistan. Per i turisti è ideale per le escursioni a cavallo, l'alpinismo e il kayaking.

In Africa centro-meridionale troviamo lo Zambia (752.614 km², 12 milioni di abitanti, capitale Lusaka). Qui  troviamo sette cascate tra cui le famose cascate Victoria ma non dimentichiamoci delle paludi, i laghi, il fiume Zambeze e le riserve naturali.

Torniamo in Africa Centrale, in Congo (noto come Congo-Kinshasa, con capitale Kinshasa), che confina  a nord con la Repubblica Centrafricana, a nord-est con il Sudan del Sud, a est con l'Uganda, il Ruanda, il Burundi e la Tanzania, a sud con lo Zambia e l'Angola, a ovest con l'Oceano Atlantico e la Repubblica del Congo. Il Paese ospita una grandissima zona di foresta equatoriale, montagne, colline, savana, laghi e vulcani. In Congo troviamo l'Okapi, una specie in via d'estinzione:  nel 2013  solo 10.000 okapi erano rimaste in natura. 

L'Uzbekistan  (capitale Taškent) si trova in Asia Centrale, confina a Nord e ad Ovest con il Kazakistan, a Est con il Kirghizistan ed il Tagikistan, a Sud con l'Afghanistan ed il Turkmenistan. Il Paese si estende su 447.400 km² con 27 milioni e 400 mila abitanti e offre città antichissime sulla famosa Via della Seta. L'economia è basata sulla produzione del cotone grezzo ma sono molto importanti  la frutta e il riso. 

Sullo stemma del Paese  si staglia l'Homa, uccello che simboleggia la felicità e l'amore per la libertà.  

Le erbe e le spezie sono l’anima della cucina, non solo perché trasformano qualsiasi piatto in un potenziale afrodisiaco, ma anche perché dissimulano gli errori culinari. (Isabelle Allende)

Le spezie, ingredienti magici

Le spezie  sono uno degli ingredienti speciali in cucina: grazie al loro utilizzo possiamo veramente cambiare il nostro modo di mangiare, riducendo anche il  sale e questo significa, per esempio, meno ipertensione. In Italia sono diffuse alcune spezie – pepe, peperoncino, cannella, vaniglia – e sempre più si trovano tra gli ingredienti delle ricette. All’estero – soprattutto in Oriente – rivestono un ruolo di primaria importanza nella cucina.

Scopri: Le spezie e il loro affascinante mondo

Spezie

Il mondo speziato

I Paesi per le Spezie sono: Afghanistan, Brunei, Repubblica Unita della Tanzania e la Repubblica di Vanuatu. 

Il Brunei (capitale Bandar Seri Begawan) si trova sull'isola del Borneo, nel sud-est asiatico, confina con la Malesia, a parte la costa che si affaccia sul Mar Cinese Meridionale. Il Paese, il cui nome ufficiale è Nagara Brunei Darussalam, cioè "Stato del Brunei, Dimora della Pace", si estende su una superficie di 5.770 km² con 400mila abitanti.

Scopri: Expo 2015, i Paesi delle Spezie 


Ci spostiamo in Tanzania (capitale Dodoma), in Africa Orientale. Il Paese confina  con Kenya, Uganda,  Ruanda, Burundi, Repubblica Democratica del Congo,  Zambia, Malawie Mozambico. A est è bagnata dall'Oceano Indiano. 

Per i turisti la Tanzania significa Savana e Kilimanjaro con i safari fotografici per vedere gli animali selvaggi. Ma non dimentichiamo i numerosi parchi nazionali. Lo sapevate? Freddie Mercury nacque proprio qui, a Zanzibar.

Ed eccoci arrivati a Vanuatu (capitale Port Vila) che si trova nell'Oceano Pacifico Meridionale con una superficie di 12 200 km² e 260mila abitanti.  L'arcipelago ha origine vulcanica (ci sono ben 7 vulcani attivi) e le sue acque sono adatte per fare snorkeling ed immersioni.

Sullo stemma è rappresentato un guerriero con una lancia,  un vulcano, due  foglie e una zanna di cinghiale. Il motto dello stato è in Lingua bislama e recita: "Long God Yumi Stanap" (In Dio noi stiamo insieme). 

L'Afghanistan  (capitale Kabul) si estende su 652.864 km² con 32 milioni di abitanti e confina ad ovest con l'Iran, a sud e a est con il Pakistan, a nord con il Turkmenistan, l'Uzbekistan e il Tagikistan e nell'estremo est con la Cina. 

Purtroppo il Paese è conosciuto per la guerra e non è molto apprezzato dal punto di vista turistico; peccato perché offre bellezze naturali oltre alla catena montuosa dell'Hindukush, il Minareto di Jam e i Buddha di Bamiyan. 

Detesto l'uomo che manda giù il suo cibo non sapendo che cosa mangia. Dubito del suo gusto in cose più importanti. (Charles Lamb)

Cereali e tuberi: una squadra sorprendente

I cereali  sono piante che comprendono principalmente le Graminacee (come riso, mais, farro, orzo, segale, avena e miglio) ma anche  i semi, i frutti e i tuberi con caratteristiche simile a quelle dei cereali.

Il tubero, invece, è l’organo sotterraneo di alcune piante, che ha la funzione di accumulare sostanze di riserva per assicurare alla pianta la sopravvivenza nei periodi meno favorevoli. Tra i tuberi ricordiamo ovviamente la patata ma anche il topinambur e l'igname, conosciuto anche come yam.

Scopri: Cereali e tuberi, la forza della vita

Cereali e Tuberi

Dalla terra alla tavola per Expo 2015

I Paesi scelti dall'Expo per questo cluster sono Bolivia, Congo, Bolivia,  Congo, Haiti, Mozambico, Togo e Zimbabwe.

La Bolivia si trova in Sud America. Il Paese, 10 milioni di abitanti su 1.098.581 km² ha due capitali: quella legislativa è Sucre mentre la  governativa è La Paz. Per i turisti la Bolivia è sinonimo di  Ande, Lago Titicaca  e le rovine  dalle civiltà Inca. Segnaliamo però anche Yungas Road, una delle strade più pericolose del mondo, che attira migliaia di ciclisti avventurosi.
 
Scopri: I Paesi dei cereali e dei tuberi presenti a Expo

Ed eccoci in Congo (Repubblica Democratica del Congo o Zaire, con capitale Kinshasa) 2.345.410 km² con 72 milioni di abitanti è il Paese più popoloso al mondo.  

E' uno Stato davvero povero, l'economia si basa sul cacao, il caffè, il cotone, l’olio di palma, il tè, la gomma, lo zucchero e la corteccia di china ma per il consumo interno sono coltivate la manioca, le banane, le patate dolci, riso, mais, miglio e legumi.

Haiti (con capitale Port-au-Prince) si trova in America  nel Mar dei Caraibi e confina ad est con la Repubblica Dominicana.  Il Paese (27 750 km², 10 milioni di abitanti) ha un passato davvero sfortunato: guerre, carestie, malattie, disastri naturali (come dimenticare il terremoto del gennaio 2010?).

In Africa Meridionale troviamo il Mozambico (25  milioni di abitanti su 801 590 km², con capitale Maputo), uno Stato che per 20 anni ha dovuto affrontare la guerra civile e che sta crescendo lentamente da tutti i punti di vista.

Il Togo  (56.785 km² con  6 milioni di abitanti, capitale Lomé), ufficialmente Repubblica Togolese, si trova invece nell'Africa Occidentale, confina a ovest con il Ghana, a est con il Benin, a nord con il Burkina Faso, per 56 km si affaccia sul Golfo di Guinea. La cucina del Paese è molto apprezzata: uno dei piatti più conosciuti è il riso con salsa d'arachidi.

Sullo stemma appaiono le parole  "unità, pace, solidarietà" ma in passato  si leggeva il motto   "lavoro, libertà, patria".

  


Lo Zimbabwe  (12 milioni e mezzo di abitanti, 390.757 km²) è invece in Africa Orientale, confina a nord con lo Zambia, col Mozambico ad est, a sud con il Sudafrica e ad ovest con il Botswana. In passato il Paese si chiamava Rhodesia, la capitale ora è Harare ma fino al 1980 era conosciuta come Salisbury. Lo Zimbabwe è famoso per il turismo per il Parco transfrontaliero del Grande Limpopo e per il fiume Zambesi.

 Il motto nazionale sullo stemma recita "Unità - Libertà - Lavoro".

L’uomo è ciò che mangia. (L. Feuerbach)

Il fascino del Mediterraneo

Il Mar Mediterraneo  unisce tre continenti (Europa, Africa e Asia) e  la cucina diventa veramente un insieme di culture e tradizioni.  In questa zona il pasto ha un significato profondo, non solo per nutrirsi, ma per raccontarsi e relazionarsi con le altre persone.  Ovviamente inutile dire che Dieta Mediterranea è una delle più conosciute e importanti del mondo, legata a prodotti buoni come olio, frutta, cereali e verdura. 

Scopri: I sapori della cucina mediterranea

Biomediterraneo

Il Mediterraneo: unione di culture e tradizioni

I Paesi presi  per la zona del Bio-Mediterraneo sono: Algeria, Albania, Egitto, Grecia, Libano, Libia, Malta, Montenegro, San Marino, Serbia e Tunisia. 

L'Algeria (36 milioni di abitanti su 2.381.741 km², con capitale Algeri)  si trova nell'Africa del Nord e confina con il mar Mediterraneo,  Tunisia,  Libia,  il Niger,  il Sahara, la Mauritania, il Mali e con il Marocco. L'architettura del Paese è basata sull'arte islamica, bizantina, spagnola, francese ed ottomana.  

Scopri: Expo 2015 e i Paesi del Bio-Mediterraneo

L'Albania (capitale Tirana) si trova nella Penisola balcanica nel sud-est dell'Europa. Confina a nord-ovest con il Montenegro, a nord-est con il Kosovo, ad est con la Macedonia e a sud con la Grecia. Il Paese (superficie 28.748 km² con 3 milioni di abitanti) si affaccia inoltre sul Mar Adriatico e sullo Ionio. 

L'Albania ha un paesaggio molto vario, dalle coste alle montagne ed è rinomato per i siti archeologici. Lo sapevate? Madre Teresa di Calcutta è nata proprio in Albania, a Anjeza Gonxhe Bojaxhiu.
L'Egitto (capitale Il Cairo) si estende su una superficie di 1.002.450 km² con 90 milioni di abitanti, si trova in Africa e confina con il mar Mediterraneo a nord, la striscia di Gaza e Israele, a nord-est, il golfo di Agaba ad est, il mar Rosso al est e sud, il Sudan a sud e la Libia ad ovest. Ovviamente la prima cosa a cui si pensa quando si parla di Egitto sono le Piramidi e tutta la cultura antichissima ed affascinante con tantissimo da visitare: da Luxor a Il Cairo passando ad Alessandria d'Egitto. I piatti tipici della cucina egiziana sono il Fool e i  Falafel.
La Grecia (capitale Atene) ha una superificie di 131.940 km² con 12 milioni di abitanti, si trova nell'Europa Meridionale e confina a nord con Albania, Macedonia e Bulgaria,  con la Turchia a nord-est, all'est e al sud si trova il Mar Egeo, ad ovest invece il Mar Ionio. Il Paese è rinomato per le bellissime città, le spiaggie, i siti archeologici e tutto quello legato all'antichità (dall'Acropoli di Atene al Partenone). Della cucina Greca ricordiamo il caffè-frappè, inventato proprio in Grecia nel 1957.
Il Libano (capitale Beirut) confina a Nord e ad Est con la Siria e a Sud con Israele, ad Ovest si trova il Mar Mediterraneo, la sua superficie è di 10.452 km² con 4 milioni e 300 mila abitanti. 

Molto importanti per il Paese le aree protette: la riserva naturale dei cedri dello Shuf,  la Riserva di Horsh Eden, quella delle cose di Tiro, delle Isole delle Palme, la riserva naturale di Bentael e la Palude di Aamiq. Lo sapevate? Il cantante Mika è nato proprio qui, in Libano, a Beirut.
La Libia  (capitale Tripoli) si trova in Nord Africa, si estende su 1 759 840  km² con 6 milioni di abitanti, confina a nord-ovest con la Tunisia, a ovest con l'Algeria, a sud con il Niger e il Ciad, a sud-est col Sudan, a est con l'Egitto, e si affaccia sul Mar Mediterraneo. 

Attualmente non è un Paese molto sicuro per i turisti nonostante le città molto belle ed affascinanti da poter visitare. La cucina ama l'utilizzo delle spezie, i pomodori e le patate. La bevanda del Paese è il tè alla menta. 
Malta (ufficialmente Repubblica di Malta, con  capitale La Valletta) si estende su una superficie di 316  km² con 420mila abitanti  è un arcipelago che si trova nel Mar Mediterraneo, nel canale di Malta, a 80 chilometri  dalla Sicilia, a 284 km dalla Tunisia e a 333 km dalla Libia. E' una meta turistica molto ambita grazie ai paesaggi, le affascintanti città, i templi e le bellissime spiagge. 

Malta  è uno degli stati più piccoli e densamente popolati al mondo.
Montenegro  (capitale Podgorica) ha una superficie di 13.812 km² con 630mila abitanti, confina con il mar Adriatico, con Serbia, Albania, Croazia, Bosnia ed Erzegovina. Il Paese è diventato molto famoso per il turismo, soprattutto per gli Italiani in estate. Da visitare assolutamente il Parco Nazionale di Durmitor.  

Fino al 2 giugno 2006 la Repubblica del Montenegro era unita alla Repubblica di Serbia con il nome di Serbia e Montenegro. 
San Marino   (ossia "Serenissima Repubblica di San Marino" o "Repubblica di San Marino", con capitale Città di San Marino) si estende su una superficie di 61,19 km² con 33mila abitanti si trova in Italia, confinando con l'Emilia-Romagna e le Marche. E' un Paese molto amato dai turisti attirati dai suoi bellissimi paesaggi naturali dove fare trekking e usare la mountain bike.

Lo stemma del Paese raffigura il Monte Titano e le tre rocche della capitale San Marino: Cesta, Guaita e Montale.
La Serbia   (capitale Belgrado) si trova nel sud-est dell'Europa, confina con l'Ungheria, la Romania, la Bulgaria, la Macedonia, l'Albania, il Montenegro, la Bosnia ed Erzegovina e con la Croazia; la superficie è di 88.361 km² con 7 milioni e mezzo di abitanti. 

Il Paese è famoso per le montagne, le grotte, i canyon e i cinque parchi nazionali: Fruška Gora, Kopaonik, Parco nazionale di Tara, Parco Nazionale di Đerdap e Šar Planina.

La Tunisia   (capitale Tunisi) ha una superficie di 163.610 km² con 10 milioni e mezzo di abitanti, si trova in Nord Africa, si affaccia sul mar Mediterraneo e confina ad ovest con l'Algeria e con la Libia a sud e ad est. E' un Paese amato dai turisti, specialmente italiani e francesi, tanto che il 20% delle entrate dell'economia viene da questo settore.  

Sullo stemma sono presenti una bilancia, un leone nero con una spada d'argento, una barca,  la mezzaluna e la stella a cinque punte.

Fa' che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo. (Ippocrate)

Sapore di sale... in cucina

L'Expo di Milano ci porterà a conoscere anche la cucina delle Isole, legata invariabilmente al mare.  I nostri palati occidentali incontreranno piatti a base di pesce, spezie e frutta tropicale, tutti da scoprire. Un piccolo viaggio fuori dal nostro Paese, un viaggio affascinante dove trovare la natura, i suoni, i colori e gli odori di questo paesaggio. 

 Scopri: Alla scoperta delle isole, del mare e del cibo

Isole, mare e cibo

Mare e Isole per regalarci il Cibo

I 14 Paesi scelti dall'Expo per  questa zona sono: Barbados, Belize, Capo Verde, Comore, Comunità Caraibica, Dominica, Grenada, Guinea Bissau, Guyana, Madagascar, Maldive, Santa Lucia, Saint Vincent e Grenadine e Suriname.

Barbados (capitale Bridgetown) si estende su una superficie di 430 km² con 275mila abitanti, si trova tra il Mar dei Caraibi e l'Oceano Atlantico. La cucina è legata al mare: dal conch (un mollusco tipico della zona) al flying fish, il pesce volante. Lo sapevate? Rihanna è nata proprio qui, a Saint Michael. 

Scopri: All’Expo si parla di vacanze tra paradisi tropicali

Belize  (capitale Belmopan) occupa una superficie di 22 966 km² con 340mila abitanti, si trova in America Centrale e confina a nord con Quintana Roo, ad est con il Mar dei Caraibi ed il Golfo dell'Honduras, a sud con il Dipartimento  di Izabal  e ad ovest con il Dipartimento di Petén. 

I piatti da assaggiare sono a base di pesce, aragoste e gambery, senza dimenticare però la carne, il riso, i legumi e le spezie. 

Capo Verde (capitale Praia) è un arcipelago di 10 isole di origine vulcanica, si trova al largo dell'Africa Occidentale, nell'Oceano Atlantico, e si estende su una superficie di 4 033 km² con 496 mila abitanti. E' una meta molto amata dagli italiani anche se il turismo è relativamente recente. 

La cucina è una miscela di culture perchè tutta la popolazione è immigrata e proviene da etnie diverse: ad ogni modo si prediligono piatti a base di mais, fagioli, carne e pesce. 

Comore  (capitale Moroni) è un arcipelago e si trova nell'Oceano Indiano, la superficie è di 2.170 km² con 735mila abitanti. L'economia si basa su pesca e agricoltura,  mentre l'alimentazione locale è legata alla coltivazione di manioca, patate dolci e  riso.

Dominica   (capitale Roseau) è un'isola del  Mar dei Caraibi con 68mila abitanti su 754 km². L'economia è basata sull'agricoltura e le esportazioni riguardano banane, olio di alloro e arance. La Dominica viene chiamata anche "L'isola della Natura" ed è nota per il Parco Nazionale Morne Trois Pitons, Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO  dal 1997.
Grenada (capitale St. George's) è un'isola che si trova nel mar di Caraibi, con una superficie di 344 km² e 105mila abitanti. Il Paese è chiamato anche "The Spice Isle" perché produce diverse spezie: la più importante è la noce moscata che viene mostrata anche sulla bandiera nazionale.  E' un Paese con clima tropicale, spesso colpito da uragani. 

Guinea-Bissau  (capitale Bissau) si trova in  Africa Occidentale. Noto è l'arcipelago delle isole Bijagos, con le sue isole quasi tutte disabitate. La popolazione è di un milione e mezzo di persone su una superficie di 36.120 km². 
Guyana  (capitale Georgetown) ha una superficie di 214.970 km² con 800mila abitanti, e si trova nell'America meridionale. L'economia è basata sull'agricoltura (canna da zucchero, banane, palma da cocco, agrumi e frutti tropicali) e sulla pesca dei crostacei. 

Maldive (capitale Malè) ha una superficie di 300 km² con 300mila abitanti ed è un gruppo di atolli che si trovano nell'Oceano Indiano a sud-sudovest dell'India.  La cucina delle Maldive si basa su pesce e riso.  
Saint Vincent e Grenadine  (capitale Kingstown) è composta da 125 isole delle Piccole Antille.  La superficie è di 389 km² con 110mila abitanti. L'economia è basata sull'agricoltura, specialmente sulla produzione di banane.

 Suriname (capitale Paramaribo) si trova in America meridionale con una superficie di 163.270 km² e 540mila abitanti. L'economia è basata sull'esportazione della bauxite, riso e  banane. La maggiorparte dei turisti provengono da Paesi Bassi, Stati Uniti e Francia.

Santa Lucia  (capitale Castries) è un'isola tropicale dell'arcipelago delle Piccole Antille, con una superficie di 620 km² e 175mila abitanti. Il Paese offre bellissime spiagge e una natura mozzafiato.   

Ed eccoci a Madagascar (capitale Antananarivo), il Paese dei lemuri,  l'isola che si trova nell'oceano Indiano di fronte al Mozambico, con una superficie di 587 041 km² e 21 milioni di abitanti. Il Paese è famoso per le immersioni nel suo mare splendido. 

Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte. (La Rochefoucoult)

La sfida contro l'aridità

L'Expo 2015 dedica uno spazio anche alle zone aride del nostro Pianeta. Questi territori hanno ovviamente in comune l'aridità, la scarsità d'acqua, paesaggi desolati, con conseguenze sulla fauna, flora, equilibri idrici, alimentazione e sulle attività umane. L’aridità viene espressa attraverso un indice basato su temperature e precipitazioni, che individua tre aree: iper-arida, arida, semi-arida.

Scopri: L'alimentazione nelle zone aride

Zone aride

Alla scoperta delle zone aride del Pianeta

I 7 Paesi presi in considerazione per la sezione Zone Aride sono: Gibuti, Mauritania, Eritrea, Mali, Palestina, Senegal e Somalia. 

Il Gibuti  (capitale Gibuti) si trova in Africa Orientale, è bagnato sia dal Mar  Rosso che dal Golfo di Aden e confina con l'Eritrea a nord, l'Etiopia ad ovest e a sud, con la Somalia a sud-est.  La superficie è di 23.000 km² con 890mila abitanti. E' uno Stato povero ed arido, formato da paesaggi vulcanici, pianure e altopiani. 

Scopri:  Esploriamo il Cluster dei Paesi delle Zone Aride
Mauritania (capitale Nouakchott) si trova nell'Africa Occidentale, confina con il Marocco a nord, l'Oceano Atlantico ad ovest, il Senegal a sud ovest, il Mali al sud e ad est e l'Algeria a nord-est. 

Il Paese è formato da distese di pietra, sabbia e deserto. I turisti possono visitare il Parco Nazionale del Banc d'Arguin, il Parco Nazionale del Diawling e l'isola di Tidra. Tra luglio ed agosto si celebra la Festa dei Datteri.

Eritrea  (capitale Asmara) si trova nella parte orientale del Corno d'Africa, confina con il Sudan ad ovest, a sud con l'Etiopia, a sud-est con il Gibuti e si affaccia sul Mar Rosso, di fronte all'Arabia Saudita e allo Yemen. Del Paese (superficie 121.320 km² con 5 milioni di abitanti) fanno parte anche l'arcipelago delle Dahlac e le isolette vicino alle isole Hanish. I paesaggi sono diversi a seconda delle zone: dai deserti alle valli passando per savane e foreste. La Cucina Eritrea si basa essenzialmente sul pesce. 

Mali  (capitale Bamako) si trova in Africa Occidentale, confina a nord con l'Algeria, ad est con il Niger, a sud con il Burkina Faso e la Costa d'Avorio, a sud-ovest con la Guinea e ad ovest con il Senegal e la Mauritania, occupa una superficie di 1.240.142 km² con 15 milioni di abitanti. 

Il territorio è formato da pianure, deserto, savana e montagne. Per i turisti  sono da visitare il Parco  Nazionale dell'ansadel Baulé, la Riserva di Bafing e la Riserva di Gourma.  
Ed arriviamo in Palestina, zona geografica che si trova nel Vicino Oriente, compresa fra Mar Mediterraneo, fiume Giordano, Mar Morto, Mar Rosso e confini dell'Egitto. 

Attualmente la regione è divisa tra lo Stato di Palestina, la Giordania, il Libano, la Siria e lo Stato di Israele. I turisti possono visitare Gerusalemme, Jericho (con il Palazzo di Hisham), la Cupola della Roccia, la Moschea di Al Aqsa e la spianata delle Moschee. 
Torniamo in Africa Occidentale e più precisamente in Senegal  (capitale Dakar) con 12 milioni e mezzo di abitanti su una superficie di 196 722 km² che si affaccia sull'Oceano Atlantico. 

Nel Paese si trova il Sahel, zona di transizione fra il deserto del Sahara e le zone umide dell'Africa guineana. Il territorio è molto vario: dalle foreste al deserto, dai laghi salati alle dune. La cucina senegalese è considerata una delle migliori dell'Africa. 

In Africa Orientale troviamo invece la Somalia  (capitale Mogadiscio) con 637.657 km² e 11 milioni di abitanti, confinante con Gibuti a nord, con l'Etiopia a ovest e con il Kenya a sudovest, a nord c'è il Golfo di Aden e ad est l'oceano Indiano.  

Il Paese ha la linea costiera più lunga dell'Africa ed il paesaggio è variegato: altopiani, pianure, steppe, savane e montagne.